Giorno: 9 gennaio 2014

9 gennaio 2014 0

Merce sequestrata negli ultimi 4 anni dalla Polizia Municipale di Ceccano, distribuita a famiglie povere

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Alcuni quintali di merce sequestrata dai vigili urbani agli ambulanti abusivi nel corso degli ultimi 4 anni, invece di essere destinati alla distruzione, verranno distribuiti alle famiglie disagiate di Ceccano. E’ l’iniziativa dell’amministrazione comunale della cittadina del frusinate che si compirà in questi giorni. Si tratta di merce, per lo più biancheria intima, abbigliamento maschile e femminile, biancheria per la casa ed altri articoli desinati ad uso domestico sequestrati dagli agentyi della municipale in circa 30 operazioni. La consegna avverrà su indicazione della Caritas e della Protezione civile che conservano le liste delle persone disagiate di Ceccano. “Si tratta di un piccolo segnale di vicinanza in questo momento cosi difficile per le famiglie – ha detto il sindaco Maliziola- Gli articoli sequestrati anziché essere buttati possono agevolare chi ne ha bisogno. Si tratta di merce che rientra nell’uso quotidiano e che magari non viene acquistata per ristrettezza economica”.

9 gennaio 2014 0

Residenti ostaggio di odori nauseabondi, carabinieri sequestrano azienda di smaltimento rifiuti animali

Di admin

Il cattivo odore aveva generato malumori, da tempo, non solo nei residenti in una vasta area tra Morolo, Supino, Patrica e Ferentino, ma anche negli automobilisti che vi transitavano. In tanti avevano denunciato alle autorità il lezzo nauseabondo che fuoriusciva da una azienda che lavorava nel settore della raccolta e lavorazione di materiale organico di origine animale per la trasformazione in grassi, concimi e combustibili. Alal verifica effettuata dai carabinieri del nucleo operativo di Frosinone, congiuntamente a personale dell’Arpa Lazio e del servizio veterinario della Asl, sono state riscontrate grosse deficienze e irregolarità di tipo sanitario. Tra le carcasse di animali ce ne erano molte in evidente decomposizione in attesa del trattamento termico e numerosi sacchi contenenti alimenti decongelati, residui della filiera ittica, latticini, prosciutti, tipo di rifiuto che non poteva essere smaltito nell’azienda. L’azienda e i mezzi usati per la raccolta e il trasporto dei rifiuti è stata posta sotto sequestro, mentre il responsabile della stessa azienda è stato denunciato per gestione rifiuti non autorizzata.

9 gennaio 2014 0

Cinque mesi di persecuzioni, 39enne di Ausonia arrestato per stalking

Di admin

Da maggio ad ottobre dello scorso anno, cinque mesi di persecuzioni verso una donna che non corrispondeva ai suoi sentimenti. Per questo, i carabinieri di Ausonia hanno arrestato questa mattina, eseguendo una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, un 39enne del posto che con reiterate minacce, aggressioni e lesioni, era diventato l’incubo di una concittadina 40enne. Il contestato é quello dello stalking.

9 gennaio 2014 0

Viadotto Biondi: vertice interlocutorio alla Regione Lazio

Di admin

Si è tenuto questa mattina nella sede della Regione Lazio un incontro sulla questione della frana del viadotto Biondi. Al vertice erano presenti per la Regione Giorgio Maggi vicario del direttore regionale della Direzione infrastrutture ambiente e politiche abitative e il funzionario Claudio Bicocchi, per il comune di Frosinone l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Tagliaferri, il dirigente del settore urbanistica e servizi ambientali Elio Noce, il geologo Marco Spaziani e il professor Quintilio Napoleoni del Dipartimento di Ingegneria dell’Università La Sapienza in qualità di consulente del comune di Frosinone. Dopo un confronto serrato sul tema, in attesa della conferenza dei servizi in programma per il 4 di febbraio, è stato deciso di tenere un ulteriore incontro, (propedeutico a quello del 4 di febbraio), fissato per il 15 di gennaio. In particolare è stato chiesto ai dirigenti della Regione Lazio di arrivare alla stesura di un programma di interventi globale sull’intera area interessata dalla frana. Per evitare di dover intervenire nuovamente in futuro, per consolidare il piede della frana che continua a costituire un potenziale pericolo. “Ci stiamo adoperando – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Tagliaferri – affinchè la Regione Lazio, che è l’ente appaltante insieme all’Ardis metta in campo un progetto generale complessivo di riqualificazione dell’intera area interessata dalla frana, con la ricostruzione del viadotto Biondi e la bonifica del fiume Cosa evitando progetti parziali che impongano nuovi interventi di qui a qualche anno”.

9 gennaio 2014 0

Colle San Magno, appaltato l’intervento per la bonifica della discarica a La Mandra

Di admin

Continua, incessante, il lavoro di salvaguardia e tutela del territorio da parte del Comune di Colle San Magno. Dopo i lavori di bonifica che hanno interessato la discarica situata in località La Forma, grazie ad un finanziamento della Regione Lazio a valersi su fondi POR-FERS Lazio 2007-2013, è stato appaltato un ulteriore intervento di bonifica e messa in sicurezza della discarica presente nella zona La Mandra e a breve inizieranno i lavori. “Stiamo operando al meglio – ha spiegato il sindaco Di Nota – per bonificare i siti e le discariche presenti sul nostro territorio. Attraverso il lavoro degli uffici comunali, che ringrazio per l’impegno e la capacità, siamo riusciti ad attrarre finanziamenti europei a disposizione della Regione Lazio proprio per la salvaguardia ambientale. Siamo intervenuti prima sulla criticità presente in località La Forma, ed ora abbiamo appaltato la bonifica e la messa in sicurezza della discarica a La Mandra”. “Come si può notare dai fatti e dai progetti che stiamo portando avanti – ha concluso Di Nota – il Comune di Colle San Magno opera su una duplice direzione: tutela dell’ecosistema e del paesaggio e sviluppo delle enormi potenzialità ambientali e turistiche a disposizione. In questo ambito rientra l’opera di valorizzazione e crescita del Museo Vivo della Memoria, di cui proprio in questi giorni stiamo definendo le azioni per una migliore gestione e funzionalità. A tale valorizzazione si affiancheranno a breve l’avvio di nuovi lavori che renderanno più accogliente e più bello il nostro paese, migliorando nel contempo la qualità della vita dei residenti”.

9 gennaio 2014 0

Inchiesta sui rifiuti nel Lazio, Legambiente: “La politica fermi lo strapotere dei signori della discarica”

Di admin

Dall’ufficio stampa di Legambiente riceviamo e pubblichiamo:

“L’inchiesta sulla gestione dei rifiuti nel Lazio fa emergere l’area grigia che ha governato il ciclo dei rifiuti a Roma e nel resto della Regione in questi ultimi trent’anni. Secondo quanto emerge dall’indagine le politiche sui rifiuti sono state decise da un privato a beneficio dei suoi interessi, in un paese normale invece tali politiche vengono decise e stabilite dalle amministrazioni pubbliche nell’interesse della collettività e dei cittadini. Fino a quando la politica non deciderà di prendere le distanze dai signori della discarica, l’Italia rimarrà un paese colmo di buchi e di perenni emergenze da fronteggiare. È ora che la politica e le amministrazioni affrontino questa sfida senza più tentennamenti, perché il Paese ancora oggi è sotto procedura d’infrazione e non può più aspettare. Per combattere lo smaltimento in discarica servono concreti passi avanti e atti coraggiosi contro la lobby dei rifiuti e non passi indietro come rischia di fare l’attuale Governo con il condono sull’ecotassa per l’interramento dei rifiuti previsto nel ddl in materia ambientale, collegato alla legge di stabilità, in discussione in Parlamento nelle prossime settimane”, così Stefano Ciafani, vice-presidente di Legambiente commenta l’inchiesta che ha portato all’arresto di sette persone e del patron di Malagrotta.

“Nella gestione dei rifiuti del Lazio c’è un cancro criminoso gravissimo che oggi sembra essere scoperto con chiarezza e che va subito debellato – afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio -. Grazie ad un lavoro lungo e certosino del NOE di Roma e della Sezione Centrale dei Carabinieri, sono davanti agli occhi di tutti fatti descritti minuziosamente che lasciano poco spazio a dubbi: carte falsificate, foto taroccate, atti dettati dal privato alla Regione. Legambiente è costituita parte civile in molti dei processi già aperti nel Lazio sulla gestione dei rifiuti e se ci saranno le condizioni sarà al fianco della Procura di Roma anche in questo caso, una volta che le indagini avranno fatto il loro corso. Questi fatti così gravi richiedono però soprattutto una svolta definitiva sui rifiuti a Roma e nel Lazio, e tocca alla politica metterla in atto per voltare definitivamente pagina. La Regione ha abolito una parte del vecchio piano rifiuti, messo soldi sulla differenziata e col Comune chiuso Malagrotta, ora per battere il pezzo sporco della gestione della monnezza e puntare davvero su riciclaggio, riuso e riduzione servono subito un nuovo serio e concreto piano rifiuti regionale e un nuovo contratto di servizio con l’AMA, dopo la nomina odierna del nuovo management, al quale vanno i nostri migliori auguri”.

9 gennaio 2014 0

Formia, banda larga, Marciano: “Copertura integrale entro il 2014”

Di admin

“Entro il2014 Formia sarà interamente coperta dalla banda larga”. Lo annuncia l’assessore alle Smart City Claudio Marciano al termine dell’incontro avuto a Roma con l’ingegner Salvatore Lombardo, direttore generale di Infratel Italia, la società “in house” del Ministero dello Sviluppo Economico responsabile del Piano Nazionale Banda Larga per l’azzeramento del “digital divide” (il “divario” tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell’informazione e chi invece ne è escluso). “Secondo l’ultimo censimento Telecom – spiega l’assessore – a Formia sei zone sono ancora scoperte, per un totale di circa 8 mila cittadini. Abbiamo incontrato la Infratel proprio per rimuovere questa intollerabile situazione di disuguaglianza. In relazione al bando promulgato dal ministero per potenziare le infrastrutture nelle zone scoperte del centrosud, la società del MISE ci ha dato ampie garanzie circa l’integrale copertura del territorio comunale di Formia. Entro fine anno ma anche prima, dunque, tutti i cittadini di Formia potranno avere accesso alla connessione Adsl. Gli operatori di mercato che prima non operavano su tali territori, non ritenendolo conveniente dal punto di vista economico, potranno quindi attivare i loro servizi”. Il progetto complessivo è ancora più ambizioso. “Viste le tante iniziative varate per promuovere l’innovazione digitale (come il bando sull’open data e il progetto Plus da un milione e 300 mila euro), è emersa la seria candidatura di Formia ad ospitare la fibra ottica sul suo territorio comunale. Il bando per la rete superveloce con connettività dai 30 ai 100 mega al secondo dovrebbe partire entro settembre 2014. E’ una infrastruttura importante – conclude Marciano – tanto per i cittadini quanto per le imprese. Il Plus per la digitalizzazione della città ne terrà debito conto”.

9 gennaio 2014 0

“7 giorni al Liceo” a Ceccano per favorire l’orientamento dei ragazzi di III media

Di admin

Prende l’avvio sabato 11 gennaio l’iniziativa 7 giorni al Liceo, pensata per favorire l’orientamento dei ragazzi di III media perché possano verificare se il Liceo di Ceccano sia una buona scelta per il loro futuro. Così, coloro che lo vorranno, potranno, ogni sabato, frequentare le lezioni al Liceo, scoprendono direttamente le caratteristiche e vivendo insieme ai loro compagni più grandi che già frequentano il Linguistico o lo Scientifico. L’esperienza sarà possibile per tutti i sabati di gennaio e di febbraio.

Inoltre, lunedì 20 gennaio, si terrà la Giornata delle Lingue: anche in questo caso gli allievi delle scuole medie potranno liberamente frequentare le attività del Liceo, concentrate in quel giorno sulla dimensione internazionale dello studio e sulle culture degli altri paesi del mondo. Sabato 25 invece ci sarà l’iniziativa Scuola aperta: al mattino gli allievi delle medie potranno partecipare alle diverse attività della scuola, mentre al pomeriggio potranno fare esperimenti nei laboratori di scienze e di fisica, lezioni interattive di spagnolo e francese nei laboratori linguistici, visitare il Liceo … parlare con gli altri allievi, con i prof…. alle 17,30 ci sarà l’incontro con i genitori ai quali verranno illustrate gli elementi costitutivi del Liceo di Ceccano e le opportunità formative per gli allievi che lo frequentano.

Per partecipare alle diverse attività di orientamento è sufficiente inviare una mail a info@liceoceccano.com

http://liceoceccano.com/2014/01/09/7-giorni-al-liceo-si-parte-sabato-11-gennaio/

9 gennaio 2014 0

Torna libero e si inietta dose letale, muore 35enne di Cassino

Di admin

Al primo giorno di libertà si inietta una dose letale e muore. E’ accaduto a Cassino nella tarda serata di ieri e la vittima della tragedia è un 35enne residente in via Sant’Angelo. L’uomo era tornato in libertà dagli arresti domiciliari il giorno prima e, ieri sera si è chiuso in camera senza uscirne più. Era finito nei guai quando, l’anno scorso, sparò al piede di una persona con la quale aveva litigato. Questa mattina il padre ha forzato la porta e lo ha trovato esanime nel letto ucciso da una dose letale di uno stupefacente ancora al vaglio degli agenti del commissariato di Cassino. L’indagine tenterà di ricostruire gli ulktimi momenti dell’uomo e, soprattutto, chi gli ha ceduto la droga. Er. Am.

9 gennaio 2014 0

Violenta rapina in casa di anziana coppia, donna pestata e ferita

Di admin

E’ entrato in casa mentre i proprietari dormivano e, sorpreso a rubare oggetti di valore, ha reagito pestando l’anziana padrona di casa. La casa scelta dal malvivente, L.S. 24enne di Veroli, è quella di una anziana coppia di Alatri che, nel cuore della notte, se lo sono trovati in casa mentre frugava nei cassetti. La reazione è stata violentissima e oltre alle percosse, il 24enne ha scagliato sulla donna un televisore che stava trafugando. E’ poi scappato rubando un’auto parcheggiata poco lontano. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Alatri al comando del capitano Antonio Contente. Dopo aver acquisito gli elementi utili sono partite le indagini che hanno permesso, poco dopo, di arrivare al 24enne rifugia tori a casa di un ignaro amico di Alatri. Sono quindi scattate le manette per rapina e lesioni. La donna è stata trasportata in ospedale a Frosinone dove è stata ricoverata con una prognosi di 30 giorni.