Giorno: 19 gennaio 2014

19 gennaio 2014 0

Incendio doloso all’esterno di un bar a Lenola. Indagano i carabinieri

Di admin

Un incendio doloso ha causato grossi danni all’esterno di un bar di Lenola in piazza Cavour. Qualcuno, poco dopo le 4, ha dato fuco agli arredi esterni costituiti in sedie e tavoli. A domare l’incendio impedendo danni anche all’interno della struttura, sono stati i vigili del fuoco mentre i carabinieri stanno indagando per risalire agli autori del gesto.

19 gennaio 2014 0

Ilva di Patrica. Domani in Regione il sindaco Manuela Maliziola incontra l’Assessore Valente

Di admin

Sulla vertenza Ilva di Patrica e l’annunciato pressing dell’Amministrazione Maliziola sul Ministero dello Sviluppo Economico per salvaguardare i 65 posti di lavoro domani incontro in Regione alle ore 12 tra i sindaco Manuela Maliziola e l’Assessore al lavoro della Regione Lucia Valente

L’incontro segue la lettera che l’Assessore Regionale al lavoro Lucia Valente ha scritto giorni fa al sindaco Maliziola esprimendo tutto il sostegno della Pisana al fine di giungere ad un esito positivo della vertenza salvaguardando i posti di lavoro. “Nel rappresentare i miei sentimenti di vicinanza ai lavoratori – si legge nella nota – e alle loro famiglie preannuncio che sarà mia cura attivarmi prontamente per mettere in campo tutti gli strumenti in nostro possesso per evitare l’annunciata chiusura dello stabilimento e le conseguenze che essa potrebbe comportare sui livelli occupazionali.”

Il sindaco Maliziola dopo aver incontrato i lavoratori il 23 Dicembre era passata subito ai fatti con una deliberazione di giunta ed una lettera da inviare agli attori della vertenza, ovvero il Ministro Biondi ed il sottosegretario al Mise Claudio De Vincenti. Un gesto concreto per dimostrare la vicinanza, esprimere la solidarietà dell’Amministrazione ed annunciare le proposte concrete con le quali il Comune intende incidere nella vertenza anche alla luce del fatto che il 50 per cento degli operai Ilva di Patrica sono di Ceccano. “Il sostegno della Regione Lazio espresso dall’assessore al ramo è importantissimo – ha dichiarato il primo cittadino- non possiamo assistere impotenti alla perdita di posti di lavoro su di un territorio già compromesso dalla crisi occupazionale. Questi lavoratori sono tutti giovani e lottano per il proprio futuro anche a ridosso delle festività natalizie che per tutti dovrebbero essere un momento di serenità da vivere in famiglia. L’Amministrazione è vicina ai lavoratori Ilva di Patrica e daremo un segno tangibile del nostro impegno e della nostra vicinanza”.

19 gennaio 2014 0

Sulle tracce di ladri di farina, carabinieri trovano a Cori un magazzino con 650 chili di dubbia provenienza

Di admin

Gli sono stati trovati n casa 650 chili di farina dei quali non ha saputo spiegare la provenienza, per questo un uoimo di Cori è stato denunciato dai carabinieri. Le indagini che hanno portato a casa sua sono state innescate a Ciampino, dove è stata sporta il 7 gennaio, una denuncia per un ingente quantitativo di farina, I militari sono arrivati all’abitazione dell’uomo rinvenendo 13 sacchi di farina da 50 chili ciascuno. La merce è stata sequestrata e l’uomo denunciato per ricettazione.

19 gennaio 2014 0

Resti di imbarcazione spiaggiata a Terracina, allarme naufragio lungo le coste Pontine

Di admin

Si è temuto un naufragio lungo le coste pontine, ieri sera, quando è stata ritrovata una zattera autogonfiabile aperta e di resti di un’imbarcazione da diporto spiaggiati sul lungomare di Terracina (zona Porto Badino). Gli accertamenti disposti nell’immediatezza del ritrovamento, in primo luogo l’intervento di una unità specializzata della Capitaneria di Porto di Gaeta, hanno consentito di riscontrare che si trattava di parte di relitto andato alla deriva e spiaggiatosi sul lungomare di Terracina a causa delle correnti, per un precedente affondamento dell’imbarcazione stessa , avvenuto lo scorso 08 gennaio a circa 8 miglia dall’isola di Ischia, e senza conseguenze per la sicurezza degli occupanti, così come riscontrato e comunicatoci dal limitrofo 4° Maritime Rescue Sub Center della Direzione Marittima di Napoli.

19 gennaio 2014 0

Maltempo, continua l’allerta per piogge e venti forti su Italia centrale e Sardegna

Di admin

L’Italia si trova ancora sotto l’influenza di una vasta perturbazione di origine atlantica, attiva sul nostro paese già da alcuni giorni, che mantiene diffuso maltempo su buona parte del territorio, in spostamento dal nord alle regioni centro-meridionali. Alle precipitazioni si aggiunge una nuova intensificazione di venti.

Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, pertanto, un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli emessi nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche, che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso meteo prevede, dal pomeriggio di oggi, domenica 19 gennaio, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sull’Abruzzo, in particolare sul settore sud-occidentale.

Dalle prime ore di domani, lunedì 20 gennaio, poi, si prevedono precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Dal pomeriggio di domani, inoltre, si prevede il persistere di venti da forti a burrasca, su Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia, con raffiche fino a burrasca forte su Sardegna, Sicilia e Calabria centro-meridionale con mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti, per la giornata di oggi è stata valutata una criticità arancione sulla Liguria di Levante, sulla Lombardia nord-occidentale, sul Veneto centro-settentrionale, su parte delle zone centro-occidentali del Friuli Venezia Giulia, su buona parte dell’Emilia Romagna, sul Lazio meridionale, sull’Abruzzo sud-occidentale, sul Molise occidentale, sulla Puglia centro-meridionale, sulla Basilicata e buona parte della Calabria.

Inoltre, è prevista criticità gialla sul Bacino Scrivia in Piemonte, sulla Lombardia orientale, sul Veneto centrale, sulle zone meridionali del Friuli Venezia Giulia, sui bacini montani della Romagna, su gran parte della Toscana, sull’Umbria, sul Lazio centrale e settentrionale, sull’Abruzzo nord-orientale, sul basso Molise, sulla Puglia settentrionale, sulla Sardegna e sulla Sicilia.

Per la giornata di domani, invece, è stata valutata una criticità arancione sulla Lombardia nord-occidentale, sul Veneto centro-settentrionale, su buona parte dell’Emilia Romagna, sul Lazio meridionale, sull’Abruzzo sud-occidentale, sul Molise occidentale, sulla Puglia centro-meridionale, sulla Basilicata e sulla Calabria tirrenica.

Inoltre, è prevista criticità gialla sul Bacino Scrivia in Piemonte, sulla Lombardia orientale, sul Veneto centrale, sul Friuli Venezia Giulia, sui bacini montani della Romagna, sulla Toscana, sull’Umbria, sul Lazio centrale e settentrionale, sull’Abruzzo nord-orientale, sul basso Molise, sulla Puglia settentrionale, sulla Calabria ionica, sulla Sardegna e sulla Sicilia.

È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, in particolare:

– Criticità arancione: frane superficiali e colate rapide detritiche o di fango; possibili attivazione o riattivazione di fenomeni di instabilità dei versanti, anche profonde, in contesti geologici particolarmente critici; possibile caduta massi. Diffusi danni e allagamenti a singoli edifici o piccoli centri abitati, cantieri e infrastrutture, interessati da frane o da colate rapide o situati in aree inondabili. Diffuse interruzioni della viabilità in prossimità di impluvi o in zone depresse vicine a corsi d’acqua. Pericolo per la pubblica incolumità.

– Criticità gialla: danni localizzati a infrastrutture ed edifici interessati da frane o dallo scorrimento superficiale delle acque; localizzati allagamenti di locali interrati e al piano terreno; localizzate e temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali; possibili danni alle coperture a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria; rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento continuerà a seguire l’evolversi della situazione.

19 gennaio 2014 0

Malore sul cargo al largo di Civitavecchia, marittimo soccorso dalla Guardia costiera

Di admin

Questa notte, sotto il coordinamento del 3° Maritime Rescue Sub Center della Direzione Marittima – Guardia Costiera di Civitavecchia, è stata effettuata un’evacuazione medica di un marittimo di nazionalità ucraina, di anni 55, colto da un principio d’infarto a bordo della nave cargo “BUDE”, battente bandiera delle “Isole Marshall”, in navigazione verso Taranto, a circa 50 miglia a largo di Civitavecchia. Per le attività di soccorso è stato impiegato un elicottero dell’Aeronautica Militare, decollato dall’aeroporto militare di Pratica di Mare. L’evacuazione medica è stata particolarmente difficoltosa a causa delle condizioni meteo marine avverse (mare in burrasca da Sud-Est con raffiche di vento superiori a 30 nodi). Il marittimo, una volta recuperato tramite il verricello dell’elicottero, è stato trasportato presso l’aeroporto militare di Pratica di Mare, dove ad attenderlo vi era il personale sanitario del 118 per il successivo trasporto all’ospedale civile di Pomezia (RM), ove tuttora è ricoverato.

19 gennaio 2014 0

Esce di strada… e di senno, 32enne di Pontecorvo arrestato a Sant’Elia

Di admin

Decorsa notte, a Sant’Elia Fiumerapido, i militari della locale Stazione unitamente a personale del NORM della Compagnia di Cassino, hanno arrestato per “resistenza a lesioni a pubblico ufficiale – rifiuto di sottoporsi ad accertamenti del tasso alcolemico” un 32enne di Pontecorvo, già censito. Lo stesso, mentre era alla guida della propria autovettura (presumibilmente in stato di ebbrezza) ha perso il controllo del veicolo fuoriuscendo dalla sede stradale procurandosi lesioni al volto e sulla mano destra. Il predetto, che rifiutava di sottoporsi ad accertamento alcolemico, è stato prontamente soccorso e trasportato da personale del 118 presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Cassino ove, mentre i sanitari di turno gli praticavano le cure del caso, andava in escandescenza strappandosi il flebo dall’arto superiore sinistro. Gli stessi sanitari, visto il comportamento aggressivo del soggetto, hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. I militari operanti prontamente intervenuti, nel tentativo di riportarlo alla ragione, sono stati colpiti con calci e pugni e dopo una breve colluttazione lo hanno bloccato traendolo in arresto. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, come disposto dall’A.G., veniva ristretto in regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

19 gennaio 2014 0

Auto distrutta dalle fiamme sull’A1 a San Vittore del Lazio

Di admin

Auto in fiamme sull’A1 questa mattina a pochi metri dall’uscita di San Vittore Vittore del Lazio sulla corsia nord. La vettura è stata completamente avvolta dal rogo che si è sprigionato per cause in corso di accertamento dagli agenti della Polizia stradale della sottosezione A1 di Cassino. Poco dopo le undici il mezzo in transito in direzione Roma ha preso fuoco. In pochi minuti le fiamme hanno avvolto l’abitacolo riducendo quella che era stata un’auto in un ammasso di lamiere. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco che hanno domato le fiamme. Foto Antonio Nardelli