Giorno: 26 gennaio 2014

26 gennaio 2014 0

Salvato a Frosinone esemplare di pappagalo Ara

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Un lieto fine immediato per Carlotta, una signorina pappagallo Ara di soli nove mesi, che questa mattina si era smarrita in via Brighindi, a Frosinone. L’intervento della Polizia Provinciale, agli ordini del Comandante Massimo Belli, era scattato immediatamente dopo la segnalazione di questo enorme volatile che sembrava (e in effetti era) in uno stato confusionale, mentre svolazzava da un balcone all’altro dei palazzoni tra via America Latina e via Brighindi. Dopo essere stato avvistato su un albero in una strada secondaria di via America Latina si è portato su un’impalcatura addirittura al nono piano di un palazzo in rifacimento, mentre una folla sempre più copiosa di curiosi di accalcava nei dintorni per seguire le operazioni di cattura e salvataggio. I due ispettori della Provincia, Gatto e Casale, ormai esperti, hanno raggiunto il pappagallo a quell’altezza e senza spaventarlo sono riusciti a catturarlo senza fargli del male. Il proprietario è stato individuato già in giornata e Carlotta, come ha rivelato il padrone, dimostrando di avere il diritto di riportarsi a casa lo splendido esemplare”.

26 gennaio 2014 0

Forte scossa di Terremoto in Grecia avvertita anche in Puglia

Di redazione

Lo hanno sentito anche in Puglia e nel centrosud dell’Italia, la forte scossa di terremoto registrata alle 14.55, ora italiana, nelle acque territoriali greche, nel mar Egeo in prossimità dell’isola ci Cefalonia. Il terremoto secondo i dati registrati dai sismografi dell’Istiuto Italiano di Geofisica e Vulcanologia ha avuto una magnitudo di 6.3 a una prodondità di 10 chilometri. Non si conoscono al momento, gli effetti, cioé se il sisma ha provocato danno o, anche allarmi tzunami. Una replica di magnitudo 4.4 ha seguito la prima scossa alle ore 15.08.

26 gennaio 2014 0

Scoperto con oltre 2 chili di marijuana nel pollaio, arrestato un 35enne a Marzano Appio

Di admin

Nel corso della notte, in Marzano Appio (CE), frazione campagnola, i carabinieri del locale Comando Stazione, unitamente a personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, MAURO Gaetano cl. 79 del posto. Era già qualche giorno che i carabinieri avevano posto la loro attenzione sul 35enne e, nel corso della notte, dopo averne osservato i comportamenti e pedinato negli spostamenti lo hanno sorpreso, all’interno della villa comunale situata nella frazione campagnola del comune di Marzano Appio, nel mentre cedeva a due giovani ventenni, entrambi di Pietramelara (CE), gr. 17,00 di marijuana ricevendo in cambio la somma di euro 100 (cento/00). Naturalmente, i carabinieri non si sono accontentati del solo episodio di spaccio, sono voluti andare affondo. Ed infatti, a seguito della perquisizione presso la sua abitazione i militari dell’Arma hanno rinvenuto Kg 2,150 di marijuana che l’uomo aveva abilmente occultato all’interno di un pollaio. Naturalmente la sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro. L’arrestato, è stato quindi tradotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere, mentre, i due acquirenti, segnalati alla competente prefettura.

26 gennaio 2014 0

Celebrati i funerali dei due ufficiali dell’Esercito morti nell’incidente con l’elicottero

Di admin

Si sono svolte oggi, presso l’aeroporto Fabbri, sede del 1° reggimento “Antares” dell’Aviazione dell’Esercito in Viterbo, le esequie del Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Giangiacomo Calligaris, e del Capitano pilota Paolo Lozzi, deceduti il 23 gennaio a seguito di un incidente a bordo di un elicottero AB 206 durante un volo addestrativo nel viterbese.

Alla cerimonia, officiata dall’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia Monsignor Santo Marcianò, erano presenti il Ministro della Difesa, Senatore Mario Mauro, accompagnato dai Sottosegretari alla Difesa, On. Pinotti e On. Alfano, il capo di Stato Maggiore della Difesa Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli,il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Claudio Graziano e le massime autorità civili locali, che si sono stretti intorno ai familiari dei due ufficiali per l’ultimo saluto.

Durante l’omelia Monsignor Marcianò ha ricordato “Quando si serve come essi hanno servito, dice Gesù, si è beati, si è felici; si è in quella pace per la quale tanto i nostri militari lavorano e che noi ringraziamo con tutto il nostro cuore”.  “Il grande generale che ha compiuto missioni altamente rischiose e il giovane capitano che sognava di farle, cadono nel servizio umile e amorevole del dovere.” ha concluso l’ordinario militare. Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Claudio Graziano, rispondendo alle domande della stampa ha detto: “I nostri soldati hanno grande onestà e grande coraggio, sono pronti a fare tutto quello che è necessario per adempiere al proprio dovere, per servire la Patria. lo hanno fatto in molti in Afghanistan durante le operazioni internazionali e  lo fanno tutti i giorni i nostri militari rischiando in un addestramento che è sempre impegnativo e che in questa circostanza ha portato drammaticamente alla perdita dolorosissima per l’Esercito del Comandante dell’Aviazione dell’Esercito e di un giovane Capitano”.  Al termine delle esequie le note del Silenzio hanno accompagnato l’uscita dei feretri, portati a spalla dai colleghi dell’aviazione dell’esercito. 

La cerimonia si è conclusa con gli ‘onori ai Caduti’ resi dal picchetto in armi schierato sul piazzale antistante l’hangar nel quale sono state celebrate le esequie.

26 gennaio 2014 0

Fanno il gioco delle tre carte nell’are di servizio La Macchia, denunciati dalla polstrada

Di admin

Pensavano di farla franca i due cittadini campani che nel pomeriggio di ieri si aggiravano nell’area di servizio la Macchia in attesa di abbindolare con il gioco delle tre carte sprovveduti viaggiatori in transito sull’autostrada.

Un vecchio gioco che ancora oggi spinge tante persone a tentare la fortuna ingrossando però esclusivamente le tasche di abili truffatori.

La pattuglia della Polstrada nota i due campani allontanarsi al loro arrivo e senza esitare procede al loro controllo.

Gli accertamenti hanno consentito di verificare che a loro carico erano stati emessi due divieti di ritorno nel comune di Anagni e per questo motivo i due partenopei sono stati denunciati ed allontanati evitando così spiacevoli sorprese per automobilisti in cerca di fortuna.

26 gennaio 2014 0

Controllo del territorio dei carabinieri tra Latina e Pontinia, 3 persone arrestate e 11 denunciate. Sequestraati 3,5 kg di capsule di papavero

Di admin

In data 26 gennaio 2014, in Latina e Pontinia (LT), nell’ambito di un servizio straordinario per il controllo del territorio finalizzato alla prevenzione delle stragi del sabato sera, i Carabinieri del Compagnia di Latina unitamente alla Stazione di Pontinia traevano in arresto, le sottonotate persone: V.V. 33 enne, poiché sorpreso a spacciare 3 gr. marijuana all’interno di una discoteca del capoluogo, predetto dopo formalità di rito veniva associato presso le camere di sicurezza in attesa di giudizio direttissimo; S.M.G. 29 enne e S.S. 37 enne cittadini indiani, poiché a seguito di controllo della circolazione stradale, venivano sorpresi in possesso kg. 3,5 di capsule di papavero essicate e suddivise in n.32 buste, predetti dopo le formalità di rito venivano associati presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’A.G. inquirente. Nel medesimo contesto operativo venivano denunciati in stato di libertà le sottonotate persone: S.S. 21enne, per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti; A.D. 40 enne, per guida senza patente; O.R. 34 enne, P.G. 30 enne, S.S. 38 enne, B.A. 31 enne, N.S. 33 enne, T.T. 37 enne, D.M.E. 33 enne, R.R. 38 enne, e T.R. 19 enne, tutti per guida in stato di ebbrezza alcolica.

26 gennaio 2014 0

Rubano energia elettrica, arrestati un 58enne ed 62enne a Rocca D’Evandro

Di admin

Nel corso della notte a Rocca d’Evandro (CE) i Carabinieri della locale Stazione  hanno arrestato, in flagranza per il reato di furto di energia elettrica L. A. cl. 56 e R.R. cl. 52, entrambi del posto. Nella circostanza i militari dell’Arma, coadiuvati da tecnici dell’Enel, hanno accertato la manomissione del contatore installato presso il circolo culturale del quale L.A. è presidente. Gli arrestati, pertanto, sono stati accompagnati presso il loro domicilio in regime degli arresti domiciliari.