Giorno: 30 gennaio 2014

30 gennaio 2014 0

Entrava nei camerini e ne usciva nudo, cliente esibizionista terrore delle commesse a Terracina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un esibizionista seriale era diventato il terrore delle commesse dei negozi di Terracina. Le segnalazioni raccontavano tutte la stessa dinamica di intervento: un giovane entrava nel negozio per comprare abbigliamento, sceglieva dei capi, si dirigeva verso il camerino per provarli e ne usciva completamente nudo, mostrando le proprie parti intime a commesse e clienti terrorizzate. In almeno una circostanza, il depravato aveva agito anche in un negozio per bambini da 0 a 16 anni e solo per coincidenza, al momento dell’esibizione, non erano presenti minorenni. I fatti accertati da denuncia sono quattro, tutti negozi del centro di Terracina le cui commesse, atterrite, riuscivano a dare l’allarme solo quando l’individuo si era allontanato scappando, in alcuni casi, completamente nudo. Una circostanza che ha fatto salire il livello di allarme e la polizia del commissariato ha aumentato i servizi di controlli. Alcuni poliziotti si sono mischiati ai clienti dei negozi del centro fino a quando non si sono imbattuti nelle gesta dell’esibizionista. Si tratta di D. R. 20 anni, denunciato per atti osceni continuati con l’aggravante di aver agito in un luogo abitualmente frequentato da minorenni.

30 gennaio 2014 0

Autocarrozzeria distrutta da incendio a Priverno. Si indaga su origini del rogo

Di admin

Sono misteriose le case dell’incendio che, questa notte, ha distrutto la carrozzeria Ofeni a Priverno. All’arrivo della squadra di vigili del fuoco di Terracina, in via Setina le fiamme erano già alte e interessavano anche i tre mezzi parcheggiati all’interno. Distrutte quindi anche una Fiat 500, una Multipla e un camioncino. I carabinieri indagano sul caso.

30 gennaio 2014 0

Pascolo abusivo a Itri, agricoltori portano davanti al Comune lo sterco lasciato nei loro campi

Di admin

Si sono presentati davanti al comune di Itri “armati” dello sterco lasciato dagli animali al pascolo abusivo sui loro campi e sui loro uliveti. Sono un gruppo di agricoltori di un territorio compreso tra i comuni di Itri, Sperlonga, Fondi e Campodimele che da due anni si sono costituiti in associazione per protestare contro i disagi di chi lascia cavalli e bovini al pascolo abusivo finendo per arcare danni, a volte irrimediabili, alle loro colture. L’associazione si chiama 6 aprile come la data (2012) in cui presentarono una petizione di 72 firme con cui chiedevano al comune di Itri di porre rimedio al problema. “Dopo anni di denunce e querele – dichiara il loro portavoce – siamo arrivati ad ottenere una ordinanza dal comune che prevede il sequestro dell’animale lasciato incustodito a pascolare su aree private o comunali e che prevede l’abbattimento se entro due giorni il proprietario non lo rivendica. Il problema è che da quando è stata emanata l’ordinanza non è mai stata applicata. Molti agricoltori hanno preferito abbandonare i campi perchè il problema del pascolo abusivo è talmente grosso che, da soli, non riusciamo a contrastarlo”. Questa mattina hanno steso dei grossi teloni per terra, nella piazza del comune e hanno sversato lo sterco. Sono alcune decine i manifestanti che presidiano l’ingresso del palazzo comunale con dei cartelli.

30 gennaio 2014 0

Abuso d’ufficio, indagato il sindaco di Orta di Atella e 15 persone

Di admin

I Carabinieri della Compagnia di Marcianise stanno eseguendo un decreto di sequestro preventivo di beni, emesso dal GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di 16 indagati, tra cui il Sindaco del Comune di Orta di Atella per i reati di i abuso d’ufficio e concessione di permesso a costruire in deroga agli strumenti urbanistici. Il provvedimento riguarderà il sequestro del suolo agricolo, destinato alla costruzione di un impianto sportivo per un valore di circa 600 mila Euro.

30 gennaio 2014 0

Scoperta a Ceprano frode fiscale per oltre 27 milioni di euro, coinvolte 13 aziende

Di admin

La Brigata della Guardia di Finanza di Ceprano ha scoperto una frode fiscale realizzata da 13 aziende, operanti nel settore del commercio di autovetture, che hanno occultato al fisco redditi per oltre 23 milioni di euro e violazioni all’IVA per oltre 4 milioni di euro

L’operazione di servizio, denominata “IN WAGEN”, ha preso il via oltre un anno fa, grazie alla scoperta di numerose irregolarità fiscali, nel corso di un’indagine nei confronti di una società ciociara.

Le indagini, immediatamente avviate al fine di ricostruire le dinamiche illegali che consentivano a numerosi soggetti di frodare il fisco, hanno permesso di individuare una società cd. “cartiera”, cioè priva di qualsiasi struttura operativa ed amministrativa, creata al solo fine di emettere fatture per operazioni inesistenti e di interporsi tra l’impresa comunitaria venditrice delle autovetture ed il soggetto economico nazionale reale destinatario delle stesse, in maniera da consentire a quest’ultimo di portare indebitamente in detrazione l’IVA.

Le indagini effettuate, rese difficoltose a causa della mancata esibizione dei documenti contabili da parte dell’amministratore della società “cartiera”, consentivano di recuperare una “pen drive” sulla quale erano state memorizzate tutte le fatture – relative ad operazioni inesistenti – emesse dalla stessa.

Venivano individuate, pertanto, ben 13 aziende, tutte ubicate nella capitale ed operanti nel settore della vendita di autovetture, che al fine di evadere le imposte avevano ricevuto ed utilizzato fatture relative ad acquisti di autoveicoli in realtà mai avvenute e, in alcuni casi avevano omesso di presentare le dichiarazioni fiscali, risultando, quindi, “evasori totali”.

Le 13 verifiche eseguite dalla Brigata della Guardia di Finanza di Ceprano, che hanno interessato gli anni dal 2007 al 2011, hanno consentito di recuperare a tassazione una base imponibile ai fini delle imposte dirette per oltre 23 milioni di euro e di rilevare violazioni all’IVA per oltre 4 milioni di euro.

I responsabili delle citate aziende – 13 persone, tutti romani – sono stati denunciati alla competente A.G.. per reati fiscali e rischiano pesanti pene detentive.

30 gennaio 2014 0

Soccorsi 175 migranti e sequestrata una nave madre al largo di Capo Passero

Di admin

Questa notte la corvetta Fenice della Marina Militare ha soccorso un barcone a sud di Capo Passero, rilevato in precedenza dall’elicottero imbarcato, con a bordo 175 migranti, tra cui 6 bambini. Provenienti da Siria, Egitto ed Iraq, sono stati assistiti dal personale medico di bordo e, ad eccezione di un caso di ipotermia, tutti sono stati dichiarati in buone condizioni di salute. Contestualmente la fregata Aliseo della Marina Militare, in stretto coordinamento con la Direzione

Distrettuale Antimafia di Catania, ha effettuato il sequestro di una nave “madre” e fermato i quindici membri dell’equipaggio, al termine di una complessa ed un’articolata operazione di sorveglianza. La corvetta Fenice con a bordo i migranti soccorsi nella notte raggiungerà il porto di Catania tra oggi e domani.

30 gennaio 2014 0

Una nuova sala al Museo Historiale, sabato l’inaugurazione e ‘Open days’ nel weekend

Di redazionecassino1

“Sabato inaugureremo una seconda sala multimediale all’interno del Museo Historiale di Cassino.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha annunciato il restyling del museo cittadino dedicato ai tragici eventi del secondo conflitto mondiale e non solo. “Per l’occasione – ha continuato il sindaco – è previsto l’ingresso gratuito per le giornate di sabato e domenica in modo che i visitatori possano avere l’opportunità di vedere le nuove tecnologie utilizzate all’interno dell’Historiale e contestualmente visitare le sale del Museo che presentano spazi dedicati alla città e alla sua storia nel periodo a cavallo delle guerre mondiali. In occasione del settantesimo anno dalla distruzione della città di Cassino e dell’Abbazia di Montecassino l’Historiale sarà sicuramente meta di tantissimi visitatori e sono certo che questa nuova veste del museo contribuirà a rendere ancora più suggestiva la visita ai turisti sia italiani che stranieri.” È stato Danilo Salvucci, presidente del Comitatoper il 70° anniversario della distruzione di Cassino, a porre l’accento sull’importanza di avere strutture idonee in occasione dell’evento che interesserà la città quest’anno. “Cassino – ha sottolineato Salvucci – quest’anno sarà sicuramente meta di tantissimi visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Credo che gli interventi fatti sull’Historiale siano un’ulteriore dimostrazione dell’attenzione, come è giusto che sia, che stiamo riservando alle varie cerimonie che fanno parte del programma del settantesimo, curando ogni aspetto ad esse legate in maniera minuziosa.” Anche l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, sarà presente all’inaugurazione di sabato mattina. “Come è noto – ha sottolineato Grossi, l’Historiale è sorto con l’intento di onorare i caduti di tutte le nazioni che si sacrificarono per il trionfo della pace e della libertà. Con gli ultimi interventi che lo hanno riguardato, tra le tante migliorie ed innovazioni apportate, voglio segnalare l’installazione di un sistema multimediale interattivo per la proiezione di contenuti audio/video disponibili in lingua italiana, inglese, francese, tedesca e polacca. Il tutto ancora più immediato grazie alla dotazione di uno schermo touchscreen che consente alla guida, mediante una penna elettronica, di interagire con i menu presenti e di intervenire in tempo reale sulla presentazione cliccando direttamente sull’ immagine proiettata. Un investimento importante che come Amministrazione abbiamo fatto e di cui l’Historiale, essendo un museo multimediale, necessitava in modo da riuscire ad aggiornare i software e gli hardware per rendere la struttura, che altrimenti avrebbe anche corso il rischio di chiudere, all’altezza del grande evento che la città si appresta a vivere nell’anno del settantesimo dalla distruzione. Una serie di interventi che miglioreranno ulteriormente il già ottimo servizio offerto da questo importante complesso museale cittadino che ogni anno è meta di tantissimi visitatori grazie anche ad un percorso adattabile alle diverse esigenze di quanti vi si recano. I pacchetti proposti attraverso Cassino Turismo, in cui rientra anche la visita all’Historiale, infatti sono dedicati, grazie proprio all’ecletticità della struttura, oltre che ai turisti individuali, sia agli studenti delle scuole primarie quanto agli universitari, oltre che ai gruppi di studiosi della storia della battaglia.” A concludere la serie di interventi è stato il direttore storico – scientifico dell’Historiale Roberto Molle che ha aggiunto: “in vista del settantesimo della battaglia di Cassino, sabato ci apprestiamo a vivere una giornata importante per riscoprire l’Historiale che è vero e proprio un patrimonio della città. Una struttura che, grazie all’intervento del Comune di Cassino che ringrazio, è stata dotata di un’altra sala con un nuovo allestimento che contribuirà sicuramente a rendere l’Historiale ancora più vicino ai cittadini e magari farlo diventare veramente un punto di aggregazione importante per conoscere la nostra storia. Non mi resta quindi che rinnovare l’invito per sabato mattina per l’inaugurazione nel corso della quale ci sarà anche una mostra fotografica relativa al martirologio dei comuni del cassinate”.