Basket: La Virtus TSB Cassino non perdona, supera anche la Tiber Roma e si conferma capolista

13 gennaio 2014 0 Di redazionecassino1

La chiave dell’incontro : la determinazione degli uomini di Vettese nei momenti topici del match

A dispetto del risultato finale, non è stata una passeggiata di salute per la Virtus Cassino per almeno due tempi ed oltre la metà della terza frazione di gioco. Contratta , irretita dal trappolone di Trabalza , poco ritmo , scarse spaziature e soprattutto molti tentativi di mettersi in proprio da parte dei protagonisti in maglia rossoblù, questa è stata la Virtus TSB Cassino per lunghi periodi . Tutto questo è il succo e la trama dei primi due tempi. Due tempi nei quali il pubblico numeroso del Soriano di Atina ha assistito ad un match equilibrato con addirittura la Virtus ad inseguire gli ospiti che sempre di una corta incollatura ( 4 lunghezze , il massimo vantaggio) sopravanzano i padroni di casa.

Il dato statistico tuttavia racconta di una Virtus che ha vinto tutte le quattro frazioni , e,  a ben leggere il dato questo alla fine ha fatto la differenza . Quando poi c’è da soffrire , ovvero quando il pallone da oltre la linea dei tre punti non vuole saperne di entrare , allora De Monaco e soci si rimboccano le maniche pronti al lavoro sporco , tanta difesa e soprattutto tanta maturità nelle scelte offensive, basti pensare a  Pignalosa con “soli” 4 infruttuosi tentativi  dalla lunga distanza ma che poi, capita l’antifona, si mette al servizio degli altri, 5 assist, e diventa spietato nelle entrate nel pitturato . Monumentale poi come al solito Trionfo (7 assist , 9 rimbalzi e ben 30 di valutazione ) per l’abnegazione al servizio della causa. Dei singoli si deve infine esaltare la partita di Marko Raskovic. Una rivincita la sua nei confronti degli avversari che all’andata , prima di campionato , ne avevano limitato le potenzialità offensive. Il serbo stasera si distingue come l’MVP della gara , 32 di valutazione finale , 29 punti , 10 rimbalzi .

Vettese dunque ha tratto dal match contro i tiberini indicazioni rassicuranti in vista di una settimana di duro lavoro per affrontare in trasferta la forte Viterbo .

Il match nel primo quarto si dipanava attraverso ritmi compassati , consoni a coach Trabalza ed ai suoi . Questi ultimi difendevano forte e limitavano al massimo le bocche da fuoco rossoblu. A fronte di una difesa ben congegnata , gli arancio blu romani sfoggiavano anche un buon attacco , sempre al limite del tempo a disposizione , sempre in controllo del match. Inerzia  che  però sul finire del tempo pendeva a favore dei cassinati soprattutto per merito dei singoli e nell’occasione per merito di Raskovic , il quale ben servito da Trionfo si metteva in proprio per ben 3 volte e riusciva a realizzare 4 punti di fila per il sorpasso rossoblù, ed infine, proprio allo scadere della frazione, grazie ad un tiro sulla sirena dalla lunga distanza di De Monaco che portava a 4 lunghezze il divario tra le due formazioni . 24 a 20 per la Virtus Terra di San Benedetto.

Il secondo quarto ricominciava  sulla falsariga del primo, ma la novità era che i romani difendevano ancora  più forte, e costringevano Cassino ad un affannoso avvio di frazione. Brutta circolazione per Trionfo e compagni , mai in ritmo i tiratori. Basti pensare che in un amen gli uomini di Vettese subivano un parziale di 10 a 2 (30 a 26), due punti realizzati dalla lunetta da Pignalosa, il magro bottino dei benedettini . Ci pensa ancora Raskovic a questo punto a punire i lunghi avversari con tiri dalla media e completano l’opera tre “bombe” consecutive, in rapida successione , Ausiello, Trionfo e Bertoldo. Il 9-0 tramortisce gli avversari . Il sorpasso è cosa fatta e da ora in poi la Tiber non vedrà più il comando della corsa. La Virtus rinfrancata comincia pian piano a macinare gioco orchestrata da Fontana il quale ruba palloni e dispensa assist a go-go. Vettese respira , il motore della Virtus si è acceso , si va al riposo lungo con un rassicurante +8.

Escono dal tunnel degli spogliatoi gli uomini delle due squadre e ti aspetti il solito tran tran da parte della Virtus , ma non è così . La Tiber tenta un ultimo disperato tentativo di rientrare in partita e profonde il massimo sforzo. Gli uomini di Trabalza piazzano un 10 a 4 e rientrano in gara , 51 a 49. E’ il momento decisivo del match. Vettese dimostra grande personalità , se mai ce ne fosse bisogno, e piazza un colpo dei suoi. Fuori Fontana e dentro l’under Speranza. E nel momento topico il giovane cassinate piazza la tripla dell’allungo . Da adesso in poi il monologo della Virtus Cassino è impressionante . In 4 minuti scarsi di gioco i benedettini servono un 20 a 6 che annichilisce le speranze della Tiber . Il parziale porta alla sirena della quarta frazione di gioco sul 71 a 55 per i padroni di casa.

La quarta frazione mette in risalto ancora una volta la perfetta preparazione atletica dei ragazzi del duo Vettese – Mastrangelo. Progressivamente con la forza del passista scalatore, dettano il ritmo alla gara e la forbice del divario si apre inesorabilmente. I rossoblu volano oltre cento punti capitalizzando al massimo la frazione che si chiude con un parziale di 31 a 19. Spazio anche per gli altri under rossoblu , Scarpelli e Roffi Isabelli. Si vola sulle ali dell’entusiasmo con la prua rivolta alla Tuscia. Domenica prossima infatti si va a Viterbo per un altro big match , seconda (Viterbo) vs prima ( Cassino ) .

Vettese al termine del match “Buona partita , non giocata benissimo dai miei , soprattutto l’approccio non è stato dei migliori. Ma si sa , venivamo da un incontro durissimo(ndr  LUISS Roma) giocato appena sette giorni fa che ci ha consumato energie mentali e soprattutto fisiche.Bravi sono stati i miei a non distrarsi e a gestire la sfida di stasera. Vantiamo una buona capacità di concentrazione che ci permette anche in situazioni come quelle di stasera di non perdere di vista l’obiettivo che rimaneva la vittoria. Siamo riusciti nell’intento. Adesso siamo proiettati già alla sfida di sabato prossimo contro i viterbesi. Per loro è la sfida dell’anno , quella del dentro o fuori per la vittoria finale del campionato . Noi anche contiamo molto su noi stessi ma è chiaro che sappiamo che andremo ad affrontare una grande squadra”.

Dunque ,prossimo appuntamento , domenica prossima , PalaMalè di Viterbo, palla a due ore 18.00.  

BPC Virtus TSB CASSINO: Trionfo 19, Bertoldo 9, Scarpelli 2, Roffi Isabelli, Fontana 7, De Monaco 5, Raskovic 29, Ausiello 4, Speranza 11, Pignalosa 16.   All. Vettese Ass. coach Mastrangelo

TIBER Roma : Pugliese 8, Donati 8, Ridolfi, Algeri 12, Ambrosi 2, Ricciardi 20, Giuliano 15, Meschini 6, Padovani 3.   All. Trabalza

PARZIALI: 24-20, 47-39 (23 – 19) , 71-55 (24 – 16 ) , (31-19)

Arbitri : Russo Laura di Venafro (IS) e  Vallario Domenico di Napoli 

MVP dell’incontro : Marko Raskovic .