pubblicato il27 gennaio 2014 alle 21:14

Cassino a raccolta, a San Michele il primo appuntamento per la promozione del compostaggio domestico

Torna Cassino a raccolta, gli incontri pubblici dedicati alla promozione della raccolta differenziata porta a porta. La prima tappa che approfondirà il tema del compostaggio domestico si terrà in località San Michele presso la parrocchia, e verrà organizzata in collaborazione con l’Associazione le Contrade. A seguito della pubblicazione della graduatoria (http://www.comune.cassino.fr.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1266%3Aconsales-meno-rifiuti-piu-risparmi&catid=123&Itemid=541) delle prime 1000 compostiere messe a disposizione dal Comune di Cassino, l’Assessorato all’ambiente del comune ha programmato una serie di incontri pubblici nei quartieri periferici dedicati all’uso della compostiera e alla grande utilità del compostaggio domestico.
“L’alto numero di domande – ha evidenziato l’assessore all’ambiente Riccardo Consales – presentate dai cittadini per avere le compostiere, sono la migliore dimostrazione del grande successo ottenuto da questa iniziativa, messa in campo dall’Amministrazione, che si pone l’obiettivo di ridurre ulteriormente la produzione dei rifiuti. Le compostiere, come ormai è noto, sono dei contenitori in plastica aerati, studiati proprio per praticare il compostaggio anche in piccoli spazi verdi (giardini), senza generare cattivi odori e senza attirare animali indesiderati. Per la prima volta i cittadini di Cassino si vedranno riconosciuto un diritto (in termini di risparmio) per il mancato conferimento dell’organico. Visto il grande successo ottenuto dall’iniziativa, nelle prossime settimane verrà riaperto il bando per distribuire altre compostiere a tutti quei cittadini che ne faranno richiesta. Ne consegue, quindi, che lo sconto sul pagamento della TARES, lo ricordiamo sarà del 10%, verrà riconosciuto anche a quei cittadini che aderiranno al progetto del compostaggio domestico o attraverso una compostiera ricevuta dal Comune di Cassino o da una compostiera acquistata privatamente o ancora con altri sistemi di compostaggio domestico che il Comune riconoscerà attraverso un apposito regolamento, che verrà discusso la prossima settimana in commissione ambiente, denominato ‘Albo comunale dei Compostatori’. Ricordiamo, altresì, che le compostiere verranno consegnate, agli aventi diritto presenti in graduatoria, a domicilio dalla società De Vizia Transfer Spa”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07