pubblicato il9 gennaio 2014 alle 19:25

Residenti ostaggio di odori nauseabondi, carabinieri sequestrano azienda di smaltimento rifiuti animali

Il cattivo odore aveva generato malumori, da tempo, non solo nei residenti in una vasta area tra Morolo, Supino, Patrica e Ferentino, ma anche negli automobilisti che vi transitavano. In tanti avevano denunciato alle autorità il lezzo nauseabondo che fuoriusciva da una azienda che lavorava nel settore della raccolta e lavorazione di materiale organico di origine animale per la trasformazione in grassi, concimi e combustibili. Alal verifica effettuata dai carabinieri del nucleo operativo di Frosinone, congiuntamente a personale dell’Arpa Lazio e del servizio veterinario della Asl, sono state riscontrate grosse deficienze e irregolarità di tipo sanitario. Tra le carcasse di animali ce ne erano molte in evidente decomposizione in attesa del trattamento termico e numerosi sacchi contenenti alimenti decongelati, residui della filiera ittica, latticini, prosciutti, tipo di rifiuto che non poteva essere smaltito nell’azienda. L’azienda e i mezzi usati per la raccolta e il trasporto dei rifiuti è stata posta sotto sequestro, mentre il responsabile della stessa azienda è stato denunciato per gestione rifiuti non autorizzata.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07