Giorno: 12 febbraio 2014

12 febbraio 2014 0

Camion perde olio di sansa a Sezze, pericolosa scia di due chilometri sulla Montilepini

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una scia scivolosa e pericolosa, lunga due chilometri, è stata lasciata da un camion che trasportava olio di sansa sulla superstrada Montilepini che collega la provincia di Latina a quella di Frosinone. La perdita di carico è avvenuta nel territorio del comune di Sezze e l’autista si è accorto della perdita solo intorno alle 19 circa quando già diverse centinaia di litri erano finiti sull’asfalto. Immediatamente la segnalazione è arrivata ai vigili del fuoco di Latina e ai carabinieri che hanno posto le segnalazioni per evitare che la scivolosità dell’asfalto potesse essere causa di incidente. Per bonificare il lungo tratto di strada sono intervenuti gli operai dell’amministrazione provinciale di Latina con appositi mezzi.

12 febbraio 2014 0

Viaggio d’istruzione con autista del pullman positivo all’alcool test, 40enne denunciato dalla Stradale

Di admin

Alla guida del pullman, positivo all’alcool test. E’ quanto accertato dagli agenti della polizia stradale di Sora che questa mattina hanno eseguito i controlli ad un mezzo in procinto di partire dal piazzale di un istituto scolastico della cittadina, per portare un gruppo di studenti in visita presso l’università degli Studi di Cassino.Pneumatici, estintori, documenti, gli agenti, come da prassi, hanno eseguito l’alcool test all’autista ottenendo una risposta positiva. All’uomo è stata ritirata la patente che sarà sospesa dalla Prefettura fino ad un massimo di 18 mesi; inoltre il quarantenne residente in un comune limitrofo, sarà denunciato alla competente autorità giudiziaria e subirà la decurtatazione di 10 punti. La società proprietaria del mezzo, informata dell’accaduto, ha provveduto alla tempestiva sostituzione dell’autista consentendo ai ragazzi di partire tranquilli e sicuri per il programmato viaggio d’istruzione.

12 febbraio 2014 0

Si ribalta il trattore a Leonessa, 48enne muore schiacciato

Di admin

Un uomo di 48 anni, P.F. di Leonessa, è morto nella tarda mattinata di oggi schiacciato dal suo mezzo agricolo. L’incidente è avvenuto in una zona di campagna in località Vallunga dove i vigili del fuoco del distaccamento di Posta e gli operatori del 118 sono intervenuti nel vano tentativo prestare soccorso all’uomo. I carabinieri di Cittaducale stanno tentando di ricostruire la dinamica per la quale, il trattore si è ribaltato schiacciando ed uccidendo il conducente.

12 febbraio 2014 0

“Dalla Guerra alla Terra” i 70 anni dalla distruzione dell’Abbazia di Montecassino

Di redazionecassino1

“Con la cerimonia di sabato 15 febbraio di fatto si apriranno le celebrazioni per il settantesimo della distruzione di Cassino e Montecassino.” A dichiararlo è stato il delegato del sindaco per il settantesimo della distruzione e presidente del comitato organizzativo, Danilo Salvucci, che ha annunciato che si terrà sabato mattina a partire dalle ore 9 negli spazi antistanti all’ abbazia di Montecassino per ricordare la sua distruzione avvenuta 70 anni fa. Una manifestazione a cui prenderà parte anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. “In realtà – ha continuato Salvucci – già lo scorso 10 settembre c’è stata una sorta di anteprima con la manifestazione in ricordo del primo bombardamento che subì cassino settant’anni or sono. Il 10 settembre del 1943, infatti, è stato il primo traumatico impatto che Cassino ed i suoi abitanti hanno avuto con la guerra; una data che ha segnato l’inizio di quella che possiamo definire una vera e propria tragedia per la popolazione cassinate. Credo che sia importante, soprattutto per le nuove generazioni, ricordare eventi che fanno parte della storia della nostra città. Proprio per questo, nell’anno in cui ricorre il settantesimo anniversario della distruzione di Cassino e di Montecassino, abbiamo, insieme a tutti i membri del comitato, voluto stilare un calendario pieno di appuntamenti che rendano il giusto tributo al ricordo di quegli avvenimenti che hanno cambiato il corso della storia e da cui Cassino ha saputo trarre insegnamento e ripartire. Proprio in questa ottica si inserisce la manifestazione di sabato. Le forze alleate, ritenendo che il Monastero ospitasse i Tedeschi al suo interno, il 15 febbraio 1944, lo bombardarono riducendolo ad un cumulo di macerie. Ben pochi centri della nostra Nazione esprimono congiuntamente i segni della morte e della vita come Cassino. Il martirio subito fra l’autunno del 1943 e il maggio 1944 fu terrificante, ma contestualmente ha consegnato a tutti noi un grandissimo insegnamento proveniente proprio da quanti qui furono colpiti da quei tragici eventi. Prima ancora di ricostruire le proprie case, infatti, i sopravvissuti vollero e, quindi, ricostruirono l’Abbazia di Montecassino oltre che le linee guida della nuova Città. Proprio questo è lo spirito che animerà tutte le manifestazioni inserite nel calendario del settantesimo e sono certo che ancora una volta Cassino con i suoi cittadini al ricordo saprà unire quella voglia di rinascita che da sempre caratterizza il nostro territorio.” Roberto Molle membro del comitato organizzativo e direttore storico – scientifico del Museo Historiale di Cassino ha ricordato la giornata che portò alla distruzione della nostra meravigliosa abbazia. “70 anni fa, il 15 febbraio 1944, – ha sottolineato Molle – i bombardieri americani comparvero sopra l’Abbazia di Montecassino; era una giornata con un cielo limpido e terso; poco dopo cominciarono a cadere le bombe che, in più ondate, distrussero uno dei monumenti più importanti al mondo della Cristianità. Un momento in cui la guerra toccava il culmine della stupidità e della barbarie umana. Per gli alleati si risolse in un insuccesso militare, in quanto subito dopo di tedeschi la occuparono, per davvero, rendendola una fortezza inespugnabile; fu la fine per circa 300 civili, soprattutto di Cassino, che tra le mura avevano cercato scampo e rifugio; la fine di un tesoro storico, artistico dell’umanità; la distruzione di un simbolo di fede conosciuto in tutto il mondo. A noi l’obbligo morale di non dimenticare cosa accadde; mai. Questo è uno degli obiettivi delle manifestazioni organizzate per il 70 Anniversario della Battaglia di Cassino; perseguito dall’Amministrazione Comunale del Sindaco Giuseppe Golini Petrarcone e dal Comitato per il 70° Anniversario, con il Presidente Danilo Salvucci. Pertanto sia la presentazione dell’importante libro di Nando Tasciotti (14 febbraio 2014 ore 17.30, sala degli abati, palagio badiale, piazza corte Cassino) che ha svelato importanti retroscena che portarono al tragico bombardamento, che le manifestazioni programmate per sabato 15 febbraio, vogliono contribuire alla condivisione da parte di tutti, di un pezzo importante della memoria, che ci deve appartenere e accomunare, sempre di più.”.

12 febbraio 2014 0

Giro d’Italia, la tappa di Cassino sarà presentata alla Bit di Milano

Di admin

“Venerdì l’arrivo di tappa del Giro d’Italia a Cassino sarà protagonista alla Bit di Milano nel corso di una conferenza stampa in cui la città martire si ritaglierà il suo spazio in una delle manifestazioni fieristiche internazionali più importanti che esistano.” A dichiararlo l’assessore al turismo di Cassino, Danilo Grossi, che venerdì sarà in rappresentanza del Comune alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. “Per Cassino è un onore ed un privilegio – ha continuato Grossi – essere ospitati alla Bit di Milano per promuovere il nostro territorio con particolare riferimento alla giornata del 15 maggio prossimo che vedrà la città tingersi di rosa per l’arrivo di tappa del Giro d’Italia. Un evento che, insieme all’unico altro progetto della provincia di Frosinone ‘Ciociaria in Festival’, sarà presentato all’interno dello spazio che la Bit di Milano ha messo a disposizione della Regione Lazio e della camera di commercio di Frosinone. Cassino in Rosa questo il nome che abbiamo voluto dare all’intera manifestazione che giunge a conclusione di un percorso iniziato oltre un anno fa ed a cui l’amministrazione ha lavorato quotidianamente con l’obiettivo, centrato, di avere in città, per la prima volta in oltre cento anni di Giro d’Italia, l’arrivo della più importante, insieme al Tour de France, competizione ciclistica del mondo. Un evento, unico nel suo genere, che ricade proprio nell’anno del settantesimo anniversario della distruzione di Cassino e Montecassino e che rappresenta un’opportunità enorme per la città sia sotto il profilo culturale che turistico. Soprattutto, un’occasione importantissima anche sotto il profilo economico per il nostro territorio che siamo riusciti a far diventare realtà ed avere l’opportunità di promuovere nella giornata di venerdì la nostra città ed il nostro territorio alla Bit di Milano è un altro grande passo sotto il profilo turistico. Basti considerare alcuni numeri e dati per capire quanto importante sia l’appuntamento internazionale sul turismo di Milano: oltre 100 paesi rappresentati da circa 2.200 aziende; 2.000 giornalisti accreditati; oltre 700 buyers internazionali; circa 55.000 visitatori professionali e tanto, tanto pubblico che avrà modo di conoscere Cassino e l’enorme patrimonio turistico della nostra città.” Il presidente del Comitato ‘Cassino in Rosa’ Antoine Tortolano ha aggiunto: “Lo sport è uno dei grandi strumenti di marketing territoriale ed è proprio pensando a questo che abbiamo voluto fortemente il Giro d’Italia nella nostra città. La ricchezza del nostro territorio è senza ombra di dubbio il turismo, basti pensare all’abbazia alla zona archeologica, alla villa comunale per rendersi conto che Cassino rappresenta un polo attrattivo su cui si deve lavorare quotidianamente. La presentazione del Giro d’Italia alla Bit di Milano in tal senso è un ulteriore segnale dell’ottimo lavoro svolto per ottenere l’arrivo di tappa a Cassino. Questo tipo di eventi, infatti, sono un’occasione di promozione unica del nostro territorio. Il Giro d’Italia ha un bacino di utenza enorme con 174 nazioni collegate e quasi seicento milioni di telespettatori da tutto il mondo che guardano la corsa con ricadute senza precedenti in termini di promozione turistica per la città non solo per i giorni che precedono la tappa e la tappa stessa, ma anche per il futuro. Lo sport può fare tanto per il turismo ed è proprio pensando a questo che abbiamo voluto centrare questo obiettivo che rappresenta una risorsa fondamentale per la crescita di un territorio sia dal punto di vista sociale, economico che turistico. Si parla spesso di turismo senza poi dare seguito alle parole. Noi fin da subito abbiamo voluto invertire questa tendenza con fatti concreti e proponendo iniziative importanti che mirano proprio alla promozione ed alla valorizzazione del territorio e del suo patrimonio. Sono convinto che anche in questo caso l’obiettivo sia stato centrato e siamo tutti pronti a vivere, il prossimo 15 maggio, un evento storico per la città e per i cittadini.”

12 febbraio 2014 0

Tragedia a Viterbo, schianto sulla strada Piansanese a Tuscania, muore 68enne di Vetralla

Di admin

Tragedia, questa mattina sulla strada Piansanese in provincia di Viterbo, tra i comuni di Piansano e Tuscania. Alle 7.30 circa, per cause ancora al vaglio dei carabinieri di Tuscania, si sono scontrate una Fiat Panda e una Dacia. Sulla prima viaggiava  Vittorio Carrozza, 68 anni di Vetralla. Per lui non c’è stato nulla da fare. Inutili i soccorsi dei vigili del fuoco di Gradoli e degli operatori del 118. Ferito anche il conducente della Dacia, un viterbese, ma le sue condizioni non sarebbero gravi.

12 febbraio 2014 0

Pronto a commettere qualche reato, alla vista degli agenti 27enne getta una pistola

Di admin

Sono quasi le due di questa notte quando una Volante della Polizia di Stato nota un giovane che si aggira con fare sospetto tra due noti bar del capoluogo aperti tutta la notte.

Si avvicinano e lo riconoscono : è un ventisettenne del posto, con piccoli precedenti, che, alla loro vista, si infila una mano nella cinta dei pantaloni e lancia qualcosa.

Uno degli agenti si avvicina per accertare di cosa si è disfatto così rapidamente e trova una pistola metallica simile in tutto e per tutto a quella in dotazione alle Forze di Polizia, priva di tappo rosso.

L’uomo reagisce violentemente : spinge il poliziotto a lui più vicino e, con mossa repentina, cerca di dileguarsi nelle traverse limitrofe confidando nella complicità dell’oscurità.

Scatta il coordinamento: la sala operativa fa convergere in zona tutte le Volanti e, dopo pochi minuti, l’uomo è in manette.

Non è stato facile contenere l’ira del ventisettenne che più volte con violenza si è scagliato contro i poliziotti, due dei quali hanno riportato lesioni personali e successivamente ha danneggiato alcune suppellettili delle camere di sicurezza.

L’uomo è stato arrestato per resistenza aggravata e danneggiamento aggravato e l’arma giocattolo apparentemente identica ad una Beretta cal. 9 è stata sequestrata.

12 febbraio 2014 0

Seminario orientativo tenuto pressola Procura della Repubblica di Latina

Di admin

Il 12 febbraio 2014, nel corso della mattinata,su iniziativa del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Giovanni De Chiara, si è tenuto presso la Sala conferenze “ Paolo Borsellino, della Procura della Repubblica di Latina, recentemente ristrutturata, un seminario di aggiornamento presieduto dal Procuratore Capo della Repubblica di Latina, dott. Andrea De Gasperis,e dal Proc. Aggiunto dott.ssa Nunzia D’Elia.  Nel corso dell’incontro, cui hanno preso parte  i Comandanti di Stazione e di Reparti investigativi della Provincia di Latina, sono state affrontate tematiche generali ed in particolare quelle relative alla violenza sulle donne e alle problematiche dello smaltimento dei rifiuti. Scopo del seminario, era quello di ottimizzare la risposta alle esigenze di sicurezza dei cittadini, che vede quotidianamente impegnati magistrati e forze di polizia

12 febbraio 2014 0

Il sistema “PMIS” attivato nel porto di Civitavecchia

Di admin

Questa mattina, nella sala conferenze del Centro storico culturale sito nel Forte Michelangelo, si è tenuta la presentazione del sistema PMIS 2.0., introdotta dal Direttore Marittimo del Lazio, C.V. (CP) Giuseppe Tarzia.

All’iniziativa, voluta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera,  hanno preso parte l’Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, le agenzie marittime ed i terminalisti operanti nel porto di Civitavecchia.

Il PMIS, acronimo di Port Management Information System, previsto dalla direttiva europea 2002/59/UE (recepita con decreto legislativo 19 agosto 2005 n. 196), nasce come sistema comunitario di monitoraggio ed informazione sul traffico navale.

Tale sistema è stato concepito come nodo di scambio informativo sul traffico marittimo, sia in ambito nazionale – tra Autorità Marittima, Doganale e le altre Amministrazioni competenti da un lato ed armatori, proprietari, agenti raccomandatari, compagnie di navigazione e comandanti delle navi dall’altro – che in ambito internazionale – con l’Agenzia europea per la Sicurezza Marittima (EMSA).

Una volta entrato a regime, il sistema consentirà, inoltre, l’automatizzazione delle formalità che le navi devono assolvere all’arrivo ed alla partenza dai porti nazionali, agevolando così l’assolvimento degli adempimenti ai quali è tenuta l’utenza, con l’obiettivo finale di semplificare l’azione amministrativa.

Secondo quanto previsto dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, il PMIS sarà progressivamente implementato in tutti gli Uffici Marittimi periferici e, con l’incontro di oggi, è stato dato l’avvio al procedimento di attivazione per il porto di Civitavecchia.

Il Comandante Tarzia ha concluso il suo intervento con l’augurio di buon lavoro, auspicando la piena e fattiva collaborazione ed interazione tra i soggetti interessati, Amministrazione Marittima da un lato e utenza dall’altro, nell’interesse comune dello sviluppo del settore marittimo, di fondamentale importanza per la comunità di Civitavecchia e, in generale per l’economia nazionale.

12 febbraio 2014 0

Colto da malore in casa a Valentano (Vt), uomo salvato dai carabinieri

Di admin

Un uomo da tempo malato è stato salvato dai carabinieri mentre si trovava, da solo e già in stato di incoscienza, all’interno di un alloggio delle case popolari del comune di Valentano. Ad intervenire una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Tuscania che nel corso del servizio di pattugliamento era stata allertata da un conoscente dell’uomo che poco prima aveva udito delle richieste di aiuto provenire dall’abitazione. Una volta individuato l’appartamento, i militari dell’Arma hanno cercato di mettersi in contatto con lo stesso, purtroppo però invano; sentendo provenire dei rantoli dall’appartamento, i carabinieri hanno immediatamente compreso la situazione di pericolo e deciso , così, di forzare la porta: sdraiato a terra c’era il 68enne in stato di incoscienza. Attivati i soccorsi, l’uomo è stato trasportato d’urgenza presso il pronto soccorso dell’ospedale di Viterbo, dove gli sono state prestare le cure del caso. L’anziano è tuttora ricoverato, ma non è in pericolo di vita.