Giorno: 14 febbraio 2014

14 febbraio 2014 0

Il distaccamento dei vigili del fuoco di Cassino rischia il ridimensionamento

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cassino rischia il declassamento. Significa che si sottraggono al territorio risorse finora utilizzate per garantire la sicurezza a chi lo abita. Al momento pare si tratti di un piano interno di riorganizzazione del Corpo fatto dal Ministero nell’ottica di risparmiare su ciò che non è necessario. La mannaia si sta abbattendo sul numero dei pompieri in servizio nella città martire sufficiente, ad oggi, per garantire, 24 ore su 24, oltre la squadra di pronto intervento, una unità di due uomini impiegata per garantire il mezzo di supporto che può essere autobotte supplementare, l’autoscala o l’autogru. “Sarebbe un declassamento che non troverebbe giustificazione in nessuna logica che tiene conto delle reali necessità del territorio – dichiara Salvatore Simeoli, segretario provinciale generale aggiunto FNS Cisl – In caso di un incendio appartamento, con il progetto in discussione, l’acqua finirebbe prima dell’arrivo dell’autobotte partita dalla sede centrale di Frosinone, impiegando un tempo che può significare molto per la buona riuscita delle operazioni. Stessa teoria vale anche per l’autoscala impiegata sia per le operazioni di spegnimento ma ancor più per quelle di evacuazione della gente dai piani alti. Tagliare personale da Cassino significherebbe toglierla anche al territorio coperto dal distaccamento di Sora, che già oggi non ha personale di supporto, ma si serve di quello di Frosinone per l’area più vicina al Capoluogo e di quella di Cassino per buona parte della Valle di Comino. Un taglio quindi – ribadisce il sindacalista – tutt’altro che logico anche in considerazione di un territorio complesso come quello del Cassinate, con numerosi centri montani, importanti arterie stradali e grosse aziende. Un numero di interventi annui che è secondo, e di pochissimo, solo a quelli effettuati dalla centrale di Frosinone. Facciamo quindi appello alle istituzioni locali affinché si mobilitino, ciascuna per le proprie competenze, a scongiurare, quello che per alcuni è un lusso da tagliare mentre, in realtà, è uno strumento fondamentale per garantire sicurezza ai cittadini”.

14 febbraio 2014 0

Blitz del Nas al pronto soccorso di Frosinone, la Dg individua contromisure

Di admin

Dopo il blitz dei carabinieri del Nas, ieri al pronto soccorso dello spedale di Frosinone, la Asl corre ai ripari. L’inaspettata visita di ieri dei carabinieri ha portato alla luce una situazione di gravissime carenze e oggi la direzione generale Isabella Mastrobuono ha preso le prime misure ridurre lo stazionamento degli utenti nell’area del Pronto Soccorso, attenuare le problematiche operative per medici e personale sanitario. Quindi ha attività, al 4° piano del nosocomio frusinate, di un’area di stazionamento “holding area” con i primi 8 posti letto per i pazienti che attendono di accedere nei Reparti di degenza nonché di un percorso veloce per il rapido accesso, senza passare al Pronto Soccorso, dei pazienti con patologie cardiologiche. Per la sosta delle salme viene utilizzata una sala distinta da quelle per le visite, come previsto dal Regolamento di Polizia Mortuaria.

14 febbraio 2014 1

Piazza Restagno e via Buonarroti, ripulite e adeguatamente illuminate

Di redazionecassino1

“Tutti i giardini di via Buonarroti sono stati completamente risistemati.” A renderlo noto il consigliere Igor Fonte che nei giorni scorsisi era interessato alla zona di Piazza Restagno dove sono state rinvenute diverse siringhe abbandonate per strada. “Qualche giorno fa – ha continuato Fonte – il ritrovamento di decine di siringhe che a seguito della segnalazione da parte dei cittadini sono state prontamente rimosse. Quella circostanza è stata anche l’occasione per ascoltare i residenti di Piazza Restagno che mi hanno rappresentato una serie di criticità della zona ed in particolare la mancanza di un’adeguata illuminazione pubblica a causa dell’errato posizionamento dei lampioni e della vegetazione che oscurava ulteriormente il posto in cui sono state rinvenute le siringhe. Registrate le istanze dei cittadini la manutenzione del Comune di Cassino si è attivata per risolvere queste criticità con appositi interventi che hanno riguardato principalmente la potatura delle magnolie ed lo spostamento dell’angolatura direzionalea dei lampioni in modo da garantire una maggiore illuminazione ai giardinetti e quindi una maggiore sicurezza. Questi interventi insieme al ripristino dell’illuminazione nella adiacente via Vespucci hanno restituito decoro ad una delle zone residenziali più belle di Cassino. La prontezza e la qualità dell’intervento è stato molto apprezzato dai residenti che hanno fornito altri spunti e suggerimenti, di cui l’amministrazione farà tesoro, per migliorare ulteriormente la zona a partire da lavori per il rifacimento del manto stradale.”

14 febbraio 2014 0

Bomba di aereo del secondo conflitto mondiale rinvenuta a Gricignano d’Aversa

Di admin

In Gricignano di Aversa, via Casolla, i Carabinieri della locale Stazione, a seguito di segnalazione di privato cittadino hanno rinvenuto un ordigno bellico del tipo bomba di aereo verosimilmente risalente al secondo conflitto mondiale. A ridosso dell’aerea interessata non sono presenti edifici. E’ stata attivata la procedura per la rimozione dell’ordigno.