Giorno: 18 febbraio 2014

18 febbraio 2014 0

Roger Waters ad Anzio, tra le speranze dei fans e 300 giornalisti accreditati

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ma chi erano le persone che oggi hanno aspettato Roger Waters davanti ai cancelli del comune di Anzio? C’erano giovani e anziani, tutti accomunati dalal passione per la Star. Tra loro, Giuseppe Sibilla, 14 anni di Roma accompagnato dal padre. “Suono il basso perché lo suona lui, ho cominciato a suonarlo da quando ho sentito i Pink Floyd per la prima volta e da allora hanno condizionato la mia vita”. Dice il ragazzo mostrando lo strumento musicale. “Magari me lo autografasse e se lo suonasse un secondo sarebbe un sogno”. “Ha scritto le colonne sonore della mia vita e vale bene una giornata di studio persa. – dichiara Anastasia Bramato 24 anni di Nettuno assiepata tra centinaia con in mano il cofanetto dei dischi da 45 giri del gruppo inglese pronto per essere autografato – Se dopo tanti anni riesce a raccogliere così tanta gente di ogni età ha molto di più da raccontare della sola musica. Con la sua esperienza di vita poi, e quello che meglio sa raccontare la pace”. Purtroppo nessuno di loro due, come gli altri, ha avuto lo sperato autografo. Non solo fans ma anche tanti giornalisti. “Un evento mediatico globale quello che stiamo vivendo oggi ad Anzio”. Lo ha dichiarato Bruno Parente responsabile dell’ufficio del sindaco di Anzio. “Abbiamo rilasciato circa 300 pass giornalistici a testate nazionali e internazionali tra i quali anche il gruppo Itv inglese. Ci sono poi reporter e foto reporter delle maggiori testate giornalistiche mondiali e qui, Rainews segue la cerimonia in diretta”. Purtroppo, la nota dolente è stata proprio la gestione dei giornalisti, dato che buona parte, e non si è capito secondo quale ordine di scelta, è stata costretta ad assistere alla cerimonia attraverso un monitor con grossi problemi di audio. A molti giornalisti, quindi, è stato impedito di fare domande all’artista. Un gruppo di tre persone con bandiere e striscioni, probabilmente pacifisti, sono stati fermati dal servizio di sicurezza fatto di carabinieri e polizia all’esterno del cancello del palazzo comunale. Tre persone in tutto, ai quali è stato impedito di portare all’interno gli striscioni. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

18 febbraio 2014 0

Waters ad Anzio, il sindaco: “Il dolore di un orfano che diventa inno alla pace”

Di admin

Ragazzi e anziani assiepati ai cancelli del comune di Anzio hanno aspettato invano che Roger Waters, ormai loro concittadino, uscisse dopo aver ricevuto la cittadinanza onoraria dalle mani del sindaco Luciano Bruschini, per chiedere l’autografo. Il “padre” dei Pink Floyd è uscito, invece di nascosto, salendo su un’auto diversa dal furgone con il quale era arrivato riuscendo così anche ad aggirare l’assedio dei giornalisti i quali, ma solo i più fortunati data la cattiva gestione degli spazi destinati alla stampa (molti in una stanza costretti ad assistere all’evento attraverso un monitor), sono riusciti a fare qualche domanda anche sulla politica Italiana. “Non me ne occupo – ha risposto waters – ma in genere i politici prima sono affascinanti e poi diventano ridicoli”. Alla domanda sul suo futuro ha detto: “continuerò a scrivere canzoni per altri padri e per altri figli”. Poco prima il sindaco Bruschini, nel corso della cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria, lo ha ringraziato per aver accettato, fin da subito, il suo invito. Strappando qualche sorriso tra i presenti chiamandolo “Rogers”, gli ha detto: “Sarà questa la tua seconda casa. Erick è sbarcato in una terra sconosciuta e lontana dalla sua e lontano da sua moglie e da quel figlio lasciato in patria e che non ha più rivisto. Roger è uno di quei figli che fino ad ieri non poteva neanche piangere il padre nel luogo in cui era morto, adesso sa dove farlo”. Ha poi aggiunto: “Il dolore di un orfano che si è trasformato in un inno alla pace, nelle canzoni di Roger”. I cenni storici del 18 febbraio di 70 anni fa, sono stati fatti dal veterano Harry Shindler: “Gli errori commessi in quella circostanza sono stati pagati dai soldati ed anche dagli italiani. La sera stessa dello sbarco, forti di 50mila uomini, saremmo dovuti arrivare a Roma, si scelse di aspettare rinforzi permettendo ai tedeschi di riorganizzarsi. Se si fossero rispettati i piani, sarebbe stato evitato anche l’eccidio delle Fosse Ardeatine”.

18 febbraio 2014 0

Roger Waters ad Anzio, accolto in comune dalla Corale che cantava “The wall”

Di admin

All’ingresso in comune ad Anzio Roger Waters è stato accolto dalla corale polifonica della città di Anzio che cantava “Another Brick in The wall” arrangiato dal maestro Michele Zanoni. Il bassista dei Pink Floyd si è fermato tra la ressa dei fotografi e ha detto “I love you” applaudendo e inviando un bacio agli interpreti.

“Un evento mediatico globale quello che stiamo vivendo oggi ad Anzio”. Lo dichiara Bruno Parente responsabile dell’ufficio del sindaco di Anzio. “Abbiamo rilasciato circa 300 pass giornalistici a testate nazionali e internazionali tra i quali anche il gruppo Itv inglese. Ci sono poi reporter e fotoreporter delle maggiori testate giornalistiche mondiali e qui, Rainews segue la cerimonia in diretta”. “Ha scritto le colonne sonore della mia vita e vale bene una giornata di studio persa – dichiara Anastasia Bramato 24 anni di Nettuno assiepata tra centinaia con in mano il cofanetto dei dischi da 45 giri del gruppo inglese pronto per essere autografato – Se dopo tanti anni riesce a raccogliere così tanta gente di ogni età ha molto di più da raccontare della sola musica. Con la sua esperienza di vita poi, e quello che meglio sa raccontare la pace”.

“Suono il basso perchè lo suona lui, ho cominciato a suonarlo da qundo ho sentito i Pink Floyd per la prima volta e da allora hanno condizionato la mia vita, magari me lo autografasse e lo suonasse un secondo per me sarebbe un sogno” ha detto Giuseppe sibilla di 14 anni, di Roma davanti al comune di Anzio con il suo basso.

Un gruppo di persone con bandiere e striscioni, probabilmente pacifisti, sono stati fermati dal servizio di sicurezza fatto di carabinieri e polizia all’esterno del cancello del palazzo comunale. Tre persone in tutto, ai quali è stato impedito di portare all’interno gli striscioni.

18 febbraio 2014 0

A 16 anni minaccia di gettarsi di sotto in piazza a Gaeta, carabinieri lo convincono a scendere

Di admin

Ha approfittato di un attimo di distrazione della madre per salire al piano superiore della sede della Croce Rossa di Gaeta, dove madre e figlio si erano recati per ottenere un aiuto, e ha minacciato di gettarsi di sotto. Si tratta del gesto di un ragazzo di 16 anni autistico che questa mattina alle 10, ha generato attimi di paura. Quando è stato visto in bilico sul balcone, qualcuno ha avvisato i vicini carabinieri e due militari del nucleo operativo, hanno, con pazienza, stabilito prima un contatto e poi, con altrettanta pazienza sono riusciti a far desistere il giovane da quel gesto. Rientrato dal balcone è stato accompagnato dagli stessi carabinieri al sicuro e poi a fare colazione in un vicino bar prima di essere affidato alle cure degli operatori del 118 per un necessario ricovero obbligatorio.

18 febbraio 2014 0

Le organizzazioni criminali e il loro Sistema Perfetto: usura, riciclaggio, estorsioni, un convegno alla sala “P. Restagno”

Di redazionecassino1

Domani, mercoledì 19 febbraio presso la Sala Restagno del Municipio si terrà il convegno, rientrante nel progetto ‘Io Non Ho Paura’ promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Cassino, dal titolo “SUD PONTINO E CASSINATE. Le organizzazioni criminali e il loro Sistema Perfetto: usura, riciclaggio estorsioni”. L’evento è stato realizzato dall’Amministrazione comunale di Cassino in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Formia. Ai saluti istituzionali del sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, seguiranno quelli del sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo, del presidente del Tribunale di Cassino, Amedeo Ghionni e del Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Cassino, Mario Mercone.

Relatore del convegno sarà Cesare Sirignano Sostituto Procuratore della DDA di Napoli.

Interverranno inoltre: Francesco Putortì Vice Questore Polizia di Stato; Alfredo Di Giovanpaolo inviato rai news; Antonio Iafano associazione Libera; Fabrizio Mignacca psicologo; Gianluca Casillo Amministratore Giudiziario Beni Confiscati; Raffaele Zito Portavoce Forum Agenda 21

18 febbraio 2014 0

Al via, giovedì 21, il Laboratorio a cielo aperto “Mater/ia”, al teatro romano

Di redazionecassino1

“Giovedì prossimo (21 febbraio) inaugureremo la rassegna MATER/IA con l’apertura del laboratorio a cielo aperto destinato alla realizzazione di 4 sculture dedicate alla figura femminile.” A dichiararlo l’assessore alle politiche sociali del Comune di Cassino, Stefania Di Russo, che ha annunciato l’apertura del laboratorio, cui prenderanno parte studenti e docenti dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, nella zona Antistante al Teatro Romano. “Il laboratorio – ha continuato la Di Russo – sarà operativo fino al nove marzo e la realizzazione delle sculture sarà a cura degli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, nello specifico Rafail Georgiev (Bulgaria) con l’opera ‘Nel Grembo Materno’; Franca Ietto (Italia) con la scultura ‘Memoria’; Solmaz Vilkachi (Iran) con la scultura ‘Legame’ e la professoressa Oriana Impei con la scultura ‘Mater Ma-trona’. Contestualmente dal 21 febbraio sarà possibile visitare presso il Municipio la Mostra permanente di bozzetti e piccole sculture inerenti alla rassegna MATER/IA. Come ormai è noto la rassegna MATER/IA Symposium Alchimia del marmo che diventa scultura, è promossa dal Comune in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma, Marmi Zola s.r.l ed il patrocinio del Museo d’Arte Contemporanea CAMUSAC di Cassino. I lavori di realizzazione delle sculture, saranno eseguiti in un laboratorio aperto ai visitatori e agli studenti, di ogni ordine e grado, che potranno interagire con gli scultori al lavoro. Le quattro opere verranno realizzate in ‘diretta’ in un Symposium di scultura con il Marmo Perlato Royal Coreno, messo a disposizione dalla ditta Marmi Zola, per la realizzazione di un complesso monumentale scultoreo in pietra nel paesaggio che poi verrà donato alla città ed esposto in maniera permanente all’interno della villa comunale di Cassino in un percorso artistico appositamente creato.Le sculture di diverso linguaggio artistico, sono il frutto dell’ispirazione degli artisti partecipanti, in relazione alla tematica proposta della figura femminile e della maternità oltre che al ruolo della donna nella storia nel contesto dell’alta Terra del Lavoro. Da sempre madre, contadina, moglie nutrice, sostituto della figura maschile durante le guerre e le emigrazioni, vittima di violenze inaudite, durante il conflitto mondiale, la donna è stata nei tempi dignitosa custode di tradizioni, cultura, educazione. Proprio per questo si è voluto riservare a questa figura costantemente presente nella vita di ogni essere umano il giusto tributo. Un progetto sicuramente ambizioso che vogliamo estendere ulteriormente, rendendolo un appuntamento fisso per la città, attraverso l’istituzione di un vero e proprio Festival della Scultura aperto a tutte le Accademie delle Belle Arti che si confronteranno ogni volta su un tema diverso. Questa è la sfida per il prossimo anno e sono sicura che insieme all’assessore alla cultura Danilo Grossi riusciremo a realizzare questa iniziativa che contribuirà ad aumentare ulteriormente l’offerta culturale della città.”

18 febbraio 2014 0

Il comune di Cassino potenzia la connessione ad internet a “100 mega” con la fibra ottica

Di admin

“Già da diversi giorni il Comune di Cassino ha potenziato il proprio servizio informatico grazie ad un collegamento in fibra ottica in grado di assicurare una velocità, una volta a pieno regime, di cento mega.” A renderlo noto è stato il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone che ha sottolineato l’importanza, soprattutto per gli uffici di una pubblica amministrazione, di stare al passo con i tempi per garantire servizi sempre più efficienti. “L’attivazione della fibra ottica – ha continuato il sindaco – è stata possibile grazie ad un progetto realizzato con Telecom Italia sulla base dell’accordo quadro DIGIT PA-SPC. SPC è un’infrastruttura sulla quale vengono realizzati ed erogati servizi informatici e di telecomunicazione per la Pubblica Amministrazione attraverso un protocollo unico di trasmissione e con una qualità di servizio in grado di garantire elevati standard di prestazioni specifiche. La realizzazione dell’infrastruttura mediante l’accorso quadro ha consentito all’amministrazione di ottenere un servizio di eccellenza a costi contenuti nel pieno rispetto delle recenti normative che impongono alle pubbliche amministrazioni di utilizzate per gli acquisti le convenzioni stipulate dallo Stato centrale. Tutto questo rappresenta sicuramente un grande passo in avanti e soprattutto assicura uno strumento migliore attraverso il quale è possibile fornire un servizio sempre più rapido ed efficiente ai cittadini.” Sull’argomento è intervenuto anche l’assessore all’informatizzazione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, che ha aggiunto: “al momento il profilo abilitato per la fibra ottica ha una velocità massima di 30 mega e questo già è sufficiente ad assicurare una velocità di scambio dati di circa 15 volte superiore alla precedente. Questo sistema consentirà all’Amministrazione e quindi all’Ente di progettare ed erogare, nel prossimo futuro, servizi on line per il cittadino e di dotarsi di un’infrastruttura di disaster recovery per l’immagazzinamento dati. Un progetto che dimostra l’attenzione dell’Amministrazione Petrarcone sull’efficienza dei servizi dedicati al cittadino. Basti pensare, infatti, che il comune di Cassino è l’unico Ente in tutta la provincia di Frosinone, fatta eccezione proprio per l’Amministrazione Provinciale, ad essersi dotato di fibra ottica dedicata.”

18 febbraio 2014 1

Il comune di Cassino istituisce gli ispettori ambientali a difesa del territorio

Di admin

“Nella seduta di ieri abbiamo licenziato il regolamento per il servizio di volontariato di difesa ambientale, istitutivo della figura dell’ispettore ambientale.” A renderlo noto Andrea Velardocchia presidente della seconda commissione consiliare permanente, all’indomani della seduta con cui è stato approvato questo nuovo strumento a servizio della città. “Grazie all’iniziativa – ha continuato Velardocchia – del consigliere Ficaccio ed al consueto supporto dell’assessore Di Russo la commissione con lavoro condiviso e parere unanime ha approvato il suddetto regolamento, il quale si inserisce all’interno dell’attività di volontariato dei servizi comunali. Considerata la fase critica creatasi all’indomani dell’avviamento del nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta, caratterizzata sia dalla non osservanza delle regole di conferimento dei rifiuti sia dalla incivile pratica di abbandonare immondizia per le strade, soprattutto quelle periferiche, si è deciso di istituire ed attivare delle figure di volontari aventi il compito di coadiuvare gli uffici competenti nell’attività di monitoraggio del territorio comunale. Queste figure saranno opportunamente formate, inserite in interventi operativi programmati e potranno sicuramente costituire un deterrente ed uno strumento di pronto intervento nel neutralizzare quei comportamenti degradanti cui finora, purtroppo, abbiamo assistito a volta impotenti. Naturalmente queste attività sono state concertate con l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino Riccardo Consales. Sulla scia della tessitura di una vera comunità di cittadini che quotidianamente costruiscono una società migliore, quello degli ispettori ambientali potrà senza ombra di dubbio rappresentare anche uno strumento di mobilitazione a difesa del territorio e del decoro urbano. Inoltre l’approvazione di questo regolamento ha costituito l’occasione per portare alcuni ritocchi al regolamento generale sul volontariato istituito durante questa consiliatura, nel quale viene espressamente prevista l’attività di inclusione sociale per i detenuti anche a seguito della recente convenzione stipulata con la Casa Circondariale di Cassino.

18 febbraio 2014 0

“La grande bellezza” apre domani la rassegna cinematografica del circolo ‘Fuorifuoco’

Di redazionecassino1

“Parte, domani, mercoledì 19 febbraio con la proiezione del film ‘La Grande Bellezza’ la nuova stagione dell’ormai classica rassegna cinematografica cassinate patrocinata dal Comune di Cassino.” Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha presentato la nuova stagione cinematografica organizzata dal circolo ‘Fuorifuoco’ che a partire dal 19 febbraio vedrà, fino alla fine del mese di maggio, la proiezione di film d’autore ogni mercoledì del mese alle ore 21 all’interno della biblioteca comunale Pietro Malatesta. “Ci apprestiamo ad inaugurare, con un film di grandissimo successo, – ha continuato Grossi – questa nuova stagione di cinema d’autore curato dal circolo ‘Fuorifuoco’. La Grande Bellezza, ultimo lavoro di Sorrentino, è stato vincitore di numerosi premi tra cui il Golden Globe come miglior film straniero (l’ultimo film italiano aggiudicatario di questo premio della stampa estera a Hollywood era stato, nel 1990, Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore). Un film, quindi, che entra di diritto tra i capolavori del cinema mondiale e che mercoledì i cittadini di Cassino avranno la possibilità di vedere, o rivedere, grazie alla rassegna curata dal circolo Fuorifuoco che da anni svolge un lavoro enorme a servizio della cultura. Proprio per questo come Comune al patrocinio abbiamo aggiunto anche l’adesione ad una licenza ombrello grazie alla quale è possibile procedere alla proiezione nei luoghi pubblici senza avere costi che si ripropongono di volta in volta. In questa maniera sarà possibile proiettare i film delle principali case di distribuzione senza dover ogni volta occuparsi di formalità e soprattutto ricevendo forti sconti che non vadano a gravare ulteriormente su chi organizza simili manifestazioni. E questo perché grazie alla licenza ombrello si ha la copertura automatica di tutti i pagamenti per l’intero anno. Una forma di riconoscimento che il Comune ha voluto riservare a quanti, ed il Circolo Fuorifuoco ne è un esempio evidente, contribuiscono ad aumentare l’offerta culturale all’interno della città. Siamo, quindi, orgogliosi di presentare questa nuova stagione della rassegna cinematografica d’autore che grazie anche ad una direzione artistica di altissimo profilo ripeterà, senza ombra di dubbio, i successi fatti registrare negli anni passati. Questo grazie alla capacità dei componenti del circolo di svolgere un vero e proprio lavoro di cultura cinematografica che, anche quest’anno, è stato la base per definire un programma completo in grado di coinvolgere un pubblico sempre più vasto, a partire proprio dalle nuove generazioni.”

18 febbraio 2014 0

Roger Waters ad Anzio: “Sono fiero di mio padre e della gente di Aprilia ed Anzio”

Di admin

“Ai concerti incontro sempre veterani. Una volta mi è capitato un uomo che mi strinse la mano e mi disse tuo padre sarebbe fiero di te. Anche io sono fiero di mio padre e dei cittadini di Aprilia e Anzio che hanno fatto questo per me e sono molto commosso”. Lo ha detto Roger Waters nella sala consiliare di Anzio dove ha ricevuto una medaglia d’oro a ricordo di questo giorno e la cittadinanza onoraria di Anzio che recita: “In memoria di Eric Fletcher Waters, sbarcato ad Anzio e disperso nelle paludi della guerra, ritrovato nei nostri cuori e nel nostro desiderio di pace e libertà attraverso l’intensa Poesia di suo figlio Roger, Ambasciatore di Pace, al quale la Città di Anzio con profonda gratitudine conferisce la Cittadinanza Onoraria”.