Giorno: 22 febbraio 2014

22 febbraio 2014 0

Finte offerte di lavoro per ottenere il permesso di soggiorno, 34 indagati a Fondi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono 34 le persone, di cui solo una straniera, denunciate dagli investigatori del commissariato di polizia di Fondi, per falsità ideologica e per aver favorito l’ingresso sul territorio nazionale di cittadini extracomunitari in stato di clandestinità. Gli uomini del sostituto commissario Massimo Mazio, hanno svelato, così, una rete che permetteva da anni, a cittadini bengalesi, di ottenere permessi di soggiorno fornendo le false credenziali che occorrono per lo scopo. Le indagini sono state innescate da incongruenze riscontrate in alcuni casi, tra il numero di richieste di nulla osta presentato all’ufficio immigrazione da imprenditori agricoli della piana di Fondi a favore di bengalesi. Quel numero, però, non era giustificato dal modesto volume d’affari delle aziende. Le assunzioni che sarebbero dovute poi seguire, non venivano formalizzate. L’attività investigativa ha consentito di accertare che per il ritiro dei nulla osta sono state presentate false dichiarazioni dei redditi “gonfiate” per diverse centinaia di migliaia di euro, false denunce aziendali e procure notarili contraffatte. E’ stata accertata inoltre, la contraffazione di alcuni timbri della Agenzia delle Entrate di Formia, apposti all’atto della registrazione dei contratti di affitto di terreni per le attività delle aziende in argomento. Un’attività che fruttava agli indagati, ingenti somme sborsate dagli stranieri intenzionati ad ottenere i permessi di soggiorno.

22 febbraio 2014 0

La Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 vuole continuare a volare

Di redazionecassino1

Ad una settimana dalla vittoria esterna, nel derby con l’Alatri, il calendario ci propone una sfida interna. Domenica sera, ore 18.00, per la sesta giornata di campionato al PalaPanico ospite della Expert Lucarelli NB Sora 2000 è il St’ Charles Roma. La squadra di coach Marietti occupa attualmente il settimo posto con un bottino di 10 punti frutto anche delle due vittorie ottenute, in trasferta a Terracina e in casa con APDB Roma. Le statistiche mettono in mostra una buona difesa mentre il confronto con i canestri realizzati è decisamente a favore dei volsci. Sarebbe tuttavia un errore per la squadra di Maurizio Polidori affrontare la gara con “rilassatezza” perché le cronache di tutte le gare fin qui disputate descrivono S.Charles come una squadra che si arrende soltanto al suono della sirena; coach Marietti ha caratterizzato il gioco dei romani con una difesa aggressiva su ogni possesso. La squadra capitolina vanta nel suo organico dei giocatori di razza come il lungo, con buona propensione al tiro, Giordano Mennucci, sotto le plance Stomeo. Ma il giocatore più temibile è senza dubbio Nannini autore quasi sempre di numeri personali importanti. La Expert Lucarelli dovrà sfruttare al meglio il turno favorevole, grazie anche al neo acquisto, il play Fabio Aralossi cl. 1994, 187cm 70 Kg, proveniente dalla Fulgor Omegna, DNA Silver. Il suo esordio in DNA avviene nella stagione 2012- 13. Benvenuto a Fabio nella grande famiglia biancoceleste e in bocca a lupo. La gara sarà trasmessa come sempre in Streaming dal portale di informazione ed approfondimento Sora Web.info. Anche per la gara di domani gli appassionati di basket sono caldamente invitati a gremire le tribune del PalaPanico di Sora, in via Trecce, ore 18.00. Gli arbitri della gara saranno i Sig.ri GIANNUZZI Daniele di Palestrina (RM) e SERVA Emanuele di Roma.

22 febbraio 2014 0

Scontro tra auto, 5 feriti a Pignataro Int. In prognosi bimbo di 10 anni

Di admin

Un bambino di 10 anni di Roccasecca è in prognosi riservata a causa di un incidente stradale che è avvenuto poco dopo le 14.30 di oggi sulla strada Provinciale Sp 152 nel comune di Pignataro Interamna. A quell’ora, la Fiat 600 sulla quale il ragazzino viaggiava, insieme alla madre e a un coetaneo, si è schiantata frontalmente con un’Audi A4 su cui viaggiavano altre due persone di Sant’Elia Fiumerapido. Tutti e cinque gli occupanti delle vetture sono rimasti feriti ma le condizioni che maggiormente preoccupano sono quelle del bambino. Immediatamente trasportato in opsedale a Cassino è mantenuto sotto stretta osservazione. Sul posto gli agenti della polizia stradale del distaccamento di Cassino.

22 febbraio 2014 0

Collaborazione tra commandi di Ultras alleati per aggredire tifoserie nemiche, tre denunciati a Rieti

Di admin

Alleanze tra tifoserie violente per assalire tifoserie “nemiche” sono state scoperte al seguito delle squadre di calcio del campionato di Eccellenza. Lo hanno accertato gli uomini della Questura di Rieri indagando sulle attività degli Ultrà che hanno assistito alla partita tra Rieti e Ladispoli, che si è svolta presso lo stadio “Manlio Scopigno” di Rieti il 5 gennaio. In quella occasione, un manipolo di supporter del Rieti, con i volti travisati da sciarpe e passamontagna, hanno tentato di assalire i tifosi ospiti senza riuscirci grazie all’intervento delle forze di polizia. Le indagini svolte dalla Digos, però, hanno permesso di svelare le identità di tre dei più facinorosi e, uno di essi, G.D. romano di 29 anni, si è scoperto non essere supporter ne di una squadra ne dell’altra, ma bensì si trattava di un attivista di estrema destra e supporter dell’Albalonga. Esaminando gli episodi che hanno visto il realizzarsi di scontri tra tifosi delle squadre del campionato di Eccellenza, gli investigatori hanno così rilevato una sorta di collaborazione tra i commandi ultras di varie tifoserie accertando che, da una parte, i tifosi del Rieti, dell’Albalonga e del Civitavecchia e dall’altra, quelli del Guidonia, di Ladispoli e di Viterbo, non esitano ad assistere alle competizioni delle squadre “partner”, solo per cercare uno scontro con le tifoserie nemiche.

22 febbraio 2014 0

Gare d’appalto truccate tra le province di Roma, Viterbo e Rieti, 14 indagati

Di admin

Truccavano le gare di appalto per l’aggiudicazione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. La lunga indagine svolta dagli uomini del Nipaf il nucleo investigativo del Corpo Forestale dello Stato di Viterbo, ha svelato retroscena giudiziari che hanno portato la locale procura ad indagare 14 persone tra imprenditori, ex e attuali amministratori pubblici. Il lavoro investigativo ha riguardato le gare bandite tra il febbraio 2009 e il novembre 2010 dai comuni di Corchiano e Graffignano, in provincia di Viterbo, Sant’Oreste e Rignano Flaminio in provincia di Roma, e Collevecchio in provincia di Rieti. A tessere le fila del sistema illecito di aggiudicazione delle gare sarebbero due imprenditori, M.I. 50enne di Genova e C.C. 37enne di Treviso: Gli inquirenti sostengono che i due fornivano un sistema di gestione dei rifiuti dai costi apparentemente vantaggiosi, salvo poi, risultare tutt’altro. In questa loro azione erano favoriti da amministratori che confezionavano gare con requisiti per i candidati, “cuciti” sulle caratteristiche della ditta destinata a vincere. Nessun risparmio per le casse comunali dettato dal sistema del ribasso di gara dato che l’azienda candidata, sapeva di vincere. Le ipotesi di reato contestate sono la turbativa d’asta e la rivelazione del segreto d’ufficio.

22 febbraio 2014 0

Monti, Letta, Renzi e la democrazia secondo la logica del panem et circenses

Di admin

di Max Latempa

Gli ultimi tre Presidenti del Consiglio non sono stati eletti dal popolo per svolgere quel ruolo. Sono stati designati d’ufficio, come si faceva nella corrottissima Prima Repubblica. Per l’ultimo governo il Presidente Napolitano ha fatto le sue consultazioni incontrando prima Renzi (che non è un parlamentare), poi Berlusconi (che non è più parlamentare perché decaduto in quanto condannato), poi Grillo (che non è parlamentare). Una volta incaricato di formare il nuovo governo, Renzi ha di nuovo dovuto riunirsi con gli altri due semplici cittadini per stabilire cosa si dovrà fare per l’Italia. Anche Maroni (che parlamentare non lo è più) era stato invitato al banchetto di don Matteo. Ma ha preferito non perdere tempo perché i giochi erano ormai fatti. Napolitano ha fatto sapere di non aver minimamente forzato la mano nella designazione del nuovo governo. Solo che da oggi ci chiameremo Renzpubblica Italiana. Recentemente abbiamo saputo che il Parlamento in carica è stato eletto con una legge dichiarata poi incostituzionale dalla Consulta. Il Tar ha dichiarato sciolto il Consiglio Regionale del Piemonte perché erano state presentate liste false. Il Governo dell’ Unione Europea, la Commissione, non viene eletto direttamente dal popolo. Il presidente del Consiglio Europeo, Van Rompuy, non è mai stato eletto da nessuno. Inoltre ricopre anche la carica di Presidente del Vertice Euro, formato dai paesi che prendono parte alla moneta unica. A questo punto, visto che il parlamento italiano ci costa un sacco di milioni di euro, visto che le direttive europee vengono partorite da persone che non devono rendere conto agli elettori e visto che le elezioni sono dispendiose e del tutto ininfluenti, gli italiani farebbero meglio a capire al più presto che questo teatrino della politica è solo l’ultima versione della strategia del panem et circenses tanto cara agli imperatori nell’ antica Roma. Solo che il panem è finito ed il circenses oggi te lo vendono a caro prezzo. La storia insegna che, prima o poi, il popolo si organizza.

22 febbraio 2014 0

Monti, Letta, Renzi e la democrazia secondo la logica del panem et circenses

Di admin

di Max Latempa

Gli ultimi tre Presidenti del Consiglio non sono stati eletti dal popolo per svolgere quel ruolo. Sono stati designati d’ufficio, come si faceva nella corrottissima Prima Repubblica. Per l’ultimo governo il Presidente Napolitano ha fatto le sue consultazioni incontrando prima Renzi (che non è un parlamentare), poi Berlusconi (che non è più parlamentare perché decaduto in quanto condannato), poi Grillo (che non è parlamentare). Una volta incaricato di formare il nuovo governo, Renzi ha di nuovo dovuto riunirsi con gli altri due semplici cittadini per stabilire cosa si dovrà fare per l’Italia. Anche Maroni (che parlamentare non lo è più) era stato invitato al banchetto di don Matteo. Ma ha preferito non perdere tempo perché i giochi erano ormai fatti. Napolitano ha fatto sapere di non aver minimamente forzato la mano nella designazione del nuovo governo. Solo che da oggi ci chiameremo Renzpubblica Italiana. Recentemente abbiamo saputo che il Parlamento in carica è stato eletto con una legge dichiarata poi incostituzionale dalla Consulta. Il Tar ha dichiarato sciolto il Consiglio Regionale del Piemonte perché erano state presentate liste false. Il Governo dell’ Unione Europea, la Commissione, non viene eletto direttamente dal popolo. Il presidente del Consiglio Europeo, Van Rompuy, non è mai stato eletto da nessuno. Inoltre ricopre anche la carica di Presidente del Vertice Euro, formato dai paesi che prendono parte alla moneta unica. A questo punto, visto che il parlamento italiano ci costa un sacco di milioni di euro, visto che le direttive europee vengono partorite da persone che non devono rendere conto agli elettori e visto che le elezioni sono dispendiose e del tutto ininfluenti, gli italiani farebbero meglio a capire al più presto che questo teatrino della politica è solo l’ultima versione della strategia del panem et circenses tanto cara agli imperatori nell’ antica Roma. Solo che il panem è finito ed il circenses oggi te lo vendono a caro prezzo. La storia insegna che, prima o poi, il popolo si organizza.

22 febbraio 2014 0

Controlli dei Nas nei negozi gestiti da cinesi a Caserta e Casagiove

Di admin

A Caserta e Casagiove, i Carabinieri della Compagnia di Caserta e i carabinieri NAS nell’ambito di un servizio straordinario finalizzato al controllo degli esercizi commerciali gestiti da cittadini di nazionalità cinese, hanno deferito, in stato di libertà, per violazioni in materia di disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari, il titolare di un ristorante cinese di Casagiove dove, a seguito del controllo, sono stati altresì sequestrati 10 kg circa di alimenti in cattivo stato di conservazione, il locale deposito e quello cucina in quanto non riuniva i requisiti minimi previsti dalla normativa vigente e poiché avviato in assenza delle prescritte autorizzazioni. Nel corso dello stesso servizio, i militari dell’Arma hanno proceduto al controllo, con contestuale sequestro di un ingente quantitativo di giocattoli privi del contrassegno “CE” , tutti pronti per la vendita in occasione del prossimo carnevale, nei confronti di due esercenti commerciali cinesi ai quali sono state irrogate sanzioni amministrative pari a 10.000,00 euro.

22 febbraio 2014 0

Investita e uccisa a Latina, la vittima aveva 83 anni

Di admin

Investimento mortale, questa mattina alle 6.45 circa, in via della Stazione a Latina Scalo. La vittima è S. M. 83 anni del posto che, mentre attraversava la strada, è stata travolta da una vettura guidata da un uomo, italiano e del posto, che si è immediatamente fermato per prestare soccorso. Un tentativo vano dato che per l’anziana non c’è stato nulla da fare. E’ deceduta sul colpo. I rilievi del caso sono in corso da parte degli agenti della Polizia Stradale.

22 febbraio 2014 0

Furto di auto, mezzo ritrovato a tempo da record dai carabinieri

Di admin

Ruba un’auto ma viene rintracciato e denunciato, a tempo di record, da una pattuglia di Carabinieri che restituisce, poi, la macchina al proprietario un’ora dopo la sua denuncia di furto. E’ successo, ieri mattina, a Ripa Teatina. Una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Villamagna ha rintracciato, alle 11:30 circa, una Mercedes 250, con alla guida un giovane di 19 anni, il cui furto era sto denunciato, verso le 10, presso la Stazione Carabinieri di Tollo, dal proprietario, un pensionato del luogo. I militari dell’Arma lo hanno fermato in via Roma, nel centro abitato di Ripa Teatina, nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale. Il fermo del giovane, però, non è stato casuale. La centrale operativa del Comando Provinciale di Chieti, poco prima, aveva diramato le ricerche di una macchina, dello stesso modello e colore, che era stata rubata, a Tollo, nel corso della mattinata. Quando i Carabinieri hanno visto sopraggiungere la Mercedes hanno subito intimato l’alt per verificare se si trattava della macchina da ricercare. Il numero di targa corrispondeva a quella denunciata dal proprietario e segnalata dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Chieti. Il giovane che era alla guida è stato, quindi, denunciato in stato di libertà con l’accusa di furto aggravato mentre la Mercedes è stata restituita, a tempo di record, al pensionato che si è complimentato con i Carabinieri per la velocità con cui glie l’avevano ritrovata. Una nota di colore della vicenda è che il 19enne non aveva la patente di guida poiché mai conseguita. Dovrà rispondere, quindi, anche di guida senza patente.