Giorno: 24 febbraio 2014

24 febbraio 2014 0

Schianto sulla Pontina a Terracina. Muore 47enne di Monte San Biagio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Schianto mortale, oggi pomeriggio poco dopo le 16.30 sulla via Pontina a Terracina. A Scontrarsi sono stati due mezzi, un Fiat Iveco e Una Fiat Panda guidata da G.R. 47 anni di Monte San Biagio. È stato lui ad avere la peggio. L’uomo è morto sul colpo. Ferito anche in conducente del furgone ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Sul posto, tra i primi ad arrivare e a tentare un disperato ma inutile soccorso, è stata una guardia Ittica Fipsas.

24 febbraio 2014 0

Frana assassina a Ventotene, condannati sindaco ed ex sindaco oltre a due dirigenti

Di admin

Tutti condannati dal tribunale di Terracina, i quattro imputati ritenuti responsabili della morte delle due studentesse 14enni romane Sara Panuccio e Francesca Colonnello, avvenuto a Ventotene il 20 aprile del 2010 a causa di una frana che le travolse sulla spiaggia di Cala Rossano. Per quei fatti finirono indagati per duplice omicidio colposo e lesioni gravissime il sindaco Giuseppe Assenso, condannato oggi a due anni e quattro mesi, il tecnico comunale Pasquale Romano, stessa condanna, il responsabile del genio civile Luciano Pizzuti, e l’ex sindaco Vito Biondo, entrambi condannati a un anno e dieci mesi. La procura aveva chiesto per tutti e quattro una condanna a due anni e tre mesi. Il giudice Minichetti, inoltre, ha escluso la cooperazione colposa e ha riconosciuto le attenuanti generiche. Foto Giuseppe Miele

24 febbraio 2014 0

Pesca illegale nei fiumi pontini, i risultati delle guardie ittiche Fipsas

Di admin

L’impegno delle guardie ittiche Fipsas della Provincia di Latina ha prodotto in questi ultimi mesi, significativi risultati nell’ambito della tutela del patrimonio ittico e per la disciplina dell’esercizio della pesca e l’ambientamento ittico in base alla diposizione della Provincia di Latina n.10 del 17.01.2014 causa ripopolamenti ittici (trote iridee adulte, Carpe adulte, Carpette, scardole, cavedani e tinchette) nei corsi d’acqua Fiume Sisto, Amaseno, Ufente, Canale acque medie e Selcella ricadenti nei comuni di Prossedi, Priverno, Roccasecca dei Volsci, Pontinia, Latina,Cisterna di Latina, Sonnino, Terracina e Sabaudia, comuni che ne vietano la pesca dal 04 febbraio 2014 al 22 febbraio 2014. È stato lì che si sono concentrate le operazioni di controllo delle guardie ittiche Fipsas coordinate dalla Polizia Provinciale e guidate da Emiliano Ciotti. Questi i risultati. Verbali redatti 63 per oltre 10.000 euro Pescatori di frodo trovati senza licenza 27 (ventisette) Attrezzatura non consentita (reti, Bilancie superiori ad 1,5 per lato e mazzangole) 10 (dieci) Violazione del divieto di pesca 23 (ventitre). Pesce sequestrato (carpe trote anguille ecc) e reimmessi 18 kg.Segnaliamo che i fiumi maggiormente frequentati da “i numerosi” pescatori di frodo sono risultati l’ufente e l’Amaseno.

24 febbraio 2014 0

Truffa delle patenti di guida a Viterbo, quattro denunciati

Di admin

Con ingegnosi sistemi auricolari riuscivano a far patentare anche stranieri che non conoscevano neanche una parola in italiano. Lo hanno scoperto gli uomini della polizia stradale di Viterbo indagando su una segnalazione di anomalia fatta dai funzionari della motorizzazione civile di Viterbo. da quelche tempo, infatti, candidati pakistani e Indiani, risultavano essere tra i primi promossi agli esami per conseguire la patente di guida. Giovani che, senza neanche conoscere l’italiano, superavano l’esame scritto senza commettere neanche un errore. Per questo glia genti hanno cominciato a monitorare la sessione di esami scoprendo il sistema che una organizzazione di stranieri, con base a Brescia e Modena, aveva ideato per permettere a loro connazionali, dietro pagamento di una somma di circa 2mila euro ciascuno, di superare brillantemente l’esame di guida. Il sistema prevedeva l’utilizzo di microtelecamere puntate sul testo da completare e un sistema auricolare con il quale, l’esperto, guidava il candidato nel rispondere correttamente. Dieci i casi accertati ma sarebbero centinaia quelli sotto la lente degli investigatori ma non solo nella provincia di Viterbo. I quattro sono stati denunciati per truffa aggravata ai danni dello Stato.

24 febbraio 2014 0

Piattaforma si ribalta e finisce nel fiume Nera a Terni. Sommozzatori cercano un 44enne

Di admin

Una piattaforma mobile si è ribaltata questa mattina mentre un operaio stava effettuando dei lavori di potatura lungo l’argine del fiume Nera a Terni. Le richieste di aiuto sono arrivate poco dopo le 11 al centralino dei vigili del fuoco che hanno fatto intervenire sul posto due squadre, più la terza, composta da sommozzatori di Viterbo. La struttura era ancorata con degli stabilizzatori quando, probabilmente, uno dei quattro si è interrato e la piattaforma già sollevata si è ribaltata finendo con il cestello nel fiume, trascinando l’operaio, un 44enne di Ferentillo, sposato e padre di quattro figli. Si stanno scandagliando i fondali per cercare di trovare l’uomo, altre squadre, con gommone, stanno ispezionando il corso del fiume. Purtroppo, però in queste ore, una diga a monte dovrà essere aperta e le condizioni che si creeranno non aiuteranno le ricerche.

24 febbraio 2014 0

Chiude la compagnia dei carabinieri di Gaeta, ridotta a tenenza. Innalzata a tenenza la stazione di Fondi

Di admin

Nel contesto del riordino di alcuni Comandi territoriali nell’ambito della provincia di Latina, disposto dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, al fine di rendere lo strumento operativo più aderente alle esigenze del territorio e alle aspettative della collettività, è stata prevista l’istituzione della Tenenza di Gaeta e quella di Fondi. Con la soppressione della Compagnia CC di Gaeta, la nuova linea ordinativa prevede il transito della suddetta Tenenza di Gaeta e della Stazione CC di Itri, alle dipendenze gerarchiche della Compagnia CC di Formia, mentre la Tenenza di Fondi e le Stazioni di Sperlonga e Lenola, sotto il Comando della Compagnia CC di Terracina. Nella mattinata odierna il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Giovanni De Chiara, ha presentato ai rappresentanti della stampa locale i due Ufficiali che, da oggi, si apprestano ad assumere i nuovi incarichi. Il Tenente CC Ivan MASTROMANNO, proveniente dal N.O.RM. della Compagnia di Mondragone (CE), andrà a reggere il Comando della Tenenza di Fondi, mentre il Tenente CC Carmine MANZI, proveniente dal N.O.RM. del Comando Compagnia di Pesaro, reggerà la Tenenza di Gaeta.

24 febbraio 2014 0

La rassegna “Cassino che legge” riceve il Premio Gutenberg 2013

Di redazionecassino1

“Una soddisfazione enorme aver conseguito il premio Gutenberg 2013 per la rassegna Cassino che legge.” A renderlo noto l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, subito aver appreso la notizia direttamente dal presidente dell’Associazione Italiana del Libro, Giancarlo Dosi. “Cassino che legge, – ha continuato Grossi – ormai giunta alla sua terza edizione, è, come è noto, una rassegna che ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la diffusione di volumi di materie letterarie (narrativa, saggistica e poesia), nonché scientifiche ed artistiche, con particolare riguardo per le opere di autori del cassinate, soprattutto giovani, preferibilmente pubblicate da case editrici locali. Ed è proprio questo il motivo per cui la nostra rassegna ha ricevuto questo importantissimo riconoscimento che premia il lavoro quotidiano di promozione culturale volto alla riscoperta del piacere della lettura attraverso appuntamenti che rappresentano una vera e propria occasione di conoscenza ed aggregazione. Cassino che Legge è un altro progetto che, oltre ad aver ottenuto sin da subito un riscontro molto positivo all’interno della città, testimonia quanto questa Amministrazione tenga a cuore la promozione della cultura e la promozione delle eccellenze del territorio cassinate. Siamo profondamente convinti che attraverso questo tipo di manifestazioni sia possibile coinvolgere e valorizzare i giovani del nostro territorio e contemporaneamente fare cultura in modo diverso. Credo proprio che aver ricevuto il premio Gutenberg 2013 sia il più grande riconoscimento al lavoro svolto in tal senso e risponda pienamente al celebre slogan del Progetto Gutenberg ‘rompere le barriere dell’ignoranza e dell’analfabetismo’. Uno slogan che manifesta la volontà di continuare l’opera di diffusione pubblica dell’apprezzamento dell’eredità letteraria e dell’alfabetizzazione che le biblioteche pubbliche hanno svolto nella prima parte del ventesimo secolo. Proprio quello che abbiamo fatto noi con la rassegna Cassino che Legge

24 febbraio 2014 0

Beccata con 24 grammi di eroina, studentessa di Isernia arrestata a Vasto

Di admin

Nell’ambito dei controlli del territorio disposti, nel weekend, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Chieti, è stata tratta in arresto una studentessa 24enne di Isernia sorpresa, sabato sera, con 20 grammi di eroina. La giovane è stata fermata da una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vasto mentre transitava, a bordo della sua auto, sulla statale SS.16 in direzione sud. I militari dell’Arma stavano svolgendo un posto di controllo alla circolazione stradale quando hanno intimato l’alt ad una Hyundai condotta dalla donna. Ad insospettire i militari è stato l’eccessivo nervosismo mostrato dalla ragazza durante il controllo della sua patente di guida e della carta di circolazione dell’auto che, peraltro, sono risultati in regola. Alla richiesta dei Carabinieri se detenesse delle sostanze stupefacenti la studentessa, dopo un primo tentativo di sviare i sospetti dei militari dell’Arma, vistasi ormai alle strette, ha consegnato, spontaneamente, un involucro contenente 20,5 grammi di eroina che deteneva nella tasca della sua giacca. Tratta in arresto con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stata associata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, alla casa circondariale di Vasto.

24 febbraio 2014 0

Longobarda, Sporting e Atletico a contendere il primato di Tecnostore

Di redazionecassino1

Nona giornata di ritorno che nel girone ‘A’ del torneo vede sempre al comando della classifica Tecnostore Roccasecca che riscatta il passo falso della scorsa settimana con una vittoria fuori casa per 1 a 3 contro lo Sporting Pontecorvo. Non ne approfitta, invece, la Longobarda che si fa fermare da un pareggio, 2 a 2, nel derby con l’Atletico. Unica novità è la corsa a contendere la seconda piazza in classifica alla Longobarda sono proprio le altre formazioni della città dei fiumi. A sole sette lunghezze dalla seconda, ora a quota 44 punti, troviamo, infatti, altre due squadre di Pontecorvo e precisamente lo Sporting e gli Isotopi. Proprio quest’ultima formazione raggiunge le altre con la vittoria ottenuta per 2 a 1 su Lenola. Pareggio, 2 a 2, fra Amatori Colfelice e Castro e fra Corsari e Rinascita Monticelli con lo stesso risultato. Nel girone ‘B’ prosegue la corsa di Professional Sevice che conquista i tre punti battendo, 2 a 1, Calcio Belmonte. Non molla l’inseguimento della capolista, invece, Zentrum che affonda con un secco 4 a 1 Terelle. Sonora sconfitta anche per Beghelli Point ad opera di Scauri che si aggiudica l’incontro per 4 a 0. Ad insidiare il primato della capolista anche Angolo di Vino che, in trasferta, batte agevolmente 1 a 4 Pignataro e si porta al terzo posto in classifica a quota 47 a sole quattro lunghezze dalla capolista. E nel prossimo turno proprio la capolista Professional Service dovrà vedersela con Zentrum mentre Angolo di Vino dovrà affrontare Terelle. Nel girone ‘C’ ancora un pareggio, 2 a 2, della capolista Cerreto contro una brillante Virtus Broccostella. Un altro piccolo passo falso della capolista che consente a Tecnocasa Cassino di avvicinarsi alla vetta della classifica dopo aver affondato 8 a 1 il fanalino Celtic Casale. Vittoria anche per Aquino, 2 a 0, contro Piedimonte e ulteriore sconfitta casalinga, 1 a 5, per Guaranà Caffè contro Galluccio. Nel girone ‘D’ è sempre amatori Rocca D’Evandro a guidare la classifica con 48 punti su Iuvenalis a quota 42. Entrambe le formazioni conquistano i tre punti, Iuvenalis in trasferta battendo Cervaro per 0 a 2, mentre la capolista vince in casa, 2 a 1 contro S.Ambrogio City. Pareggio, 1 a 1, per Yammo.it contro Pietramelara e vittoria, 4 a 1 di Mignano contro Collecedro. Torna alla vittoria esterna Cassino Doc che con un 1 a 4, inflitto Real Rocca D’Evandro consente alla formazione di patron Losani di mantenere la quarta posizione in classifica a quota 38 punti e a sole tre lunghezze da Yammo e a quattro da Iuvenalis. Prossimo turno particolarmente incandescente che vedrà la capolista impegnata sul terreno di Iuvenalis e lo scontro proprio fra Cassino Doc e Yammo.it. Sicuramente non mancheranno le sorprese non solo in classifica, ma anche nel gioco e nella competizione tra formazioni ancora in corsa per il primato nel girone. F. Pensabene

24 febbraio 2014 0

La BPC Virtus TSB Cassino passa con autorità a Viterbo sul campo della Fortitudo, 60-97

Di redazionecassino1

Sarà mai possibile , d’ora in poi, trovare aggettivi per definire le prestazioni di questa squadra? Una squadra che in un campionato nazionale viaggia con il vento in poppa . 19 vittorie in 20 partite disputate sinora, miglior difesa del campionato , miglior attacco del campionato . In poche parole il Cassino sta tramortendo il campionato di DNC girone E 2013 -14 . E così la “Vettese band” è passata anche a Viterbo, sponda Fortitudo , con una autorità impressionante per contenuti e valori espressi dal gioco sciorinato sul parquet del PalaMalè. E pensare che alla vigilia del match la Società cassinate e la dirigenza tutta del sodalizio rossoblù si erano imposti e di conseguenza avevano imposto alla squadra un silenzio stampa proprio per aumentare la concentrazione in vista di questo delicato incontro. Trionfo e compagni hanno risposto da par loro. Un terzo tempo stupefacente con il quale hanno letteralmente spazzato via ogni velleità degli uomini di Bondi scesi sul parquet del PalaMalè viterbese con la fiera intenzione di portare a casa i due punti . Prova ne erano le affermazioni dell’allenatore viterbese, il quale proprio alla vigilia dell’incontro odierno aveva dichiarato convinto. “Dobbiamo cercare di metterci nella condizione di potercela giocare fino alla fine. Cassino è forte, lo sappiamo. Ma scenderemo sul parquet con l’obiettivo di portare a casa il massimo”. “Con la testa – aveva continuato coach Bondi – queste sono partite che devi approcciare bene prima mentalmente, così da poter aver qualcosa in più su braccia e gamba. Un’altra priorità sarà quella di cercare di tenere i ritmi bassi – aveva proseguito l’esperto allenatore bianco verde – Cassino ha il miglior attacco del campionato, non possiamo permetterci di lasciargli il loro gioco. Servirà quindi difendere molto bene, come poi stiamo facendo ormai da un bel periodo. Dovremo essere anche bravi a saper leggere bene il match durante il suo corso. All’andata – aveva ricordato Bondi, che esordì proprio in quel match – uscimmo dal campo con la massima dignità, mi aspetto che questo possa riaccadere”. Ebbene tali propositi sono stati completamente disconfermati da una prestazione monstre della scatenata compagine cassinate. Ritmi bassi ? difesa forte ? Utopia quando di fronte hai uno scatenato Fontana , un assatanato Ausiello ed un mortifero Pignalosa. Ma bisogna dire che tutta la truppa capitanata da De Monaco ha reso impossibile la vita ai padroni di casa. Ritmi forsennati per tutto l’incontro e Viterbo in completa balia degli uomini della Terra di San Benedetto. Tornando al match giocato, bisogna raccontare di una prima frazione di gioco.l’unica, nel corso della quale i padroni di casa hanno mantenuto la scia di Trionfo e soci. Il parziale è fedele testimone di questa affermazione . 23 a 27, frutto di un botta e risposta molto gradevole per gli occhi del folto pubblico accorso al PalaMalè viterbese. L’avvio però era tutto di marca ospite . 7-2 il primo parziale , con Fontana che partiva con un fallo subito in entrata e poi tramortiva la difesa di casa con un triplone dalla lunghissima distanza, inframmezzato da un avvicinamento di Trionfo . Il tutto era condito da ben tre transizioni rossoblù sbagliate di un soffio da Pignalosa e Raskovic. Bondi allora riorganizzava le fila dei suoi che cominciavano ad accorciare il distacco, e così da un possibile 13 a 2 , al 6’ di gioco Toselli realizzava il canestro del 10-6 . Si andava avanti così fino a tre minuti dal fischio finale della prima frazione, allorquando Del Buono realizzava tre punti che decretavano il minimo distacco tra le due compagini , 13-14. La Virtus Cassino però non permetteva alla Fortitudo il sorpasso , un meraviglioso pick & roll, Fontana- Raskovic ed un recupero di De Monaco che innescava Pignalosa in transizione per una tripla molto spettacolare , riportavano gli ospiti ad un margine di sicurezza assoluto. 19-13. I viterbesi d’ora in poi non accorceranno in modo significativo le distanze mantenendosi fino alla fine in scia ma senza mai impensierire la Virtus. Quest’ultima da sempre l’impressione di controllare a proprio piacimento l’inerzia del match. La seconda frazione inizia e prosegue ancora in altalena fino al quarto minuto di gioco, allorquando la forbice del distacco tra le due compagini si apre fino al +7 per gli ospiti. Grazie ad un Ausiello scatenato. Il talento torrese rapina un pallone dal palleggio di Innocenti e vola a realizzare il 36 – 29. Bondi corre ai ripari o meglio crede di poterlo fare , chiama a sé i suoi per parlarci sopra. Trionfo a 3 minuti dalla fine della frazione realizza mettendosi in proprio il 40 a 31 , che rappresenta il massimo vantaggio Virtus. Ausiello e Raskovic con sagacia coordinano le operazioni offensive dei rossoblù i quali chiudono la frazione con un rassicurante + 14, 45 a 31 . La Virtus torna negli spogliatoi con la sensazione forte di poter mettere definitivamente la parola fine, fin dalle prime battute del III quarto, sul match. Sensazione confermata dalla rabbia agonistica che Pignalosa e Ausiello sprigionano in avvio di ripresa. Un detonatore ad orologeria fa esplodere in un amen la furia rossoblù . Mai vista dal cronista fino ad ora nulla di simile nel campionato di eccellenza disputato dagli ospiti. E questo passaggio farà ben sperare coach Vettese per il prossimo impegno di Coppa Italia a Rimini. La Virtus parte con un tremendo 8-0, firmato da due conlusioni da 8 metri di Ausiello e Pignalosa e poi completato da una rubata del solito incredibile Ausiello . Il ritmo lo dettano gli ospiti e Fortitudo Viterbo alza ben presto le mani di fronte allo strapotere psico fisico della squadra ospite . Una macchina praticamente perfetta quella a disposizione di Vettese, rinforzata ulteriormente dall’ultimo arrivo Valentino che si conferma una rotazione di indiscusso valore e che permette a Cassino di girare bene anche quando Fontana ha bisogno di rifiatare. Anche e soprattutto al cospetto di un tentativo – approccio di zona 3-2 organizzata da Bondi. I cassinati la leggono molto bene ed il coach viterbese pecca ad insistere con tale soluzione difensiva. Pignalosa e Raskovic la bucano con regolarità ed allungano il divario tra le due compagini fono al + 36 a 20 secondi dalla sirena del terzo quarto. Lo champagne è in ghiaccio , Vettese ha in pugno la partita e ci gioca come il gatto con il topolino. Nella quarta frazione alterna tutti i suoi effettivi ed iscrive ben dieci uomini a referto. Sì perché anche Scarpelli e Roffi Isabelli hanno un buon minutaggio tale da permettere loro di iscriversi a referto. Accademia cestistica nell’ultimo tempo. I cassinati sono in pieno controllo del match e portano a termine l’impresa stipando nella cascina della classifica altri due punti fondamentali che ricacciano indietro la LUISS vincitrice nell’anticipo del sabato nella tana del fanalino di coda Petriana , per un solo punto e dopo un tempo supplementare. Si perché gli avversari avevano vinto una partita al cardiopalma per espugnare il campo della Petriana Roma , fanalino di coda del girone , con il risultato di 75-74, al termine di un match che si è deciso solo all’ultimo secondo del primo tempo supplementare. La Virtus Cassino ha risposto dunque da par suo con veemente forza e tanto ardore . Ora sabato prossimo appuntamento al Soriano di Atina per la Virtus TSB Cassino , vs Valmontone (ore 18,00, ndr) a sua volta vincitrice oggi contro la Tiber Roma , Per cui sarà un altro incontro da non sottovalutare per continuare a correre verso il traguardo finale . Vettese era raggiante a fine gara. “Probabilmente questa è la prestazione più convincente dell’anno per i miei uomini!” dichiara l’allenatore rossoblù “Non posso far altro che definire perfetta l’interpretazione del III quarto , nel corso del quale abbiamo annichilito le velleità dei padroni di casa.” . “Sono fiducioso“ continua Vettese “ i miei uomini stanno cercando di seguire i miei consigli , se vogliono potranno regalare a noi ,alla società ed alla città di Cassino tutta momenti di gloria!”