Associazione “Peppino Impastato”: Su Nocione subito un Consiglio comunale ad hoc

26 febbraio 2014 0 Di redazionecassino1

A seguito di una riunione molto partecipata ed intensa, l’associazione Peppino Impastato di Cassino esce con una linea ben precisa: subito il consiglio comunale straordinario ad hoc ed aperto alla città sul caso Nocione e sulla problematica generale dei rifiuti interrati nel cassinate.
E’ intollerabile il mutismo e la leggerezza con cui parte della politica cassinate ha voluto affrontare, o meglio non affrontare, fino ad oggi, il problema nazionale dei rifiuti interrati nel nostro territorio.
Il nostro presidente onorario, nonché rappresentante in Consiglio Comunale, Igor Fonte aveva già ben sei mesi fa protocollato una richiesta di convocazione di consiglio straordinario sulla questione. Per varie ragioni e motivazioni, a nostro parere immotivate, il Consiglio non è ancora stato convocato. Da un lato ciò ha permesso al nostro rappresentante in Consiglio Comunale e agli assessori Di Russo e Consales (a cui va il nostro plauso) di aver raccolto documentazione molto importante ma dall’altro si sono persi diversi mesi … a questo punto se il Consiglio avesse già deliberato sulla questione si sarebbe fatto un bel passo in avanti. Ci ritroviamo a sei mesi di distanza dal settembre 2013 a richiedere nuovamente alla politica cassinate la convocazione di un consiglio comunale ad hoc sui rifiuti interrati e sul caso Nocione. Ci piacerebbe, e siamo sicuri che così sarà, che il Consiglio Comunale sarà aperto alla città perché mentre siamo sicuri della presa di posizione del nostro consigliere Igor Fonte e di chi gli è stato vicino in questa battaglia, siamo curiosi di osservare i comportamenti di altri.
L’associazione Peppino Impastato già nella giornata di domani consegnerà al consigliere Igor Fonte una nuova bozza di documento per richiedere il Consiglio Comunale ad hoc, che ci si auspica, non essendovi più scuse (non vi sono mai state) venga convocato nel più breve tempo possibile. Si abbandonino gli asti infantili e personalistici e si faccia il Bene Comune dei cittadini, pensando alla loro salute.