“Gestione” del commercio illegale a Sabaudia, marocchino in manette per pestaggio di connazionale

4 febbraio 2014 0 Di admin

Ha pestato e accoltellato un venditore ambulante connazionale, bruciandogli anche il carretto con la mercanzia, perché aveva invaso il suo territorio di vendita.
I fatti risalgono al 31 luglio dello scorso anno quando, a Sabaudia (Lt), un marocchino è finito in prognosi riservata a causa di percosse e coltellate ricevute da suoi connazionali ed in particolare dal 49enne Harmane Abderrazzak. L’aggressore è stato rintracciato e arrestato dalla Squadra Mobile di Caserta, ieri sera a Sant’Arpino (Ce) e su di lui pendeva l’accusa di tentata estorsione e lesioni personali. Il 49enne, insieme ad alcuni familiari che ritenevano di “gestire” il commercio illegale di Sabaudia, si sono accaniti sul loro connazionale procurandogli un trauma cranico, una ferita da arma da taglio occipitale e traumi in altre parti del corpo.