pubblicato il20 febbraio 2014 alle 17:51

Presentato ad Atina il Campionato Centro Meridionale di Salto Ostacoli

Un momento di celebrazione dello sport nella sua accezione più alta, ma anche di sinergica aggregazione tra associazioni ed enti.
Questo è stato tema principe della conferenza stampa di presentazione del Campionato Centro Meridionale di Salto Ostacoli, che si è svolta questa mattina nel salone di rappresentanza di Palazzo Ducale, sede istituzionale del Comune sannita e cuore del centro storico di Atina.
Ma l’evento è stato anche l’occasione di formalizzare il riconoscimento di partnership di rilievo che l’Associazione Ippica Atina è riuscita a costruire nel tempo, sia con attori istituzionali quali il Comune di Atina, il Gal Versante Laziale del PNA, la Regione Lazio, la Provincia, la Camera di Commercio di Frosinone, l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale sia con partner economici prestigiosi come la Banca Popolare del Cassinate, la BMW, Grimaldi Lines, Marriott Grand Hotel Flora di Roma, la Rocca Petroli, oltre alla nuova opportunità rappresentata dall’incontro con “Il Festiva delle Storie”.
Sul palco dei relatori il presidente dell’Associazione Ippica Atina Fabio Tamburrini, il consigliere comunale Ivan Tavolieri (in rappresentanza del padrone di casa, il sindaco Silvio Mancini, assente per un contrattempo dell’ultima ora), il colonnello Max Andrè Barbacini, vice Commissario Fise nazionale; il dott. Duccio Bartalucci, responsabile tecnico della Fise; il dott. Giuseppe Brunetti, presidente della Fise Lazio; il delegato provinciale del Coni Massimo Mignardi; il presidente della Camera di Commercio di Frosinone Marcello Pigliacelli; il presidente di Aspin Genesio Rocca; il presidente della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi; il direttore del Gal Tiziana Rufo e il giornalista, capo redattore del quotidiano “Il Giornale” e direttore artistico, nonché fondatore, della manifestazione culturale “il Festival delle Storie”, kermesse con la quale l’Associazione Ippica Atina è gemellata.

faccedivita.it

Ad aprire gli interventi il consigliere comunale Ivan Tavolieri che ha portato i saluti del Comune. Subito dopo ha preso la parola il presidente dell’Associazione Ippica Atina, che gestisce l’omonima struttura equestre comunale, che dopo aver salutato i presenti ha annunciato nuovi progetti per il futuro del centro chiedendo, a questo scopo, ancora una volta il coinvolgimento di tutti enti territoriali.
Successivamente, i saluti del vice Commissario Fise, il colonnello Barbacini: . Poi, ha preso la parola il tecnico Duccio Bartalucci, che ha ricordato il grande cavaliere Piero D’Inzeo, recentemente scomparso, e la sua grande passione per l’equitazione, che gli valse grandi traguardi sportivi, passione che . Ma il dott. Bartalucci ha anche evidenziato il prestigio della manifestazione dell’1/4 maggio, nell’ottica del collegamento al CSIO di Piazza di Siena, al quale accederà di diritto il vincitore del Campionato Senior. Il delegato provinciale Coni, Massimo Mignardi, ha, invece, voluto porre l’accento sull’importanza di strutture sportive come quella atinate che, pur nelle molteplici difficoltà, continuano a crescere.
La seconda parte dell’incontro, aperta dal dott.Vittorio Macioce, è stata dedicata all’enucleazione di quello che è l’indotto economico del Centro Ippico il quale, proprio grazie alle manifestazioni sportive, riesce a portare sul territorio, a vantaggio delle strutture ricettive, circa 3 milioni di euro annui. Su questo argomento è intervenuto il presidente della CCIA di Frosinone, Marcello Pigliacelli: . Incisive e d’impatto anche le parole del presidente di Aspin, Genesio Rocca, da sempre vicino all’associazione.
E un forte impegno al sostegno è arrivato anche dal presidente della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, che ha voluto porre l’accento .
La dott.ssa Tiziana Rufo, direttore del Gal, ha evidenziato l’importanza di un indotto, quello connesso alle stagioni concorsuali, capace di creare economia reale in un territorio che conta su eccellenze sportive ma anche enogastronomiche, che è necessario attenzionare e promuovere.
In chiusura, un excursus di grande suggestione tra passato e futuro. Il passato, rappresentato dal primo gestore del Centro Ippico, Osvaldo Tamburrini, zio dell’attuale presidente, e il futuro incarnato, appunto, dal gemellaggio con il “Festival Delle Storie”. A spiegarne progettualità e collaborazioni il dott. Macioce, che ha annunciato, tra le altre iniziative in programma, lo svolgimento nella prima serata del campionato, il primo maggio appunto, di un evento dedicato alla narrativa avente ad oggetto cavalli e cavalieri con la partecipazione di scrittori di fama ed giovani, condotta dal giornalista Vittorio Feltri.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07