Giorno: 10 marzo 2014

10 marzo 2014 0

Con lampeggiante su finta auto ‘civetta’. “Sono un collega” ma i carabinieri non ci credono e lo arrestano

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Era alla guida della sua Panda, sul tettino della quale faceva sfoggio un lampeggiante blu simile a quello in dotazione alle auto “civetta” delle forze dell’ordine, quando ha incrociato una pattuglia della Stazione Carabinieri di Castel Gandolfo. Il conducente dell’auto, visti i militari particolarmente attratti dalla anomala presenza su via Nettunense di quella strana “auto blu”, ha tentato in tutti i modi, ma invano, di eludere un eventuale controllo. Quando i Carabinieri lo hanno fermato, lui, dietro a scuri occhiali da sole, ha affermato senza esitazione: “sono un collega”. Peccato che i militari hanno voluto vederci chiaro e, a quel punto, lui, con un tono di voce meno perentorio di quanto aveva tenuto poco prima, ha confessato di essere un infermiere.

Inoltre, nell’auto del millantatore, un romano di 50 anni, incensurato, residente a Genzano, i Carabinieri hanno trovato una pistola “Soft Air”, il cui tappo rosso era stato appositamente verniciato di nero, con caricatore inserito munito di 20 pallini in acciaio – il 21° pallino era già in canna, pronto all’uso – e una bomboletta di gas per la ricarica della pistola.

La perquisizione scattata anche nella sua abitazione di Genzano ha consentito ai Carabinieri di sequestrare altri 200 pallini in acciaio e la somma di 400 euro circa.

L’uomo è stato arrestato e portato nel carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Deve rispondere di possesso di segni distintivi contraffatti e di pistola giocattolo priva di tappo rosso.

10 marzo 2014 0

Molesta una hostess alla Fiera di Roma offrendole soldi per appartarsi, arrestato dai carabinieri (vicini di stand)

Di admin

Un cittadino pakistano di 20 anni, commerciante e incensurato, proveniente da Brescia, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma in servizio allo stand espositivo allestito dall’Arma dei Carabinieri alla Fiera di Roma in occasione del “Motodays 2014”, sesta edizione dell’annuale fiera delle due ruote organizzata nei padiglioni di via Portuense e conclusasi ieri.

Il giovane visitatore ha preso di mira una ragazza, 25enne originaria di Bologna, che lavorava come hostess per un’azienda. Il ragazzo dopo averla pesantemente molestata ed aver tentato più volte di allungare le mani, atteggiamento che aveva assunto anche il giorno precedente sempre nei suoi confronti, le ha addirittura offerto un’ingente somma di denaro in cambio di una prestazione sessuale. A quel punto la ragazza si è rivolta al vicino stand dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma denunciando l’accaduto. I militari si sono subito messi sulle tracce del molestatore, rintracciato dopo pochi minuti in un altro padiglione espositivo. Per evitare l’arresto, il cittadino pakistano ha anche tentato di corrompere i Carabinieri, offrendo loro capi di vestiario e 200 euro in contanti. I Carabinieri lo hanno ammanettato e portato nel carcere di Regina Coeli con le accuse di tentata corruzione e molestie continuate.

10 marzo 2014 0

Omicidio Spaziani a Veroli, arresto convalidato per l’uxoricida. Fedele resta in carcere

Di admin

Arresto convalidato, questa mattina dal Gip del tribunale di Frosinone per Sebastiano Fedele, il 45enne accusato dell’omicidio della moglie, la 46enne Silvana Spaziani avvenuto la sera del 6 marzo. L’uomo, in carcere dal giorno successivo al delitto, non si è avvalso della facoltà di non rispondere e ha confermato quanto già detto agli investigatori la mattina del sette marzo, e cioè che la donna sarebbe caduta dalle scale durante un litigio tra i due, ma la caduta sarebbe stata accidentale. L’uomo, infatti, sostiene di non aver spinto la consorte con l’intenzione di farle ruzzolare i 13 gradini e che, convinto che le ferite non fossero gravi, ha accompagnato la moglie, seppur ferita, a letto dove è morta nel corso della notte. L’indagato di omicidio volontario resta in carcere a Frosinone.

10 marzo 2014 0

Nasce a Latina il Coordinamento Sicurezza dell’UGL, Emiliano Ciotti, Segretario Provinciale dei Vigili del Fuoco

Di admin

Nasce a Latina il Coordinamento Sicurezza dell’UGL Le Segreterie Provinciali di Ugl Polizia di Stato, Ugl Vigili del Fuoco, Ugl Corpo Forestale dello Stato, Ugl Polizia Penitenziaria e Ugl Sicurezza Civile insieme, per comporre un nuovo soggetto politico-sindacale.

Intrattenendosi con la stampa a conclusione dei lavori, Maria Antonietta Vicaro, Segretario del Sindacato Ugl della provincia di Latina, ha riferito: ”In primo luogo, ringrazio coloro che hanno fortemente voluto la creazione di questo nuovo Organismo, che si prefigge lo scopo di aprire un tavolo permanente con le Istituzioni designate alla sicurezza pubblica, con le quali confrontarsi per una costante ed efficace tutela dei cittadini e degli operatori delle Forze dell’Ordine, costantemente impegnati nell’attività di contrasto alle criminalità comuni ed organizzate. Grazie all’esperienza maturata in campo nazionale, dove già esiste da tempo un amalgama delle diverse componenti della pubblica sicurezza, che vantano una vasta rappresentanza sindacale – ha proseguito Vicaro-, si è ritenuto di costituire il Coordinamento Provinciale della Sicurezza dell’UGL, di supporto al Sindacato Nazionale e alla struttura territoriale. Infine – ha concluso -, rivolgo al neonato gruppo i miei più sentiti auguri di un proficuo lavoro”. Il Presidente e portavoce del Coordinamento Elvio Vulcano ha posto l’accento sulla necessità di “armonizzare le iniziative e le proposte politico-sindacali, mediante l’individuazione di un programma comune in materia di pubblica sicurezza”. Proseguendo nell’illustrazione del progetto, il neo-Presidente: “è un percorso necessario per tutta l’UGL, dove le proprie Federazioni Sindacali del settore affrontano con grande impegno e dedizione gli argomenti di natura sindacale, di dibattito politico e di allarme sociale. Noi indicheremo alle Autorità competenti ogni più utile soluzione sia sul piano sindacale che legislativo riguardanti la pubblica sicurezza”. L’Organismo direttivo del Coordinamento è composto dai seguenti rappresentanti, : Emiliano Ciotti, Segretario Provinciale dei Vigili del Fuoco; Piero Setti, Segretario Provinciale del Corpo Forestale dello Stato; Angelo Privato, Segretario Provinciale della Polizia Penitenziaria; Giampiero Catone, Segretario della Sicurezza Civile; Elvio Vulcano, Segretario Generale Provinciale della Polizia di Stato.

10 marzo 2014 0

Poliziotto investito a Frosinone, arrestato a Latina il centauro pirata

Di admin

E’ stato arrestato poco dopo poche ore di ricerche, il motociclista pirata che, questa mattina sulla strada Montilepini a Frosinone, ha investito e ferito gravemente un agente della polizia stradale di Frosinone. Alle 11 l’agente di polizia stava effettuando con un collega un posto di controllo quando ha intimato l’alt ad un motociclista alla guida di una Yamaha gialla. Il centauro, prima ha decelerato facendo credere di fermarsi, poi ha improvvisamente accelerato investendo l’agente e l’asciandolo sulla strada. Il suo collega, prontamente, prima che la moto si allontanasse, ha letto la targa e ha soccorso il collega trasportandolo con l’auto di servizio in ospedale a Frosinone. Mentre il ferito veniva soccorso, medicato e trasferito a Roma , sono scattate le ricerche. Si è scoperto, dal numero di targa, che il mezzo era di proprietà di M.L. 32 anni della provincia di Latina e che la moto era sprovvista di bollo e assicurazione. Le ricerche, quindi, si sono estese alla provincia di Latina e dove, dopo qualche ora, l’uomo è stato rintracciato e si è anche scoperto che era sprovvisto della patente A, per la guida dei motocicli. Nel primo pomeriggio, di oggi, quindi, l’uomo è stato arrestato per le accuse di omissione di soccorso, fuga e resistenza a pubblico ufficiale. Intanto il Poliziotto è a Roma, le sue conzioni sono gravi ma si esclude il pericolo di vita.

10 marzo 2014 0

Frosinone, poliziotto investito durante posto di controllo, motociclista fugge

Di admin

Un agente della polizia stradale di Frosinone è stato travolto da una moto pirata, questa mattina poco dopo le 11 in località Brunella sulla strada Monti Lepini a Frosinone. L’agente era impegnato in un posto di controllo quando il motociclista lo ha letteralmente travolto lasciandolo sull’asfalto, e fuggendo. Immediatamente soccorso dal collega e da una abulanza del 118, il poliziotto è stato trasportato in ospedale a Frosinone dove è mantenuto sotto osservazione mentre i suoi colleghi sono impegnati in una caccia al motociclista pirata che, al momento, non ha dato esiti favorevoli.

10 marzo 2014 0

Gli interessi dei Casalesi nel sud pontino, sette persone arrestate

Di admin

A conclusione delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, nella mattinata odierna i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma e gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Latina hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare, disposte dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, nei confronti di sette persone, indagate per il delitto di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più reati di appropriazione indebita, con l’aggravante di aver agito al fine di agevolare l’associazione camorristica denominata dei Casalesi-fazione SCHIAVONE, nelle cui casse finivano parte dei proventi dell’attività associativa. Contestualmente sono state eseguite decine di perquisizioni a San Cipriano d’Aversa (CE), Casal di Principe (CE), Cancello ed Arnone (CE), Bonito (AV), Calvi Risorta (CE), Castel Volturno (CE), Formia (LT), Santi Cosma e Damiano (LT), Minturno (LT). Sono stati inoltre sottoposti a sequestro preventivo beni del valore complessivo di circa 1,4 milioni di euro. In particolare, all’esito di complesse investigazioni – condotte anche attraverso intercettazioni telefoniche, finalizzate al riscontro di convergenti dichiarazioni di collaboratori di giustizia – sono state tratte in arresto persone ritenute di rilievo del sodalizio dei Casalesi: i fratelli IANUARIO Salvatore e Antonio, il primo già detenuto, e DI PUORTO Salvatore, già colpito da ordinanza cautelare per vicende connesse a reati di riciclaggio posti in essere da esponenti del clan dei casalesi in Emilia Romagna e nella Repubblica di San Marino. L’operazione – denominata dagli investigatori “FUORI GIRI” in quanto ha accertato la commissione, in Italia, di plurime condotte di appropriazione indebita di autovetture di grossa cilindrata, poi esportate in Germania, ove venivano immatricolate dopo la falsificazione dei numeri identificativi (la cd punzonatura) e dei documenti di circolazione – appare significativa non solo per l’elevata caratura criminale delle persone colpite dalle misure restrittive, ma anche perché delinea in maniera netta e precisa gli interessi dell’organizzazione dei Casalesi nel sud pontino, attraverso il reinvestimento degli ingenti profitti derivanti dalle criminali attività perpetrate. 2 Dall’approfondimento di alcune dichiarazioni di collaboratori di giustizia, già appartenenti ai Casalesi – fazione SCHIAVONE, emergevano peraltro gli interessi di quella consorteria criminale nel settore della compravendita di autovetture di grossa cilindrata nelle zone di Cancello e Arnone (CE), di Latina e di Fondi, con la diretta supervisione di IANUARIO Salvatore quale referente dell’associazione camorristica, dapprima per il gruppo BIDOGNETTI e, successivamente, per le famiglie ZAGARIA- SCHIAVONE. Secondo l’ipotesi accusatoria, avvalorata dal provvedimento del Gip, gli indagati, per il raggiungimento degli scopi dell’associazione, si avvalevano di concessionarie di autovetture con sede a Minturno (LT) e a Cancello e Arnone (CE), oltre che di un’autoscuola sempre con sede a Cancello e Arnone (CE). All’esito delle indagini, su richiesta dei magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, il Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli ha disposto il sequestro:  delle quote societarie, beni immobili e rapporti finanziari riferibili agli arrestati;  delle quote societarie e conti correnti riferibili ad ulteriori 5 indagati;  di tutto il patrimonio aziendale riferibile alle n.4 società coinvolte negli illeciti, per un valore totale di stima pari a circa 1,4 milioni di euro. Si è altresì provveduto al sequestro di varie unità immobiliari, di autoveicoli e di numerosissimi rapporti finanziari, nella disponibilità degli indagati. Per l’esecuzione dei provvedimenti cautelari, il Nucleo di Polizia Tributaria di Roma e la Squadra Mobile di Latina sono stati affiancati dal Commissariato di Polizia di Formia, dalla Squadra Mobile di Caserta e dalla componente Pronto Impiego del Gruppo della Guardia di Finanza di Formia.

10 marzo 2014 0

Il messaggio di pace all’Europa dalle città di Cassino, Norcia e Subiaco

Di redazionecassino1

“Ringrazio, anche a nome degli altri sindaci delle città benedettine, tutti i presenti in questa giornata memorabile che vede unite sotto la stessa bandiera europea la Croazia e l’Italia, due civiltà tra loro molto vicine e bagnate dallo stesso mare.” Queste la parole con cui il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, nel pomeriggio all’intero della Cattedrale di Zagabria ha aperto il messaggio di Pace all’Europa delle tre città benedettine. “Quest’anno la fiaccola benedettina ha voluto raggiungere – ha continuato il sindaco – l’ultima nazione entrata in Europa, la Croazia, divenuta il 28/mo Stato membro della Ue. Dopo la Slovenia, la Croazia è la seconda delle sei Repubbliche che componevano la ex Jugoslavia socialista ad aderire all’Unione europea, proseguendo quel percorso di riconciliazione tra i popoli di una terra anche’essa, negli anni novanta, fortemente segnata dal ripetersi di eventi bellici. Zagabria proclamò l’indipendenza nel giugno 1991, dando di fatto inizio ad una guerra contro la Serbia conclusasi nel 1995 con un bilancio di 22 mila morti e centinaia di migliaia di profughi. Una nazione, quindi, che ha subito il dolore della guerra ed ha conosciuto quella voglia di rinascita e di pace, culminata con il suo ingresso in Europa. Proprio quest’anno si festeggiano i 50 anni dalla proclamazione di San Benedetto patrono d’Europa e la presenza a Zagabria delle città benedettine di Cassino, Norcia e Subiaco, giunge in un momento storico fondamentale per l’Europa, colpita da una grave crisi economica e di valori. Il nostro auspicio è che San Benedetto possa proteggere il nostro vecchio continente con la forza del suo messaggio. Dal suo esempio promana il bisogno di un’Europa unita e forte delle sue diversità, un’Europa libera e democratica che trova nella tradizione cristiana le sue radici più profonde. Per essere all’altezza di un ruolo trainante per il mondo, l’Europa deve essere sicuramente al passo con i tempi ma fedele alle sue tradizioni che hanno fatto del vecchio continente il vero punto di riferimento di tutti i popoli. Dunque di grande attualità è la figura di San Benedetto, fondatore del monachesimo occidentale e autore della cristianizzazione dell’Europa continentale.”

10 marzo 2014 0

Dal prossimo turno via ai play-off, in settimana i sorteggi

Di redazionecassino1

Ultima giornata prima dei play-off fra le prime quattro formazioni di ogni girone che si contenderanno il passaggio alla finale del torneo e il titolo territoriale, caratterizzata da molte sorprese. Nel girone ‘A’ perdono la Longobarda, 3 a 1, nel derby di Pontecorvo con gli Isotopi. Perde anche la capolista, 5 a 4, contro Arce (nella foto) pur mantenendo un buon vantaggio sulle inseguitrici. Tutte le altre formazioni non vanno oltre il pareggio. Nel girone ‘B’ colpaccio di Zentrum che con la vittoria, 4 a 0, contro san Giorgio si porta in testa alla classifica superando Professional Service fermato dal pareggio casalingo, 1 a 1, nel match contro angolo di Vino. Una ventiduesima giornata caratterizzata, nel girone, da una valanga di marcature. Scauri vince 5 a 1 contro Coreno, Belmonte batte 4 a 1 Beghelli Point Cassino, Terelle ha la meglio, 0 a 3, nel confronto sul terreno di Pignataro. Ben 22 le reti messe a segno in questa giornata nel girone ‘B’. Perde 0 a 1, in casa la capolista Cerreto del girone ‘C’, ad opera di Acquafondata 2008. Vince, 0 a 3, invece Tecnocasa Cassino sull’altra formazione di Acquafondata. Agevole la vittoria di Broccostella, 8 a 1, sul Casale. Nel girone ‘D’ saranno amatori Rocca D’Evandro, vittoriosa 2 a 1 sullo Sporting Pignataro, Yammo.it che batte, 3 a 0 Cervaro 2012, Iuvenalis, nonostante la sconfitta, 2 a 0, nel match che la vedeva opposta a Real Rocca D’Evandro e Cassino Doc che vince, 2 a 4, sul terreno dell’Atletik Mignano a disputare i play-off. In settimana i sorteggi e poi via alla nuova fase del torneo in attesa della finale territoriale dei prossimi mesi. F. Pensabene