Giorno: 11 marzo 2014

11 marzo 2014 0

La gestione della villa comunale di Cassino verso Exodus, il progetto c’è… ma non poggia i piedi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La voce si fa insistente e trova riscontri, quantomeno sulla trattativa in corso. Nel destino della villa comunale sembra esserci Exodus. Il progetto non dispiace alla maggioranza, anche perché sembra essere stato partorito proprio da essa, e da gennaio ha cominciato a prendere corpo. Al momento non si conoscono i termini e cosa significhi affidare lo splendido polmone verde della città ai ragazzi della comunità di don Mazzi. La cura del verde, la manutenzione delle strutture per bambini, le aiuole, insomma la gestione nel suo complesso ha delle spese che certamente la comunità non supporterà (anche perché non di sua proprietà). Insomma semprerebbe una sorta di nozze con i fichi secchi se non fosse che l’idea avanzata prevede l’affidamento ai ragazzi di un chiosco, un piccolo bar ma questa cosa, certamente innescherà un vespaio di polemiche. In tanti, infatti, in particolar modo privati e imprenditori, nel corso degli anni hanno provato a mettere le mani sull’incantevole spazio riuscendo, per fortuna, ad annullarsi a vicenda. Le ristrettezze economiche, si sa, creano scenari un tempo inimmaginabili. Eppure per conservare una cosa bella come la villa comunale, basterebbe poco: un taglio d’erba prima che diventi foresta e una sistemazione alle ringhiere prima che da semplice manutenzione diventi necessario ricostruirle. Se neanche questo può fare un operaio comunale (evitando qualsiasi compromesso) allora a che serve avere un assessorato alla manutenzione? Ermanno Amedei

11 marzo 2014 0

Tragedia della strada a Latina, le vittime, tornavano dalla festa dei 100 giorni

Di admin

Erano di ritorno dalla festa dei 100 giorni dall’esame di maturità i 4 ragazzi di 19 anni, coinvolti nell’incidente di oggi pomeriggio in via Podgora a Latina. Compagni di classe, stavano tornando da Borgo Podgora quando, probabilmente anche a causa delle asperità del manto stradale, il Fiat Doblò sul quale viaggiavano è uscito di strada. A perdere la vita sono stati in due, Gabriele Montecalvo di Latina e Kumar Rakesh di Pontinia. Inutili i soccorsi. Gravissime le condizioni degli altri due trasportati al Goretti di Latina.

11 marzo 2014 0

Una class action di 105 firmatari contro la centrale turbogas della cartiera Burgo di Sora

Di admin

Una class action per costringere la cartiera Burgo di Sora a installare sul camino della propria centrale a turbogas appositi filtri capaci di ridurre il fattore inquinante nel sorano. A firmare l’azione comune sono stati in 105, tutti residenti nella zona della cartiera, assistiti dall’avvocato Massimiliano Contucci. “La cartiera – dichiara il legale – ha installato nel 2009 una centrale turbogas e da allora è stato verificato dai dati raccolti dell’Arpa Lazio che è aumentata la concentrazione di pm2.5 ed altri fattori inquinanti in tutta la zona. Concentrazione che diminuisce sensibilmente, per cassa integrazione o manutenzione, la centrale è costretta allo stop. Questo ci permette di dire che l’inquinamento atmosferico in una larga area del sorano dipende da quell’impianto”. Ecco perché è stato depositato in tribunale a Cassino un ricorso d’urgenza di 50 pagine per la tutela ambientale con il quale si chiede che l’impianto utilizzi speciali filtri antiparticolato ma che non esclude anche una successiva azione risarcitoria.

11 marzo 2014 0

Arsenico, analizzato il latte di 10 allevamenti di Roma. Dallo zooprofilattico risultati entro 72 ore

Di admin

Un coordinamento composto da Regione Lazio, Asl di Roma e Istituto di zoo profilassi si è riunito questa mattina per valutare la situazione dell’emergenza arsenico nell’acqua e arginare possibili o eventuali ripercussioni sugli animali e sugli alimenti derivati. Dieci sono gli allevamenti nella zona di Roma finiti sotto la lente delle autorità sanitarie che hanno proceduto a campionare il latte ed inviarlo ai laboratori dell’IZSLT che procederà ad analizzare i campioni e a fornire i dati risultanti entro le prossime 72 ore. Data la tipologia della contaminazione ambientale, nel corso del coordinamento, è stata condivisa anche l’esigenza di predisporre un programma di monitoraggio sulle matrici di origine animale, sui foraggi e sui mangimi, per difendere la salute dei consumatori attraverso la sicurezza degli alimenti e la salute degli animali che li producono.

11 marzo 2014 0

Valle del Sacco, Marino Fardelli scrive al Ministro dell’ambiente Galletti

Di admin

“La Valle del Sacco ha bisogno di un’opera di bonifica continua e che ad oggi risulta completamente ferma a causa della mancanza di un dirigente regionale preposto ad autorizzare gli atti relativi alla bonifica. E a questa assurda mancanza, si aggiunge il declassamento da sito di interesse nazionale per la bonifica a sito regionale che, tra l’altro, ha prodotto ritardi burocratici prima e il blocco totale della bonifica poi per mancanza del dirigente regionale”. A scriverlo in una lettera, è il consigliere regionale Marino Fardelli che nella missiva indirizzata al Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, chiede un intervento per il risanamento del sito attraverso il ripristino del SIN, il sito di interesse nazionale. “Il declassamento a SIR, sito di interesse regionale, è stata una scelta poco lungimirante se si considera che la Valle del Sacco presenta una situazione assai problematica e che rischia di compromettere anche il sud della provincia attraverso le falde acquifere altamente inquinate” ha spiegato il consigliere regionale Marino Fardelli. Gli inquinanti chimici infatti hanno determinato la contaminazione dell’acqua, dei fondi agricoli e del comparto dell’allevamento con conseguenze che si espandono lungo due province, Roma e Frosinone coinvolgendo numerosi comuni con il rischio di espandersi ai territori circostanti. “Un plauso intanto – ha continuato l’on.le Fardelli – va al Presidente della Camera di Commercio di Frosinone Pigliacelli che sta promuovendo iniziative che possano dare risposte in tempi brevi partendo dal territorio”. Il consigliere regionale Fardelli si riferisce alla prima riunione convocata presso la sede camerale di Frosinone convocata per formare un tavolo di lavoro sui problemi ambientali della Valle del Sacco e su soluzioni concrete. “La bonifica passa per le iniziative del territorio, per il superamento delle nomine e degli intoppi burocratici e per la riconversione del sito in Sin ed è per questo che mi sono appellato al Ministro Galletti affinchè accompagni il percorso di riconversione della Valle del Sacco attraverso tutte le iniziative possibili” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli.

11 marzo 2014 0

Furto da 40mila euro all’impianto di depurazione del Cosilam di Villa Santa Lucia

Di admin

Furto nella notte all’interno dell’impianto di depurazione di Villa Santa Lucia. Ignoti hanno forzato una finestra della struttura e successivamente disattivato il sistema di videosorveglianza. I malviventi hanno portato via circa 200 metri di cavi di rame, quattro computer, un tagliaerba, un decespugliatore, un soffiatore e alcuni documenti inerenti l’attività di depurazione dell’impianto. Inoltre sono stati anche compiuti atti di vandalismo all’interno degli uffici provocando danni alla struttura. Ad accorgersi di quanto accaduto sono stati gli operai che questa mattina si sono recati presso l’impianto di depurazione per prendere servizio. Sul posto si sono recati i Carabinieri e la Scientifica per effettuare tutti i rilievi del caso. L’impianto di depurazione, al momento, funziona regolarmente anche se si sta operando in una situazione di emergenza a causa del materiale trafugato. Il danno subito, tra il furto e gli atti di vandalismo, ammonta a circa 40 mila euro.

11 marzo 2014 0

Rapinano una tabaccheria ad Aprilia ma vengono prontamente bloccati da due carabinieri fuori servizio

Di admin

Alle ore 15.00 circa di ieri, in Aprilia (LT) via G. Cesare snc, due militari dipendenti del NORM del locale Reparto Territoriale, liberi dal servizio, dopo aver notato che Ferdinando BEGHIN, titolare dell’omonima tabaccheria ubicata in quella via De Gasperi n. 67, era stato aggredito da uno sconosciuto, datosi immediatamente alla fuga a bordo di una Fiat Punto targata CW234LW, si posizionavano con la loro autovettura privata nell’adiacente via M. Aurelio per ostruirla e impedire la fuga al malvivente e agli altri due complici, attivando nel contempo la locale Centrale Operativa che provvedeva immediatamente a inviare rinforzi. Purtroppo i tre, pur di assicurarsi la libertà, non si facevano alcuno scrupolo a forzare l’inaspettato “posto di blocco”, speronando l’autovettura dei militari. Vano tentativo, in quanto, dopo il sinistro i militari riuscivano a bloccare immediatamente il malvivente alla guida Mirko PARISI, originario di Terracina (LT), disoccupato, pluripregiudicato, traendolo in arresto per aver rapinato la vittima, alla quale aveva asportato l’incasso di euro 6.500, dopo averlo ripetutamente colpito con pugni alla testa ed al costato. All’interno dell’autovettura – risultata oggetto di furto consumato in provincia di Frosinone -, sono stati rinvenuti due passamontagna utilizzati per la rapina, una sciarpa, dei guanti gommati e numerosi cellulari, sequestrati per essere inviati al RIS per i relativi accertamenti tecnici. Le immediate indagini e ricerche hanno consentito di rintracciare – alle successive ore 19.00 circa, in via Umberto I° di Latina – con la collaborazione dei militari della locale Compagnia CC, uno dei correi che era riuscito a dileguarsi, tale Giovanni FIDA, nativo di Alassio (SV) , disoccupato, pluripregiudicato, domiciliato a Latina ove di fatto dimorava in un albergo del centro, nella cui stanza sono stati rinvenuti, a seguito di perquisizione, documenti vari ed alcune carte di credito di dubbia provenienza, al vaglio degli inquirenti. Tra l’altro, quest’ultimo risulta sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. presso il Comando Stazione CC di Latina per furto aggravato. I due sono stati associati presso la casa circondariale di LATINA. Sono in corso attive ricerche per rintracciare il terzo correo. A seguito della collisione, i due militari coinvolti nell’incidente hanno riportato lesioni guaribili in giorni 10 e 15.

11 marzo 2014 0

Laboratorio della droga, arrestato un 38 enne a Caserta

Di admin

Nella serata di ieri, Agenti della Squadra Mobile di Caserta, diretta dal Vice Questore Alessandro TOCCO, hanno tratto in arresto FERRIGNO Gennaro di anni 38 da Napoli, in quanto ritenuto responsabile di coltivazione, produzione e detenzione a fini di spaccio di Marijuana ed hashish. Le indagini condotte dagli uomini della Sezione Antidroga, coordinati dal Ispettore Superiore Marco MIELE, hanno consentito di individuare una centrale di spaccio in Caserta al Viale Lincoln e di bloccare le malsane “ambizioni imprenditoriali” del gestore. Infatti, dopo una mirata serie di servizi di appostamento ed osservazione, effettuati da Agenti che per alcuni giorni si sono finti addetti al controllo dei parcheggi, è stata decisa un’irruzione nell’abitazione del FERRIGNO. Appena entrati gli opertanti hanno subito avuto la conferma che nell’abitazione vi era un vero e proprio laboratorio per la coltivazione e la produzione dello stupefacente: poste sotto una grande lampada a vapore di sodio e completa di temporizzatore, venivano rinvenute 8 piante di marijuana in avanzato stato di infiorescenza; alcuni contenitori di plastica con sostanza erbacea essiccata; un bilancino di precisione; un pezzo di hashish di circa 90 grammi; diverso materiale utile per il taglio ed il confezionamento delle dosi dell’hashish e della marijuana, nonché alcune centinaia di euro ritenute provento dell’illecità attività. Dichiarato in arresto e condotto in Questura, dopo gli adempimenti di prassi, l’uomo, che è incensurato ed è difeso dall’Avvocato Bernardino LOMBARDI del Foro di S. Maria C.V., è stato condotto presso la propria abitazione ove rimarrà agli arresti domiciliari, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

11 marzo 2014 0

Rapina in banca a Pontecorvo, bottino da 70 mila euro

Di admin

E’ di 70mila euro il bottino della rapina in banca di questa mattina a Pontecorvo. I due malviventi, italiani con accento campano, hanno agito senza preoccuparsi di nascondere il volto o senza prendere precauzioni tipiche dei rapinatori. A volto scoperto, lasciando anche ovunque impronte digitali, armati di un taglierino, hanno immobilizzato i due dipendenti prendendo i soldi dalla cassa e fuggendo.

11 marzo 2014 0

Schianto in via Podgora a Latina, un morto e tre feriti di cui gravissimo

Di admin

Un morto e tre feriti gravi di cui uno in condizioni disperate è il bilancio di un incidente stradale avvenuto poco dopo le 16 in via Podgora, località Borgo Carso a Latina. Nello scontro sono rimaste coinvolte in tutto quattro persone. Sul posto i vigili del fuoco di Latina supportate da una gru dello stesso Corpo, alcune ambulanze del 118 e i carabinieri.