Giorno: 14 marzo 2014

14 marzo 2014 0

Visita di Napolitano a Cassino, programma mantenuto segreto ma Presidente in città alle 10.30. Timori per i Carc

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nessun programma ufficiale è stato divulgato per la celebrazione dei 70 anni dalla distruzione di Cassino a cui prenderà parte il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Solo alcune indicazioni sarebbero trapelate dalla Questura secondo le quali il corteo presidenziale arriverebbe in città alle 10.30 circa, uscendo dal casello autostradale e arrivando davanti al comune secondo un percorso ancora mantenuto segreto. Ad accompagnarlo ci sarà il ministro della Difesa Roberta Pinotti mentre ad accoglierlo in piazza De Gasperi, oltre al Sindaco Petrarcone, il capo di Sato Maggiore dell’Esercito e un picchetto interforze. Finita la cerimonia che si terrà in piazza dove è stato allestito un palco, il Presidente salirà in comune dove, nella sala consiliare, incontrerà gli amministratori della Città Martire. A seguire si sposterà in abbazia a Montecassino dove sarà ospite a pranzo prima di far ritorno a Roma. Ad alzare i toni e i timori sono il Carc, il gruppo di sinistra i cui attivisti stanno promuovendo un messaggio di boicottare la visita di Napolitano invitando la gente a non recarsi in piazza.

14 marzo 2014 0

Niente arsenico nel latte campionato negli allevamenti a nord di Roma

Di admin

Niente arsenico nel latte campionato nei 6 allevamenti a nord di Roma serviti dall’acquedotto gestito dall’Arsial. E’ quanto emerge dagli esami effettuati dell’Istituto Zooprofilattico. I risultati sono in linea con gli esiti di studi scientifici pubblicati a livello internazionale che dimostrano come sia poco rilevante il coefficiente di trasferimento di questo contaminante dagli animali verso gli alimenti derivati. “Resta comunque alta – fanno sapere dall’IZSLT – l’attenzione degli organi di controllo della Regione a tutela dei consumatori e delle produzioni del territorio laziale: nei prossimi giorni sarà elaborato un piano di monitoraggio sugli alimenti e sugli animali proprio in relazione a questo contaminante ambientale che, giova ricordarlo è presente nelle acque freatiche per fenomeni di cessione naturale legata alla natura vulcanica dei suoli”.

14 marzo 2014 0

Rapito, ucciso e zavorrato in un tombino, vendetta per aver tentato di far prostituire una ragazza

Di admin

Giuroiu Nicolas Adrian, è il nome del rumeno 28enne, ex trasfocatore disoccupato, trovato morto, questa notte nell’agro di Cisterna di Latina in località Olmo Bello. Raccapriccianti i dettagli emersi nel corso della conferenza stampa che si è svolta nella tarada mattinata di oggi in procura a Latina. Lo straniero era stato nascosto in un tombino delle acque reflue con zavorra ai piedi per tenerne il corpo sotto la superficie dell’acqua. Ad ucciderlo, probabilmente la stessa sera del rapimento, sarebbero stati in tre, gli stessi chje sabato scorso lo avevano rapito a Borgo Sabotino. Già in quell’occasione i tre, oggi in stato di fermo, avevano speronato la sua auto costringendolo a fermare e dopo avergli anche sparato e ferito, lo avevano sequestrato. Le indagini avviate dagli agenti della Mobile di Latina diretta da Tommaso Niglio, attraverso una serie di indagini, sono arrivati ad uno dei tre rapitori a Tor San Lorenzo, e poi ad un garage di Borgo Sabotino in cui, oltre alla vettura rubata, hanno trovato manche le armi del gruppo di fuoco. Da è stato possibile ricostruire le identità dei tre e procedere con il fermo. Nel corso dell’interrogatorio, sarebbe emerso che a scatenare la furia omicida, oltre all’uso smisurato di cocaina, sarebbe stata, ma questa versione è tutta da verificare, il tentativo della vittima di indurre una ragazza straniera alla prostituzione. Questa si sarebbe rivolta all’ex fidanzato, il quale avrebbe chiesto l’aiuto di due italiani di cui uno minorenne. I tre, dopo averlo sequestrato e dopo avergli inflitto ferite di vario genere, lo hanno ucciso con un colpo di pistola al cuore prima di zavorrarlo e gettarlo nel tombino dove questa notte è stato trovato. Al momento i tre sono in stato di fermo.

14 marzo 2014 0

Ceccano accoglie il progetto pilota “Valigia di Salvataggio”

Di admin

Abiti per tutte le stagioni e di tutte le misure per le mamme ed i loro bambini unitamente ad accessori per il vivere quotidiano. Questo il contenuto delle valigie di Salvataggio messe a disposizione da privati cittadini, ben cinquemila famiglie, e da centinaia di aziende che hanno deciso di aderire al progetto pilota dell’Associazione Salva mamme Onlus con sede a Roma e, da oggi, anche a Ceccano. Oggi venerdì 14 Marzo alle ore 11 presso l’auditorium della biblioteca comunale il sindaco Manuela Maliziola ha tenuto la conferenza stampa di presentazione del progetto denominato la “Valigia di Salvataggio – per non tornare indietro.” Presente il consigliere regionale Oscar Tortosa in veste di volontario dell’associazione stessa, Grazia Passeri Presidente dell’Associazione, Rodolfo Paolizzi referente provinciale della Onlus. Presenti all’iniziativa i rappresentanti delle associazioni di volontariato del territorio, delle parrocchie. Patrocinato dal dipartimento per le politiche della famiglia e dalla Regione Lazio il progetto pilota ha l’obiettivo di dare un aiuto concreto a donne vittime di violenza o di Stalking e un’associazione in grado di prestare orientamento per far ripartire la vita di donne che hanno subìto ogni genere di violenza, umiliazione e privazione. La città fabraterna ha dei trascorsi di accoglienza nel mondo del volontariato e mostra sempre di essere ricettiva a questo tipo di iniziative. Continua quindi il filo rosa che lega la città fabraterna all’impegno messo in campo per sostenere le donne in difficoltà. Decine le valigie e gli indumenti scaricati oggi a margine della conferenza stampa e che attendono destinatarie bisognose. Presente alla conferenza stampa anche la Presidente del Telefono Rosa Patrizia Palombo che ha ricordato i numeri della disperazione al femminile. 2500 casi di violenza addizionati dal 2012. Il 90% delle donne chiedono aiuto non per se stesse ma per i propri figli. Tanti i minori che l’associazione gestisce sotto protezione.

14 marzo 2014 2

Matteo Renzi a Cassino, un cittadino gli scrive una lettera: “Venga in treno”

Di admin

Un cittadino di Cassino, prende carta e penna e scrive una lettera al Presidente del Consiglio Matteo Renzi invitandolo ad un gesto semplice ma significativo: in vista del 21 marzo e della sua visita al monastero Benedettino di Montecassino, lo invita ad arrivare in treno. Una lettera provocatoria ma “chiara”, scritta da Emiddio De Santis che riceviamo e volentieri pubblichiamo. “Carissimo Presidente del Consiglio, chi Le scrive è un semplice operaio che rientra tra tutte quelle persone cui Lei ha promesso un aumento di 1000 euro annui a partire dal mese di Maggio e per questo non mi sento ancora di ringraziarla e preferisco aspettare quella data. Le scrivo però per un’altra cosa, io sono di Cassino città che proprio in questi giorni ricorda una delle pagine più brutte della sua storia, infatti, cade in questo periodo il ricordo di settanta anni fa quando la nostra città fu completamente rasa al suolo dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, Lei ci farà visita il giorno ventuno il giorno di S. Benedetto il nostro patrono e soprattutto patrono dell’Europa . A precedere la sua visita, domani ci sarà quella del Presidente della Repubblica, una visita veloce ma quanto mai dispendiosa dal punto di vista economica, una città blindata e rimessa a nuovo per quanto possibile visti i disastrati conti del nostro comune, servizi d’ordine impeccabili, palco capace a contenere anche un bel concerto di una rock star e tutto quello che serve per fare “bella figura”, stessa cosa succederà per la sua visita, sono curioso di vedere proprio Lei con quante auto blu arriverà al seguito, Lei che nella sua ultima conferenza stampa modello “Wanna Marchi” ha assicurato la vendita di oltre 100 di queste inutili auto, veda anche noi abbiamo le nostre auto blu, personalmente ho un’auto grigia comprata a rate e finita di pagare in 5 anni con i sacrifici non solo del sottoscritto ma anche di mia moglie, si perché oggi giorno per mantenere una famiglia in maniera “decente” è necessario fare sacrifici e marito e moglie sono costretti a lavorare entrambi. Non so se Lei è mai venuto nella nostra città, o la parola Cassino che cosa le farà venire in mente, sicuramente MonteCassino, del resto siamo conosciuti a livello mondiale per quello, La invito visto che Lei è tecnologicamente avanzato a fare una ricerca su Google digitando le parole “Cassino Problemi” né uscirà fuori una bella lista di cose, dalla crisi Fiat ai problemi del nosocomio locale costato una “barca” di soldi senza mai funzionare a dovere, Le uscirà una parola: Nocione una zona della nostra città dove è ha accertata la presenza nel sottosuolo di rifiuti ospedalieri e quant’ altro ma ad oggi nessuno pensa di scavare e bonificare, e tanti altri ancora, voglio però che si soffermi su una cosa in particolare, il trasporto ferroviario, ogni giorno centinaia di lavoratori utilizzano il treno per raggiungere Roma o cmq città vicine alla capitale, ebbene quei treni oggi impiegano se tutto va bene oltre due, dico va bene perchè il più delle volte si fermano durante il viaggio lasciando centinai di lavoratori a piedi e per di più dispersi in qualche campagna, proprio adesso mentre Le sto scrivendo da oltre due ore un treno è fermo dopo pochi minuti dalla partenza, adesso Le chiedo una cosa che sicuramente Lei o chiunque al suo posto non farà mai, perché per arrivare nella nostra città il giorno 21 non prende il treno ?? proprio come tutti i normali cittadini, tanto cmq i suoi collaboratori e guardie del corpo potranno seguirla lo stesso, sono sicuro che questo semplice gesto sarà da monito per tutti i cittadini non solo di Cassino ma tutta l Italia !!! Oggi i cittadini sono stanchi della politica, sono stanchi di Berlusconi, di Bersani, di Letta e tra un po’ se Lei non manterrà le sue promesse saremo stanchi anche di Lei, che tra l’altro non è stato neache scelto dal popolo……. Sono sicuro che Lei non ascolterà il mio consiglio, e soprattutto nessuno risponderà alla mia lettera, ma del resto noi cittadini siamo “complici” di questa politica, in ogni caso Le auguro un buon lavoro !!!!

De Santis Emiddio Cassino (FR) mail: emiddiodesantis@alice.it

14 marzo 2014 0

Dodici ore di lavoro per domare incendio in un fienile a Borgo Rose

Di admin

Dodici ore di lavoro per i vigili del fuoco di Rieti che, dalle 21 di ieri sera, sono stati impegnati fino alle 9 di questa mattina, nello spegnimento di un fienile a Corvaro, frazione di Borgo Rose in provincia di Rieti. L’incendio di natura ancora incerta, ha interessato centinaia di rotoloni di fieno ammassati in un capannone che fungeva anche da rimessa agricola. I primi ad intervenire sono stati i vigili del fuoco di Avezzano dato che la zona è al confine con l’Abruzzo ai quali si sono avvicendati i colleghi laziali. Ingenti i danni. Si indaga per stabilire la natura del rogo.

14 marzo 2014 0

Scoperti reperti archeologici in un’abitazione privata. Denunciata coppia di fotografi di terracinesi

Di admin

I finanzieri della tenenza di Terracina hanno sequestrato ieri numerosi reperti di interesse archeologico, storico e culturale rinvenuti a casa di una coppia di fotografi del posto. A seguito di perquisizione domiciliare eseguita su decreto dell’autorità giudiziaria di Latina ha permesso ai militari, coadiuvati da un archeologo nominato ausiliario di polizia giudiziaria, di scoprire ben 21 reperti, tutti di interesse archeologico molti dei quali risalenti tra il II secolo a.C. ed il IV secolo d.C.. Si tratta principalmente di anfore, colli d’anfora, lingotti di piombo, un gocciolatoio, nonché un catino del ‘700. Di grande interesse è stato il rinvenimento di un dolio dell’altezza di circa due metri perfettamente conservato. La sua capacità è stata calcolata attorno ai 1000 litri, equivalenti a circa 40 anfore, una capacità che evoca i grandi contenitori di 40 e anche 50 anfore citati da Catone e Columella destinati prevalentemente a contenere vino. Quello rinvenuto a Terracina é tra i più grandi mai rinvenuti, utilizzato per contenere grano o legumi da conservare nei magazzini romani. I responsabili sono stati denunciati ai sensi degli art 648 c.p. e art.176 del d.l. 42/2004 per non aver presentato comunicazioni presso la Sovrintendenza che legittimassero il possesso dei reperti.

14 marzo 2014 0

Rapito a Borgo Sabotino, 28enne ritrovato morto a Cisterna di Latina

Di admin

Era di un 28enne rumeno il corpo ritrovato questa notte a Olmo Bello a Cisterna di Latina nel corso di una indagine della squadra Mobile pontina iniziata sabato scorso in seguito al rapimento di un uomo a Borgo Sabotino. Gli agenti che stavano indagando su quel misterioso e preoccupante fatto che ha visto una vettura coin tre uomini a bordo speronare quella sulla quale viaggiava il 28enne e, dopo aver esploso alcuni colpi di pistola, lo hanno convinto a lasciarsi rapire senza tante storie. Ebbene, in seguito a quel fatto, si è arrivati al ritrovamento del corpo del rapito e al fermo, pare, di tre persone che, in questo momento, sarebbero sotto interrogatorio a Latina. Er. Amedei

14 marzo 2014 0

Guasto elettrico alla stazione ferroviaria di Piedimonte San Germano, linea Cassino Roma in tilt

Di admin

Tratta Ferroviaria Roma Napoli, via Cassino bloccata da questa mattina a causa di un problema elettrico che si è verificato alla stazione di Piedimonte San Germano. L’odissea dei pendolari in transito sulla linea, in particolare quelli che da Cassino si dirigono a Roma, è cominciato alle prime luci dell’alba quando i treni in partenza dalla Città Martire sono rimasti immobili sui binari mentre a muoversi, in direzione Roccasecca, hanno trovato autobus sostitutivi. Si ignorano al momento i motivi del guasto.

Er. Am.

14 marzo 2014 0

Ritrovato Cadavere a Cisterna di Latina, indaga la polizia

Di admin

E’ mistero sul rinvenimento di un cadavere, questa notte, in località Olmobello a Cisterna di Latina. Sul posto, poco dopo la mezzanotte, sono arrivati oltre ai vigili del fuoco e agli operatori del 118, gli agenti di polizia della questura di Cisterna di Latina. Si tratta di un uomo di cui si ignora, al momento, l’identità. Indagini in corso. Er. Am.