8 marzo 2014: “MaschiVSFemmineVSMaschi”: i meccanismi del femminicidio, mille facce di un fenomeno

7 marzo 2014 0 Di redazionecassino1

“Tutti insieme contro la violenza”, è stato questo il messaggio lanciato domenica scorsa dall’associazione culturale A.Legaccio di Sant’Elia Fiumerapido attraverso un flash mob che ha stupito tutti, in largo S.Antonio a Cassino con la scuola di ballo Principe, stabilendo una posizione chiara contro un fenomeno dalle mille facce che colpisce tantissime donne indifese: il femminicidio. Proprio questo sarà il tema centrale di un importante convegno che si terrà sabato 8 marzo2014, proprio in occasione della festa delle donne, dal titolo “MaschiVSFemmineVSMaschi”. Ad approfondire i meccanismi del fenomeno tantissimi esperti coinvolti dall’associazione A.Legaccio: legali, professori universitari, assistenti sociali, psicologi, volontari, tutti professionisti che porteranno il loro contributo per condividere informazioni utili alla cittadinanza e alle nuove generazioni.

Il convegno prenderà il via a Cassino alle ore 9.30 nella sala conferenze del Liceo Magistrale Varrone (Viale Europa, 28) fino alle 11.45 e proseguirà a Sant’Elia Fiumerapido, dalle 14.00 alle 19.00 nella scuola elementare ‘Arpino’ (Via IV Novembre). In attesa del convegno l’associazione A.Legaccio non è stata ferma, anzi sta rendendo questo evento ancora più originale ed unico, in collaborazione con i volontari della Croce Rossa Italiana, Gruppo di Sant’Elia Fiumerapido e la Pro Loco locale. Ad accogliere relatori e pubblico sabato pomeriggio saranno, infatti, le impronte rosse, già impresse sul marciapiede lungo via Roma e via IV Novembre in segno di ossequio alle donne vittime di violenza e come segnale che accompagna dall’ingresso del paese fino alla scuola elementare, sede del convegno. Al termine delle impronte un paio di scarpe rosse, simbolo ormai riconosciuto del femminicidio. Ai relatori sarà donato un oggetto realizzato dall’associazione, da sempre dedita al riuso e al design nel rispetto delle tradizioni: una collana con pietre trasformabile in bracciale rigorosamente di colore rosso, simbolo dell’amore e del rispetto, dalla forma circolare, simbolo di femminilità. In mostra anche i lavori realizzati dai ragazzi del liceo magistrale. Tra le novità anche un corso di autodifesa che si terrà a breve presso l’associazione, partirà ad aprile e sarà tenuto da esperti del settore.

Il convegno è accreditato presso l’Ordine Forense di Cassino e l’Ordine degli Assistenti Sociali del Lazio ed è patrocinato dall’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dalla Banca Popolare del Cassinate, dal Consorzio dei Comuni del Cassinate per la programmazione e gestione dei servizi sociali, dal Comune di Sant’Elia Fiumerapido, dal Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana e dal Gal versante laziale del Parco nazionale d’Abruzzo, in collaborazione con l’80° Rav Roma, l’associazione culturale La Casa del Maestro, l’Ims Varrone Cassino e l’Ec volontari d’Italia Sant’Elia.

Si ringraziano le aziende sponsor: Brico Più presso Centro Commerciale Cassino1, panificio La Fornarina, Centro M.F.K.T. D’Aguanno, pasticceria Mafrini, ristorante Villa della Meridiana, associazione danza sportiva Principe, Estasi Profumerie, Teatro Manzoni Cassino e Osteria La Cuminella.