A Zagabria Petrarcone presenta la Città di Cassino a tour operators e stampa estera

7 marzo 2014 0 Di redazionecassino1

In occasione dei festeggiamnti per il santo patrono di Cassino, San Benedetto, e per i cinquant’anni da Patrono d’Europa, il sindaco Petrarcone ha presentato, a Zagabria, le iniziative in programma a tour operators e alla stampa straniera. L’occasione per promuovere la Città Martire è stata l’accensione della fiaccola benedettina che quest’anno è avvenuta proprio nella capitale della Croatia. “Sono orgoglioso di rappresentare come Sindaco, la città di Cassino, che proprio quest’anno, il giorno 15 marzo ricorderà il settantesimo anno della sua distruzione a causa degli eventi bellici della seconda guerra mondiale. Una guerra che ha distrutto Cassino e l’Abbazia di Montecassino e con esse la vita di centinaia di famiglie. Ma Cassino ha dimostrato di sapersi rialzare dalle macerie della guerra ed oggi è una città vitale, bella e ricca di storia.” Queste la parole con cui il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, questa mattina ha aperto il suo intervento nella sala conferenze dell’Arcidiocesi di Zagabria dove si è svolta la presentazione delle Terre di San Benedetto alla stampa estera alla presenza dei tour operators. “Per presentare Cassino – ha continuato il sindaco – dobbiamo tornare indietro di diversi millenni quando in epoca romana portava il nome di Casinum ed era un centro di cultura importante che ha ricoperto un ruolo strategico nella storia dell’Antica Roma. Proprio in ragione di ciò, la città offre ai turisti numerose testimonianze e monumenti del suo passato a partire dal meraviglioso Teatro Romano e dall’Anfiteatro oltre ai diversi resti conservati nel Museo archeologico nazionale, situato all’interno dell’Area Archeologica della città. Ovviamente la storia di Cassino è indissolubilmente collegata a quella di Montecassino, il cui monte era in origine l’acropoli della città ed ospitava un tempio dedicato ad Apollo. L’ Abbazia di Montecassino, famosa in tutto il mondo per la sua storia, rappresenta anche il fulcro del cristianesimo europeo. Meta di migliaia di pellegrini conserva le reliquie di San Benedetto. All’interno vi è una importante biblioteca, dichiarata monumento nazionale, dotata di un ricchissimo patrimonio, frutto di un immenso lavoro culturale, in cui oggi si conservano ancora oltre 1.000 codici, 40.000 pergamene e soprattutto il primo documento ufficiale del volgare nostrano, il ‘Placito Cassinese’ del 960. L’Abbazia accoglie al suo interno anche un Museo che conserva numerose opere e reperti di grande pregio e valore a testimonianza della storia che ha caratterizzato il nostro territorio.” Ma il sindaco ha presentato anche la Cassino di oggi. “Oggi Cassino – ha sottolineato il sindaco – è, in piena sintonia con la sua storia, un centro culturale importante; sede dell’Università e per questo frequentata da migliaia di giovani provenienti da tutto il centro – sud Italia. Tante sono le iniziative che contribuiscono a rendere la città un’attrazione in ogni periodo dell’anno. In tal senso molto apprezzata è la rassegna Cassino Arte che ormai da anni è divenuta un imperdibile appuntamento estivo del basso Lazio, grazie ad una programmazione di altissimo profilo che vede alternarsi, sul suggestivo palco del Teatro Romano di Cassino, grandi spettacoli d’arte, musica, teatro e danza. A questa si aggiunge, durante il periodo natalizio, ‘Villaggio di Natale’, un vero e proprio salotto allestito nel centro della città, caratterizzato da un ricco mercatino di prodotti tradizionali e specialità gastronomiche. Ma il 2014 è per la nostra città un anno particolare perché ricade il settantesimo anniversario della distruzione e le tante iniziative realizzate per commemorare questa ricorrenza porteranno a Cassino, oltre al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, illustri ospiti provenienti da tutto il mondo. Una serie di iniziative che si protrarranno anche nei prossimi mesi e, sotto questo punto di vista, voglio citarne una in particolare che nel mese di maggio vestirà la città di rosa. Per la prima volta, infatti, Cassino sarà sede dell’arrivo di tappa del Giro d’Italia. Il 15 maggio 2014 nello spettacolare scenario di Montecassino, ove vi sarà il traguardo, giungeranno i corridori della più importante, insieme al Tour de France, competizione ciclistica del mondo. Un percorso suggestivo tra i più lunghi del giro d’Italia e soprattutto l’unico arrivo di tappa in programma in tutta la Regione Lazio. Un’occasione unica per Cassino che in quella giornata ospiterà 174 Nazioni diverse con una cassa di risonanza mediatica senza precedenti con circa 600 milioni spettatori nel mondo tra diretta e differita. Non mi resta che aggiungere una sola cosa: vi aspettiamo a Cassino.”

Listener

I sindaci di Cassino Norcia e Subiaco

Intervento del Sindaco