Calcio a 5: Il Venafro vince in Puglia: “Avanti così”

8 marzo 2014 0 Di redazionecassino1

Il Venafro Calcio a 5 batte, in trasferta il Giovinazzo e guadagna tre punti fondamentali per il discorso salvezza. I bianconeri, con 12 punti, abbandonano l’ultimo posto in classifica, occupato ora dal Modugno, e si preparano alla trasferta della prossima settimana contro il Futsal Barletta con uno stato d’animo diverso. A quanto pare i molisani sono stati ben stimolati dal presidente Scarabeo che in settimana aveva richiamato gli atleti a maggiore concretezza. Concentrazione, tenacia e voglia di vincere hanno battuto bene i pugliesi.
La prima azione importante della partita è al 5’ quando Giovinazzo il Giovinazzo colpisce il palo con un tiro da fuori di Montelli; dopo pochissimi secondi il Venafro passa in vantaggio con Mietto bravo ad insaccare dal limite sulla respinta del portiere avversario su tiro, dalla sinistra, di Pasquale Valvona lanciato in contropiede dallo stesso Mietto. Al 7’45’’ è Palumbo, bravo a smarcarsi e preciso nella conclusione, a portare il risultato sul 2-0. Subito dopo Mietto si ritrova tra i piedi la palla del 3-0 ma si fa parare il tiro dall’estremo difensore pugliese. Il Venafro è ben messo in campo; difende bene per poi ripartire con grandi accelerazioni e al 10’ crea un’altra clamorosa occasione con Palumbo che, smarcato davanti a Di Capua da una magia di De Melo, tira incredibilmente a lato; il Giovinazzo fa molto possesso palla ma quando cerca di avvicinarsi alla porta degli ospiti trova sempre una buona difesa dei venafrani e un attento Di Paolo. Al 16’30’’ è ancora Palumbo, su assist di Mietto, ad andare vicinissimo al gol ma tira di poco a lato. Al 17’ i padroni di casa accorciano le distanze con un gran gol del De Liso M. che dal limite insacca sotto il sette, alla sinistra di Di Paolo. Dopo 30’’ occasione per Mietto ma il portiere devia in angolo. Al 18’ Moreira manca l’ultimo passaggio su un contropiede favorevole. Dopo 30’’ Mietto si invola da solo e scarta il portiere che non può far altro che atterrarlo in area e provocare il rigore e la propria espulsione. Moreira dal dischetto non sbaglia e porta il Venafro in vantaggio per 3-1. Ad 1’ dal termine del primo tempo bella azione del Giovinazzo che approfitta di una delle poche distrazioni della difesa venafrana e accorcia nuovamente le distanze con Buonvino. Pochi secondi dopo i pugliesi conquistano il tiro libero grazie a due falli dubbi fischiati dall’arbitro: questa volta il Bonvino spedisce a lato. A pochi secondi dall’intervallo Moreira tira altissimo su schema da punizione. Il primo tempo, dunque, termina 3-2 per il Venafro.

Nel secondo tempo, al 4’ Moreira è protagonista di una clamorosa occasione da gol ma non riesce ad andare in rete anche a causa di un grande intervento del portiere pugliese. Al 5′ minuto Binetti salta Palumbo e va al tiro ma Di Paolo è reattivo e salva di piede. Il Giovinazzo insiste e al 6’50’’ va al tiro con Montelli ma anche in questa circostanza Di Paolo si dimostra un portiere da grandi prospettive. Dopo poco è sempre Montelli ad andare al tiro dal limite destro e con una strana parabola tocca la parte alta della traversa. Al 7’ il Venafro si trva in superiorità numerica ma Moreira non serve Palumbo e preferisce andare al tiro che viene parato; all’8’ bruttissimo fallo su Palumbo (avversario ammonito) che e’ costretto a lasciare il campo per infortunio e a far subentrare Cimino. All’11’30’’ il Giovinazzo aumenta la pressione ma Mietto ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta avversaria costringendo Antuofermo a fare un fallo da ammonizione che poi si trasforma in espulsione per proteste; sulla punizione Valvona spara alto. In inferiorità il Giovinazzo riesce a rendersi pericoloso ma manda clamorosamente a lato. Al 16’ il Venafro è cinico e a conclusione di una bella azione va in rete con De Melo: il risultato è di 4-2 a favore degli ospiti. A 7’30’’ dalla fine Bonvino è veloce a superare la difesa bianconera e accorcia le distanze risvegliando l’entusiasmo dei 600 spettatori presenti. Dopo un minuto Mietto fa tutto bene, scarta anche il portiere, ma è sfortunato e colpisce il palo. La pressione del Giovinazzo continua e il Venafro, senza Palumbo, soffre in difesa. Al 15’ altra grande azione di Mietto, Valvona e De Melo che va al tiro ma trova un miracoloso Di Capua. Ad un minuto dal termine, con portiere di movimento per il Giovinazzo, il Venafro ha una nuova possibilità di andare in rete ma Mietto cerca l’azione personale e sbaglia. A 37’’ dalla fine il Giovinazzo usufruisce di un calcio piazzato ma Di Paolo è in giornata. A 9’’ dalla fine della gara è Cimino a guadagnare e tirare una punizione da posizione interessante ma il numero 1 pugliese è bravo nel ribattere in sue tempi. La partita finisce 4-3 per il Venafro.
Il Giovinazzo ha fatto tanto possesso palla ma è stato il Venafro ad avere le migliori occasioni anche se i calciatori devono migliorare sotto porta. I bianconeri sono sembrati più sereni e hanno sviluppato molti schemi utili a creare scompiglio in area avversaria. Con questo atteggiamento la trasferta di Barletta non spaventa ma richiede, comunque, concentrazione da parte di tutti già dal primo allenamento di lunedì.

Venafro: Di paolo, laudadio, Valona P, Nardolillo, Cimino, Negri, Mietto, Moreira, De Melo, Palumbo, Rocchio. Allenatore: Mietto.

Giovinazzo: Di Capua, Andriano, Grosso, De Liso M., Magrone, Antuofermo, Bonvino, Ignomiriello, Barbolla, Binetti, Montelli, De Liso L., Allenatore: Pazienza.

Reti: Mietto, Palumbo, Moreira, De Melo, De Liso M., Bonvino (2)