Rubano uno smartphone e lo rivendono in un negozio di telefonia, coppia denunciata nel viterbese

7 marzo 2014 0 Di admin

I Carabinieri della Stazione di Bomarzo, diretti dal Maresciallo Antropoli, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Viterbo per furto P.M., 56enne pregiudicato di Bomarzo e la sua compagna N.E.I., 28enne di origine romena, per i reati di furto e truffa.
Le indagini condotte dai Carabinieri sono iniziate a seguito della denuncia presentata da una donna per il furto subito del proprio smartphone avvenuto all’interno dell’ufficio postale di Bomarzo nel mese di gennaio. Su consiglio dei militari la vittima del furto ha immediatamente bloccato le funzionalità del telefonino rendendo difatti lo smartphone inutilizzabile per gli autori del furto.
Dopo alcuni giorni chi aveva rubato il telefono si presenta in un negozio di telefonia di Viterbo e fingendo di aver accidentalmente bloccato il telefono, chiede assistenza per l’operazione di sblocco dello stesso. Una volta sbloccato il telefono i due truffatori si fingono interessati ad un telefonino in vendita nel negozio e propongono una permuta al negoziante che conclude l’affare.
Ieri mattina, a conclusione dell’indagine condotta dai Carabinieri, è stata effettuata una perquisizione presso l’abitazione della coppia denunciata durante la quale è stato rinvenuto il telefonino preso in permuta in cambio di quello rubato.
Nel frattempo i militari avevano già recuperato lo smartphone rubato alla denunciante, che era in possesso dell’ignaro negoziante raggirato dalla coppia di Bomarzo.
L’uomo e la donna ora dovranno rispondere di furto aggravato e concorso in truffa.