Visite mediche per le patenti, a Caserta evasione fiscale da 2 milioni di euro

6 marzo 2014 0 Di admin

Una complessa ed articolata attività di polizia tributaria, eseguita dai militari della Guardia di Finanza di Mondragone, ha consentito di accertare una vasta e diffusa evasione fiscale posta sistematicamente in essere da alcuni medici preposti al rilascio dei certificati richiesti dalla loro clientela per il conseguimento o il rinnovo delle patenti di guida.

L’operazione di servizio, condotta dalle Fiamme Gialle attraverso l’esecuzione di 11 verifiche fiscali, ha reso possibile il recupero a tassazione di compensi non dichiarati dai professionisti del settore operanti nella Provincia di Caserta per circa 2.000.000,00 di euro, nonché di oltre 92.000,00 euro di imposta regionale sulle attività produttive.

I Finanzieri hanno proceduto ad effettuare una estesa attività di ricerca documentale di tutti i certificati medici rilasciati dai dottori della Provincia di Caserta nel periodo dal 2008 al 2011, acquisendo presso la Motorizzazione Civile della citata Provincia quelli presentati a corredo della pratiche relative al rilascio delle patenti e presso l’Ufficio Centrale Operativo di Roma quelli inerenti ai rinnovi delle abilitazioni di guida.

Una volta in possesso della certificazione sanitaria, i militari hanno convocato i professionisti interessati, invitandoli ad esibire copia della documentazione fiscale relativa ai compensi ricevuti a fronte delle visite mediche effettuate.

Il meticoloso riscontro di oltre 94.000 posizioni ha consentito ai Finanzieri di accertare che oltre all’85% dei casi, a fronte della prestazione sanitaria rese, non veniva rilasciata alcuna fattura e/o ricevuta fiscale da parte dei professionisti, arrecando un notevole danno alle casse dell’erario.

L’operazione di servizio svolta costituisce un’ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario esercitato dalla Guardia di Finanza di Caserta sul territorio della Provincia per il contrasto all’evasione fiscale.