Giorno: 8 aprile 2014

8 aprile 2014 0

Prende 2 cappotti ma ne paga uno al centro commerciale, 29enne denunciato a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non aveva fatto bene i conti con il sistema di allarme antitaccheggio del negozio di abbigliamento di un noto centro commerciale il ventinovenne denunciato ieri, a piede libero, per furto.

Entrato nel negozio come un normale cliente, in compagnia di un’amica, con la scusa di dover provare un capo d’abbigliamento aveva occultato in una borsa un jeans, asportando quella che credeva l’unica spilla antitaccheggio apposta.

Per non dare nell’occhio aveva anche acquistato un altro capo di poco valore e si era avviato tranquillamente all’uscita, trovandovi però l’amara sorpresa.

Il pantalone sottratto era infatti dotato di un’altra spilla di rilevamento antifurto che ha fatto scattare il sistema di allarme al passaggio della coppia tra le barriere poste all’ingresso dell’attività commerciale.

Le commesse dopo aver accertato il furto del jeans e ritrovato la spilla antitaccheggio nel camerino di prova hanno richiesto al 113 l’intervento di una pattuglia delle Volanti.

Gli agenti arrivati in pochi minuti sul posto hanno bloccato il giovane rinvenendo il capo sottratto nella borsa.

Il ventinovenne dapprima ha tentato di giustificarsi affermando di averlo acquistato da un ambulante nel piazzale adiacente al centro commerciale per poi farsi carico delle proprie responsabilità.

8 aprile 2014 0

Un ordigno bellico “seminato” nelle campagne di Castelforte

Di admin

Un ordigno risalente alla seconda guerra mondiale, è depositato in bella mostra in una pozzetta in cemento in una zona agricola a Castelforte. All’area si arriva percorrendo pochi metri di una strada vicinale in terra che si imbocca da via per Maiano. A notarla sono stati alcuni passanti che l’hanno segnalata al nostro giornale rimarcando la pericolosità di quell’ordigno, probabilmente un proiettile di mortaio inesploso che conserva ancora tutta la sua carica esplosiva. A segnalarne la presenza un po di nastro biancorosso come se il proiettile sia gia stato segnalato alle autorità competenti. Er. Amedei

8 aprile 2014 0

Panico su treno Regionale a Itri, incendio elettrico satura di fumo alcune carrozze

Di admin

Panico, questa sera, su un treno regionale diretto a sud, in transito sulla linea Roma Napoli. Alle 20.20, alcune carrozze, cariche di passeggeri, poco prima della stazione di Itri, hanno notato un denso fumo saturare l’aria degli ambienti proprio mentre il convoglio passava in una galleria. Improvvisamente si sono spente anche le luci ma, per fortuna, la stazione di Itri era vicina. Aperte le porte a centinaia si sono riversati sulle banchine mentre i vigili del fuoco di Gaeta sono intervenuti per domare quello che sembrava essere un incendio dovuto ad un guasto elettrico. In pochi minuti la situazione è stata messa sotto controllo ma i viaggiatori hanno dovuto attendere il convoglio successivo per continuare il viaggio. Foto Giuseppe Miele

8 aprile 2014 0

Rotatoria e opere di riqualificazione al Colosseo, lo dice il sindaco di Cassino

Di admin

“L’incontro di questa mattina è servito per chiarire una serie di aspetti rimasti in sospeso e trovare una soluzione condivisa per realizzare le opere sul rione Colosseo.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a margine dell’incontro che si è tenuto questa mattina presso gli uffici del Servizio LL.PP. del comune alla presenza dell’assessore al ramo, Antimo Pietroluongo, del dirigente del settore Ing. Pio Pacitti e dell’imprenditore, Salvatore Fontana, in rappresentanza della Ditta Di Fiore & Fontana Spa cui spetta la realizzazione delle opere. “È stata una riunione – ha continuato il sindaco – nel corso della quale si è fatto il punto della situazione dei lavori, a scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti dall’impresa per i fabbricati in corso di costruzione, sul quartiere Colosseo con l’obiettivo di raggiungere un accordo tra le parti per realizzare sia le opere di riqualificazione che la rotatoria davanti al San Raffaele necessaria per garantire una maggiore sicurezza anche agli stessi residenti del Colosseo. Devo dire che da parte della ditta c’è stata disponibilità a realizzare la rotatoria davanti al San Raffaele (in variante ubicativa a quella prevista all’incrocio tra via Di Biasio e via Ausonia Vecchia), mentre da parte nostra, come Comune, ci siamo impegnati a reperire ulteriori finanziamenti per ampliare l’area di riqualificazione del quartiere Colosseo, con interventi di sistemazione dei marciapiedi nonché delle strade di via Monte Cairo e via Monte castellone. Un incontro molto proficuo che dimostra ancora una volta come il confronto sia la strada più efficace per raggiungere i migliori risultati a favore della collettività. Al Colosseo, quindi, non solo verranno realizzate gli interventi di riqualificazione necessari, ma anche un’opera nuova che serve a dare ad uno dei quartieri più importanti della città più sicurezza e maggiore fluidità al traffico in un punto nevralgico di ingresso a Cassino. In conclusione abbiamo discusso anche dei tempi di realizzazione delle opere e l’impresa ci ha garantito la ripresa dei lavori a seguito della sottoscrizione della perizia di variante che la direzione dei lavori, interna degli uffici comunali, fornirà entro la metà del mese.”

8 aprile 2014 0

Marina militare e Mibact insimee per tutelare i beni sommersi

Di admin

Continua la campagna di ricerca sui fondali dei mari italiani nell’ambito del “Progetto ArcheoMar”, attività congiunta tra Marina Militare e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) frutto di una convenzione stipulata nel 1998 grazie alla quale ogni anno, il patrimonio archeologico nazionale viene arricchito da nuove testimonianze storiche attraverso un’opera di ricerca, localizzazione, catalogazione e raccolta documentale. Dopo una sosta iniziale nel porto di Civitavecchia, le navi della Marina Militare appartenenti al Comando delle Forze di Contromisure Mine e delle Forze Ausiliarie, dal 7 al 12 aprile 2014 parteciperanno al progetto ArcheoMar, ospitando a bordo personale della Sovrintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio. L’attività di ricerca subacquea si svolgerà nei siti archeologici delle acque antistanti Marina di Montalto di Castro e  le Isole Pontine e sarà svolta dai cacciamine Viareggio e Numana con il supporto di Nave Caprera. Le tre navi della Marina Militare faranno sosta nel porto di Gaeta e sarà possibile visitarle nei seguenti periodi Nave Caprera da martedì 8 a mercoledì 16 aprile, tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00; Nave Viareggio e Nave Numana sabato 12 aprile, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, e domenica 13 aprile, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

8 aprile 2014 0

Inceneritori Colleferro, buone nuove dalle aule di giustizia

Di admin

Da Rete per la Tutela della Valle del Sacco riceviamo e pubblichiamo: E’ di questi giorni la notizia di un cittadino di Colleferro, Luigi Mattei, e del suo difensore legale, Carlo Affinito, che si sono avvalsi di uno strumento, poco applicato nella pratica giudiziaria, che consente a qualunque cittadino elettore di sostituirsi alle pubbliche amministrazioni, nella fattispecie Comune di Colleferro e Provincia di Roma, per far valere il danno ambientale, qualora le stesse non si siano già costituite nel processo.

Il procedimento riguarda la cattiva gestione degli inceneritori di Colleferro ed in particolare l’omessa comunicazione nel 2010, da parte dell’allora gestore in Amministrazione Straordinaria, della presenza di materiale radioattivo in uno dei camion che trasportava CDR, fermato in ingresso in seguito al rilevamento del dispositivo, previsto dall’Autorizzazione Integrata Ambientale dopo il sequestro degli impianti nel 2009.

Lecito domandarsi cosa possa essere avvenuto precedentemente all’installazione del rilevatore.

Gli imputati erano stati condannati con un decreto penale a cui si sono opposti e pochi giorni fa ha avuto luogo il giudizio immediato.

Ebbene il cittadino ha chiesto un milione di Euro per danni, che, se la responsabilità penale degli imputati venisse accertata, verrebbe liquidato in favore del Comune di Colleferro e della Provincia di Roma, quindi a favore della collettività.

Il Tribunale di Velletri ha riconosciuto l’ammissibilità dell’azione del cittadino e ha disposto la notifica del verbale a Comune di Colleferro e a Provincia di Roma che alla prossima udienza potrebbero costituirsi in proprio facendo venire meno la surroga del cittadino.

Le Associazioni Raggio Verde e Rete per la Tutela della Valle del Sacco (Retuvasa) annunciano che si costituiranno parte civile a loro volta nel processo e dichiarano tutto il loro sostegno all’iniziativa legale del cittadino, che andrebbe estesa ovunque, per far sì che trovi finalmente applicazione il principio “chi inquina, paga!”.

8 aprile 2014 0

Sorpresi a svuotare un parcometro a Latina, arrestati tre rumeni

Di admin

Nella nottata dell’8 aprile 2014, in Latina, via Mameli, i Carabinieri del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile, unitamente a quelli della Stazione CC di Borgo Sabotino, nel corso di un predisposto servizio per il controllo del territorio, hanno tratto in arresto, per i reati di “furto aggravato e danneggiamento” tre cittadini di nazionalità rumena, dei quali due ancora minorenni. I tre sono stati beccati mentre danneggiavano un parcometro per prelevarne le monete. Accortisi dell’arrivo dei Carabinieri, nonostante il tentativo di fuga, dopo un breve inseguimento sono stati bloccati e tratti in arresto. Il maggiorenne è stato trattenuto in camera di sicurezza, in attesa del rito direttissimo, mentre i due minori sono stati accompagnati presso il Centro Minorile di Prima Accoglienza di Roma. La refurtiva è stata interamente recuperata.

8 aprile 2014 0

Tenta di gettarsi dalla finestra dopo avere ingerito farmaci, salavato da 113 e volante

Di admin

Sono circa le dieci di ieri sera quando giunge al 113 la telefonata di un uomo in forte stato confusionale che minaccia di uccidersi senza dare indicazioni su dove si trovasse. La prontezza dell’operatore del 113 permetteva agli uomini della Polizia di Stato di individuare il luogo dove si trovava l’uomo e mentre lo stesso veniva intrattenuto e distratto al telefono, l’ equipaggio si portava rapidamente presso l’abitazione da dove giungeva la telefonata. L’uomo che si trova sul davanzale della finestra , distratto dall’operatore del 113, veniva afferrato dagli agenti della Volante fatti entrare nell’abitazione dal fratello coabitante che non si era accorto di nulla. Bloccato dal pronto intervento degli uomini della Polizia di Stato, l’uomo è stato affidato alle cure dei sanitari del 118.

8 aprile 2014 0

Ereditiera uccisa nei pressi dell’abbazia nel 1977, indaga la procura di Cassino

Di admin

Se fosse confermata la versione fornita ieri da Guillame Agnelet, il figlio 45enne di Maurice, compagno dell’ereditiera francese Agnes Le Roux scomparsa nel 1977, la giurisdizione sul caso dell’omicidio della donna sarebbe di competenza della procura di Cassino. L’uomo, ieri in video conferenza da Chambery, ha raccontato, nel corso del processo per omicidio presso la corte d’assise di Ille et Vilaine che vede imputato il padre, il segreto di famiglia secondo il quale il genitore, nell’autunno del 1977 era a Cassino, nei pressi dell’abbazia, in compagnia della ricca ereditiera, all’epoca 28enne, per un soggiorno in campeggio libero. La sera del primo novembre, l’avrebbe uccisa con un colpo di pistola alla testa inscenando un suicidio qualora qualcuno fosse accorso sentendo lo sparo. Nessuno, però, arrivò e lui decise di spogliare quel corpo e gettarlo in un anfratto per poi andare via con l’auto, poi abbandonata a Firenze per tornarsene in Francia in treno. Questa mattina la procura di Cassino, Apprendendo la notizia dalla stampa, si è attivata per capire quanto vi sia di vero in questo racconto informandosi anche attraverso i loro colleghi francesi.

Er. Amedei

8 aprile 2014 0

Basket: I lupi della Virtus Cassino sbranano anche i puma cagliaritani 96-77

Di redazionecassino1

Il campionato di DNC 2013 – 14 , Girone E , si deciderà all’ultimo respiro all’ultimo sprint , sull’ultimo rettilineo. Le due monoposto , formidabili protagoniste di quest’annata agonistica in DNC si affronteranno nell’ultima giornata. Questa gara infatti vedrà la prima della classe, la Virtus Cassino rendere visita ai Campioni d’Italia della LUISS Roma. La partita è in programma per sabato 12 aprile presso il PalaLuiss di Roma e sarà uno scontro epico, con i cassinati chiamati all’impresa a casa di un autentica corazzata. Ma andiamo con ordine. Alla vigilia della penultima giornata il calendario proponeva due scontri opposti in termini di difficoltà . Cassino contro Cagliari, quarta forza del campionato e LUISS contro Tiber , nona forza del campionato. Ebbene il pronostico è stato rispettato , entrambe le formazioni di vertice infatti sono state capaci di vincere e quindi di confermarsi al comando del ranking stagionale. E’ un girone avvincente quello contrassegnato dalla lettera E nel campionato nazionale 2013 – 14, un girone che si concluderà all’ultimo respiro almeno per quanto riguarda il biglietto da staccare per la promozione diretta in serie B. E il Cassino è stato splendido protagonista di un’annata meravigliosa, dopo venticinque fatiche lo score della classifica è chiaro, 24 vittorie ed 1 sconfitta. Risponde la LUISS Roma con 23 vittorie e 2 sconfitte. Eccellenza assoluta dunque per le due protagoniste. Ma mentre alla vigilia del campionato la LUISS era la formazione da battere, strada facendo, la formazione della città martire, la BPC Virtus TSB Cassino, man mano ha scalato la classifica, raggiungendo la vetta del torneo e consolidando la leadership con prestazioni coinvolgenti e sempre concrete. Ed oggi si è assistito proprio ad una di queste prestazioni. Una Virtus solida, concreta e tremendamente efficace quando decide di far sua la partita che considera come una preda da inseguire e sbranare al momento giusto. La Virtus è sempre stata al comando del match , lo ha saldamente preso in pugno sin dalle prime battute del match e lo ha gestito e poi consolidato per tutta la durata dell’incontro. L’Olimpia Cagliari ha provato a contrastare la forza della capolista e per quasi tre periodi è rimasta ancorata alla partita stessa. Poi una forza incredibile, una determinazione sconfinata hanno scavato un solco consistente che non è più stato colmato dai biancoverdi sardi. La Virtus Cassino ha vinto tutte le quattro frazioni e questo è già significativo in sede di commento ma vedremo che anche altre voci sono assolutamente appannaggio dei rossoblù padroni di casa. Il match inizia con un monologo cassinate, 12 a 0 dopo soli 3 minuti fanno o meglio farebbero presagire un monologo dei padroni di casa ma non sarà affatto così. E lo capiscono bene i numerosi tifosi accorsi al Soriano di Atina che dopo altri 3 minuti Olimpia piazza un contro parziale di 10 a 2, 15 – 10 . La Virtus Cassino ha fretta di concludere i giochi , Cagliari va al limite con i propri giochi che portano gli uomini di Grandesso ad effettuare entrate che avvicinano gli attaccanti al canestro dei padroni di casa per conclusioni ad alto tasso di percentuale realizzativa. Pignalosa va a sprazzi e Raskovic non trova continuità sotto le plance , la gara è in equilibrio anche se l’inerzia appare sempre essere ben salda nelle mani di Valentino e compagni. Il tempo si chiude con due liberi di Putignano che avvicinano la formazione sarda ad una sola lunghezza dalla capolista, 23-22. Difficile a questo punto lavorare sui contenuti per coach Vettese, egli richiama la sua truppa al basket già sciorinato in altre occasioni. La risposta è solo parzialmente soddisfacente. L’inizio della seconda frazione è molto complessa. Le due formazioni praticamente si annullano e non trovano la via del canestro per ben 3 lunghissimi minuti. Trionfo, Bertoldo e Pignalosa in una rapida successione allungano il divario tra i due team , 33 a 24 . Trionfo è ispiratissimo e concentrato, sarà il suo giorno, MVP senza ombra di dubbio , 24 punti realizzati , 70% da 2 punti e 50% da 3 punti. La Virtus comunque è in pieno controllo della gara ed il vantaggio oscilla sempre in una forbice intorno ai 10 punti fino all’ultimo giro di lancette della frazione. Cagliari va in lunetta con estrema sagacia tattica e mano a mano rosicchia il vantaggio. Il distacco è minimo all’intervallo lungo grazie ad un tiro di Putignano da oltre 8 metri, 45 – 41 . Dallo spogliatoio dopo la lunga pausa esce una Virtus concentrata e subito Valentino prende il controllo della situazione ben coadiuvato in cabina di regia da Emanuele Fontana. I due con tre triple portano via il Cassino dal mirino dei sardi. Cassino allunga, è il momento cruciale della gara. 62-52 al 6’ con uno scatenato Trionfo. Prove di fuga frustrate ancora una volta dalla truppa di Grandesso. 73-65 al termine della terza frazione. Per veder volare via la Virtus si deve attendere però il 5° minuto dell’ultima frazione di gioco. Ausiello piazza una bomba delle sue facendo esplodere di gioia il Palasport del Soriano . La Virtus TSB Cassino è in assoluto controllo dl match e Cagliari alza bandiera bianca. Spazio anche per i giovani virtusssini , Speranza e Scarpelli, con il primo che trova il tempo per mettersi in gran luce. Ora mente ed animo per la gara finale , il match dei match , la madre di tutte le partite contro la LUISS ROMA. Questa l’analisi di coach Simone Grandesso dell’Olimpia Cagliari : “Loro sono partiti forte, ma siamo riusciti subito a reagire e a tornare in partita. Nel finale però alcuni problemi di falli e l’oggettiva forza dell’avversario non ci hanno permesso di rimanere in partita fino alla fine. Gli infortunati dovrebbero essere a disposizione già per il derby, abbiamo preferito non rischiare Soro e Schiffini per la gara di oggi. Nonostante la sconfitta, ho rivisto un’Olimpia combattiva, ed era ciò che cercavo. Abbiamo giocato una buona partita e per tre quarti siamo stati all’altezza della capolista.” Coach Vettese invece è soddisfattissimo , “ Ci tengo a sottolineare che i miei ragazzi hanno saputo interpretare nel modo migliore il match, come io avevo chiesto loro, e questo è stato molto importante. Giusta la mentalità , giusto l’approccio e giusta l’intensità. Mai ho avuto l’impressione di poterla perdere questa partita, ma certo Cagliari è una grande squadra con rotazioni profonde che può mettere in grande difficoltà chiunque. Devo poi sottolineare come loro siano venuti qui con ben altro piglio rispetto alle loro ultime uscite e come abbiano giustamente voluto giocarsi le loro chance di piazzarsi meglio nella griglia play off. Noi adesso invece ci concentriamo con grande cura e voglia per la prossima partita contro la LUISS . Inutile dire e fare proclami. La gara è di per sé già foriera di stimoli ed allora dovrò gestire gli animi e le menti dei miei uomini”. Appuntamento dunque a sabato 12 aprile alle ore 18,00 presso il PalaLUISS . Si affrontano le due protagoniste di un’annata da incorniciare. E così da Roma giungono le dichiarazioni dell’allenatore luissino , coach Briscese . Coach Max Briscese infatti , al termine della partita, ha commentato così il successo della sua squadra: “Abbiamo superato anche quest’ostacolo della trasferta alla Tiber dove sapevamo che sarebbe stata una partita da non sottovalutare, ero consapevole che questa penultima giornata sarebbe stata per tanti motivi molto particolare, un po’ per la bravura degli avversari, un po’ per la particolarità del campo e anche perché magari la testa poteva essere rivolta inconsciamente alla sfida di sabato prossimo, ma diciamo che abbiamo fatto fatica a decollare all’inizio, poi però con il passare dei minuti ci siamo sciolti ed era importante creare un break per poi gestire gli ultimi quarti nel modo migliore. Penso che nel secondo quarto il vantaggio di 15 punti ci ha permesso di rientrare dagli spogliatoi con leggera tranquillità, poi abbiamo allungato nel secondo tempo, anche se la Tiber non ha mai mollato ed è stata partita vera fino alla fine. Adesso – conclude l’allenatore luissino – ci prepareremo al meglio per la gara con Cassino, con la prossima settimana che servirà per rivedere alcuni particolari, perché chiaramente il grosso è stato fatto nei mesi precedenti a questa sfida così delicata, che saremo pronti a giocare a viso aperto.” Già molto è stato fatto nei mesi scorsi è arrivato il momento , fuori i secondi !!!

Trionfo 24, Scarpelli, Bertoldo 16, Valentino 10, Fontana 6, De Monaco, Raskovic 14, Ausiello 9, Speranza 6, Pignalosa 11. All. Vettese OLIMPIA CA: Ganguzza 12, Manca 6, Putignano 20, Mastio 5, Pintor R. 23, Chessa 6, Cocco 4, Pintor M. 1, Margini. All. Grandesso PARZIALI: 23-22, 45-41 ( 22 – 19) , 73-65 ( 28 – 24 ) , ( 23 – 12 ) MVP : Trionfo Arbitri : Cassiano e Roberti di Roma