Giorno: 22 aprile 2014

22 aprile 2014 0

Coppia di fidanzati investita nel parco a Tarquinia, muore il 17enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non ce l’ha fatta il ragazzo investito da una Mercedes, ieri sera nel parco vicino al centro commerciale Top 16 a Tarquinia. Il giovane, Luca Perugini, 18 anni a settembre, era insieme alla sua fidanzata all’interno del parco quando entrambi sono stati investiti dalla vettura che, dopo aver sfondato la recinzione, è entrata nell’area verde. Entrambi i giovani sono rimasti feriti ma le condizioni di Luca sono apparse più gravi e, per questo, è stato elitrasportato al Gemelli di Roma dove nel pomeriggio di oggi è deceduto. Grave anche la ragazza ma le condizioni non farebbero temere per la sua vita. L’automobilista, un 22enne di Tarquinia, è stato indagato per omicidio colposo.

22 aprile 2014 0

Picchiata con un portacenere dal marito 86enne, muore a Roma donna di 81 anni di Frosinone

Di admin

Dopo due settimane di agonia è morta a Roma la donna di 81 anni di Frosinone colpita alla testa dal marito 86enne con un portacenere. I fatti risalgono alla sera del 5 aprile quando gli agenti della questura di Frosinone sono dovuti intervenire in un appartamento in via Aldo Moro dove hanno trovato la donna riversa a terra, con ferite al volto, e il marito in cucina in stato di shock. Immediatamente soccorsa l’anziana è stata trasportata in ospedale e sottoposta ad un delicato intervento prima di essere trasferita a Roma dove, il giorno di Pasqua, è deceduta. Il marito resta ricoverato nel reparto di neuropsichiatria di Frosinone in attesa di capire come la procura intenda agire nei suoi confronti.

22 aprile 2014 0

Senza lavoro, ex commerciante di Scauri si toglie la vita a 63 anni

Di admin

Si è tolto la vita all’interno del locale commerciale che aveva dovuto chiudere a causa della crisi. Nel primo pomeriggio di oggi, a ritrovare il corpo di M. T., 63 anni di Scauri di Minturno, ucciso per impiccagione, è stata la moglie. L’uomo viveva momenti di depressione causati dal disagio economico dovuto alla necessità di chiudere l’attività commerciale di prodotti etnici. Del caso se ne sono occupati i carabinieri di Formia e la Procura di cassino che ha disposto per domani l’ispezione cadaverica.

22 aprile 2014 0

Rapinava anziani ai bancomat a Terracina, arrestato 40enne

Di admin

Le sue vittime erano per lo più gli anziani che prelevavano soldi ai bancomat o ai bancoposta. In pochi giorni ha messo a segno diversi colpi prima che, questa mattina, i carabinieri lo arrestassero dopo una intensa indagine fatta con servizi di osservazione e pedinamenti. A finire in manette è stato un pregiudicato del luogo Falcone Marco 40enne nei confronti del quale emergono gravi e precisi indizi di colpevolezza. In particolare, l’Arma di Terracina ha attuato specifici servizi a seguito del verificarsi di una serie di rapine, avvenute nei giorni scorsi nel centro abitato di Terracina, le cui vittime avevano indicato quale autore un individuo di sesso maschile, il quale, a bordo di un’autovettura marca BMW di colore nero, risultata poi essere provento di furto, armato di coltello, si avvicinava alle vittime, preferibilmente anziane, e con minaccia si faceva consegnare le borse o il denaro che poco prima avevano prelevato presso gli sportelli Bancoposta e Bancomat. Ieri, coincidente con l’ultimo evento criminoso, i Carabinieri, data l’alta affluenza turistica, hanno intensificato i servizi predisponendo personale anche in borghese, al fine di poter meglio individuare sia il malfattore che l’autovettura da lui utilizzata. Tale attività di polizia ha consentito, alle 22circa della stessa serata di ieri 21 aprile, di individuare, nel piazzale adibito a parcheggio che si trova nei pressi del mercato coperto di Terracina, l’autovettura ricercata. Dopo una serie di servizi di osservazione e controllo, protrattisi per tutta la notte, alle 9 circa di questa mattina, i Carabinieri del NORM, hanno bloccato il prevenuto che si accingeva a salire a bordo dell’autovettura. Nel corso della contestuale perquisizione personale venivano rinvenuti, occultati nelle tasche dei pantaloni un coltello a scatto e una tessera postepay, risultata essere intestata ad una delle vittime delle rapine avvenuta ieri 21 aprile. Inoltre, nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti, degli oggetti e documenti appartenenti alle vittime delle rapine. In particolare, sono stati rinvenute tessere sanitarie/codice fiscale intestate a due delle vittime nonché un telefono cellulare anch’esso di proprietà di una vittima. L’uomo, oltre ad essere stato trovato in possesso di parte della refurtiva, è stato riconosciuto dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza dell’ufficio postale di Terracina, nei cui pressi era stata consumata una delle rapine. Il fermato è stato associato presso la casa circondariale di Latina.

22 aprile 2014 0

6 maggio, dal Michigan il piano industriale Fiat mentre a Cassino è cig continua

Di admin

Si preannuncia una riunione fiume quella del 6 maggio al quartier generale di Fiat Chrysler Automobiles, ad Auburn Hills , nel Michigan, quando Sergio Marchionne illustrerà il piano strategico del nuovo gruppo. Tutti gli occhi del mondo saranno puntati su Marchionne e il presidente John Elkann che apriranno i lavori alle 14,30 ora italiana. Ma soprattutto, gli occhi puntati saranno quelli degli stabilimenti italiani come Cassino, il cui futuro dipende proprio da quanto sarà comunicato in quella data: “C’è molta attesa da parte del mercato per la presentazione del business plan del Lingotto e questo gioca a favore dell’economia italiana – ha dichiarato Marino Fardelli, consigliere regionale del Lazio – C’è molta attenzione soprattutto nella sfida premium e ci si aspetta che lo stabilimento di Piedimonte San Germano diventerà ufficialmente il nuovo polo Alfa Romeo che consentirà ai lavoratori di tornare alle linee di montaggio”. A Cassino, infatti, c’è attesa per la nuova piattaforma che darà vita alla Giulia e anche all’Alfetta, due nomi storici per una berlina e un modello di tendenza come il Suv/crossover, entrambi inseriti nel progetto premium che darà battaglia ai rivali tedeschi. Intanto, oltre al piano industriale, ad avere un ruolo fondamentale nel rilancio dello stabilimento di Piedimonte San Germano e dell’indotto, anche il rifinanziamento della Legge Regionale 46 che, su proposta del consigliere regionale Marino Fardelli primo firmatario anche di un ordine del giorno adottato all’unanimità, “preparerà il tessuto industriale ed infrastrutturale a beneficio di tutta l’area Fiat”. E sono molte le società quotate a Piazza Affari che negli ultimi due mesi sono state alle prese con la realizzazione dei piani industriali. Prime fra tutte la Fiat: “Il piano che sarà comunicato a maggio, avrà un ruolo vitale nell’ambito dell’economia regionale perché lo stabilimento di Piedimonte San Germano, attraverso l’indotto, coinvolge tutto il territorio e migliaia di addetti. Cassino dovrà tornare ad essere un polo industriale d’eccellenza avendo le capacità produttive per poter rispondere alle importanti sfide di un mercato sempre più esigente” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli, capogruppo Udc alla Regione Lazio.

22 aprile 2014 0

Ciclista di Cervaro investito davanti il casello A1 di San Vittore, denunciato 20enne

Di admin

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno denunciato un 20enne di Napoli per lesioni personali colpose, omissione di soccorso e fuga a seguito di sinistro stradale. Ieri mattina il giovane in seguito di incidente stradale sulla S.R.430 all’altezza del Casello A/1 di San Vittore del Lazio, mentre era alla guida della propria utilitaria, non ha prestato soccorso ad un ciclista di Cervaro. A seguito dell’impatto, il ciclista riportava lesioni giudicate guaribili in gg.15 s.c. dai sanitari dell’ospedale civile di Cassino.

22 aprile 2014 0

Scontro tra camion a Ceprano, un ferito grave. Autostrada chiusa al traffico per almeno due ore

Di admin

Tre camion sono rimasti coinvolti in un incidente stradale, oggi pomeriggio alle 15 circa, sull’autostrada Roma Napoli, direzione sud, tra i caselli di Ceprano e Pontecorvo. Sul posto, glia genti della polizia stradale della Sottosezione di Cassino, i vigili del fuoco e gli operatori del 118 che hanno chiesto l’intervento di una eliambulanza. Uno dei tre autotrasportatori, infatti, ha riportato ferite giudicate molto gravi e, per questo, è stato necessario elitrasportarlo a Roma. Fin dal primo momento dell’impatto la strada è rimasta chiusa al traffico che ricomincerà a scorrere non appena le corsie saranno liberate dai rottami dei veicoli.

22 aprile 2014 0

Trovato morto con coltello da cucina nel petto a Veroli, ipotesi suicidio

Di admin

Un uomo di 57 anni è stato trovato cadavere, con un coltello da cucina nel petto, questa mattina, nel box auto della sua casa a Veroli. A rinvenirlo sono stati alcuni parenti che hanno lanciato l’allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri comandati dal capitano Antonio Contente, e i colleghi del reparto operativo del comando provinciale di Frosinone. Nonostante la dinamica di quello che inizialmente lasciava ipotizzare ad un omicidio, sul posto gli investigatori non avrebbero trovato elementi per confutare colpevolezze di altre persone. Per questo si propende per il suicidio. L’uomo era divorziato e psicologicamente instabile.

22 aprile 2014 0

Autostrada, tamponamento a catena ad Anagni. Coinvolte 10 automobili

Di admin

Una decina di macchine sono rimaste coinvolte, questa mattina poco dopo le 10.30, in un tamponamento a catena che si è verificato sull’autostrada Roma Napoli al chilometro 605 in direzione nord nel territorio di Anagni. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Frosinone per fronteggiare il momento pericolosamente caotico che si è venuto a creare. Tra i convolti, solo due feriti lievi e traffico rallentato.

22 aprile 2014 0

Suggestiva fiaccolata ha aperto la processione del Venerdì Santo a Ceccano

Di admin

Bagno di folla per la solenne processione ceccanese del Venerdì Santo. La comunità fabraterna, con le autorità civili e religiose in testa, ha sfilato in modo composto e devoto lungo le strade del centro storico. Suggestiva la fiaccolata in apertura del corteo. La processione vera e propria è iniziata alle ore 20 con il trasporto della statua della desolata, a cura dei confratelli e consorelle della buona morte. Nella tradizione, tramandata nel tempo, la statua usciva dal grande portone della sede dell’oratorio, nel retro della chiesa di San Nicola, alla presenza di centinaia e centinaia di confratelli e consorelle che indossavano il vestito proprio della confraternita con cappuccio calato. Nel suo spirito originario, questo evento, atteso ogni anno, con grande trepidazione da centinaia di fedeli, è essenzialmente una “processione penitenziale in canto” in cui un ruolo intenso e determinante viene affidato al “Canto Corale” eseguito dalle confraternite e dai cori, definito per secoli , , . Al clamore della tradizione quest’anno ha fatto eco anche il palinsesto Rai. La presentazione dell’evento è avvenuta venerdi mattina all’interno della trasmissione UNO MATTINA andata in onda alle 8. Nell’ambito delle tradizioni popolari legate alle celebrazioni della Pasqua e alla presenza di noti volti del giornalismo nazionale, è stato mandato un filmato di repertorio della processione del Venerdì Santo con tanto di dettagli storici correlati alla tradizione ceccanese in merito all’evento molto sentito dalla comunità fabraterna. “E’ commovente constatare come anche quest’anno l’appuntamento con la tradizione religiosa sia stata rigorosamente rispettata dalla comunità fabraterna- afferma il sindaco Manuela Maliziola che aggiunge – si tratta di un momento di preghiera e raccoglimento molto forte e suggestivo. Un bagaglio culturale, storico e religioso da trasmettere intatto nelle sue forme tradizionali alle nuove generazioni”. Un momento importante del tessuto culturale della comunità che l’Amministrazione Comunale ha voluto suggellare quest’anno con la stampa dei canti sacri preceduto da un breve excursus storico della processione del Venerdi Santo. Anche quest’anno, da ben ventitre anni, il Maestro Luigi Micheli, ha arricchito la processione con l’allestimento di una suggestiva fiaccolata di tre grandi Croci posizionate presso viale della Libertà nello spazio antistante la villa comunale, che raffigurano il calvario di Cristo. La grande croce centrale è stata illuminata da una serie di fiaccole romane, mentre le due croci laterali, accese con piccoli lumini votivi rossi sono racchiuse in due grandi cerchi in ferro, accesi al momento del passaggio del Cristo Morto, creando un momento di altissima suggestione collettiva.