Evangelista (FI): “La Polizia locale è allo sbando, il sindaco dovrebbe dimettersi”

14 aprile 2014 0 Di redazionecassino1

«Il corpo dei Vigili Urbani della Polizia Locale di Cassino è allo sbando completo: il sindaco Petrarcone dovrebbe dimettersi per quanto è accaduto». A lanciare l’accusa al primo cittadino della città martire invitandolo ad abbandonare la fascia tricolore è il capogruppo di Forza Italia Franco Evangelista. «La situazione venutasi a creare all’interno del Comando – tuona il consigliere comunale – è lo specchio della cattiva gestione dell’Amministrazione Petracone». Argomenta il capogruppo di Forza Italia: «Il comando di Polizia locale della città di Cassino, una volta fiore all’occhiello di quest’Amministrazione con ben 23 mila multe redatte fino al 31 dicembre del 2013, ora è stato “smantellato”. Allo stato attuale non c’è un Comandante. Con la determina dello scorso 31 marzo a firma del dirigente del sesto settore Luca Alteri, il Comune prende atto della rinuncia dell’incarico da parte del vice comandante Nardone, e così ad oggi, la Polizia Locale non ha una guida. Fino al 15 maggio la reggenza spetta al dirigente del sesto settore Luca Alteri». Evangelista è quindi categorico nel mostrare pollice verso nei confronti della Giunta e della maggioranza che sostengono il sindaco Petrarcone. «Si ha l’impressione – spiega il numero uno di Forza Italia – che la città sia governata da un commissario prefettizio sostenuto da un governo “ombra” che si occupa dell’ordinaria amministrazione, ma non ha progetti e programmi di sviluppo per il futuro della città. La cosa grave – rincara il forzista tra il serio e il faceto – è che Petrarcone non ha neanche la capacità dei commissari prefettizi di riuscire a far fronte all’ordinaria amministrazione della città, figurasi se da questa maggioranza possiamo aspettarci un progetto di sviluppo per il futuro della città e dell’intero territorio. La vicenda venutasi a creare all’interno del corpo della Polizia Locale è emblematica del fallimento di Petrarcone, anzi è esattamente lo specchio della sua amministrazione: non assumere decisioni importanti – vedi, tra le altre cose, la nomina del vice sindaco – ma amministrare “alla giornata”. La vicenda dei vigili urbani è ancor più grave se si pensa che quest’amministrazione aveva fatto della legalità uno dei suoi cavalli di battaglia. Altro che vento del cambiamento – conclude Evangelista – la Giunta è impantanata: se questi due anni e mezzo sono stati l’anteprima del “meglio che deve ancora venire”, invito Petrarcone e compagni a fermarsi quì. I cassinati meritano ben altro “meglio”, e ben altri amministratori».