Giorno: 3 maggio 2014

3 maggio 2014 0

Crolla il palatenda a Fiuggi, 800 persone evacuate appena in tempo. Tragedia sfiorata

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Crolla il palatenda di Fiuggi. La struttura, appesantita da una bombva d’acqua, è crollata non appena evacuata dai partecipanti ad una manifestazione sportiva. Erano da poco passate le 17 quando all’interno, la protezione civile, ha apito che qualcosa non andava per il verso giusto e, sul posto, sono arrivati anche gli agenti di polizia del commissariato. E’ quindi iniziata l’evacuzione di circa 800 persone e, non appena ultimata, un boato ha confermato la fondatezza dei timori. La cupola centrale, sotto il peso dell’acqua, è crollata proprio sul punto in cui, fino a pochi minuti prima, si stavano esibendo gli atleti. Ancora pochi minuti e il crollo e il panico avrebbero potuto essere causa di una tragedia.

 

3 maggio 2014 0

La Polizia Stradale di Cassino blocca tre uomini di origine rumena e recupera 500 chili di rame

Di admin

Provenivano probabilmente dalla Toscana dove la notte prima avevavo rubato 500 chili di cavi di rame i tre cittadini di origine rumena bloccati alle prime ore di questa mattina dai poliziotti della sottosezione Polizia Stradale di Cassino. La pattuglia, impegnata nei servizi di vigilanza autostradale predisposti in occasione del ponte del 1° maggio, intercetta il veicolo, con targa straniera, all’altezza di Cassino e lo ferma in una piazzola per un normale controllo. Gli agenti identificano gli occupanti e poi spostano la loro attenzione al mezzo: aperto il cofano trovano, accuratamente nascoste, numerose matasse di rame costituite da fili tagliati ed arrotolati su se stessi. I cavi, di diversa lunghezza e sezione, sono del tipo utilizzato per il trasporto della corrente ad alta tensione e sul circuito del mercato illegale avrebbero fruttato un ricavo di oltre 5000 euro. I tre uomini, di un’età compresa tra i venti ed i ventotto anni, vengono quindi denunciati per il reato di ricettazione e sono in corso ulteriori accertamenti per appurare se il prezioso metallo sia stato sottratto dai sistemi di connessione delle reti di trasporto locale e nazionale.

3 maggio 2014 0

Aggredisce la madre con un martello, a Norma donna salvata dai carabinieri

Di admin

Ormai la convivenza con il figlio era diventata impossibile. M.M. 40 anni pregiudicato di Norma era diventato l’incubo della madre 56enne che ha trovato il coraggio e denunciato il figlio per maltrattamenti. A convincerla sarebbe stato l’ennesimo gesto di violenza quando l’uomo, per convincerla ad elargire soldi, l’avrebbe minaccia con un martello, prima e con un coltello poi. All’arrivo dei carabinieri, nonostante la presenza degli uomini in uniforme, si è scagliato contro la donna provocandole lesioni prima di essere fermato ed immobilizzato. Le manette, quindi, sono scattate con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

 

3 maggio 2014 0

Indagano per maltrattamenti, scoprono un pusher. Sequestrati a Formia 400 gr di marjuana

Di admin

Indagando per maltrattamenti in famiglia, gli agenti di polizia del commissariato di Formia si sono imbattuti in uno spacciatore. A finire in manette è stato Giuseppe Giordano, 41 anni di origine campana, ma residente a Formia con la madre. L’uomo si era reso protagonista di atti violenti nei confronti della ex fidanzata campana, ma anche della madre. Per questo gli uomini del vice questore Paolo Di Francia, lo mantenevano d’occhio fino a quando, questa mattina non hanno effettuato una perquisizione domiciliare nella casa della madre che lo ospitava continuando a subire minacce, rinvenendo in un locale nelle disponibilità dell’uomo, circa 400 grammi di marijuana. Inevitabile, a quel punto, il sequestro e l’arresto considerando che, l’uomo, aveva già precedenti per droga. Er. Amedei Foto Giuseppe Miele

3 maggio 2014 0

Il comune di Frosinone paga debiti per 16 milioni, l’assessore Mastrangeli: “Salvati 1000 posti di lavoro”

Di admin

Sedici milioni di euro sono i debiti pagati dalla pubblica amministrazione di Frosinone nel corso del 2013 anticipando i tempi di due mesi. Si tratta di debiti dell’Ente comune verso imprese e fornitori. Secondo uno screening effettuato dalla camera di commercio di Frosinone, le aziende che ne hanno beneficiato sono 350 che danno lavoro ad oltre mille persone del territorio.

“L’Amministrazione Ottaviani  – ha commentato l’Assessore alle Finanze e al Bilancio Riccardo Mastrangeli – ha compreso il momento drammatico che il tessuto economico del territorio stava vivendo e ha fatto in pieno la propria parte, iniettando nel circuito economico denaro liquido che ha permesso a molte aziende in difficoltà di respirare e di riprendere a vedere il futuro con una certa serenità. E’ una boccata d’ossigeno per tantissime imprese che consentirà di dare un’iniezione di fiducia ad un sistema economico asfittico e che, speriamo, possa dare un impulso sempre maggiore al mercato del lavoro”.

3 maggio 2014 0

La tempesta di telefonate fino… alla denuncia. 36enne nei guai a Maenza

Di admin

Si era invaghito di uan concittadina e l’aveva tempestata di telefonate fino a quando non è scattata la denuncia. La giovane ha raccontato ai carabinieri di quei tentativi di approcci telefonici fatti da un 36enne di Maenza che non le dava tregua. Una breve indagine ha permesso ai militari di verificare quanto raccontato dalla ragazza, per qeusto è scattata la denuncia per molestie telefoniche.

3 maggio 2014 0

Cavallo imbizzarrito, poliziotti cowboy sull’Aurelia a Tarquinia

Di admin

Un cavallo imbizzarrito ha seminato il panico sulla via Aurelia nei pressi dello svincolo per Tarquinia. A lanciare l’allarme sono stati alcuni automobilisti che hanno segnalato la presenza dell’irrequieto equino innervosito dall’intenso traffico del Primo Maggio. In pericolo, oltre la sua incolumità, anche gli automobilisti. Per questo il personale della Squadra Volante del commissariato di Tarquinia, giunto sul posto, oltre a rallentare il traffico mettendo in sicurezza il tratto di strada su cui c’era il cavallo, ha provveduto, con l’ausilio di una corda, a condurre l’animale fuori dalla carreggiata senza che si ferisse. L’intervento di una guardia zoofila ha permesso, poi, tramite il microcip, a rintracciare il proprietario dal quale era scappato e riaffidarlo

3 maggio 2014 0

Trofeo delle Province – Kinderiadi 2014: Latina e Roma 1 campioni

Di redazionecassino1

Si sono svolte nella splendida cornice del palazzetto dello sport di Atina le “Kinderiadi 2014” il torneo di volley delle Province 2014. Tante le formazioni presenti all’evento ed una folta partecipazione di pubblico. Senza mai abbassare la guardia e grazie a un grande gioco corale Latina nel femminile e Roma 1 nel maschile hanno conquistato il Trofeo delle Province – Kinderiadi 2014. Le due selezioni hanno suonato lo spartito a proprio piacimento, grazie a due partite di grande caratura tecnica e caratteriale in un palazzetto dello sport di Atina gremito in ogni ordine di posto. Sono state due gare di grande livello per intensità, gioco e capacità tecnica, merito ai ragazzi tutti, merito ai selezionatori per l’ottimo lavoro svolto in questi anni. Il Trofeo delle Regioni rimane un momento di verifica, ma anche di festa per i ragazzi e le varie delegazioni provinciali. E proprio questa edizione 2014 ci proietta ai grandi eventi sul nostro territorio come la gara di World League maschile, Italia-Polonia, l’8 giugno al Foro Italico e il Campionato Mondiale femminile al PalaLottomatica dal 23 al 28 settembre con le azzurre di Bonitta protagoniste.

Tornando al campo la finale femminile è stata un vero monologo con Latina che ha giocato in maniera esemplare in tutti i fondamentali e spinto sull’acceleratore dall’inizio alla fine. La vittoria è il frutto di un lavoro nel tempo, un Trofeo senza sbavature e di grande intensità, che torna a Latina dopo 10 anni. In classifica generale Roma 2 ha conquistato il terzo posto grazie alla vittoria per 2-0 ottenuta nella finalina su Viterbo.

Nel maschile il Trofeo parla ancora romano, per l’ennesimo anno la compagine della Capitale si è aggiudicata la competizione, battendo in finale i padroni di casa per 3-0. Una squadra guidata in maniera sapiente da Lorenzo Di Bello, Roma è stata brava e cinica nei momenti fondamentali del match, Frosinone dopo una buona partenza si è sciolta, lasciando strada libera ai romani che non hanno più prodotto gioco e punti, un match che da metà del primo set ha preso la strada della Città Eterna. La medaglia di bronzo è andata a Latina che nella finalina ha sconfitto per 2-1 Roma 2, partita molto avvincente soprattutto nel secondo set quando la compagine romana ha recuperato uno svantaggio di 5 punti, pareggiando così i conti. Ma nel terzo Latina ha ripreso la giusta marcia e chiuso in maniera agevole.

La cronaca delle finali Nel primo set partenza lanciata di Latina che imprime subito un grande ritmo al servizio e in attacco. Dall’altra parte Roma ha il freno a mano tirato, non riesce a esprimere il proprio potenziale, fallosa e lenta nella fase di costruzione, non bene neanche in cambiopalla. Le pontine prendono il largo, così in 20’ chiudono per 25-9. Secondo set praticamente fotocopia del primo con Latina in grande spolvero in fase punto, battuta pungente e attacco micidiale, ma molto bene anche in cambiopalla, Roma non riesce proprio ad entrare in partita, fallosa in ricezione e attacco, ne nasce così un match a senso unico con le ragazze in maglia gialla che annullano il gioco avversario, il gruppo per lo più di ragazze provenienti da Sabaudia e Terracina si mostra granitico in tutti i fondamentali, molto coeso dal punto di vista caratteriale, nasce così il 25-5. Nel terzo Roma ha provato a rialzare la testa e a invertire la tendenza, Latina invece ha mantenuto un ritmo di gioco molto alto, soprattutto in battuta e nei fondamentali di prima linea. Sul 21-16 le ragazze di Di Filippo hanno recuperato qualche lunghezza grazie al servizio e al muro, la rincorsa però è partita troppo tardi, Latina ha amministrato e chiuso per 25-19, siglando il 3-0.

Nella finale maschile Frosinone parte bene, ritmo alto e precisione in tutti i fondamentali. Spinti dall’entusiasmo i ragazzi di Luigi Russo giocano una buona pallavolo, ma Roma 1 non sta a guardare e rimane in scia, poi a poco a poco la stessa squadra di Lorenzo Di Bello prende coraggio e spinge sull’acceleratore, ne nasce un set molto avvincente. Frosinone cala alla distanza, mentre Roma è più precisa in fase punto, registra il muro e anche il cambiopalla si esprime su buoni livelli, così conquista il primo parziale per 25-18. Nel secondo Roma mantiene alto il livello di gioco, bene nelle varie rotazioni mentre Frosinone non riesce a ripetersi. I romani prendono il largo grazie a un buon vantaggio che poi verrà mantenuto per tutto il parziale. Nel terzo merito di Roma che non ha mai abbassato la guardia, continua a “martellare”, Frosinone prova a riaprire i giochi e tornare in partita, alzando il ritmo in battuta, ma Roma è abile a non cadere nel tranello, così può chiudere a proprio favore i giochi.

Presenti i cinque presidenti provinciali Luciana Mantua (Frosinone), Claudio Martinelli (Roma), Roberto Maiolati (Rieti), Roberto Centini (Viterbo), Massimo Moni (Latina). I consiglieri regionali: Antonella Ferrari, Lino Magionami, Mario Mazzini. Il consiglio provinciale di Frosinone tutto. Riccardo Viola (presidente CONI Lazio), Massimo Mignardi (Delegato CONI Frosinone), Gianrio Rossi (Fiduciario CONI Sora). Mario Abruzzese (Consiglio Regionale Lazio), Silvio Mancini (Sindaco di Atina), Giuseppe Patrizi (Commissario Provincia di Frosinone).

Femminile Semifinali: Latina – Viterbo 2-0 (25-17, 25-13), Roma 1 – Roma 2 2-1 (22-25, 25-15, 15-12) Finale 5-6 posto: Frosinone-Rieti 2-1 (25-20, 25-27, 15-8) Finale 3-4 posto: Roma 2-Viterbo 2-0 (25-20, 25-20) Finale 1-2 posto: Latina- Roma 1 3-0 (25-9, 25-5, 25-19)

Maschile Semifinali: Frosinone – Latina 2-0 (25-21, 25-21); Roma 1-Roma 2 2-0 (25-19, 25-22) Finale 5-6 posto: Rieti- Viterbo 2-1 (25-18, 20-25, 15-9) Finale 3-4 posto: Latina-Roma 2 2-1 (25-17, 27-29, 15-5) Finale 1-2 posto: Roma 1- Frosinone 3-0 (25-18, 25-12, 25-20) F. Pensabene Foto A. Ceccon

3 maggio 2014 0

Intasca 500 euro per coprire una irregolarità da 7mila in cantiere, Ispettore sanitario in manette a Trastevere

Di admin

I Carabinieri della Stazione Roma Bravetta hanno arrestato, lo scorso 28 aprile, per concussione, un operatore addetto ai servizi di prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro della ASL Roma D. L’uomo, di 39 anni, romano, incensurato, aveva appena ricevuto “una mazzetta” da 500 euro, in contanti, da un imprenditore romano di 56 anni, per evitargli una multa salatissima. L’operatore dell’ASL si era recato, per dei controlli, in un cantiere, in zona Bravetta, dove l’imprenditore stava effettuando dei lavori edili, riscontrando delle irregolarità che avrebbero comportato al titolare dell’impresa sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a 7 mila euro. L’ispettore dell’ASL ha subito fatto capire che la multa poteva essere evitata in cambio di 1000 euro in contanti, scontati poi a 500. Una volta concordato l’appuntamento per la consegna del denaro, l’imprenditore si è recato dai Carabinieri di Bravetta per denunciare tutto. Così all’appuntamento, in via Casetta Mattei, luogo designato per la consegna del denaro, si sono presentati anche i Carabinieri in borghese che hanno arrestato il dipendente dell’ASL RM D non appena ha intascato i soldi. Dopo l’arresto l’uomo è stato associato al carcere di Regina Coeli e dopo l’interrogatorio di garanzia è stato condotto agli arresti domiciliari dove ora si trova. Dovrà rispondere del reato di concussione. I soldi recuperati dai militari sono stati riconsegnati all’imprenditore. Le indagini dei Carabinieri proseguono per accertare se il dipendente pubblico si sia reso responsabile di episodi analoghi. A tal proposito, qualora vi fossero, altri imprenditori rimasti vittime di abusi simili, nella zona, sono invitati a segnalarli ai Carabinieri della Stazione Roma Bravetta.

Foto repertorio