Giorno: 10 maggio 2014

10 maggio 2014 0

Morte sul lavoro, Dopo due anni scatta il sequestro della Plasmon di Latina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Stabilimento Palsmon di Latina sotto sequestro ad opera dei carabinieri che hanno eseguito un decreto disposto dalla Procura. Il provvedimento scaturisce dagli esiti di una indagine di polizia giudiziaria svolta dai carabinieri in seguito ad un incidente mortale sul lavoro avvenuto il 26 ottobre 2012. In quella circostanza perse la vita l’operaio di una ditta esterna impegnato in lavori di manutenzione quale la sostituzione di un neon all’interno di un seminterrato di servizio. Secondo le indagini svolte sarebbero state omesse di attuare idonee misure di protezione e prevenzione antincendio nelle aree di deposito e stoccaggio di materiale combustibile, nonché la fornitura di certificazioni di conformità dei lavori eseguiti. Per questo, inoltre, sono state ravvisate responsabilità penali a carico penali nei confronti dell’Amministratore.

10 maggio 2014 0

“I Giorni della Libertà”, gli eventi per celebrare il 70esimo della Liberazione a Formia

Di admin

Sant’Erasmo e San Giovanni insieme. Fede e senso d’appartenenza, simbolo di una città che si stringe nel ricordo di una delle pagine più nere della sua storia. Il corteo con le statue dei due Santi patroni, in programma il prossimo 18 maggio, è l’appuntamento clou del calendario di eventi promosso dall’amministrazione comunale per celebrare il 70esimo anniversario della Liberazione di Formia dall’occupazione nazifascista. Mostre, dibattiti, cineforum, teatro, concerti musicali. Il programma è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala Ribaud del Comune alla presenza del Sindaco Sandro Bartolomeo, del Vicesindaco Maria Rita Manzo e di alcune delle tanti associazioni che hanno contribuito all’organizzazione degli eventi.

Era il 18 maggio del 1943 quando le truppe alleate liberarono la città dall’occupazione nazi-fascista. Per i formiani fu la fine di un incubo, iniziato nel settembre del 1943 con la firma dell’armistizio e proseguito nei mesi successivi in concomitanza con l’apertura del fronte di Cassino. Bombardamenti, fame, gelo, eccidi, deportazioni di massa. Il bilancio finale fu pesantissimo: in una città di appena 11 mila abitanti (tanti ne contava Formia nel 1943) persero la vita 1412 civili. Imprecisato il numero dei dispersi, circa 1000 gli invalidi permanenti.

Il ricordo è ancora vivo. In chi sopravvisse ed oggi può raccontare e in chi, nato dopo la guerra, seppe di quei tragici fatti dalla narrazione di familiari ed amici, di chi per tutta la vita dovette fare i conti con il dolore della memoria. Il programma rispetterà quel sentimento, conservando rigore e compostezza.

Alla data della Liberazione sarà dedicata anche una strada. Venerdì 16 si terrà il Consiglio Comunale che intitolerà al “XVIII maggio” l’ex via del Macello, nel quartiere di Mola. Il primo bombardamento avvenne a pochi metri da lì, nei pressi di piazza Risorgimento. Era il 10 settembre del 1943. La cerimonia di intitolazione si terrà invece il 18 maggio alle ore 11.

Alle vittime militari e civili del conflitto sarà poi dedicata una lapide da scoprire sulla facciata del palazzo comunale.

All’interno del calendario di eventi, intitolato “I Giorni della Libertà”, è inserita anche l’attesa inaugurazione della Villa Comunale ristrutturata che si terrà il 16 maggio dopo il Consiglio Comunale. Per l’occasione si esibirà in concerto la Banda “U. Scipione Città di Formia”.

La cerimonia vera e propria del 70esimo si terrà domenica 18 maggio. Alle 17 si terrà una Santa Messa in Piazza Santa Teresa, celebrata dall’Arcivescovo, Mons. Fabio Bernardo D’Onorio alla presenza di tutti i parroci della città. L’evento sarà onorato dalla presenza delle statue dei Santi patroni. “Dal 2000 – ha ricordato il Sindaco Sandro Bartolomeo nel corso della conferenza stampa – è istituita la tradizione secondo cui ogni cinque anni i Santi si riuniscono in una processione unica. Vista la straordinarietà della ricorrenza di quest’anno, abbiamo pensato di anticipare l’evento, raccogliendo l’entusiastica adesione del Vescovo e dei parroci. Credo che la città apprezzerà. Nel momento in cui ricordiamo da un lato la gioia della liberazione, dall’altro le sofferenze della guerra, la presenza dei Patroni rende tutto ancora più coinvolgente”.

Le statue dei Patroni partiranno in corteo dalle Chiese di Sant’Erasmo e San Giovanni convergendo verso piazza Santa Teresa con due percorsi autonomi. Al termine della celebrazione eucaristica, si terrà la cerimonia civile in Piazza della Vittoria, alla presenza del Sottosegretario alle Riforme costituzionali e Rapporti con il Parlamento Sesa Amici, del Prefetto, del Questore e di tutte le autorità militari e civili del territorio. Ci saranno anche i Sindaci delle città limitrofe (tra cui anche quello di Cassino) e il primo cittadino di Latina, invitato in rappresentanza del Comune capoluogo. Alle 20.30 il concerto dei “Ciociarian Brass”, ensemble di ottoni di straordinario livello.

Per la giornata del 18, il Circolo Filatelico “Marco Tullio Cicerone” (presente alla conferenza stampa) curerò un annullo di posta speciale.

Interessantissime anche le esposizioni, come quella che parte oggi alla delegazione comunale di Maranola (“Reperti dell’ultima guerra mondiale”), le mostre fotografiche promosse dall’associazione Mola (avvio il 15 maggio, ore 19, alla torre di Mola) e da Vincenzo Filosa (“Il Golfo durante la Seconda Guerra mondiale”, in collaborazione con la sezione di Maranola dell’Associazione Nazionale Combattenti Reduci) e la mostra permanente di cartoline storiche a cura di Renato Marchese e Salvatore Bartolomeo (torre di Mola, a partire dal 15 maggio). Da non perdere anche i dibattiti e i momenti di condivisione, come il 15 maggio alle ore 17 presso la Torre di Mola dove si terranno letture sulla Formia del periodo a cavallo tra gli anni ’30 e ‘50. Sarà possibile intervenire raccontando i propri ricordi.

10 maggio 2014 0

Calcio, tutto pronto per l’incontro play off Frosinone Salernitana. La Questura mette a punto il piano sicurezza

Di admin

Si è svolto questa mattina l’ultimo tavolo tecnico in Questura per definire i dettagli del piano di sicurezza predisposto per l’attesa partita Frosinone – Salernitana. In una nota della questura si legge: “Tutte le forze di polizia che concorreranno nei servizi di ordine e sicurezza pubblica hanno condiviso le linee tecniche operative del dispositivo di sicurezza che prevede il precipuo impiego di ognuno di loro. Pianificati i servizi per l’accoglienza ed il trasferimento dei tifosi ospiti allo stadio ed ogni altro aspetto perché tutto possa svolgersi nel rispetto delle regole e senza incidenti. Tutto sarà improntato al più rigoroso rispetto dell’ordine e della legalità perché il tanto atteso evento sia occasione per offrire ai tanti appassionati di calcio un pacifico momento sportivo. Proprio per tale motivo è consigliabile che i tifosi locali raggiungano lo stadio Matusa in tempo utile per le successive operazioni di accesso evitando inutili e sconvenienti ritardi”.

10 maggio 2014 0

Ricatto sessuale, costringe al ex ad incontri segreti sotto la minaccia di raccontare tutto alla figlia minorenne

Di admin

Costretta per anni ad incontrarsi con l’ex compagno per evitare che rivelasse alla figlia minorenne, all’oscuro di tutto, la storia d’amore avuta con lui e terminata ormai dal 2011. E’ quanto accaduto ad una donna di 42 anni del frentano che, esasperata da una situazione divenuta insostenibile, ha chiesto aiuto ai Carabinieri del posto mettendo fine così alle sue sofferenze. La scorsa mattina, su disposizione della Procura di Lanciano, i militari dell’Arma hanno eseguito nei confronti dell’uomo, abitante a Lanciano, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di atti persecutori. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal G.I.P. del Tribunale di Lanciano, Dott.ssa Marina Valente, su richiesta del Pubblico Ministero Dott.ssa Rosaria Vecchi. Come ricostruito dagli uomini dell’Arma la donna, nel 2011, aveva messo fine alla storia d’amore con il 39enne che però non l’aveva presa bene. Da quel momento l’uomo, nel tentativo di convincerla a tornare insieme, aveva iniziato a tormentarla con telefonate e messaggi senza però ottenere i risultati sperati. Per queste ragioni l’aveva minacciata di far sapere tutto a sua figlia che, fino ad allora, non aveva sospettato affatto che la madre avesse un nuovo compagno dopo la separazione dal padre. Iniziano così, anche se in modo saltuario, una serie di incontri tra i due che vanno avanti fino a Marzo 2014 quando la 42enne, al culmine della sopportazione, decide di troncare definitivamente ogni tipo di rapporto con lui. Ma la situazione, inaspettatamente, si complica perché il 39enne cerca in tutti i modi di riconquistarla e per fare questo , oltre a tormentarla e perseguitarla con le consuete telefonate e i numerosi messaggi, si apposta sotto casa sua ed avvicina la figlia minorenne presentandosi come il fidanzato della madre. Ad Aprile la donna decide di rivolgersi ai Carabinieri e scatta, così, la prima denuncia a piede libero nei suoi confronti. Ma il 39enne non si perde d’animo e continua a perseguitare la donna arrivando perfino a fare dei regali alla figlia ormai sempre più spaventata dai suoi comportamenti. L’uomo non smette mai di seguirle e in un’occasione, mentre madre e figlia sono dal pediatra, piomba all’improvviso nello studio medico nel tentativo disperato di mostrarsi preoccupato per le condizioni di salute della giovane. Scatta quindi la seconda denuncia a piede libero da parte dei Carabinieri e l’immediato intervento dell’Autorità Giudiziaria di Lanciano che, per tutelare le parti offese, emette il provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo disponendo il suo arresto e la successiva traduzione in carcere.

10 maggio 2014 0

Incidente mortale in A1 tra Valmontone e diramazione Roma Sud

Di admin

Alle ore 11,15 circa sull’autostrada A1 Milano- Napoli nel tratto tra il bivio A1-Diramazione Roma Sud e Valmontone in direzione Napoli, è avvenuto un incidente all’altezza del km 584+200 in cui sono rimaste coinvolte due autovetture. Una persona è deceduta e altre due sono rimaste ferite. Attualmente il traffico e` bloccato per consentire le operazioni di soccorso e si registrano circa due chilometri di coda. Sul luogo dell’evento, oltre al personale della Direzione 5° Tronco di Fiano Romano, sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi meccanici e sanitari. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i notiziari “my way” in onda sul canale 501 di SKY Meteo24; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving nelle aree di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21.