Giorno: 11 maggio 2014

11 maggio 2014 0

Scontro frontale a Latina, muore una 60enne, grave un’altra donna incinta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

 Una donna di 60 anni di Latina è morta, una seconda, incinta è in gravi condizioni insieme ad un terzo ferito. E’ queto il drammatico bilancio di un incidente stradale avvenuto questa sera alle 20 circa in via Carrara a Latina Scalo. A scontrarsi sono state tre vetture due delle quali frontalmente. A causare il sinistro è stata l’invasione di Corsia di una utilitaria guidata da un giovane rimasto ferito gravemente che ha colpito una Citroen sulla quale viaggiava una donna al sesto mese di gravidanza e D.F. 60anni di Latina. Per quest’ultima non c’è stato nulla da fare, è morta sul colpo. La donna incinta, invece è stata trasportata al Santa Maria Goretti nel disperato tentativo di salvarla e, con lei, anche il bambino. Sul posto gli agenti della polizia stradale e i vigili del fuoco oltre a due ambulanze del 118.

11 maggio 2014 0

Corpo di donna nel fiume a Ceprano, salma trovata da pescatori nel Liri

Di admin

E’ stato un gruppo di pescatori che, qualche minuto prima delle 19, hanno notato il corpo di una donna nel fiume liri nei pressi della diga dell’Enel a Ceprano. Immediatamente qualcuno di loro ha chiamato i carabinieri e, poco dopo, anche due squadre di vigili del fuoco, di cui una fluviale, erano sul posto ed hanno provveduto al recupero della salma di cui, al momento, non si conosce ancora l’identità.

11 maggio 2014 0

Calcio – Vince fuoricasa e senza tifo all’ultima giornata, il Cassino promosso in Eccellenza. Festa in piazza

Di admin

Dopo quattro anni la squadra del Cassino torna nel calcio dilettantistico che conta, nell’Eccellenza e ora l’obiettivo della società e arrivare alla serie D. La promozione è arrivata all’ultima giornata, fuori casa e senza tifo amico, contro un Sermoneta che è tra le protagoniste del campionato. Una partita da ultima spiaggia per i cassinati che se avesse perso sarebbe rimasti fuori anche dai play off. In due punti, 58-60, c’erano quattro squadre e unpasso falso avrebbe significato vanificare tutti gli sforzi di una stagione. Un clima prepartita, difficile da reggere anche per via della decisione presa dal prefetto di Latina, appena venerdì, di vietare la vendita dei biglietti ai residenti nella provincia di Frosinone. La partita si è giocata senza tifo azzurro anche se quattro pullman, circa duecento tifosi, sono comunque partiti ed hanno aspettato fuori lo stadio mentre solo la dirigenza e sindaco della città martire hanno assistito al match. Per le 20 è previsto l’arrivo della squadra in piazza Labriola a Cassino per la festa.

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli

11 maggio 2014 0

Sei anni di maltrattamenti e minacce, 42enne indiano arrestato per violenze alla moglie

Di admin

Da sei anni vittima delle violenze e minacce del marito. A liberarla da quella gabbia di dolore sono stati i carabinieri di Latina che dopo una indagine hanno scoperto che S.S. pregiudicato 42enne di origine indiana si era reso di violenze contro la consorte già a partire dal 2008. La donna veniva sistematicamente picchiata e minacciata di morte, questo fino a stamattina, quando il marito violento è stato fermato e arrestato.

11 maggio 2014 0

Botte al marito, 31enne nigeriana denunciata a Sonnino per lesioni

Di admin

Lite tra moglie e marito, l’uomo ha la peggio. Eè accaduto a Sonnino dove una donna di 31 anni di origine nigeriana, nel corso di una lite con il marito italiano, lo ha colpito con un coltello e una bottiglia causandogli ferite alla nuca, alle mani e al petto. Ferite per le quali è stato necessario ricoverarlo in ospedale a Terracina. Le indagini svolte dai carabinieri hanno verificato le responsabilità della 31enne denunciandola per lesioni personali ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone. Inoltre il coltello e la bottiglia sono stati sequestrati.

11 maggio 2014 9

Cercano tesori con il metal detector nella necropoli, sorpresi dai carabinieri a San Biagio

Di admin

Sono saliti di buon’ora tra San Biagio Saracinisco e Vallerotonda, armati di metal detector per “battere” il sottosuolo di una zona nota per essere stata necropoli in un periodo compreso tra il settimo e terzo secolo avanti Cristo ma anche per essere stato fronte di battaglia tra tedeschi e alleati nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Non è chiaro cosa cercassero, se tesori archeologici o residuati bellici, fatto sta che hanno trovato i carabinieri della compagnia di Cassino. Erano in cinque, tra i quali anche il sindaco di una cittadina della Campania, sorpresi con i rilevatori di metalli e alcuni oggetti arrugginiti risalenti al secondo conflitto, pare una scatola di sardine ed alcune schegge. Nella zona è frequente l’attività di scavi clandestini. Tanti sono stati i siti profanati da tombaroli alla ricerca di oggetti preziosi da rivendere nel sempre ricco mercato clandestino. I cinque sarebbero stati invitati a cambiare tipologia di passione.

11 maggio 2014 0

Una perdita d’acqua e una voragine le cause di un incidente in via L. da Vinci

Di redazionecassino1

Una copiosa perdita d’acqua in via Buonarroti all’angolo con via Leonardo da Vinci avrebbe potuto avere conseguenze ben più serie per una giovane donna che a bordo della propria auto la stava percorrendo. Intorno alle 11.30 di questa mattina, infatti, una Fiat Punto è letteralmente sprofondata con la ruota anteriore sinistra in una profonda voragine conseguenza della copiosa perdita di acqua che da giorni si è aperta nella zona.La prontezza di spirito della donna e l’aiuto dei residenti, prontamente accorsi, hanno evitato il peggio e conseguenze di gran lunga più drammatiche. Se, infatti, la donna fosse scesa dall’auto dal lato della guida, il terreno sbriciolato in quel punto e la profonda voragine che si è creata, avrebbero potuto causare seri danni alla malcapitata.Il guasto alla condotta idrica era stato segnalato agli uffici comunali e, nonostante un primo intervento di riparazione, da alcuni giorni la perdita si era nuovamente riaperta riversando nelle strade della zona un vero e proprio fiume d’acqua, quasi fino a piazza Restagno. Conseguenza principale, il cedimento del terreno sottostante che ha determinato l’incidente alla giovane donna e non pochi disagi ai residenti ed alle auto in transito. Tanta paura ed un vistoso stato di shock per la donna, ma per fortuna nessuna conseguenza più grave. Certamente la scarsa segnaletica ha contribuito non poco al sinistro che avrebbe potuto avere conseguenze ancor più drammatiche se si fosse verificato nelle ore notturne o avesse coinvolto un ciclista o motociclista. F. Pensabene