Giorno: 15 maggio 2014

15 maggio 2014 0

La maglia rosa Michael Matthews ‘brucia’ tutti sul traguardo di Montecassino

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sesta tappa del Giro d’Italia con partenza da Sassano ed arrivo a Montecassino. È la tappa più lunga del Giro con 257 km da percorrere con arrivo in salita di 8 km e gran premio della montagna. L’altro GPM a Cava de’ Tirreni. Dopo soli 9 km dal gruppo si staccano quattro uomini che mantengono il distacco fino a pochi chilometri dall’arrivo, con una punta massima di vantaggio sul gruppo in una frazione anche di 13 minuti. Una tappa quella con arrivo ai piedi della celebre abbazia caratterizzata anche oggi dalla pioggia e dalle cadute. Una in particolare a pochi chilometri dall’arrivo che coinvolge molti dei partecipanti dove ad avere la peggio sono Giampaolo Caruso trasportato in ospedale dai soccorritori e trattenuto per precauzione. Dalla più corta alla più lunga in due giorni. Martedì scorso la Giovinazzo-Bari di 112 km, oggi la Sassano-Montecassino di 257 km. La frazione, la sesta del 97° Giro d’Italia è stata allungata di 10 km e presenta un altro arrivo in salita dopo quello che ieri a Viggiano che ha regalato a Diego Ulissi la prima vittoria italiana alla corsa rosa. Si arriva all’abbazia benedettina, 70 anni dopo il bombardamento alleato. Partenza alle 10.45. Alcuni saliscendi in partenza, poi un Gpm di quarta categoria a Cava de’ Tirreni. Il tracciato, non particolarmente impegnativo prima della salita finale, ha visto quattro corridori al comando dal 9° chilometro Bandiera, Torres, Zardini e Fedi ripresi a pochi chilometri dal traguardo e l’ennesima caduta per l’asfalto bagnato in cui Giampaolo Caruso è il corridore che ha riportato le conseguenze più serie. Sulla strada per l’abbazia si scatena la bagarre, in particolare all’ultimo chilometro, scatta Evans, risponde Matthews che non vuole perdere la maglia rosa ad 1 km e cinquecento metri grandissimo lavoro di Morabito in testa che tira per Evans. Nel gruppo inseguitore difficoltà per Basso nelle retrovie. Non recupera il gruppo, sempre 32 secondi di ritardo sul sestetto in testa in cui c’è Evans a spuntarla sul traguardo è la maglia rosa Matthews, che con la vittoria odierna consolida il suo vantaggio in classifica generale, secondo Evans a 21’’ e Uran terzo a 1’18’’ a seguire lo svizzero Morabito, Rabottini, Aru, Basso e Quintana a 2’10’’ dal vincitore. Domani 7° tappa da Frosinone a Foligno di 211 chilometri, tutta pianeggiante dove i velocisti potranno dire la loro. F. Pensabene Foto A. Ceccon

15 maggio 2014 0

Barricato in casa a Cassino, minaccia con coltello parenti e carabinieri

Di admin

 Si barrica in casa e, armato di coltello, minacciava chiunque cercasse di avvicinarsi. I primi a rischiare la coltellata sono stati proprio i parenti ai quali il 25enne di Cassino, residente nella frazione di Sant’Angelo in Theodice, impediva di rientrare in casa. Stesso trattamento ai carabinieri intervenuti insieme ad una volante del commissariato di Cassino e agli operatori del 118. Tutte inutili le trattative durate circa due ore quando i militari sono entrati e, dopo averlo immobilizzato lo hanno arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Er. Amedei

15 maggio 2014 0

Spray orticante contro i carabinieri per tentare la fuga, arrestato ladro di gioiell

Di admin

Alla richiesta di mostrare i documenti reagisce, contro i carabinieri, con uno spray orticante riuscendo a fuggire, ma solo per alcune centinaia di metri. E’ accaduto a Gaeta nella centralissima Via Indipendenza dove i militari hanno notato un uomo di 43 anni con una borsa a tracolla. Quando i militari lo hanno fermato chiedendogli i documenti lui hja reagito spruzzando la sostanza orticante e riuscendo ad allontanarsi. Una fuga che è durata poco dato che, svanito l’effetto orticante, i militari lo hanno raggiunto e, dopo una violenta colluttazione lo hanno arrestato. All’interno della borsa aveva un martello di grosse dimensioni e un martelletto frangi vetro oltre a bracciali e collane rubati poco prima dalla vetrina di una gioielleria. Per questo l’uomo è stato arrestato per furto aggravato e lesioni  pubblico ufficiale.

15 maggio 2014 0

Giro d’Italia, un australiano tinge di “rosa” Montecassino

Di admin

Il Giro d’Italia è arrivato a Cassino dove aveva fissato la sesta tappa. Partiti da Sassano, in Campania, dopo 247 chilometri, i corridori sono arrivati al traguardo proprio davanti l’abbazia di Montecassino che, in questi giorni, sta celebrando il 70ennale dalla sua distruzione nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Poco prima per inerpircasi per i dieci chilometri di salita per la vetta del sacro Monte, la carovana ha percorso Cassino e ad accoglierla, si in città che in abbazia, c’erano migliaia di tifosi che hanno sfidato pioggia e vento. A vincere la tappa conservando la maglia rosa è stato l’australiano Michael Matthews che sfrutta anche una caduta a cascata di più inseguitori, proprio all’imbocco della salita per il monastero. Oggi la carovana pernotterà tra Cassino e Frosinone e domani, proprio dal Capoluogo Ciociaro è prevista la ripartenza alle 11.

15 maggio 2014 0

I Lancieri di Montebello al centro ippico comunale di Atina

Di admin

Si è svolta questa mattina una delle cerimonie più d’impatto prevista nell’ambito delle manifestazione in onore dell’evento “PeaceFix”, commemorazione dei 70 anni della distruzione di Montecassino.

Il Centro Ippico comunale di Atina ha ospitato i Lancieri di Montebello che, con un carosello aperto al pubblico, hanno dato avvio alla giornata di apertura della PeaceFix, la manifestazione commemorativa della battaglia di Montecassino che l’università di Cassino e del Lazio Meridionale ha organizzato in collaborazione con il Comune e con il Ministero della Difesa. Alla presenza del Sottosegretario di Stato alla difesa, l’onorevole Gioacchino Alfano, i cavalieri, in rappresentanza di coloro i quali, nel 1943, parteciparono alla difesa di Roma, si sono esibiti nel loro tradizionale “carosello delle lance”. Il carosello, aperto dalla fanfara a cavallo, è stato prologo della PeaceFix 2014, manifestazione che vedrà da domani impegnate centinaia di atleti italiani e stranieri in competizioni sportive a ricordo della battaglia che settant’anni fa insanguinò Cassino. Oltre 40 cavalieri hanno dato dimostrazione di perizia e tecnica concludendo il carosello con la carica che ha deliziato i cittadini e gli allievi degli istituti comprensivi di Atina e di Casalvieri, che hanno preso parte allo spettacolo, accompagnato dalla perfetta esecuzione a cavallo delle marce ad opera della Fanfara militare. <La prova e un saggio di abilità equestri ed al tempo stesso una rievocazione storica dei movimenti di uno squadrone di cavalleria> sono le parole del comandante del gruppo squadroni.

Nel parterre d’onore, oltre al Sottosegretario Alfano, Generali e Colonnelli dello Stato Maggiore appartenenti a tutti i corpi d’armata e autorità civili, tra le quali il Prefetto di Frosinone, la dottoressa Emilia Zarrilli, il Presidente della Provincia Giuseppe Patrizi, il Consigliere Regionale Marino Fardelli, il presidente della Camera di Commercio Marcello Pigliacelli, il presidente di Aspin Genesio Rocca, il Magnifico Rettore dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale Ciro Attaianese, i sindaci del Comprensorio, i dirigenti scolastici e i rappresentanti di tutte le armi. A fare gli onori di casa il sindaco di Atina, Silvio Mancini, il Presidente dell’associazione Fabio Tamburrini, accompagnato dai soci Mario e Marcello La Rocca e dal dottor Fausto Lancia. A coordinare l’impeccabile evento il Colonnello Max Andrè Barbacini.

Le prossime giornate vedranno cavallerizzi tedeschi, statunitensi francesi contendere ai padroni di casa la palma del migliore in una competizione volta alla reciproca conoscenza nei luoghi che vissero battaglie tra le più cruente.

15 maggio 2014 0

Appicca incendi boschivi per creare nuovi pascoli, arrestato 32enne di Maenza

Di admin

Aveva bisogno di nuove aree da destinare al pascolo delle sue pecore e per crearne di nuove aveva appiccato almeno due incendi in località Le Rose nel comune di Maenza nei mesi di luglio ed agosto della scorsa estate. E’ l’ipotesi investigativa del corpo forestale dello Stato di Latina che ha arrestato un pastore di 32 anni, F.R., accusato di incendi boschivi. Ad incastrarlo è stata una traccia biologica ritrovata sul nastro adesivo con il quale realizzava i suoi ordigni artigianali che consistevano i mazzi di fiammiferi mantenuti stretti dal nastro. Le risultanze del dna non hanno lasciato margine di errore che a preparare quegli ordigni fosse lui e, per questo, sono scattate le manette.

15 maggio 2014 0

Controlli ai pullman in partenza per le gite, trovati cinque mezzi con irregolarità a Latina

Di admin

Questa mattina la sezione polizia stradale di Latina su sollecitazione del dirigente scolastico preoccupato di verificare il rispetto delle condizioni di sicurezza per i piccoli alunni che partivano per una serie di gite scolastiche, ha attuato specifici servizi per verificare la regolarità della documentazione e l’efficienza dei veicoli di proprietà di ditte di noleggio di Latina, Pontinia e Cisterna. Nello specifico in via Quarto a Latina sono stati controllati cinque pullman destinati al trasporto dei piccoli alunni della scuola primaria e secondaria “Frezzotti – Corradini” che si dovevano recare in gita scolastica a Villa Adriana, Villa Fogliano e allo Zoomarine di Torvaianica. I controlli prima della partenza dei bambini hanno evidenziato diverse inefficienze meccaniche e elettriche, tra cui la particolare usura degli pneumatici; per un veicolo inoltre si è riscontrata l’inefficienza dell’apparecchiatura crono tachigrafica, tanto che non è stato possibile far partire il veicolo con a bordo i piccoli ospiti. Su 5 dei pullman controllati ben 2 non avevano i requisiti di sicurezza per poter circolare. Oltre a ciò si sono riscontrate svariate infrazioni afferenti la documentazione che i conducenti devono obbligatoriamente avere al seguito. Infine gli operatori hanno rilevato a carico di due dei veicoli controllati violazioni inerenti il rispetto dei limiti di velocità per tali veicoli che, com’è noto, sono di 80 km/h sulle strade extraurbane e di 100 km/h sulle autostrade. Rimangono in fase di accertamento i titoli di lavoro degli autisti controllati che non avevano al seguito la documentazione atta a dimostrare la regolarità del contratto di lavoro con le ditte proprietarie dei veicoli.

Sia di iniziativa che a seguito di specifiche segnalazioni dei dirigenti scolastici e dei genitori quest’ufficio, come già per il passato continuerà ad attenzionare tale attività di trasporto, tanto più delicata quando coinvolge i più piccoli.

15 maggio 2014 0

Abusa per 12 anni della figlia della compagna rendendola anche madre

Di admin

Ha abusato della figlia della propria convivente fin dall’età di 8 anni arrivando a farla diventare anche madre. E’ la storia che arriva dalle campagne di Anagni, nell’alta Ciociaria dove i carabinieri, hanno iniziato ad indagare in seguito alla denuncia sporta dall’uomo, compagno della vittima oggi 20enne. Dopo aver scoperto che quello che pensava fosse suo figlio, era in realtà figlio dell’orco, si è deciso e ha raccontato tutto ai carabinieri. Le indagini avrebbero permesso di scoprire una turpe storia iniziata 12 anni fa, quando l’uomo, un 50enne, avrebbe iniziato ad abusare sessualmente della figlia della compagna. Una indagine delicata e discreta che ha portato all’arresto dell’uomo per “violenza sessuale continuata e aggravata, atti sessuali con minorenne nonché maltrattamenti in famiglia”.

15 maggio 2014 5

Salva un giovane da morte certa sull’A1, premio domani per l’agente della Stradale Mario Tardivi

Di admin

Merito a chi mette a rischio la propria vita per salvare quella degli altri. E’ il caso di alcuni poliziotti della Stradale della provincia di Frosinone che, domani, nel corso di una cerimonia nell’ambito del Giro d’Italia saranno premiati per gesti di ordinario eroismo che solitamente passano inosservati. E’ il caso dell’assistente capo Mario Tardivi in servizio presso la sottosezione di polizia stradale di Cassino. I fatti per i quali il capo pattuglia riceverà il riconoscimento risalgono ad una sera della scorsa estate quando sul tratto di A1 tra i caselli di Ceprano e Pontecorvo, è stata segnalata un’auto che viaggiava contromano. La pattuglia non ha tardato a raggiungere la vettura in controsenso trovandosi con essa frontalmente e riuscendo, con una serie di manovre, a spingerla sul ciglio della strada. A quel punto, il conducente, un 30enne di Roma, in pieno delirio e con chiara intenzione di suicidio, si è lanciato sulle corsie in cerca di morte. Mentre il collega tentava di rallentare il traffico, l’agente Mario Tardivi lo ha inseguito a discapito della propria sicurezza, immobilizzandolo nel buio sulla terza corsia di sorpasso, tra le auto che gli sfrecciavano accanto, trascinandolo di peso sulla corsia di emergenza dove è stato immobilizzato in attesa dell’arrivo di una ambulanza. Anche allora, però, lo stesso Tardivi è dovuto intervenire per contenere le intemperanze del giovane che viveva ancora uno stato di agitazione violenta. Gli è rimasto accanto, anche per salvaguardare l’incolumità degli uomini del 118 fino in ospedale dove è stato sedato. Per questo, Tardivi, sarà premiato domani. Er. Am

15 maggio 2014 0

Gli alunni delle scuole in Comune per un incontro sulla disabiltà

Di redazionecassino1

Discussioni, video e testimonianze dirette per sensibilizzare i ragazzi sul tema della disabilità. Il Comune di Aquino dimostra ancora una volta di essere attento a tutto quello che ruota attorno al mondo del sociale: stavolta in primo piano ci sono i diversamente abili. L’appuntamento, organizzato dall’assessore comunale Federica Di Sotto, è fissato per sabato mattina, 17 maggio alle 9.30, nella sala consiliare del Municipio: interverranno gli studenti delle prime e seconde classi della Scuola Media, che avranno modo di assistere alla proiezione di filmati incentrati proprio sulla vita di alcuni disabili. Le barriere architettoniche che troppo spesso rappresentano un ostacolo per una vita normale, le difficoltà di inserimento a scuola di alcuni piccoli studenti, l’atteggiamento da condannare di certi bulli: sono solo alcuni degli aspetti che verranno affrontati con gli alunni, per fare capire loro quali sono gli elementi su cui devono soffermarsi a riflettere. Fondamentale sarà anche il contributo offerto dalla signora Rita Giorgio, una donna che vive su una sedia a rotelle: le difficoltà delle vita le hanno dato la forza per combattere per far valere i diritti dei diversamente abili. “Credo sia importante sensibilizzare tutti su questa tematica sociale – ha detto l’assessore Di Sotto – partendo però dai ragazzi, insegnando loro il rispetto per le difficoltà degli altri e aiutandoli a guardare la vita da un’altra prospettiva, sicuramente più difficile ma allo stesso tempo speciale”.