Giorno: 18 maggio 2014

18 maggio 2014 0

Il principe Harry d’Inghilterra in visita all’Abbazia di Montecassino

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il secondogenito di Carlo e Diana ha partecipato oggi agli appuntamenti commemorativi della campagna degli alleati in Italia durante il secondo conflitto mondiale. Il Principe Harry d’Inghilterra arrivato nella tarda serata di ieri a Roma con un volo di linea proveniente dall’Estonia, dove era in viaggio ufficiale. A quanto si è appreso, il giovane Windsor è stato ospite nella splendida cornice della residenza romana dell’ambasciatore di Sua Maestà a Villa Wolkonsky. Questa mattina, su invito del primo ministro della Polonia, Donald Tusk, Harry ha partecipato alla cerimonia di commemorazione dei caduti nella Seconda Guerra Mondiale lungo la Linea Gustav e al 70° anniversario del bombardamento di Cassino e dell’Abbazia. Alla cerimonia erano presenti il Governatore della Nuova Zelanda, il ministro degli esteri polacco, il sindaco di Cassino molti reduci impegnati 70 anni fa nei lunho mesi di conflitto. La cerimonia si è svolta al Sacrario Militare polacco dove il principe Henry ha deposto una corona a nome di Sua Maestà La Regina. Successivamente, Harry visiterà quindi l’Abbazia di Montecassino. Il terzo in linea di successione della Corona Britannica ha anche incontrato i militari feriti nelle missioni di pace nel mondo che parteciperanno agli Invictus Games, un evento sportivo internazionale per i militari feriti in guerra in programma dal 10 al 14 settembre 2014. Ulteriore tappa della visita del Principe la commemorazione dei caduti della Nuova Zelanda presso il cimitero militare del Commonwealth di Cassino, dove, anche qui, ha deposto una corona ed ha incontrato i veterani neozelandesi. In serata, Harry, rientrerà a Roma dove il suo arrivo al museo Maxxi sarà uno dei momenti clou di una giornata di festa dedicata a cultura, suoni e sapori “very british”, qui il secondogenito di Carlo e di Diana svelerà al mondo il design del padiglione britannico per l’Expo 2015 di Milano. Nella giornata di ieri, sempre nell’ambito della commemorazione del 70° Anniversario della distruzione di Cassino e della sua Abbazia, nel corso di una solenne cerimonia è stato scoperto un busto del Gen Anders, nel piazzial dinanzi il Museo Historiale di Cassino. Proprio il piazzale è stato, infatti, intitolato al Generale Anders. F. Pensabene Foto: A. Ceccon

18 maggio 2014 0

Casco rubato a Cassino durante il Giro, la polizia indaga ma un tweet annuncia la restituzione

Di admin

Mentre la polizia del commissariato di Cassino acquisisce le immagini della Rai che testimoniano il furto del casco subito dal ciclista Giampiero Caruso, con un tweet, un compagno di squadra annuncia che il casco è stato restituito. La storia è a margine dell’arrivo a Cassino del Giro d’Italia che ha visto, giovedì scorso una rovinosa caduta che ha coinvolto diversi ciclisti tra i quali lo scalatore siciliano. Mentre Caruso era a terra soccorso dagli operatori sanitari, si vede nella ripresa Rai, un uomo di mezza età raccoglie il casco da per terra, la borraccia e li porta via. Inizialmente si era pensato che si trattasse di un uomo della squadra, poi, però, si è avuta la conferma che quello perpetrato in via Casilina era un furto a tutti gli effetti e gli uomini della polizia hanno iniziato ad indagare per risalire all’autore dell’odioso gesto. Caruso, intanto, già venerdì era a casa in Sicilia con un braccio ingessato e ieri la notizia della restituzione che, al momento, come unica ufficialità ha quella del tweet.

Ermanno Amedei

18 maggio 2014 0

Due morti e tre feriti gravi a Viterbo, le vittime sono 20enni

Di admin

Notte di sangue quella che è appena trascorsa sulle strade di Viterbo. Una tragedia ha visoto due morti e tre feriti gravissimi in un incidente stradale avvenuto questa notte in località Cassia Sud a Viterbo sulla Strada Statale 675. Era da poco passata l’una quando due utilitarie, una Fiat Cinquecento vecchio tipo e una Volkswagen Polo vecchio tipo si sono scontrate frontalmente per cause ancora al vaglio degli agenti della polizia stradale. Sul posto sono accorsi, oltre agli agenti della stradale, anche carabinieri, vigili del fuoco e operatori del 118 ma per due dei cinque giovanissimi, tutti di età compresa tra i 19 e i 23 anni, nessuna speranza di salvezza. Altri tre sono stati trasportati in condizioni gravissime in ospedale a Viterbo.