Giorno: 27 maggio 2014

27 maggio 2014 0

Sabato 14 giugno colletta alimentare straordinaria

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sabato 14 giugno si terrà in tutta Italia la Colletta Alimentare Straordinaria, promossa attraverso i 21 Banchi Alimentari che operano quotidianamente sul territorio nazionale. I Banchi Alimentari hanno come scopo quello di valorizzare le eccedenze alimentari curandone la raccolta e la distribuzione gratuita attraverso le 8.898 strutture caritative convenzionate. Nel 2013 sono state raccolte 72.654 tonnellate di eccedenze alimentari, di cui 9.828 tonnellate durante la Giornata nazionale della Colletta Alimentare, 790.912 porzioni dalla ristorazione organizzata ed oltre 300 tonnellate di pane e frutta e distribuite tra 1.900.000 bisognosi del territorio nazionale grazie anche al lavoro di 1.738 volontari. Un’edizione straordinaria della popolare “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare” si rende necessaria per far fronte all’emergenza alimentare che affligge il nostro Paese: sono oltre 4 milioni le persone in Italia che vivono grazie a pacchi alimentari o pasti gratuiti presso le mense; di questi, oltre 400 mila sono bambini che hanno meno di 5 anni. 2 milioni di persone povere nei prossimi 4 mesi rischiano di non avere sufficienti aiuti alimentari. Infatti mentre le richieste di aiuto sono in continuo aumento, nei magazzini della Rete Banco Alimentare diminuisce la disponibilità di cibo. Il nuovo programma europeo per il welfare, FEAD, ed il piano nazionale tardano a partire. A breve il nostro governo dovrebbe dare il via all’attuazione del Fondo Nazionale che andrà ad unirsi al nuovo Fondo di aiuti agli indigenti finanziato dall’Unione Europea. Ma l’emergenza è ora! Il 14 giugno, nei supermercati di tutta Italia che aderiscono all’iniziativa, sarà possibile acquistare e donare alimenti a lunga conservazione, che poi la Rete Banco Alimentare distribuirà alle oltre 8.800 strutture caritative convenzionate, che ogni giorno assistono circa 2 milioni di poveri. “ Nel territorio cassinate – ci spiega il responsabile del Banco Alimentare Marco Lamberti – la Rete Banco Alimentare è molto attiva, infatti ogni mese si riesce a far arrivare nel nostro territorio 6 tonnellate circa di alimenti che vengono distribuite alle persone indigenti attraverso le associazioni convenzionate con il Banco. In questa ottica la Colletta Alimentare Straordinaria riveste un’ importanza fondamentale e strategica per far in modo che queste persone possano continuare a ricevere gli alimenti. Infatti il programma di aiuti dovrebbe ripartire nel mese di ottobre e per evitare la mancanza di alimenti in questi mesi futuri la decisione di organizzare La Colletta Alimentare Straordinaria è l’unica risposta possibile a questa emergenza. Si svolgerà secondo le modalità oramai collaudate e identiche a quella della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Tutti coloro che faranno la spesa sabato 14 giugno, verranno invitati dai nostri Volontari a fare la spesa oltre che per se stessi, anche per chi ha più bisogno. I prodotti così raccolti, confezionati in scatole secondo la tipologia, verranno successivamente consegnati alle Strutture Caritative convenzionate ed anche a quelle non convenzionate ma che fanno assistenza alle persone indigenti. La certezza è che questa chiamata straordinaria, rivolta a tutti i cittadini del territorio, avrà una generosa e lieta risposta di piena solidarietà verso chi ha ancora meno”.

27 maggio 2014 0

70esimo anniversario della Liberazione della città di Frosinone, dal 31 maggio le celebrazioni

Di admin

É tutto pronto per le celebrazioni del 70° anniversario della Liberazione della città di Frosinone. Gli eventi si articoleranno in tre giornate (Le Giornate della Memoria), tra il 31 maggio e il 2 giugno, ed inizieranno sabato sera (31 maggio) con la commemorazione del grande bombardamento di Frosinone, tragica circostanza che ha segnato in maniera indelebile la storia della città Capoluogo.

Il tributo di vittime civili e militari e il bilancio in termini di danni materiali fu pesantissimo, facendo di Frosinone il capoluogo di provincia più danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, sulla base delle statistiche in possesso del Ministero dei Lavori Pubblici. Tra il settembre ’43 e il maggio ’44, infatti, Frosinone subì oltre 60 bombardamenti, che causarono la distruzione completa di 3.050 vani, 4.880 furono gravemente danneggiati, ben 8.500 persone rimasero senza tetto, praticamente la totalità degli abitanti della parte alta di Frosinone. Centinaia furono i morti e i feriti.

Per questo, l’Amministrazione Comunale ha voluto organizzare, nell’ambito delle celebrazioni per il 70°, un evento commemorativo per ricordare degnamente, e come si conviene, quanti persero la vita in quelle ore e quanti patirono le sofferenze di un conflitto bellico che sconvolse la nostra città e il mondo intero. Un evento che perpetui una memoria e una storia che deve essere patrimonio di ogni frusinate.

La celebrazione prevederà un corteo di autorità civili, militari e religiose e di cittadini che partirà alle 20.40 da piazza VI dicembre e raggiungerà piazzale Vittorio Veneto accompagnato dalla banda musicale comunale “Romagnoli”. A seguire ci saranno interventi del Sindaco Nicola Ottaviani e dello storico Maurizio Federico che, unitamente a Paolo Sbarbada, Alessandro Campagna e Gianni Blasi, ha contribuito in maniera decisiva all’organizzazione degli eventi per il 70° anniversario della Liberazione di Frosinone ed ai quali va il ringraziamento speciale dell’amministrazione comunale per la preziosa consulenza storica offerta. Durante la celebrazione saranno proiettati su un maxi schermo immagini e filmati originali dell’epoca, tra i quali spicca una testimonianza originale, praticamente inedita, di Don Luigi Minotti che ricostruisce i tragici momenti del grande bombardamento. Durante l’evento è prevista l’esibizione di una formazione musicale proveniente dal Conservatorio “Licinio Refice” che proporrà un repertorio adatto ed adeguato per l’occasione. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà all’interno del Teatro Comunale “Nestor”.

27 maggio 2014 0

Estorsione e minaccia al titolare di una casa di cura, arrestate tre persone a Sabaudia

Di admin

Nella tarda serata di ieri a Sabaudia i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Latinahanno arrestato per il reato di “estorsione” tre persone: Zenobio Erasmo, 45enne pregiudicato, Casalati Stefano, 34enne pregiudicato e T. G., 62enne, tutti nullafacenti, residenti a Pontinia. I tre sono accusati di aver chiesto, con minacce crescenti, alla vittima – il titolare di una casa di cura per anziani di Sabaudia – l’esborso di una somma pari a euro 13.750,00, quale compenso dovuto ad una cittadina straniera per le prestazione lavorative resa dalla donna nell’anno 2011 presso la citata struttura, nonché la sua autovettura quale garanzia del citato credito. Gli arrestati sono stati associati presso la locale Casa Circondariale.

27 maggio 2014 0

Nuovo sindaco di Sant’Elia Fiumerapido, Fernando Cuozzo: “Vittoria sul filo di lana. Ma sarò il sindaco di tutti”

Di admin

“E’ stata una vittoria sul filo di lana dopo una campagna elettorale molto difficile. Indubbiamente S.Elia si è divisa in due, ma io sarò il sindaco di tutti. Come primo cittadino, sarò sempre disponibile per tutti i santeliani indipendentemente da quanto accaduto in questi ultimi mesi. Un buon sindaco è colui che sa guardare al proprio territorio solo per il suo bene e che, per esso e per tutti i suoi cittadini, opera ogni giorno. Continuerò nella strada del rigore e della concretezza, intrapresa con l’amministrazione Violi e porterò a compimento i progetti aperti, seguendo il programma che è stato portato all’attenzione dei cittadini in queste settimane e che evidentemente è stato premiato”.

27 maggio 2014 0

Nuovo sindaco ad Artena, Felicetto Angelini: “Mi impegnerò da subito per il centro storico, per l’abolizione dei parcheggi a pagamento e per la raccolta differenziata”

Di admin

Dopo una lunga ed impegnativa campagna elettorale Artena ha deciso ed il nuovo sindaco è il dott. Felicetto Angelini capolista di Insieme Artena Rinasce. Una vittoria con quasi 900 voti di differenza con un dominio in ogni zona del paese e maggiormente in contrada Valli ed in via Giulianello dove sono stati oltre 100 i voti di differenza. “Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicino – ha spiegato Felicetto Angelini nella prima dichiarazione ufficiale da primo cittadino di Artena – a partire da mia moglie e dalla mia famiglia, il gruppo da cui provengo, Crescere Insieme e tutti coloro che hanno collaborato alla campagna elettorale e tutti gli artenesr sia chi mi ha votato, sia chi non mi ha votato. Sarò il sindaco di tutti. Ringrazio anche Fabrizio De Castris che mi ha chiamato per primo congratulandosi con me, con un gesto molto corretto a conclusione di una campagna elettorale fondamentalmente molto corretta. Armando Conti che non ha perso occasione per farmi le sue congratulazioni ed ho molto apprezzato il suo gesto. M’impegnerò da subito per il centro storico, per l’abolizione dei parcheggi a pagamento e per l’avvio della raccolta differenziata”. Su 11.1188 aventi diritto, hanno votato 6304 (74,91%) Lista Insieme Artena Rinasce voti 369645.87% Lista Artena Cambia 2798 34,72 Lista Impegno Civico 960 11,91 96 Cinque Stelle 004 7,50% Schede nulle 229 Schede bianche 73

27 maggio 2014 0

Nuovo sindaco a Sermoneta, Claudio Damiano: “Da domani ricominceremo a lavorare per Sermoneta”

Di admin

Claudio Damiano è il nuovo Sindaco di Sermoneta. Al termine di una campagna elettorale molto combattuta, il candidato della lista “Damiano Sindaco – per continuare a crescere insieme” ha ottenuto 2.127 voti pari al 36,58%, contro i 1.417 (24,37%) della lista Antonio Aprile Sindaco “Rinnovare per creare insieme”, i 1056 (18.16%) di Scarsella Sindaco “Per Sermoneta Innanzitutto”, i 602 (10.35%) di Agostini Sindaco “Sermoneta Protagonista”, i 540 voti (9.29%) di Cantarelli Sindaco “Cambia con noi” e i 72 voti (1,24%) di Sermoneta Futura con Pagani Sindaco.

“Inutile provare a descrivere l’emozione di questa vittoria, spiega il neo Sindaco Claudio Damiano. “È stata una campagna elettorale sofferta, per quanto mi riguarda basata sul dialogo, sul confronto e sui programmi. La cittadinanza ha dimostrato di apprezzare il modo di fare dell’Amministrazione uscente. È una vittoria di misura, per cui compito dell’Amministrazione che mi onorerò di guidare sarà di lavorare per non deludere le aspettative non solo di chi ha votato per me, ma anche di chi ha espresso la propria preferenza per gli altri candidati Sindaco”. E ancora: “La campagna elettorale è finita: già da domani ricominceremo a lavorare per Sermoneta. Ci sono tanti progetti avviati, tante risposte da dare alla collettività, tante scadenze da rispettare. Ci aspettano cinque anni di impegno e di dedizione: affronteremo a testa alta ogni nuova sfida, nell’interesse esclusivo di Sermoneta. Rivolgo i miei complimenti ai risultati raggiunti dai miei avversari, che comunque rappresentano parte della popolazione e come tale meritano rispetto. Ci sarà tempo per un’analisi più approfondita del risultato elettorale. Soprattutto, ringrazio il Sindaco uscente Giuseppina Giovannoli per l’ottimo lavoro fatto in questi dieci anni e soprattuttio per lo straordinario risultato personale. Sono orgoglioso di raccogliere la sua eredità. Il mio mandato sarà nel segno della continuità, dimostrando attenzione ai problemi, alle esigenze di tutti e soprattutto alla vivibilità di questo nostro territorio”.

Sono otto gli eletti in Consiglio Comunale per la maggioranza: Giuseppina Giovannoli (1043 preferenze), Luigi Torelli (279), Antonio Di Lenola (249), Mauro Battisti (237), Fiore De Santis (226), Annarosa Centra (208), Maria Marcelli (203), Gilberto Montechiarello (197). Dell’opposizione entrano Antonio Aprile, Antonio Scarsella ed Emanuele Agostini come candidati Sindaci non eletti, e Paolo Cargnelutti (Aprile Sindaco).

27 maggio 2014 0

Rete di narcotrafficanti contigua alla ‘ndrangheta e operante tra Santo Domingo Roma e Milano sgominata dai finanzieri

Di admin

Alle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno tratto in arresto 9 persone, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal G.I.P. Tribunale di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica della Capitale, per reati inerenti il traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Nel dettaglio, le Fiamme Gialle del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, anche attraverso numerose intercettazioni telefoniche e complicati pedinamenti, hanno accertato l’esistenza di una agguerrita organizzazione, attiva prevalentemente nella Capitale e con ramificazioni anche in territorio milanese ed a Santo Domingo, dedita al traffico di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, importata sul territorio nazionale sia a mezzo container che all’interno di valige. Le indagini hanno altresì consentito di far emergere diversi illeciti contatti con soggetti operanti in aree portuali ed aeroportuali, in forza dei quali l’organizzazione sperava di ottenere l’ “uscita sicura” dai predetti spazi di container e bagagli, all’interno dei quali veniva occultato lo stupefacente. Importanti elementi di riscontro nel corso delle indagini sono stati acquisiti con il sequestro di un ingente quantitativo di cocaina, pari a circa 283 kg, eseguito a Genova il 18 settembre 2013. Nella circostanza lo stupefacente era occultato all’interno di un doppio fondo, ricavato nella base di un container imbarcato su una motonave in transito nel porto ligure, carico di banane provenienti da Santo Domingo. La cocaina, di elevata qualità e purezza, destinata al mercato illegale dell’Italia Centrale e, in parte, a Milano, avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, circa 60 milioni di euro. Al medesimo sodalizio criminale indagato sono stati anche attribuiti due distinti tentativi di importazione di cocaina, rispettivamente di kg 50 – nel giugno del 2013 – e di kg 60 – nel luglio del 2013 – entrambi non andati a buon fine per problematiche e/o imprevisti sopraggiunti. In dette circostanze l’organizzazione aveva programmato di far giungere lo stupefacente a Roma da Santo Domingo all’interno di valige, che poi sarebbero state fatte uscire “in sicurezza” dall’aeroporto capitolino di Fiumicino, grazie a non meglio precisate aderenze dei membri dell’organizzazione presso il citato scalo aeroportuale.

Nel corso dell’operazione odierna, denominata “Buena Hora 2”, che ha visto anche il coordinamento tra le Direzioni Distrettuali Antimafia di Roma, Milano e Genova e che è stata svolta, oltre che a Roma e provincia, anche a Milano, Lodi e Catanzaro, si è data esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari – che ha disposto la custodia in carcere nei confronti di 7 soggetti e gli arresti domiciliari nei confronti di ulteriori 2 soggetti – oltre a numerose perquisizioni locali nel Lazio e in Lombardia. Uno degli odierni arrestati, MARTINO Giulio (classe 1962), era peraltro già ampiamente noto agli specialisti dell’antidroga del G.I.C.O. di Roma, in virtù di pregresse evidenze giudiziarie che lo hanno visto protagonista per analoghi traffici di droga, omicidio doloso e, soprattutto, per la sua contiguità a cosche di ‘ndrangheta, operanti a Milano e provincia. La figura del MARTINO, seppur non destinatario di alcun provvedimento, era già emersa, ad esempio, nell’inchiesta denominata “SKY-FALL” che, nel febbraio 2013, ha portato la Procura di Roma a sventare l’illecita importazione di un grosso carico di cocaina (per il quale era stato già versato ai narcos un acconto di 700.000 euro), attraverso un aeromobile noleggiato, che sarebbe dovuto giungere presso lo scalo romano di Campino, per poi rifornire le piazze di spaccio di Roma e Milano. In quest’ultima circostanza venne tratto in arresto anche il commercialista GRASSI Alessandro – più noto alle cronache giudiziarie per la “finta” verifica all’imprenditore romano Tommaso DI LERNIA, nell’ambito dell’indagine “ENAV-FINMECCANICA” – accertando come il medesimo costituisse anche il terminale di uno strutturato gruppo criminale, composto perlopiù da soggetti di origine calabrese, provenienti da Africo (RC) ma da tempo trapiantati nella Capitale, attivo nell’importazione di ingenti quantitativi di droga dai Caraibi (Santo Domingo). In sintesi, gli odierni arrestati: – DEL CONTE Domenico (classe 1976), con il ruolo di pianificazione e coordinamento dell’invio da Roma dei corrieri di droga; – COLANGELO Edmondo Marco (classe 1974), con il ruolo di trait d’union tra la componente italiana e quella estera; – SANTINI Emilio (classe 1958), con il ruolo di finanziatore delle illecite importazioni e referente per il transito “sicuro” nello scalo aeroportuale di Fiumicino; – D’ALESSANDRI Giuseppe (classe1956), vero e proprio broker rispetto a più episodi di narcotraffico internazionale, con il compito di occuparsi della logistica e del trasporto della cocaina a mezzo container; – MARTINO Giulio (classe 1962), condannato per associazione di stampo mafioso, punto di riferimento e finanziatore delle varie importazioni di droga dall’isola caraibica; – TESTA Alberto (classe 1963) e PLUTINO Bruno (classe 1972), responsabili dell’apparato amministrativo connesso all’acquisto del carico di copertura per il container sequestrato a Genova e alla predisposizione della relativa documentazione doganale;

– MAGGIORINI Giorgio (classe 1931) e MAGGIORINI Andrea Placido (classe 1986), deputati al ruolo di corrieri di droga, fingendo viaggi di piacere a Santo Domingo; hanno costituto un composito gruppo criminale, forte di una fitta rete di relazioni e connivenze, reso ancor più pericoloso dall’enorme disponibilità finanziaria e dalla capacità di gestire l’importazione di ingentissimi carichi di droga, anche facendo leva sulla vicinanza di alcuni sodali a potenti cosche di ‘ndrangheta, notoriamente organizzazione mafiosa leader mondiale dell’illecito settore. L’operazione di polizia odierna è l’ulteriore conferma di come il territorio nazionale, in generale, e la Capitale in particolare, continuino a rivelarsi uno snodo centrale nelle rotte dei traffici illeciti di sostanze stupefacenti, in virtù della grande recettività e conseguente remuneratività del relativo mercato.

27 maggio 2014 0

Il “Cristo nel Labirinto” di Alatri nuovamente sulla rivista inglese Caerdroia

Di admin

Il “Cristo nel Labirinto” di Alatri nuovamente sulla prestigiosa rivista inglese “Caerdroia”. Un nuovo successo, quindi, a livello europeo come ricercatore e divulgatore anche per Giancarlo Pavat autore dell’articolo. La prestigiosa rivista in lingua inglese “Caerdroia”, fondata nel 1980 dallo studioso inglese Jeff Saward e da lui diretta, dedicata unicamente allo studio ed alla ricerca sui labirinti di tutto il mondo, ha infatti pubblicato nel numero 42 appena uscito dalle rotative, un articolo (ovviamente in inglese) di tre pagine di Pavat, dedicato, alla conclusione dei restauri dell’affresco del chiostro di San Francesco ad Alatri (FR) che raffigura Cristo al centro di un enorme labirinto appartenente alla cosiddetta tipologia “Chartres” (“Chartres-type” in inglese). Già nel 2011 “Caerdroia” aveva pubblicato un articolo, sempre di Giancarlo Pavat, dedicato in questo caso alle ricerche ed alle scoperte sull’affresco alatrense. Ora, la nuova pubblicazione conferma il grande interesse ed entusiasmo da parte di appassionati e ricercatori inglesi o comunque anglofoni (la rivista, infatti, oltre che in Gran Bretagna è diffusa in tutti i paesi anglosassoni come gli Stati Uniti, l’Australia, la Nuova Zelanda, il Canada) per l’affresco di Alatri e le scoperte ad esso inerenti effettuate da Giancarlo Pavat. Che ormai nell’ambito della “comunità” di studiosi di labirinti viene considerato un autorevole punto di riferimento come ricercatore non solo per il labirinto alatrense ma pure per gli altri labirinti italiani. R.B.N.

27 maggio 2014 0

Ai nuovi sindaci l’augurio di buon lavoro dal Commissario straordinario della Provincia di Frosinone

Di admin

“Intendo rivolgere ai Sindaci della provincia di Frosinone gli auguri di buon lavoro nel compito, certo non facile, che da oggiAggiungi un appuntamento per oggi è loro onore ed onere. Mi rallegro per quanti di loro sono stati confermati nell’incarico, con la maggior parte dei quali ho rapporti di collaborazione sempre positivi e propositivi; parimenti mi rivolgo ai tanti che da oggiAggiungi un appuntamento per oggi assumono per la prima volta l’incarico prestigioso di guidare la città o a coloro che tornano a farlo, affinché considerino un bene primario la nostra disponibilità, poiché la collaborazione e l’unità d’intenti sono un bene primario per la costruzione delle nostre strategie territoriali.

Mi si consenta l’espressione del rammarico per la mancata elezione di rappresentanti del nostro territorio presso il Parlamento Europeo, prestigiosissima assise che ha visto, sin dalla sua nascita, almeno una nostra rappresentanza. Non condivido, infatti, l’opinione di coloro che non vedono l’importanza dell’appartenenza territoriale nella composizione del Parlamento continentale, assise che esprime, ed è chiamata a farlo sempre più, alti temi politici e a vagliare decisioni che ci coinvolgono sempre più direttamente”.

27 maggio 2014 0

I sindaci del Pontino, a Cisterna di Latina serve il ballottaggio

Di admin

Otto le amministrazioni comunali rinnovate in provincia di Latina. CISTERNA DI LATINA sarà ballottaggio tra Mauro Carturan ed Eleonora Della Penna. A MAENZA il sindaco é Claudio Sperduti e a MONTE SAN BIAGIO Federico Carnevale. Angelo Pincivero è il primo cittadino di PROSSEDI, Carla Amici quella di ROCCAGORGA e Angelo Tomei quello di ROCCA MASSIMA. A SERMONETA la spunta Claudio Damiano e a SPIGNO SATURNIA Salvatore Vento.