Giorno: 30 maggio 2014

30 maggio 2014 0

Fonte (Pd): Con i nuovi orari soppressa la fermata di Cassino dei treni veloci molisani

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono molti i pendolari della tratta ferroviaria Cassino-Roma, che in queste ore mi stanno contattando perchè allarmati dalla pubblicazione dei nuovi orari treni. Le tristi novità riguarderebbero la soppressione della fermata di Cassino per tutti treni regionali veloci, del mattino, dalla Regione Molise; la previsioni di ulteriori fermate per i comuni del Sud della Provincia di Roma, ma soprattutto ancora nessun treno veloce nella fascia mattutina più importante per i pendolari della Stazione Ferroviaria di Cassino.

Allo stato attuale, dalle 6.07 alle 8.05 da Cassino non vi sarebbe più alcun treno veloce finanziato dalla Regione Lazio. Un vuoto molto preoccupante, considerando che questa è la fascia oraria più importante per i lavoratori e gli studenti del cassinate, che devono raggiungere la Capitale.

Con l’eliminazione dei treni “molisani” è necessario, se non imprescindibile, a mio parere, prevedere nuovi treni veloci (Cassino-Roccasecca-Frosinone-Roma) tra le 6 e le 8 del mattino.

Ho già rappresentato la situazione al Sindaco Petrarcone e all’assessore ai trasporti Costa, i quali si sono messi subito a disposizione per un incontro con alcune associazioni di pendolari della Cassino-Roma e subito dopo per richiedere, insieme, un tavolo tecnico con Regione Lazio e Trenitalia.

In quella sede, oltre alla suddetta problematica, proporrò di porre all’attenzione anche il continuo disagio dei pendolari, penalizzati purtroppo da alcune inefficienze del servizio, anche dovute dal numero ridotto di vagoni dei treni, che costringono i passeggeri a continui “viaggi della speranza”, nonchè la problematica delle pessime condizioni della Stazione ferroviaria di Cassino, finanche con riguardo alla presenza di barriere architettoniche che non consentono il libero utilizzo del servizio a persone con disabilità.

Pur non essendo la soluzione del problema di competenza e nelle possibilità del Comune di Cassino, ritengo che, in qualità di rappresentati dei cittadini di Cassino, sia dovere di noi amministratori quello di porre all’attenzione delle autorità competenti le problematiche e le esigenze dei nostri concittadini.

30 maggio 2014 0

Si è chiusa oggi l’edizione 2014 del progetto “Nonni su internet”

Di redazionecassino1

“Un grande successo anche quest’anno per il progetto Nonni su internet che ha confermato la bontà di un’iniziativa che si pone l’obiettivo, raggiunto, di avvicinare due generazioni lontane tra di loro attraverso quelle che sono le nuove tecnologie.” A dichiaralo la promotrice del progetto, il vicepresidente del Consiglio Comunale Maria Iannone, a margine dell’ultimo appuntamento che si è tenuto nel pomeriggio presso il Liceo Scientifico di Cassino e nel corso del quale sono stati consegnati gli attestati di, validi per il credito scolastico, agli alunni che hanno preso parte al progetto. “Gli anziani – ha sottolineato la Iannone – hanno partecipato con molto entusiasmo alle lezioni, tenutesi in orario pomeridiano, mostrando un notevole interesse agli argomenti proposti apprendendo l’abc del computer, dall’accensione alla navigazione in Internet. Sono molto soddisfatta della buona riuscita dell’attività e rivolgo un doveroso ringraziamento al Dirigente Scolastico, Prof. Salvatore Salzillo, che ha accolto con grande piacere questa iniziativa e grazie alla sua disponibilità siamo riusciti a realizzare il progetto senza alcuna spesa da parte del Comune. Ringrazio quindi i docenti, che a titolo gratuito, hanno partecipato a tale impresa i Proff: Enrico Latina e Amalia Maurizio e gli alunni-tutor Federico Cinefra, Giulia Coletti e Gianni D’Arpino, che con tanta disponibilità ed abnegazione hanno fornito il loro notevole contributo alle attività programmate.Sicuramente le attività saranno riproposte il prossimo anno con la convinzione, viste le forti adesioni anche di questo anno, di dare risposte concrete ad una fascia della popolazione che in questo momento storico costituisce un vero e proprio ammortizzatore sociale per tante famiglie.”

30 maggio 2014 0

Cassino comune amico del ‘Turismo Itinerante’

Di redazionecassino1

“Da domani Cassino entra a far parte ufficialmente, insieme a soli altri 120 Comuni in tutta Italia, nel circuito virtuoso del Comune Amico del Turismo Itinerante.” A renderlo noto l’assessore al turismo del Comune di Cassino, Danilo Grossi, alla vigilia ‘1° raduno Camper Terra di San Benedetto’ che si terrà in città da sabato 31 maggio a lunedì 2 giugno. “Un altro passo – ha continuato Grossi – in favore di quello sviluppo turistico che una città come Cassino deve avere attraverso, come il caso specifico dimostra, una progettualità che sia capace di mettere a sistema le varie tipologie di turismo. L’adesione al progetto ‘Comune Amico del Turismo Itinerante’ arriva a termine di un percorso avviato con l’approvazione della delibera 199 del 2012 attraverso la quale l’Amministrazione Comunale ha manifestato la volontà di entrare a far parte di questo circuito promosso dalla Federazione Unione Club Amici (Uca) su scala internazionale. A seguito di ciò, come previsto dal regolamento, ci siamo attivati per assicurare i requisiti indispensabili per diventare ‘Comune Amico del Turismo Itinerante, che nello specifico prevedono la realizzazione di un punto destinato ai camperisti in cui non sia vietata la sosta e dove poter provvedere all’approvvigionamento idrico ed allo scarico della acque reflue. Opere che sono state portante a termine all’interno del parcheggio del Parco Archeologico in via Montecassino, dove è presente una fontana di acqua pubblica per l’approvvigionamento idrico e dove è stato realizzato un apposito pozzetto per lo scarico delle acque reflue dei Camper. Dopo aver quindi realizzato diverse iniziative a favore del turismo, questo è sicuramente un altro passo che dimostra l’attenzione di questa amministrazione per un settore fondamentale per ogni territorio ed in particolare per una città come Cassino che ha un potenziale turistico enorme. Ed è proprio partendo dal patrimonio turistico di Cassino che abbiamo intrapreso un percorso di ‘targettizzazione’ in questo settore attraverso appositi pacchetti, progetti ed iniziative che vanno a coinvolgere le varie tipologie di turismo che interessano la città; dal turismo religioso, a quello scolastico, passando per quello archeologico – storico – culturale, fino ad arrivare a quello paesaggistico e da oggi, grazie all’adesione del progetto promosso dall’Uca, Cassino è una città pronta ad accogliere anche il turismo itinerante. Un risultato importante raggiunto grazie ad un lavoro sinergico del Comune e del Camper Club Cassino che si è impegnato molto, soprattutto con il presidente Antonio Di Fazio ed il vicepresidente Benedetto Sinagoga, per fare in modo che Cassino riuscisse a rientrare in questo circuito. Il ‘1° raduno Camper Terra di San Benedetto’, con oltre 90 equipaggi che sosteranno all’interno di piazza Nicholas Green, sarà l’occasione per ufficializzare questo traguardo a partire da domani pomeriggio, quando alle 18.30 in Sala Restagno il Coordinatore Nazionale dell’Unione Club Amici, Ivan Perriera, consegnerà al sindaco Petrarcone l’attestato e la targa identificativa, alcune delle quali già installate in città, a certificazione che Cassino è Comune Amico del Turismo Itinerante. Non solo la presenza di tanti camperisti a Cassino dimostra già la bontà di questa iniziativa cui il Comune ha aderito e che rappresenta una grande opportunità in termini di promozione del territorio. In questi tre giorni, infatti, gli equipaggi presenti a Cassino visiteranno, oltre all’abbazia, anche le tante bellezze archeologiche, naturalistiche ed i musei della città.”

30 maggio 2014 0

Hashish e cocaina a Minturno, arrestati due uomini

Di admin

Oltre due chili di hashish e quasi un etto di cocaina rinvenuti nell’auto e nella casa di due uomini di Minturno hanno fatto scattare loro le manette ai polsi. I carabinieri della compagnia di Formia hanno fermato ieri una vettura sulla quale viaggiavano I.L.R. 31 anni e T. O. 37 anni entrambi di Minturno. Nell’auto sulla quale viaggiavano i militari hanno trovato un panetto di hashish dal peso di 100 grammi. La perquisizione si è estesa alle case di entrambi. In quella del 31enne sono stati trovati panetti di hashish per un peso complessivo di due chili e 30 grammi, oltre a 67 grammi di cocaina e 37 confezioni di mannitolo usato come sostanza da taglio.

30 maggio 2014 0

Finti poliziotti rapinano il proprietario della ricevitoria Di Cicco di Cassino, bottino da 64mila euro

Di admin

Lampeggiante in auto, paletta del Ministero degli Interni, lo hanno fatto accostare facendogli credere di essere poliziotti, poi lo hanno rapinato. Vittima del colpo da 64mila euro è il proprietario della ricevitoria Di Cicco di Cassino che poco dopo le 15 era in transito sulla sua Fiat Punto sulla superstrada e lo rapinano di 64mila euro. È accaduto poco dopo le 15 sulla superstrada Cassino Formia nel territorio di Pignataro Interamna. Un’Audi con un lampeggiante all’interno e due uomini a bordo, mostrano una paletta del Ministero dell’Interno al giovane commerciante e gli intimano di accostare. Il ragazzo accosta e si ritrova una pistola puntata in faccia e i due che gli portano via la somma in danaro contante. Il ragazzo era diretto a Piedimonte per una commissione, poi sarebbe passato a depositare il soldi. Subito è scattato l’allarme alle forze dell’ordine e ad una ambulanza del 118 che è arrivata sul posto per assistere il derubato sotto shock.

Ermanno Amedei

30 maggio 2014 0

Medico “volante” abbattuto dalla polizia stradale di Viterbo viaggiava 201 Km/h

Di admin

A 201 chilometri orari sulla superstrada che collega Roma a Viterbo. Quasi un volo radente quello che ha fatto un medico romano di 50 anni diretto a Viterbo per motivi professionali, “beccato”, però, dagli agenti della polizia stradale di Viterbo comandati dal Vice questore aggiunto Federico Zaccaria. Quando gli Agenti lo hanno fermato contestandogli, prove alla mano, che la sua velocità era di 1110chilometri orari superiore al limite consentito, cioè 90, ha sostenuto di essere diretto al capezzale di un paziente che, però, abitava in una direzione opposto al suo senso di marcia. Per questo gli è stata ritirata la patente per sei mesi ed è stato sanzionato con una multa di 821 euro.

Il Comandante Federico Zaccaria fa notare come in questo periodo la Polizia Stradale stia intensificando le attività di controllo basate sull’impiego di apparecchiature elettroniche. In particolare, oltre ad autovelox e telelaser, le pattuglie della stradale da qualche mese sono dotate di particolari sistemi di bordo che consentono, tramite un moderno software, di leggere in movimento le targhe dei veicoli, verificando così, in tempo reale, se questi sono in regola con la revisione e, soprattutto, che non siano provento di furto.

30 maggio 2014 0

Danneggiato il tabellone posto da Italia nostra nella Villa Cominale di Cassino, Spallino: “E’ più di atto vandalico”

Di admin

Da Angelo Spallino presidente di Italia Nostra, riceviamo e pubblichiamo “Nella notte tra il 28 ed il29 maggio e’ stato distrutto con puntiglio certosino il tabellone illustrativo di educazione ambientale con oggetto la fauna del Parco del Gari preparato e sistemato dalla sezione del Cassinate di Italia Nostra. Ma è uno sbaglio grossolano pensare che si tratti del periodico atto vandalico dei soliti idioti del sabato sera; infatti nulla e’ stato toccato di altro. In genere vengono rovesciati i bidoni della spazzatura, danneggiati e sporcati i giochi dei bambini,divelte staccionate…non e’ stato nemmeno toccato il cartello illustrativo delle statue da poco sistemate in villa. Per Italia Nostra e’ un gesto intimidatorio contro una associazione che da anni si batte per mantenere vivibile la villa comunale e contro derive privatistiche commerciali. Evidentemente hanno dato fastdio a qualcuno le proteste contro la sporcizia del 25 aprile,del primo maggio,della manifestazione militare in occasione del 70°. ITALIA NOSTRA in queste occasioni ha protestato per l’invasione ed il traffico di automezzi sulle stradine e sui prati,sull’ingresso non vigilato di attivita’ commerciali lucrative, per il traffico davanti all’area giochi dei bambini. Con l’approssimarsi di una nuova manifestazione sonora,la cui effettuazione nella villa comunale non viene condivisa in toto, ha il dovere di richiamare l’attenzione della amministrazione comunale affinche’ non si ripetano piu’ invasioni e parcheggi di auto sui prati , sulla necessita’ che giornalmente venga effettuata la pulizia delle aree coinvolte all’evento, sulla condivisibile importanza che la villa non venga lasciata in mano a vandali. Quanto poi alla ventilata ipotesi di istallare in mezzo al laghetto un palco per le esibizioni musicali l’associazione avanzi motivati dubbi che questo si possa fare per due ordini di motivi:il primo di carattere ambientale perché aironi,nutrie , gallinelle e trote sarebbero seriamente danneggiati nelle loro funzioni vitali e riproduttive; il secondo di ordine autorizzativo perché la P.A. comunale non e’ legittimata a rilasciare autorizzazioni per l’utilizzo delle aree fluviali, oltretutto degne di particolare interesse naturalistico. Se invece il Parco del Gari, ideato e finanziato per disciplinare la presenza dell’uomo in un ambito naturalistico, e’ stato gia’ declassato a parco attrazione con attivita’ commerciali lucrative come gia’ avvenuto per piazze e marciapiedi, sia affermato senza reticenze. Almeno si capirebbe il proliferare di progetti di gestione disinvolti e la impudicizia solo nel fare richiesta per trasformare il laghetto della villa comunale in un laghetto di pesca sportiva”.

30 maggio 2014 0

A Nemi l’81ª Sagra delle Fragole e Mostra dei Fiori

Di admin

NDopo l’emozionante esibizione della Fanfara dei Carabinieri, che ha aperto le celebrazioni dell’81ª Sagra delle Fragole e Mostra dei Fiori, anche questo fine settima proseguono i festeggiamenti nel paese delle fragole.

Quest’anno il tema della Sagra delle Fragole ed in particolare la Mostra dei Fiori, è dedicato ai 200 anni dalla fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Il corposo programma prevede varie mostre di pittura nel suggestivo Castello Ruspoli, sfilate delle splendide Fragolare vestite in costume tipico, serate danzanti, musica, folklore e soprattutto la degustazione dei prelibati frutti rossi che verranno offerti a tutti gli ospiti. Chiunque visiti Nemi si innamora di questo splendido paese, già scelto come dimora dagli imperatori di Roma, dei quali è possibile ripercorrere la storia visitando il Museo Nazionale delle Navi Romane e, nello specifico, il nuovo allestimento dedicato all’Imperatore Caligola.

La Sagra delle Fragole e Motra dei Fiori è davvero un evento da non perdere come dimostra il fatto che, lo scorso anno, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto conferire un propria medaglia alla manifestazione per l’alto valore promozionale.

30 maggio 2014 0

Imbarcazione in difficoltà a largo di Punta dello Stendardo di Gaeta soccorsa dalla Guardia Costiera

Di admin

Nella tarda serata di ieri, giungeva alla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta la segnalazione di una emergenza in mare da parte di una imbarcazione da diporto in difficoltà, a largo di Punta dello Stendardo di Gaeta. A causa dei forti marosi, l’imbarcazione a motore, mod. Aprea 65, nel tentativo del comandante di recuperare il tender dell’unità, restava in balia delle onde a seguito dell’impiglio di alcune cime nelle eliche dell’imbarcazione. La sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta inviava in zona la motovedetta CP 856 per assistenza e coordinamento delle operazioni di rimorchio da parte di un’unità del Gruppo Ormeggiatori di Gaeta abilitata al servizio. A bordo dell’unità alla deriva due persone molto provate a causa delle proibitive condizioni meteomarine. Molto delicate le fasi di avvicinamento della motovedetta della Guardia Costiera e dell’imbarcazione del Gruppo Ormeggiatori a causa del mare molto mosso e del forte vento che rendevano pericolose le fasi iniziali di aggancio e rimorchio. Dopo circa cinque ore di difficile navigazione l’imbarcazione rimorchiata, costantemente assistita dalla motovedetta della Guardia Costiera, ormeggiava alle ore 3 del mattino in sicurezza alla banchina Caboto di Gaeta. Buone le condizioni generali di salute dei due naufraghi, che all’arrivo in porto tiravano un sospiro di sollievo per la brutta esperienza vissuta, ringraziando gli equipaggi che li avevano assistiti durante le lunghe ore in mare.

30 maggio 2014 0

Liberazione di Frosinone, domani via alla tre giorni di celebrazioni

Di admin

Ci siamo. La città di Frosinone è pronta per celebrare degnamente il giorno della propria Liberazione con una tre giorni di commemorazioni e manifestazioni che inizieranno domani sera (31 maggio) e termineranno il 2 giugno. Sono giunti, infatti , praticamente a conclusione i preparativi per una tre giorni che si preannuncia emozionante e di alto livello per la presenza di autorità straniere che hanno voluto essere fortemente a Frosinone in occasioni di queste celebrazioni

Il 1 giugno l’ambasciata canadese sarà presente, ad esempio, con una delegazione prestigiosissima composta in primis dall’ambasciatore Peter McGovern e dall’addetto militare Colonnello Spike Hazleton. Hanno dato la propria adesione, poi, sia l’ambasciata britannica, che sarà rappresentata dal Tenente Colonnello Mike Edwards, Ufficiale della Royal Air Force ed Ufficiale di Collegamento dell’ambasciata britannica presso lo Stato Maggiore della Difesa Italiano a Roma, e l’ambasciata americana che sarà rappresentata dall’addetto militare, mentre l’ambasciata tedesca, pur ringraziando il sindaco e la città per l’invito, ha dovuto rinunciare per concomitanti ed improcrastinabili impegni istituzionali.

Il programma degli eventi e delle commemorazioni avrà inizio sabato 31 maggio, allorquando, a partire dalle ore 21, in piazzale Vittorio Veneto (o al Teatro Nestor in caso di maltempo), con il suono della sirena che preannuncia l’attacco aereo, avrà inizio una serata rievocativa del grande bombardamento di Frosinone della Seconda Guerra Mondiale. Saranno proiettati foto e filmati originali dell’epoca, tra cui spicca un quasi inedito: una testimonianza di don Luigi Minotti, vero eroe cittadino, che, in un’interista radiofonica di fine anni ’70, racconta gli istanti drammatici del settembre ’43. Ci sarà spazio anche per l’esibizione della Banda comunale “Romagnoli” e di una formazione musicale del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone.

Il clou delle celebrazioni si vivrà domenica 1 giugno, giorno della Liberazione di Frosinone.

Dalle ore 10 un corteo, aperto dalla banda militare della First Special Service Force, con autorità e cittadini partirà da largo Sant’Antonio e giungerà fino in piazza della Libertà. Lungo il tragitto, nei pressi dei giardini di corso della Repubblica, verrà scoperta una targa commemorativa in ricordo dei soldati caduti per la liberazione di Frosinone. Dopo le deposizioni delle corone in piazza della Libertà, in piazzale Vittorio Veneto sarà il momento dei discorsi delle autorità presenti.

Alle 19, nella chiesa abbaziale di San Benedetto ci sarà un messa in ricordo di tutti i caduti, mentre dalle 20.30, in piazzale Vittorio Veneto (o al Teatro Nestor in caso di maltempo) avrà luogo il concerto della banda della First Special Force, della Banda comunale “Romagnoli” e di una formazione musicale del Conservatorio “Licinio Refice”, inframmezzati da filmati ed interventi di storici locali.

La chiusura delle celebrazioni ci sarà lunedì 2 giugno con la grande novità del ballo in piazza per festeggiare la Liberazione di Frosinone e l’istituzione della Repubblica. Dalle ore 21 serata danzante in piazzale Vittorio Veneto con repertorio musicale anni ’40 e ’50 la cittadinanza potrà ritrovarsi per un evento che a Frosinone ha avuto luogo, per l’ultima volta, nel 1884, ben 130 anni fa.

Intanto, tra le iniziative di successo organizzate dall’amministrazione comunale nell’ambito delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Liberazione della città, c’è, poi, la mostra storico-fotografica sulla guerra a Frosinone, che sta registrando numeri da record con presenza che hanno superato le 3.000 unità. La mostra, realizzata con il prezioso contributo di Maurizio Federico e Paolo Sbarbada, che hanno messo a disposizione il materiale documentale e fotografico e hanno offerto la loro consulenza storica per l’allestimento, è aperta il venerdì e il sabato dalle 16 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Per gli altri giorni della settimana, sarà possibile prenotare la visita, per gruppi di almeno 5 persone, telefonando al numero 0775265555. Dal 15 maggio 2014 all’8 giugno 2014 sarà, invece aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. L’ingresso è gratuito. L’Amministrazione Comunale, poi, nell’intento di ricostruire l’archivio storico comunale, andato completamente distrutto a causa dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, e la memoria storica cittadina, chiede, a chi ne fosse in possesso, di mettere a disposizione foto, documenti, filmati, registrazioni, libri, e ogni altri tipo di supporto, che, una volta duplicati, saranno restituiti al legittimo proprietario. L’amministrazione comunale, infine, ringrazia il vivaio Fontana Flor di Domenico Fontana, che ha gentilmente offerto l’addobbo delle aiuole di corso della Repubblica, la Sant’Anna Stone Italia di Castelnuovo Parano per aver donato la stele commemorativa su cui verrà apposta la targa per i militari caduti, e la cooperativa Nexus per la preziosa opera prestata.