Giorno: 31 maggio 2014

31 maggio 2014 0

Polizia provinciale di Frosinone a caccia di cinghiali

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I primi cinghiali sono caduti nelle trappole della polizia provinciale di Frosinone che sta eseguendo, dal 28 maggio, una ordinanza del comune che dispone la cattura e l’allontanamento dei cinghiali selvatici presenti sul territorio comunale per essere affidati ad un’azienda agricola attrezzata per il ricovero e successivamente sarà liberato in una zona boschiva. Il provvedimento si è reso necessario a causa dei continui episodi in cui gli animali si sono avvicinati alle abitazioni causando spesso danni alle colture. La Polizia Provinciale agli ordini del Comandante Belli ha immediatamente iniziato le operazioni di cui è stata investita. Nella giornata odierna il primo cinghiale è stato catturato. Alla stessa maniera procederà per gli altri esemplari presenti sul territorio, tenendo in considerazione anche la presenza di esemplari ancora cuccioli e ancora governati dalla loro madre.

31 maggio 2014 0

Una campana a Roccasecca per ricordare Daniele le le vittime della strada

Di admin

I rintocchi in “MI” per ricordare Daniele Paolozzi, l’agente di polizia in forze alla questura di Roma morto a fine maggio del 2012 in un incidente stradale a Roccasecca. A due anni dalla scomparsa del compianto Daniele, la famiglia Paolozzi dona alla comunità di Caprile la “campana della memoria”. In occasione dei festeggiamenti civili e religiosi in onore dei Santi Filippo e Giacomo, venerati presso la Cappella dei Pozzi di Caprile, nel comune di Roccasecca, lunedì 2 giugno, la campana sarà benedetta da don Xavier Razanaday e sarà a ricordo di Daniele e di tutte le vittime della strada. Una campana da sacrestia, in bronzo, fatta fondere presso la gloriosa Fonderia Pontificia Marinelli di Agnone (IS), la cui corona è incastellata in un semplice ma elegante arco in ferro sormontato da una nuda croce. L’Assistente Daniele Paolozzi che ha amato la vita e difeso i valori incarnati da quella divisa che ha sempre indossato con orgoglio, consapevole del proprio ruolo e dei gravi compiti che ogni operatore di Polizia è chiamato ad assolvere, con spirito di servizio, in favore dell’intero corpo sociale, si è sempre distinto nel proprio lavoro per senso del dovere e spirito di appartenenza. E’ deceduto in un incidente stradale.

31 maggio 2014 0

Assaggio d’estate nel “ponte” del 2 giugno, primi soccorsi in mare della Capitaneria di Porto di Gaeta

Di admin

Il “ponte” festivo culminante nella ricorrenza del 2 giugno, anche per le favorevoli condizioni meteorologiche previste su larga parte del territorio nazionale, sicuramente costituirà per diportisti, bagnanti e frequentatori del mare in genere, un primo “assaggio” dell’ormai imminente stagione estiva, aumentando così la probabilità di situazioni di pericolo. Infatti, per la Guardia Costiera questi giorni sono già stati occasione di intensa attività di soccorso a salvaguardia della vita umana in mare. Per quanto riguarda, in particolare la zona di Mare Tirreno di competenza della Direzione Marittima del Lazio, si sono verificate, come noto, due situazioni di emergenza nel cui ambito le motovedette SAR delle Capitanerie di Porto di Roma e Gaeta sono state impiegate per trarre in salvo e ricondurre a terra complessivamente quattro diportisti, per i quali le sfavorevoli condizioni meteo-marine, unitamente a guasti tecnici ai rispettivi mezzi nautici, avevano fatto seriamente temere il peggio. Questi interventi rientrano nell’ordinaria attività che la Guardia Costiera Italiana svolge quotidianamente, 24 h su 24, 365 giorni l’anno, per garantire l’incolumità dei naviganti, monitorando, con oltre 500 tra mezzi navali e aerei, su 8.000 km di costa, in un’area di responsabilità di 500.000 kmq di acque marine che le vigenti convenzioni internazionali in materia di salvaguardia della vita umana in mare assegnano all’Italia. Si tratta di una zona di mare molto particolare, situata al centro del Mediterraneo e crocevia di traffici marittimi di grande rilevanza, non solo commerciale. La parte meridionale di questo spazio marittimo è assurta alla cronaca negli ultimi anni per il fenomeno dell’immigrazione dai paesi africani, con le terribili conseguenze che ogni giorno vengono riportate dai mass media; la Guardia Costiera è anche lì coinvolta con i propri mezzi navali nell’ambito dell’operazione “Mare Nostrum”. Quest’ultimo grande impegno di uomini e mezzi, tuttavia, in nessun modo fa diminuire l’attenzione profusa nella quotidiana attività svolta nell’interesse della collettività nazionale, per la tranquillità di tutti coloro che, per lavoro o riposo, fruiscono del mare, per la sicurezza della navigazione e la tutela dell’ambiente marino e costiero e delle sue risorse biologiche. Si tratta di uno sforzo che solo nell’anno 2013 ha permesso di trarre in salvo circa 8000 persone, tra naviganti, diportisti e pescatori. L’efficacia e la puntualità delle operazioni di soccorso dipendono anche e soprattutto dall’utilizzo del 1530, numero unico nazionale gratuito per le emergenze in mare, che ogni cittadino può sempre utilizzare per richiedere aiuto immediato in caso di emergenza.

31 maggio 2014 0

Tappa a Latina della “Marcia della Fedelissima” itrapresa dal camminatore formiano

Di admin

Ha fatto tappa oggi a Latina la “Marcia della Fedelissima” indetta dall’Istituto Nazionale del Nastro Azzurro e dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, per celebrare i 200 anni dalla costituzione della Benemerita, che ha visto il 78enne maratoneta, prof. Michele Maddalena, percorrere a piedi tutta l’Italia nei luoghi più significativi in cui i Carabinieri hanno dato prova di valore e di eroismo sia individuale che collettivo. La marcia si concluderà il 4 giugno prossimo a Roma, dove il podista giungerà per omaggiare sia il Vice Brigadiere dei Carabinieri Salvo D’ACQUISTO, che il “Milite Ignoto”, dopo aver toccato circa 120 Comuni. Alla cerimonia, svoltasi stamattina alle ore 10,00 presso il parco cittadino “A. Mussolini”, erano presenti, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Latina, Colonnello Giovanni DE CHIARA, il Presidente della Federazione Provinciale del Nastro Azzurro di Latina, Stefano MILLOZZA, le massime autorità civili e militari, i rappresentanti delle Associazioni combattentistiche e d’Arma, nonché di quelle che operano nelle attività di promozione umana e sociale. Nella circostanza, il Col. DE CHIARA, dopo aver deposto una corona di alloro al monumento “Ai Caduti di tutte le Guerre”, ha ringraziato la cittadinanza per la vicinanza all’Arma, ricordando che in occasione della storico traguardo dei due secoli di vita, è stata coniata una moneta da due euro con il logo del Bicentenario ed inaugurato il monumento dei “Carabinieri nella Tormenta” all’interno dei giardini del Quirinale. L’Alto Ufficiale ha voluto ricordare anche il passaggio del maratoneta MADDALENA a Grenoble (Francia) ove l’Arma conobbe il “battesimo del fuoco”, la prima medaglia d’Oro al Valor Militare al Carabiniere Giovanni SCAPACCINO, nonché la figura del compianto Presidente Provinciale dell’Istituto Nastro Azzurro, Cavaliere Luigi CASALVIERI.

31 maggio 2014 0

Nudisti senza più spiaggia, a Gaeta chiusa l’Arenauta

Di admin

Una delle più belle spiagge di Gaeta, quell’Arenauta è stata chiusa oggi con una ordinanza sindacale relativa a rischio frane. Si tratta degli ultimi 500 metri di spiaggia nella zona delle Scissure interdetti al transito e alla sosta con l’apposizione di pali e corda sormontati dai cartelli dei divieti. Uno spaccato di mare noto in tutta Italia, in particolare tra Naturisti e nudisti. Una chiusura che certamente non fa sorridere i gestori dei due chioschi che rientrano in quel perimetro daco che i loro clienti non potrebbero scendere a mare.

31 maggio 2014 0

Tenta di uccidersi a Formia, salvata dai vigili del fuoco

Di admin

Non rispondeva più a chi la chiamava e per questo vicini e parenti hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco. L’allarme è stato lanciato poco prima delle 17.30 da Via Rambo Capocastello a Formia dove abita una donna di 56 anni e sul posto è arrivata la squadra di vigili del fuoco di Gaeta. Un intervento provvidenziale perché, non appena forzata la porta d’ingresso, i pompieri si sono trovati davanti la donna che, oltre ad aver assunto psicofarmaci si era stretta una busta di plastica alla testa. Liberata è stata sottoposta dagli stessi vigili del fuoco ad un massaggio cardiaco che l’ha rianimata nell’attesa dell’arrivo degli operatori del 118 che l’hanno trasportata in ospedale.