Il 162esimo anniversario della Polizia di Stato celebrato in Questura a Frosinone

9 maggio 2014 0 Di admin

Tanti i poliziotti presenti questa mattina in Questura per celebrare il loro 162° Anniversario. Sono arrivati anche dai Commissariati e dalle Specialità per confermare un intimo senso di appartenenza alla Istituzione Polizia di Stato. La sobrietà scelta per lo svolgimento della cerimonia, privilegiandone il significato istituzionale, ha voluto essere un riconoscimento per il lavoro che le donne e gli uomini della Polizia di Stato giornalmente svolgono al servizio del cittadino.

La continuità nella storia di questo antico e glorioso “corpo” è stata sottolineata dalla presenza di tanti appartenenti all’ANPS, Associazione degli ex appartenenti alla Polizia di Stato, perché chi entra in Polizia, rimane poliziotto anche quando per limiti di età non può indossare più la divisa.
Il Prefetto di Frosinone Dott.ssa Zarrilli ha espresso grande apprezzamento per i poliziotti di questa provincia ricordando anche le tante operazioni concluse grazie anche alla forte sinergia operativa esistente su questo territorio con le altre forze di polizia.

Un sentito grazie è arrivato poi ai poliziotti dal Questore Giuseppe De Matteis che ha voluto riconoscere loro il grande merito di essere riusciti a sentirsi parte di una “squadra vincente”, esprimendo il proprio orgoglio per i lusinghieri risultati che sono riusciti a realizzare. Proprio i brillanti risultati hanno permesso a due Ispettori Capo Gianfranco Sacco e Daniele Quirino, entrambi in forza alla Squadra Mobile, di ricevere la promozione al grado superiore per meriti straordinari.

Una promozione che, secondo le parole del Questore, rappresenta una “medaglia da appuntare al petto di ognuno di noi” perché questa è il riscontro di una impegnativa attività della nostra squadra che ha portato la Polizia di Stato in questa Provincia ad altissimi livelli di efficienza e professionalità. La cerimonia si è conclusa con un lungo e sentito applauso da parte della Autorità presenti, dei Presidenti dei Tribunali di Frosinone e Cassino, dai Procuratori Capo della Repubblica e degli altri Ufficiali delle forze di Polizia e delle Forze Armate.