Salva un giovane da morte certa sull’A1, premio domani per l’agente della Stradale Mario Tardivi

15 maggio 2014 5 Di admin

Merito a chi mette a rischio la propria vita per salvare quella degli altri. E’ il caso di alcuni poliziotti della Stradale della provincia di Frosinone che, domani, nel corso di una cerimonia nell’ambito del Giro d’Italia saranno premiati per gesti di ordinario eroismo che solitamente passano inosservati. E’ il caso dell’assistente capo Mario Tardivi in servizio presso la sottosezione di polizia stradale di Cassino. I fatti per i quali il capo pattuglia riceverà il riconoscimento risalgono ad una sera della scorsa estate quando sul tratto di A1 tra i caselli di Ceprano e Pontecorvo, è stata segnalata un’auto che viaggiava contromano. La pattuglia non ha tardato a raggiungere la vettura in controsenso trovandosi con essa frontalmente e riuscendo, con una serie di manovre, a spingerla sul ciglio della strada. A quel punto, il conducente, un 30enne di Roma, in pieno delirio e con chiara intenzione di suicidio, si è lanciato sulle corsie in cerca di morte. Mentre il collega tentava di rallentare il traffico, l’agente Mario Tardivi lo ha inseguito a discapito della propria sicurezza, immobilizzandolo nel buio sulla terza corsia di sorpasso, tra le auto che gli sfrecciavano accanto, trascinandolo di peso sulla corsia di emergenza dove è stato immobilizzato in attesa dell’arrivo di una ambulanza. Anche allora, però, lo stesso Tardivi è dovuto intervenire per contenere le intemperanze del giovane che viveva ancora uno stato di agitazione violenta. Gli è rimasto accanto, anche per salvaguardare l’incolumità degli uomini del 118 fino in ospedale dove è stato sedato. Per questo, Tardivi, sarà premiato domani.
Er. Am