Giorno: 1 giugno 2014

1 giugno 2014 0

Piccola Grande Italia a Trevi nel Lazio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

In viaggio con Legambiente alla scoperta della cultura e della natura dei piccoli comuni dell’eco-distretto dei monti Prenestini-Simbruini e delle valli del Giovenzano e dell’Aniene. “Approvare la legge regionale per i piccoli comuni sarà un volano per lo sviluppo eco-sostenibile del territorio”

Legambiente oggi insieme a tanti cittadini è andata alla scoperta della bellezza del piccolo comune di Trevi nel Lazio (FR), una bella giornata, organizzata in collaborazione con la cooperativa “il Betilo”, con un ricco programma di visite guidate ha fatto scoprire ai presenti le bellezze naturali delle cascate di Trevi immerse nel parco dei Monti Simbruini, e le pietre così ricche di storia del borgo medievale.

“Questi 10 anni di a Voler Bene all’Italia così intensi ci dimostrano che l’intuizione avuta allora era più che giusta. Se vogliamo costruire un futuro sostenibile dobbiamo ripartire dai piccoli comuni italiani – dichiara Maurizio Gubbiotti, coordinatore della segreteria nazionale di Legambiente -che rappresentano l’impalcatura del nostro paese custodendone le maggiori bellezze ambientali e architettoniche. Il connubio magico tra Parchi e piccoli Comuni come Trevi nel Lazio e il Parco dei Monti Simbruini di oggi, rappresenta la giusta esaltazione del territorio”.

“Festeggiamo la Piccola Grande Italia per sostenerne il rilancio concreto nel Lazio anche attraverso la legge regionale sui piccoli comuni che chiediamo sia approvata al più presto – dichiara Roberto Scacchi direttore di Legambiente Lazio – Bisogna creare metodi di sviluppo sostenibile che siano volano vero di rinascita dei tanti comuni sotto i 5000 abitanti, veri custodi della bellezza del territorio. C’è bisogno di scommettere sulla qualità straordinaria nascosta in questi borghi dando sostanza ai progetti di rilancio territoriale, anche indirizzando i fondi europei a sostegno di tanti splendidi paesi.”

Il ricco programma ha portato i visitatori lungo le rive del Fiume Aniene fino alle Cascate di Trevi, alla scoperta di una natura rigogliosa e potente. Tornati in paese, il viaggio è proseguito nelle sale del Museo delle Piante Naturali e Officinali dove esperti accompagnatori del Parco dei Monti Simbruini hanno svelato le caratteristiche principali della flora e della fauna dell’ambiente circostante. Si è arrivati poi alle sale di Palazzo Caetani, già residenza di Papa Bonifacio VIII dove ha sede il Museo Civico Archeologico “Domenico Pierantoni”. Al termine della visita in cima alla torre del Castello si è potuta apprezzare una straordinaria panoramica su tutta la valle del Fiume Aniene. È stata la voce imponente e solenne dell’Organo settecentesco della Chiesa di Santa Maria Assunta suonato dal Maestro Schinaia a concludere la giornata.

Alla giornata hanno partecipato tra gli altri: Cristiana Avenali, consigliera regionale e prima firmataria della legge sui piccoli comuni; Pierfilippo Schina, sindaco di Trevi nel Lazio; Francesco Colagrossi, sindaco di Capranica Prenestina; Danilo Sordi, commissario del Parco Regionale Monti Simbruini; Roberto Scacchi, direttore Legambiente Lazio; Maurizio Gubbiotti, coordinatore della segreteria nazionale di Legambiente; Tiziano Cinti, coordinatore sistema museale Pre.Cio e rappresentante società cooperativa il Betilo.

1 giugno 2014 0

Coldiretti Frosinone: “Danni per il maltempo di ieri”

Di admin

Il maltempo con pioggia battente, grandine, esondazioni e smottamenti ha procurato allarme e danni nelle campagne di molte zone della Ciociaria. “Sono state molteplici le segnalazioni di disagio – ha detto Saverio Viola direttore della Coldiretti di Frosinone – penalizzati e, in diversi casi, distrutti i raccolti dei campi per diverse decine di ettari di terreno mentre, in alcune località, per ripulire dal bombardamento di chicchi bianchi di grandine ci sono volute diverse ore. L’ondata di maltempo violenta di ieri, come al solito, sarà segnalata dalla nostra struttura alle autorità competenti per compiere una immediata e puntuale verifica della situazione ai fini di accertare le reali perdite economiche e fondiarie subite con la conseguente individuazione dei benefici di legge applicabili nelle situazioni di calamità se sarà accertata. Intanto Coldiretti Frosinone si prepara per prendere parte all’incontro territoriale di mercoledì prossimo a Firenze. “Al Nelson Mandela Forum, in viale Pasquale Paoli – spiega Viola – è in programma il nostro incontro territoriale sul tema: “Lavorare e Vivere Green In Italia – Per La Giornata Mondiale Dell’ambiente. “Si tratta di un appuntamento importante e significativo oltre che atteso. Con l’inizio della stagione che offre piu’ opportunità per “I lavori green” sarà presentato il primo Dossier “Lavorare e vivere green in Italia” con analisi aggiornate, nuovi strumenti di accesso, esperienze concrete e potenzialità occupazionali, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente istituita dall’Assemblea Generale dell’Onu. L’iniziativa di Coldiretti intende anche rimarcare come migliaia di agricoltori hanno consentito all’Italia di conquistare valori da primato sul piano ambientale anche grazie ad esperienze imprenditoriali uniche, innovative e sostenibili in grado di generare lavoro e reddito che saranno presentate dal vivo nell’Open Space “Lavorare con la Green Economy” allestito per l’occasione. Tornando ai danni Coldiretti sottolinea “Colpiti gli allevatori che hanno visto compromesso in molti casi il raccolto in un momento in cui, purtroppo, il settore continua a registrare criticità ad iniziare dall’incertezza per il prezzo – sottolinea ancora Viola. L’andamento anomalo del 2014 conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano proprio – conclude il direttore della Coldiretti – con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense e un maggiore rischio grandine.