Giorno: 10 giugno 2014

10 giugno 2014 0

A caccia di un furgone interrato, nella zona industriale di Cassino si scava per cercare il mezzo carico di fusti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si scava, nel Cassinate, alla ricerca di sostanze pericolose nascoste anni fa nelle viscere della terra. Da alcuni giorni l’area di una azienda della zona industriale di Cassino e alle attenzioni di investigatori che con mezzi meccanici dei vigili del fuoco sono impegnati nel verificare informazioni assunte nel corso di una indagine che racconterebbero di un intero furgone contenente fusti, interrato in un’area industriale. I sopralluoghi effettuati nei giorni scorsi avrebbero permesso di individuare il punto ritenuto di interesse e già oggi sarebbero iniziati, con tutte le cautele del caso gli scavi che continueranno anche nei prossimi giorni.

Er. Amedei

10 giugno 2014 0

Violento nubifragio sul Cassinate, a Pignataro danni a case e alberi abbattuti

Di admin

Un violento nubifragio si è abbattuto oggi pomeriggio sul Cassinate. Una pioggia torrenziale accompagnata a forti raffiche di vento hanno creato disagi alla circolazione stradale e danni anche ad alcune abitazioni. La zona più duramente colpita sembra essere stata quella di Pignataro Interamna dove il vento forte avrebbe sollevato e danneggiato i tetti di due abitazioni. Sulla superstrada Cassino Formia, invece, un grosso albero si è abbattuto sulla sede stradale bloccando il traffico ma, per fortuna, senza investire automobili in transito. Gli uomini della polizia provinciale e una ditta hanno provveduto a liberare l’arteria stradale.

Er. Amedei

10 giugno 2014 0

Latina, arrestati dalla Squadra Mobile tre cittadini rumeni per furto di rame

Di admin

Questa mattina la Squadra Mobile di Latina ha fatto irruzione al’interno di un casolare abbandonato nelle vicinanze della centrale nucleare in località Borgo Sabotino. All’interno sono stati trovati tre cittadini rumeni, FOGARASI Emanoil, di 32 anni, RADULESCU Dragos di 34 anni, e BELITA Gheorghe Ion, di anni 43, intenti a spellare cavi di rame per un quantitativo pari a 250 kg. Alla vista degli agenti i tre hanno tentato di dileguarsi fuggendo nelle campagne antistanti il casolare ma sono stati bloccati e sottoposti, d’intesa con l’autorità giudiziaria, il sostituto procuratore dott.ssa Eleonora TORTORA, a fermo d’indiziato di delitto per il reato di ricettazione commessa in concorso. Dalle prime risultanze d’indagine è scaturito che il materiale sequestrato fosse stato rubato all’interno di un impianto fotovoltaico in località Pontinia di proprietà della società APULIA 5.

10 giugno 2014 0

Auto ribaltata in centro a Cassino, ferita coppia di giovani – LE FOTO

Di admin

Rocambolesco incidente, alle 14 di oggi in via De Biasio a Cassino. Per cause ancora alò vaglio delle forze dell’ordine si sono scontrate una Fiat Punto e una Smart proprio di fronte alla struttura sanitaria San Raffaele. Ad avere la peggio sono stati gli occupanti della Punto, una coppia di giovani, la cui auto si è ribaltata. I due sono stati estratti dall’abitacolo e trasportati in ospedale dagli operatori del 118. Le loro condizioni non sarebbero gravi. Dei rilievi e dell’assistenza alla viabilità se ne sono occupati gli agenti della polizia stradale del distaccamento cittadino.

Er. Amedei

Foto Alberto Ceccon

 

10 giugno 2014 0

Frosinone – Spengono sigarette su un cane, l’Aidaa mette taglia su aguzzini

Di admin

Dall’Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) riceviamo e pubblichiamo: Da due mesi è morto il suo padrone, e lui ogni giorno andava al cimitero a trovarlo, ma da alcune settimane Ciccio, un dolcissimo cane meticcio di Ferentino è stato fatto oggetto di maltrattamenti da parte di un gruppo di ragazzi che a più riprese lo hanno picchiato e gli hanno spento dei mozziconi di sigaretta sul pelo, causandole ustioni permanenti. Ora il cane è stato recuperato da alcune volontarie di AIDAA della zona e si trova al sicuro, ma l’associazione attraverso il suo presidente nazionale Lorenzo Croce ha deciso di andare fino in fondo mettendo una taglia di 5.000 euro sulla testa dei responsabili di questo orribile gesto. Taglia che verrà pagata a chiunque aiuterà a trovare e far punire i responsabili delle torture subite da Ciccio. La storia di Ciccio, meticcio di circa 4 anni è una di quelle che tocca il cuore. Il cane era vissuto per alcuni anni con un anziano del paese alle porte di Frosinone, quando due mesi fa il suo padrone era morto Ciccio si era suo malgrado trasformato in randagio ma non passava giorno che non andasse al cimitero a vegliare sulla tomba del suo padrone. Con il passare del tempo la presenza di Ciccio nella piazza del paese si è fatta notare,ed un gruppo di giovani (si parla di ragazzi tra i 13 ed i 16 anni) lo ha preso di mira picchiandolo e torturandolo fino a provocargli sul corpo delle bruciature dovute allo spegnimento delle sigarette accese. Ieri grazie all’intervento di FRANCESCA Monoscalco e di altre volontarie AIDAA ha permesso di mettere il cane in salvo che dopo essere curato sarà messo in adozione.

10 giugno 2014 0

Ondate di calore, il piano del comune di Frosinone

Di admin

Il grande caldo torna a colpire la città di Frosinone e l’amministrazione comunale, come già accaduto gli scorsi anni, non si fa trovare impreparata e, su preciso volere e impulso del Sindaco, Nicola Ottaviani, ha predisposto uno specifico Piano per affrontare eventuali emergenze.

Pertanto, considerati gli ottimi risultati conseguiti gli scorsi anni per le modalità operative messe in campo per fronteggiare l’ondata di calore, nelle giornate nelle quali fosse previsto il Livello 3 di Allarme, dalle ore 8 alle ore 20, si manterrà aperta e fruibile, per chi dovesse essere necessario, la sede climatizzata ed attrezzata del Comando di Polizia Locale sita in piazza VI Dicembre, ove saranno presenti Operatori della Polizia Locale e personale sanitario messo a disposizione dalla Azienda Sanitaria Locale di Frosinone.

Rimarrà attivo il numero verde 800252220 (raggiungibile solo da rete fissa) per eventuali informazioni e segnalazioni.

Nell’orario notturno, per ogni eventuale necessità ci si potrà rivolgere al Servizio di Guardia Medica della ASL contattando il 118 che potrà contare sul pronto intervento della Protezione Civile comunale nel caso si rendessero necessari ricoveri temporanei presso locali climatizzati.

Si ringrazia sentitamente il Direttore Sanitario e il Direttore Generale della ASL di Frosinone, per la collaborazione garantita anche per quest’anno, attraverso l’impiego del personale dell’U.O.C. – Assistenza Domiciliare.

In ogni caso, si ricordano alla cittadinanza le principali precauzioni da adottare in particolare per le persona anziane e bambini nelle giornate particolarmente calde:

§ non esporsi all’aria aperta nelle ore più calde;

§ bere molta acqua anche in assenza di stimolo di sete (le persone che soffrono di epilessia o malattie del cuore, rene o fegato o che hanno problemi di ritenzione idrica, devono consultare il medico prima di aumentare l’ingestione di liquidi) e mangiare frutta fresca;

§ non assumere medicinali senza aver consultato il proprio medico;

§ evitare bevande alcoliche o contenenti caffeina;

§ evitare pasti pesanti;

§ indossare abiti leggeri e comodi, di cotone, lino o fibre naturali;

§ all’aperto indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto;

§ proteggere la pelle dalle scottature con creme solari con alto fattore protettivo;

§ non lasciare persone o animali, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole;

§ non sostare in aree ricche di vegetazione (parchi, giardini);

§ prima di rientrare in macchina aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo;

§ prima dell’utilizzo, verificare che i seggiolini di sicurezza per i bambini non siano surriscaldati;

Si consiglia, inoltre, di prestare attenzione a parenti o vicini di casa anziani che possono aver bisogno di aiuto soprattutto se vivono soli e in caso di necessità rivolgersi agli operatori dell’emergenza (118, 112, 113).

10 giugno 2014 0

Controlli a tutela dell’ambiente nel porto di Gaeta

Di admin

Questa mattina nel porto di Gaeta sono stati eseguiti controlli in materia di tutela ambientale durante le operazioni di discarica della merce pulvirulenta, giunta in città con le motonavi “Hanze Goteborg” e “Cremona”. I militari della Guardia Costiera di Gaeta, congiuntamente con il personale del Gruppo della Guardia di Finanza, hanno controllato le procedure previste per la movimentazione e trasporto di tale tipologia di merce, ispezionando, altresì, gli automezzi impiegati. Contemporaneamente la Polizia Provinciale procedeva con i controlli dei mezzi lungo le strade di competenza, unitamente al personale della Guardia di Finanza. L’operazione complessa posta in essere fa seguito all’alto livello di attenzione che la movimentazione delle merci pulvirulente richiede. Al termine dell’attività, i militari hanno elevato quattro sanzioni amministrative, per un importo totale di venticinquemila Euro nei confronti dei conduttori dei mezzi articolati, per violazione del Regolamento sulla movimentazione delle merci polverose emanato dalla locale Autorità Portuale nel 2013. Nel corso degli accertamenti nel porto, la Guardia Costiera e la Guardia di Finanza hanno sanzionato i conducenti di quattro automezzi che trasportavano petcoke: due con un carico superiore al consentito, risultando pericolosi per il rischio di dispersione della merce nel corso del viaggio di trasferimento per la zona di stoccaggio; due per il mancato lavaggio del mezzo prima della uscita dall’area portuale; questo sistema di lavaggio, di recente attivazione, consente all’automezzo di viaggiare pulito, riducendo notevolmente le possibilità di inquinamento ambientale. Le violazioni verranno segnalate all’Autorità Portuale per le previste sospensioni delle autorizzazioni ad operare in porto.

10 giugno 2014 0

Si schianta e muore sulla stessa strada a Pontecorvo dove qualche anno prima era morto il nipote

Di admin

Incidente mortale nella tarda mattinata di oggi a Pontecorvo. A perdere la vita, poco prima delle 12.30 in via Ravano di Sopra è stato Emilio Evangelista, 80 anni di Pignataro interamna che, per cause ancora al vaglio dei carabinieri è uscito di strada mentre era alla guida della sua Audi, schiantando psi contro un albero a circa un chilometro da casa. Per l’anziano nessuna speranza. Era il 2010 che, sulla stessa strada, a poca distanza, in un altro incidente morì il nipote di circa 20 anni.

10 giugno 2014 0

Tragedia all’uscita della discoteca, Università di Cassino in lutto per la morte della studentessa polacca

Di admin

Università di Cassino in lutto per la morte della studentessa polacca Michalina Tarkowska. In una nota, l’Ateneo Cassinate, manifesta il più sentito cordoglio alla famiglia Tarkowska per il tragico epilogo che ha visto coinvolta la 24enne, rimasta deceduta nella notte tra domenica e lunedì, investita da un furgone sulla via Casilina a Cervaro, all’uscita di una discoteca. La studentessa, proveniente dalla Polonia, dalla Cardinal Stefan Wyszynsky University in Varsavia era arrivata a Cassino attraverso il progetto Erasmus nel marzo 2014 per seguire i corsi di Giurisprudenza. Avrebbe concluso l’esperienza entro i primi giorni di luglio, sostenendo nel frattempo un alto numero di esami paragonato alla media degli studenti Erasmus della stessa disciplina. Il suo impegno si è allargato anche alla partecipazione nel ruolo di interprete durante la recente edizione di PeaceFix, dove ha collaborato al fianco della squadra del suo Paese.

10 giugno 2014 0

Oltre trecento atleti a Cassino per il Campionato nazionale di marcia

Di redazionecassino1

“Una giornata di sport che ha visto tanti atleti confrontarsi, nonostante il caldo torrido, in diverse gare valevoli per la 6^ prova del Trofeo Lazio-Trofeo Fulvio Villa di marcia che nell’occasione ha coinciso con il Cds allievi (valida anche campionato italiano individuale) ed il trofeo nazionale cadetti.” A dichiararlo l’assessore allo sport, Danilo Grossi in merito ai campionati nazionali di marcia, organizzati dalla Roma Kronos Quattro, che si sono tenuti nella giornata di domenica a Cassino. “Abbiamo accolto con onore e grande piacere – ha Sottolineato Grossi – la scelta degli organizzatori di disputare i campionati nazionali di marcia su strada a Cassino proprio nell’anno in cui ricorre il settantesimo anniversario della distruzione della città e dell’Abbazia. Un altro tassello per questo 2014 pieno di eventi e manifestazioni sportive, tra cui l’arrivo di tappa del Giro d’Italia, che hanno visto Cassino diventare un vero e proprio punto di riferimento nel panorama nazionale ed anche internazionale. Quella di ieri è stata un’altra giornata che ha coinvolto numerosi cittadini richiamati dalla presenza di oltre 300 atleti, provenienti da ogni parte d’Italia, tra cui i giovani italiani più forti, appartenenti alle più importanti società di atletica del Paese, che si sono confrontati sul circuito cittadino per aggiudicarsi il titolo di campione d’Italia. Una domenica all’insegna dello sport ed in particolare dell’atletica leggera, disciplina che fa parte della tradizione di Cassino grazie all’opera, su tutti, di Pietro De Feo che è stato il vero pioniere dell’atletica nella nostra Provincia. Dopo aver realizzato la nuova pista di atletica, teatro già di diverse manifestazioni sportive, il campionato nazionale di marcia è stato un altro grande appuntamento per la nostra città sempre più pronta ad ospitare eventi sportivi e turistici di grande rilievo. Inoltre, la giornata di ieri è stata arricchita dalla presenza della famiglia di Pietro De Feo, a cui la manifestazione è stata doverosamente intitolata, e dal fatto chetra le donne si è laureata campionessa italiana di marcia l’atleta cassinate Anthea Mirabello, con la gemella Angelica giunta terza sul podio. Per me è stata davvero una grande emozione premiarla a fine gara proprio nella sua città nativa. Devo dire che eventi come questo fanno emergere tutti quei sani principi che dovrebbero alla base di ogni competizione sportiva; mi riferisco rispetto reciproco, confronto con se stessi, rispetto delle regole, crescita e lavoro interiore. Praticare sport significa essere capaci di utilizzare al meglio le proprie energie ed unire così in maniera armoniosa la propria determinazione a quella degli altri, per crescere meglio. Aspetti di cui abbiamo avuto ampia dimostrazione nel corso della giornata di domenica e che contribuiscono in maniera determinante a far crescere l’amore per uno sport capace di far emergere la sana competizione agonistica ed in grado di far appassionare i tanti cittadini che hanno assistito alle gare.”