Giorno: 13 giugno 2014

13 giugno 2014 0

Tragedia della strada a Formia, muore 25enne, gravemente ferita la sorella di 8 anni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un morto e tre feriti gravi è il drammatico bilancio di un incidente stradale avvenuto poco dopo le 15.30 sulla via Appia a Formia in direzione Itri, ad un centinaio di metri dalla Tomba di Cicerone. A Scontrarsi sono stati due mezzi, un furgone e una Fiat Punto su cui viaggiavano un giovane di 25 anni e la sorellina di appena otto anni. A perdere la vita è stato proprio il giovane mentre la sorella e gli occupanti del furgone sono rimasti gravemente feriti. sul posto è intervenuto anche un elicottero che ha trasportato i feriti piú gravi in centri ospedalieri della capitale. La strada è chiusa al traffico per permettere alle forze dell’ordine di effettuare i rilievi del caso foto Giuseppe Miele

13 giugno 2014 0

Coppia di imprenditori sotto ricatto a Cisterna, quattro campani in manette

Di admin

Hanno estorto denaro ad un commerciante di Cisterna di Latina e sono stati arrestati dai carabinieri mentre ricevevano una trance di quattro mial euro. A finire in manette sono quattro campani, tutti pregiudicati e legati da parentela. Si tratta di Vincenzo, Simone e Pietro Cozzolino rispettivamente di 43, 68 e 61 anni e Vincenzo Scava di 37 anni. L’ultima richiesta di danaro, 5mila euro, era arrivata alla moglie della vittima, titolare di un negozio di abbigliamento di Cisterna. La consegna dei soldi sarebbe dovuta avvenire in un bar a Ferentino. È stato lì che è scattata la trappola. Ad attendere il passaggio dei soldi, infatti, c’erano anche i carabinieri della compagnia di Aprlia che hanno fatto scattare le manette ai polsi dei quattro estorsori.

13 giugno 2014 0

“Fattoria degli orrori” a Latina. Cani, anatre, polli e maiali trovati in condizioni disumane in una discarica abusiva

Di admin

Una discarica e lager per animali di diversa specie. E’ quanto scoperto dagli agenti della polizia stradale di latina che hanno effettuato un controllo all’interno di un’area abusivamente adibita a discarica di auto, in prossimità della strada Pontina nei pressi della zona Nuova Latina. Nel corso dei controlli gli agenti hanno trovato inizialmente un allaccio abusivo alla linea elettrica e successivamente tra le immondizie, tre cani di media taglia legate a catene cortissime con ai colli le ferite per quei collari improvvisati, senza acqua ne cibo, oltre ad essere infestati di pulci e zecche. In un’area prospiciente erano tenuti allo stato brado alcuni maiali di razza tibetana, tra cui una scrofa in prossimità del parto. Il luogo dove erano lasciati vagare era cosparso di rifiuti alimentari e materiali di risulta e vari veicoli in disuso dai quali fuoriuscivano liquidi pericolosi. In un altro punto, invece sono stati trovati stipati all’interno di alcuni cassoni chiusi in plastica e metallo, collocati in pieno sole, 30 anatre, mentre in una struttura in cemento ed in una in plastica erano stipati circa cento pollastrelli dell’approssimativo peso di 600 grammi ciascuno, in condizioni palesemente inidonee e comunque tali da causare inutili sofferenze agli stessi. Per questo il gestore dell’area sottoposta a sequestro, B. M., 55 anni di Rieti è stato denunciato per maltrattamento di animali, furto e per reati di tipo ambientale.

13 giugno 2014 0

Eroina e papaveri da oppio, 36enne arrestato a Fondi

Di admin

Le fiamme gialle del comando provinciale di Latina hanno sorpreso nella serata di mercoledi’ a Fondi in zona Tumulito, un cittadino indiano, che con un fare circospetto si accompagnava con un altro soggetto anch’esso di origine indiana. Tale comportamento induceva i militari della compagnia di Fondi all’identificazione degli stessi.

L’atteggiamento nervoso mostrato in tale circostanza dai due fermati, spingeva i militari a procedere alla perquisizione personale e al rinvenimento di una dose (pari a circa 0,2 grammi) di sostanza stupefacente di tipo eroina.

La conseguente perquisizione dell’abitazione del cittadino indiano, permetteva di rinvenire ulteriori 19 dosi, pari a complessivi grammi 5 di eroina da destinare allo spaccio, nr. 78 capsule e/o pericarpi di papavero da oppio, nonche’ gr. 227 di semi aventi il principio attivo degli oppiacei. L’indiano, s.a. (queste le iniziali) di anni 36, dimorante in Fondi, e’ stato tratto in arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ai sensi dell’art. 73 1° comma d.p.r. 309/90 e posto a disposizione della competente autorita’ giudiziaria.

Entrambi gli indiani sono risultati privi del permesso di soggiorno e il cittadino indiano S.A. è risultato anche colpito da un decreto di espulsione del 2010 emesso dall’ufficio stranieri della questura di Latina.

Processato per direttissima presso il tribunale di Latina, e’ stata disposta nei suoi confronti la misura coercitiva degli arresti domiciliari.

Il secondo cittadino indiano s.y. (queste le iniziali) di anni 25, acquirente della sostanza psicotropa e’ stato segnalato alla prefettura di Latina ai sensi dell’art. 75 d.p.r. 309/90 ed eseguiti i rilievi dattiloscopici essendo risultato sprovvisto di documenti.

13 giugno 2014 0

Centrale del falso scoperta e sequestrata a Montesilvano

Di admin

Un anonimo appartamento trasformato in un vero e proprio laboratorio della contraffazione. E’ ciò che hanno scoperto in Montesilvano (PE) i finanzieri del Comando Provinciale di Pescara. Era da giorni che le Fiamme Gialle tenevano sotto controllo quella palazzina dove le luci erano sempre accese di notte, e da dove troppo spesso uscivano persone con borsoni e grossi sacchi della spazzatura. Ieri, dopo vari appostamenti, i “baschi verdi” sono entrati nell’abitazione ed hanno colto in piena attività tre cittadini senegalesi intenti a cucire su magliette le etichette delle più note griffe della moda. Oltre a 4200 pezzi tra borse, occhiali, accessori e capi di abbigliamento con falsi marchi, migliaia di loghi, etichette in plastica, in metallo e in tessuto pronti per essere applicati a capi di vestiario, sono stati sequestrati due macchinari industriali per cucire e ricamare, uno, dotato di schede di memoria, in grado di riprodurre elettronicamente scritte e marchi di ogni tipo. I tre senegalesi, in regola ai fini del soggiorno, sono stati denunciati a piede libero per ricettazione, introduzione nello Stato e produzione di merce con marchi falsi. L’operazione di servizio si colloca tra le quotidiane attività svolte dalla Guardia di Finanza finalizzate a contrastare pratiche di sleale concorrenza a danno degli operatori di mercato onesti e a tutela del consumatore. La contraffazione, infatti, provoca danni all’intera filiera commerciale rendendo disponibili a prezzi estremamente concorrenziali beni qualitativamente inferiori anche rispetto ad omologhi prodotti non griffati. Il ruolo di centralità del Corpo nella lotta alla contraffazione è sottolineato da un’importante iniziativa operativa attiva dal 1°gennaio 2014: il nuovo Sistema informativo Anti-Contraffazione (SIAC), una progettualità co-finanziata dalla Commissione Europea ed affidata per l’attuazione dal Ministero dell’interno, per la prima volta, alla Guardia di Finanza. Si tratta di una piattaforma informatica che seleziona tutti i dati raccolti nel corso delle indagini condotte dai Reparti sul territorio con l’ulteriore innovativa opportunità per le Aziende che vogliono tutelare i propri marchi, di poter accedere al sistema accreditandosi ed inserendo tutte le indicazioni di dettaglio relative alle caratteristiche dei propri prodotti che possano risultare utili in chiave operativa.

13 giugno 2014 0

Nuovi standard in chirurgia oncologica oggi a Castrocielo

Di admin

“Nuovi standard in chirurgia oncologica”, questo il titolo del convegno che si terrà oggi a Castrocielo presso l’hotel Liolà, dalle 8.30 alle 18.30. Un confronto aperto di pari dignità tra i maggiori esperti oncologi di Roma e della provincia di Frosinone che porteranno la loro esperienza sui trattamenti delle patologie oncologiche. Il convegno è organizzato dalla cooperativa Santa Lucia Life, con il patrocinio dell’Asl di Frosinone, dell’Ordine dei medici di Frosinone e della Società medica del Cassinate. La “mission” del Santa Lucia Life è prendersi cura della salute, della sicurezza, del benessere dei suoi assistiti attraverso la progettazione, la realizzazione e la gestione di servizi sanitari e socio sanitari (attività) che pongono al centro la persona nella sua integralità. La cooperativa, inoltre, è molto attenta all’importanza della formazione ospedaliera (ECM) e della sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle problematiche che maggiormente interessano la salvaguardia della salute. In quest’ottica si inserisce il convegno “Nuovi standard in chirurgia oncologica”, presieduto dal professor Fabio Pacelli direttore del reparto di Chirurgia digestiva del Policlinico “A. Gemelli” di Roma e da Teresa Gamucci, direttore dell’Uoc Oncologia medica dell’Ospedale di Sora e dell’Asl di Frosinone, prenderanno parte al convegno anche il direttore dell’Asl di Frosinone Mastrobuono, il presidente dell’Ordine dei medici di Frosinone Cristofari. I temi centrali del convegno saranno focalizzati sul trattamento di alcune tra le più frequenti patologie oncologiche: il carcinoma della mammella e quello del colon-retto. L’incidenza di queste patologie è estremamente elevata: una donna su otto in Italia è colpita dal carcinoma mammario e, per quanto riguarda il colon rettale, si sono registrati solo nel Lazio più di 5000 nuovi casi nel 2012. Il trattamento di patologie di così grave entità impone uno sforzo massimale per gli operatori sanitari, di tipo clinico, organizzativo scientifico. In tale ambito il convegno si propone di porre l’attenzione su alcuni aspetti particolari dei nuovi standard di trattamento che si basano su due aspetti fondamentali: l’approccio integrato multidisciplinare; l’adozione di tecniche chirurgiche innovative volte ad ottimizzare ed armonizzare la più efficace terapia antineoplastica con i migliori risultati funzionali ed estetici. Inoltre, la presentazione di video concernenti le moderne tecniche chirurgiche di chirurgia mini-invasiva (laparoscopica tradizionale, laparoscopica “single port” e robotica) per il trattamento delle patologie ginecologiche e di tumori colo rettali costituirà il miglior veicolo per la dimostrazione delle modalità di esecuzione di tali tecniche e della loro efficacia. Gli interventi degli oncologi medici e radioterapisti convenuti saranno volti a definire l’importanza dell’approccio multidisciplinare. Ampio spazio sarà dato anche al ruolo del medico di famiglia, fondamentale nel ruolo del counseling, agli aspetti concernenti le cure palliative ed a quelli della prevenzione attraverso il contributo dei radiologi e degli endoscopisti impegnati, con sempre maggior responsabilità, nel raggiungimento di una diagnosi precoce e nel trattamento delle forme di precancerosi.