Tenta di fermare un latitante, carabiniere accoltellato a Chieti

30 giugno 2014 0 Di admin

Mattinata concitata in Largo Cavallerizza a Chieti, al termine della quale i Carabinieri hanno arrestato un ricercato che doveva scontare 9 anni di carcere. I fatti: erano circa le 13.45 quando un Maresciallo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Chieti ha notato Emilio Giurastante, allontanatosi due giorni prima dall’ Ospedale del capoluogo dove si trovava ristretto in regime di detenzione domiciliare. Il Sottufficiale dapprima ha avvisato la Centrale Operativa del Comando Provinciale della localizzazione del pregiudicato e, a debita distanza, ha atteso l’arrivo dei colleghi per poter procedere all’arresto. Purtroppo, dopo pochi istanti, il Giurastante, si è accorto di essere stato individuato, ha tentato di allontanarsi per far perdere le proprie tracce. Il 49enne Maresciallo, che conosceva l’uomo per i suoi trascorsi penali , al fine di evitare una nuova fuga, lo ha chiamato per nome in attesa dei rinforzi e per rallentarlo. Il Giurastante, di contro, gli si è avvicinato dissimulando intenti aggressivi e, facendo finta di voler dialogare, sferrandogli, a sangue freddo, con un coltello da cucina prelevato dal marsupio, un fendente al fianco sinistro, lasciandolo ferito al suolo. Contemporaneamente, prima che l’uomo potesse nuovamente colpire il militare, è giunto un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chieti che, soccorso il collega, dimostrando alta professionalità e fredda determinazione ha bloccato il Giurastante senza alcuna colluttazione e senza ricorrere all’uso delle armi.

Immobilizzato e reso inoffensivo, è stato sottoposto a perquisizione rinvenendo nel marsupio un altro coltello da cucina, con lama a punta seghettata in acciaio lunga circa cm.10 uguale a quello utilizzato per colpire il Maresciallo, anche questo recuperato e sequestrato. Subito dopo è arrivata un’ambulanza del 118 che ha prestato le prime cure al militare ferito trasportandolo poi in ospedale, ove è ancora ricoverato, fortunatamente fuori pericolo di vita, per ferite da accoltellamento al fianco sinistro. Giurastante Emilio è stato tratto in arresto per tentato omicidio ed evasione e immediatamente tradotto presso la Casa circondariale di Chieti a disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo.