Una popolana formiana posò per Degas. A Chicago l’unica opera dell’artista nella permanenza sul Golfo

3 giugno 2014 0 Di admin

Il disegno di una popolana di Formia attribuito a Hilaire German Edgar Degas, dimostra l’attività pittorica dell’artista francese nel periodo in cui, tra il 1856 e il 1859, ha soggiornato in Italia alternando periodi romani con periodi napoletani, ma anche lunghe permanenze a Mola di Gaeta, l’odierna Formia.
“Nelle ricerche fatte attorno alla storia di Formia, – spiega lo studioso Daniele Iadicicco, presidente dell’associazione Terraurunca – mi sono imbattuto in questo disegno, grafite su carta di 456 x 310 millimetri, datato 1856-1857, mai censito fino ad oggi. Un ritratto di Degas la cui descrizione recita “una modella proveniente da Mola di Gaeta, oggi nota come Formia”; descrizione riportata nella didascalia del Museo americano che lo possiede. Il suo vestito pesante, con le sue ampie maniche ricamate, era tipico della gente del posto, si legge nella stessa descrizione. Il disegno datato 1956/57 è pervenuto lo scorso anno alla collezione dell’Art Institute of Chicago, grazie ad una donazione di Dorothy Braude Edinburg alla Harry B. e Bessie K. Braude Memorial Collection ed è l’unica opera attribuibile all’artista francese realizzato nel formiano”.