Venduta pertinenza del Campo di Concentramento di Caira a Cassino (o prossima alla vendita)

26 giugno 2014 0 Di admin

E’ un pezzo di storia da sempre al centro delle solite campagne elettorali, ma il Campo di Concentramento di Caira, è rimasto sempre un luogo affascinante ma mai valorizzato. Di proprietà demaniale, si sono spesso rincorse voci in merito a attenzioni imprenditoriali privati poco interessati, però, agli aspetti storici di quell’area nella quale, nel 1919 vi erano reclusi 35mila soldati austriaci. Ovviamente le attenzioni erano più di tipo speculativo. Le notizie di questi giorni, invece, della vendita della parte esterna, quella compresa tra la Provinciale per Caira e il fiume Rapido, seppur non confermate da fonti dirette, sembrano essere attendibili. Pare infatti che un imprenditore nel settore turistico alberghiero abbia rilevato quello che un tempo era parte integrante del campo di concentramento ma che successivamente è diventata area addestrativa dell’Esercito. Quell’area, appena qualche mese fa, venne ripulita dalla vegetazione ad opera dello stesso Esercito per rimettere in sesto un campo addestrativo su cui addestrare l’esercito libico. Un’area che sarebbe, quindi, ancora nelle disponibilità del Demanio militare fino alla cessione al privato di questi giorni. Una operazione resa possibile grazie a trattative intavolate direttamente in Regione Lazio dove sarebbero stati frenetici gli incontri per arrivare alla cessione.

Ermanno Amedei