Giorno: 6 luglio 2014

6 luglio 2014 0

Maxi richiamo in officina per BMW R 1200 GS: problemi di variazioni pressione olio motore

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

Maxi richiamo in officina di moto da parte della tedesca Bmw. Il Rapex (sistema comunitario di informazione rapida sui prodotti non alimentari), il 4 luglio scorso ha pubblicato la segnalazione tra i prodotti pericolosi inclusi nella lista dei “serious risk” ossia di quelli più a rischio (n° di rif. 28 A12/1016/14), dei modelli di motocicletta R12; Nome: R 1200 GS; Modello: K50; Numero di omologazione CE per tipo: e1 * 2002/24 * 0584 * della nota casa automobilistica tedesca BMW, prodotti tra il 21 ottobre 2011 e il 22 Agosto 2013, per un problema meccanico che potrebbe essere causa di un sinistro stradale. In particolare il rischio segnalato riguarderebbe testualmente la circostanza che ” A causa della variazione della pressione dell’olio, l’anello di tenuta all’uscita della trasmissione può essere spinto fuori dalla scatola del cambio. Come risultato, l’olio può fuoriuscire sulla ruota posteriore. Questo potrebbe portare ad un rischio di incidente e provocare lesioni”. A seguito di tale allerta europea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” evidenzia come si renda necessario un intervento da parte della storica casa automobilistica e motociclistica affinché provveda al richiamo urgente dei modelli indicati per evitare potenziali problemi di sicurezza stradale, come risulta dalla scheda di segnalazione pubblicata all’indirizzo internet http://ec.europa.eu/consumers/safety/rapex/alerts/main/index.cfm?event=main.weeklyOverview&web_report_id=953&selectedTabIdx=1. In Italia i proprietari potrebbero ricevere la raccomandata con la richiesta di passare presso una officina autorizzata BMW Motorrad per l’intervento. Al momento Bmw non ha rilevato incidenti legati a questo difetto. Nell’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore, lo “Sportello dei Diritti” ancora una volta anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle case motociclistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una moto tra quelle indicate viene tempestivamente informato. È necessario, quindi, spiega Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, prestare la massima attenzione e rivolgersi alle autofficine autorizzate Motorrad o ai concessionari della BMW nel caso in cui la propria moto corrisponda al modello in questione. Al singolo proprietario, infatti, non costa nulla tale tipo di verifica e nel caso in cui la propria moto sia oggetto del richiamo, l’intervento previsto è a totale carico della casa motociclistica.

6 luglio 2014 0

Scoperta una nuova malattia trasmessa dalle zecche la ‘Neo-ehrlichiosi’, febbre fino a 40

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo. Scoperta una nuova malattia trasmessa dalle zecche: si chiama neo-ehrlichiosi. A renderla nota è l’Istituto di microbiologia medica (IMM) di Zurigo. Finora erano due le malattie trasmesse dalle zecche temute dagli escursionisti elvetici: la borreliosi (malattia di Lyme), provocata da un batterio, e la meningoencefalite verno-estiva (MEVE), chiamata anche encefalite da zecca. L’équipe guidata dal professor Guido Bloemberg, in collaborazione con i ricercatori di Germania e Svezia, ha individuato un batterio denominato “Candidatus Neoehrlichia mikurensis”, quale responsabile di questa patologia. Il microorganismo era già stato isolato per la prima volta nel 1999 in zecche e roditori in Europa e Asia. Nel mondo scientifico vi erano forti preoccupazioni dopo che nel 2010 per la prima volta alcuni pazienti in varie parti del mondo, dopo essere stati punti da zecche, sono stati colpiti da febbre fino a 40 gradi, perdita di peso e malessere. Peraltro la malattia dall’altro resta molto difficile da diagnosticare ed inoltre la diagnosi è finora possibile solo effettuando un test del DNA. Le zecche, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, portatrici del nuovo batterio fra il 5 e il 10% del totale si teme possano essere presenti dovunque. Il modo più efficace per limitare l’infezione e le possibili conseguenze è quello di educare chi frequenta le aree endemiche per limitare il più possibile la puntura delle zecche.

6 luglio 2014 0

Cus Cassino-Gaeta; concluso il Memorial di pallamano “F. Calise”

Di redazionecassino1

In una giornata afosa dentro la Struttura Geodetica con un tasso di umidità al limite della praticabilità si è concluso la XXVI edizione del Meeting Internazionale di Pallamano Memorial “ F. Calise” ed anche per questa edizione gli organizzatori non possono fare a meno di stupirsi della correttezza delle squadre partecipanti che nonostante la situazione climatica non hanno creato problemi, e gli incontri si sono svolti regolarmente nella soddisfazione generale. Come era prevedibile i rumeni hanno fatto da padroni, nelle categorie giovanili battendo nelle due finali i padroni di casa con i punteggi rispettivamente di 28 a 20 nella categoria Under 18 contro lo SC Gaeta 70 e per 15 – 9 nella categoria Under 12 contro il CUS Cassino. Alla premiazione finale, erano presenti, oltre ai responsabili dell’ organizzazione, l’ Assessore all’ Urbanistica del Comune di Gaeta, dott. Pasquale De Simone e il dott. Magliozzi Francesco Medico sociale, oltre ad consegnare alla Famiglia Calise era presente il Fratello Paolo, una riproduzione di una stampa di Gaeta de 1860, ha voluto, inoltre, ringraziare l’ Accademia fotografica nella persona di Enrico Duratorre per la grande professionalità dei suoi soci, i quali per cinque giorni hanno immortalato le gesta tecniche dei partecipanti a titolo completamente gratuito e Attila Horvath che ci ha onorato con la presenza della sua squadra alla nostra iniziativa. Altri riconoscimenti, nella categoria Under 12, sono andati a tre giocatori di Gaeta Figliozzi Gianluca, Uttaro Lorenzo e Reale Luca non solo per le loro gesta tecniche ma per la grande collaborazione data, nel cercare di rendere meno problematica la presenza della squadra straniera socializzando con loro. Nella Categoria Under 12 sono stati premiati Radu Nolan e Horvatth Samuel Gabriel rispettivamente Miglior portiere e miglior giocatore. Invece nella Categoria Under 18 il premio di miglior giocatore è andato al Rumeno Furak Catalin e a Ciccolella Davide dello Sporting Club giocatore rivelazione. Unica vittoria italiana è avvenuta nel XIII TORNEO “CUSI” di PALLAMANO dove il CUS Cassino si imposto ai rigori sulla squadra LPS Banatul Timisoara Romania . Grande successo hanno avuto anche le iniziative di Roberto Pensiero e Luca Ricci che hanno allietato e divertito non solo le squadre partecipanti al torneo ma anche i turisti di prima estate. Quello che ha veramente colpito i partecipanti è stata l’ accoglienza ricevuta dall’ intera Città, dagli Alberghi, alle Scuole dove erano alloggiati e dalla ospitalità dei cittadini gaetani.

6 luglio 2014 0

Operazione antidroga ad Aprilia, sequestrati 27 chili di marijuana

Di admin

Gli uomini del Commissariato di Cisterna mettono a segno un ingente sequestro di droga. Sono le 14.00 di ieri, 5 luglio, ed una pattuglia della squadra giudiziaria del Comm.to di Cisterna si trova in via Monte San Bernardo ad Aprilia, impegnata in un servizio di polizia giudiziaria. Appostati per tutt’altra attività, notano transitare ad alta velocità una Citroen C2 ed un dettaglio, non di poco conto, attira la loro attenzione: la portiera del lato guida dell’auto è divelta. Inoltre, la macchina viaggia ad alta velocità e gli uomini della Polizia di Stato decidono di inseguirla. Nel frattempo, rilevata la targa, la sala operativa informa gli agenti che la Citroen risulta rubata ed invia in ausilio anche una volante del Commissariato di Cisterna. Inizia così un breve inseguimento, fino a Via Monte Cervino, quando l’autista decide di fermarsi in mezzo alla strada e tenta una fuga a piedi, dopo aver buttato il telefono cellulare in un fosso. Prontamente gli uomini del Commissariato di P.S. di Cisterna, diretto dal Vice Questore W. Dian, riescono ad immobilizzare l’uomo proprio mentre stava tentando di scavalcare il muro di cinta di una abitazione, per far perdere le proprie tracce. Bloccato il giovane, RUMENOV Georgi, bulgaro classe 91, domiciliato in Roma, lo stesso non forniva alcuna spiegazione del proprio comportamento. A quel punto, eseguita la perquisizione dell’auto, a bordo della stessa è stata rinvenuta, nel pianale del lato passeggeri, una busta con all’interno tre panetti di marijuana di circa 2 kg l’uno e, nel portabagagli, un borsone al cui interno vi sono altri 10 panetti della stesa droga. Complessivamente vengono rinvenuti e sequestrati circa 27 kg di marijuana e 600 euro in contanti, oltre al sequestro dei documenti di identità dello straniero alterati e modificati recanti un diverso nominativo. Condotto in ufficio e sottoposto ai controlli di rito, l’uomo è emerso avere diversi precedenti specifici ed altri alias. Informata l’A.G. il RUMENOV Georgi è stato tratto in arresto per produzione e spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e fraudolenta alterazione documentale per impedire l’identificazione personale. Ora sono in corso serrate indagini per capire dove il soggetto stesse andando e ricostruire i rapporti dello stesso con questo territorio.