Giorno: 15 luglio 2014

15 luglio 2014 0

Festa democratica 2014 provincia di Latina, il programma del 16 luglio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Domani 16 Luglio erano previsti due appuntamenti strettamente politici con due protagonisti della politica nazionale: Enrico Morando, sottosegretario del Ministero dell’Economia, con cui poter discutere di economia e crisi, oltre che di sviluppo e ripresa; e Lorenzo Guerini, coordinatore nazionazionale del PD, con cui è possibile capire come il PD sia entrato in una nuova fase non solo dal punto di vista della comunicazione ma anche dal punto di vista dell’organizzazione e del proprio ruolo nella società.

Purtroppo il senatore Morando ha già fatto sapere che è impossibilitato a venire per concomitanza di impegni urgentissimi. Mentre l’incontro con Guerini, a partire dalle ore 21, si svolgerà senza alcun problema.

Anche con il coordinatore nazionale sarà possibile parlare di riforme costituzionali – era nella squadra di Renzi che fece il Patto del Nazareno – e di nuova forma partito. L’ex sindaco di Lodi, uno dei sindaci più apprezzati negli ultimi 10 anni, ha già fatto sapere, nei giorni scorsi, qual è il suo pensiero a tal proposito. In una intervista a L’Unità ha già fatto sapere il suo pensiero: “Rivendico il patto del Nazareno. Se non lo avessimo fatto oggi saremmo ancora qui a fare convegni sulle riforme costituzionali. Abbiamo raggiunto un risultato importantissimo: quel voto dell’altro giorno in Commissione Affari costituzionali è l’inizio vero, tangibile, di un percorso di cambiamento di questo Paese”. E poi continua, in merito alle possibili modifiche che potranno essere fatte in corsa: “Noi siamo di fronte ad un risultato storico, la riforma costituzionale è un punto d’arrivo di un cammino molto lungo che oggi vede la luce grazie all’iniziativa del Pd e di Matteo Renzi che ha voluto caratterizzare il suo governo proprio nel segno del cambiamento. Su alcuni dei punti da lei segnalati si è già discusso a lungo, sono stati oggetto di considerazione in Commissione per cui adesso in Aula, senza rinunciare agli approfondimenti, si dovrà procedere nel rispetto del lavoro fin qui svolto. E di questo risultato così importante si deve molto al ruolo svolto da Anna Finocchiaro in Commissione e dal ministro Maria Elena Boschi”. Anche sull’immunità Guerini è chiaro: “In questi giorni vado in moltissime feste dell’Unità e chiunque incontro mi dice di non fermarci, di andare avanti e votare questa riforma. Chi ci ha votato il 25 maggio ci ha chiesto di cambiare questo Paese e di farlo adesso. Quanto all’immunità, ma questa è la mia posizione personale, la cosa migliore da fare sarebbe quella di rivedere l’istituto che la regola”.

Sul confronto interno al partito e sui recenti scandali – caso Errani e caso Orsoni – Guerini non si nasconde, ma pensa che il partito debba ripensare il proprio ruolo: “La questione morale non va letta secondo il discrimine del vecchio e nuovo, sarebbe sbagliato porla così. I fenomeni di corruzione interpellano tutta la politica e tutto il Pd, al di là del dato anagrafico, di provenienze o sensibilità. È un problema culturale, politico e normativo che va affrontato tutti insieme: per contrastare queste situazioni, sia individuando i responsabili, sia accorgendosi prima di possibili rischi, sia intervenendo più efficacemente sulla disciplina di appalti e sul contrasto alla corruzione”

Per qualsiasi approfondimento è possibile andare sul sito della Festa Democratica Provinciale.

Per approfondire la biografia è possibile andare sulla pagina dedicata a Lorenzo Guerini

Come tutte le sere, dall’11 al 20 Luglio, alla festa saranno presenti stand gastronomici, il cocktail bar gestito dal Circolo Arci ‘Sottoscala9’, la Libreria di Pasquale Candileno, lo spazio equo e solidale con la Bottega Zai Saman.

15 luglio 2014 0

L’assessore Consales: “Strategia rifiuti zero ed albo dei compostatori al prossimo consiglio comunale”

Di admin

“Giovedì la massima assise civica sarà chiamata ad approvare due importanti provvedimenti in materia ambientale.” A dichiararlo l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino, Riccardo Consales, in riferimento ai primi due punti all’ordine del giorno, adesione alla strategia ‘Rifiuti Zero’ ed il regolamento dell’albo dei compostatori, del Consiglio Comunale in programma per giovedì 17 luglio alle ore 19. “Con la Strategia Rifiuti Zero – ha sottolineato Consales – il Comune di Cassino si impegna a migliorare e superare le attuali percentuali di raccolta differenziata, per i primi sei mesi del 2014 superiori al 65%, con l’obiettivo di arrivare entro il 2020 a quota 90%. Per fare in modo che questo si verifichi, verrà costituito, così come previsto dalla delibera, l’osservatorio ‘Rifiuti Zero’ i cui membri saranno il professor Paul Connett, massimo esperto in materia, Rossano Ercolini, premio Nobel per l’ambiente 2013, Enzo Favoino e rappresentanti delle associazioni ambientaliste del territorio. L’osservatorio avrà compiti di programmazione e verifica dello stato di avanzamento del progetto relativo alla strategia Rifiuti Zero. Sulla base delle migliori esperienze di altri Comuni verranno adottate buone pratiche per la riduzione dei rifiuti. La Strategia Rifiuti Zero ha lo scopo di diminuire al minimo il conferimento in discarica ed all’inceneritore dei rifiuti. Il Comune di Cassino in questi anni ha già messo in pratica diverse iniziative per intraprendere il percorso verso l’attuazione Rifiuti Zero attraverso l’avvio della raccolta differenziata ‘porta a porta’, l’adozione dei distributori di acqua e latte alla spina ed il progetto del compostaggio domestico. A tal proposito, sempre giovedì, andrà in Consiglio il regolamento dell’albo dei compostatori che ufficializza l’istituzione di un elenco di cittadini che hanno iniziato, da tempo o recentemente, la pratica del compostaggio domestico. Come è noto il compostaggio domestico è un processo attraverso il quale la parte organica del rifiuto si trasforma in fertilizzante per i terreni. Un metodo capace di intercettare la parte più cospicua (circa il 35% del peso totale) dei rifiuti prodotti nelle nostre case e restituirli, nella maniera più semplice, al sistema naturale. All’albo dei compostatori potranno essere iscritti di diritto tutti coloro che hanno ricevuto in comodato d’uso dal Comune di Cassino la compostiera che è stata distribuita nei mesi scorsi ed anche chi in passato ha acquistato o prodotto privatamente una compostiera e chi pratica il compostaggio con metodi riconosciuti dal nuovo regolamento (cioè la fossa o il cumulo). Questo regolamento definisce anche lo sconto, così come era stato annunciato, del 10% sulla Tari per tutti coloro che praticano il compostaggio domestico.”

15 luglio 2014 0

L’assessore Grossi: “Il marito di mio figlio una commedia di grande contenuto sociale”

Di admin

“Domani il Teatro Romano ospiterà una moderna commedia degli equivoci che affronta con ironia un attualissimo tabù: il matrimonio gay.” Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha presentato lo spettacolo “Il marito di mio figlio”, presentato dai ragazzi della compagnia teatrale universitaria per la regia di Andrea Pinchera, che andrà in scena domani sera a partire dalle ore 21. “Si tratta – ha continuato il sindaco – di una brillante commedia scritta da Daniele Falleri che indaga una realtà estremamente attuale: il matrimonio gay. Una scelta coraggiosa da parte del giovane gruppo teatrale che sfida sciocchi pregiudizi per rinnovare il concetto che l’amore non ha regole. In questa commedia l’autore si diverte a mettere in scena tutti i più diffusi pregiudizi sui gay, giocando argutamente con i vari cliché per poi demolirli implacabilmente ad uno ad uno. Ed è così che vanno in scena, tra gag ed equivoci, le esplosive conseguenze di una notizia tanto inaspettata. Conseguenze composte da metafore grottesche di ipocrisie e pregiudizi, i quali, ancora costituiscono la facciata, l’apparenza da salvare di tante famiglie moderne. Così le storie delle famiglie dei novelli coniugi si intrecciano e, successivamente, portano a galla tutti i disagi dovuti a rapporti basati su convinzioni e convenzioni conservatrici, schemi di comportamento standardizzati e terribilmente inamovibili. Il finale esorta alla riflessione secondo la quale, tuttavia, si è assistito ad uno spettacolo sui sentimenti, quelli che alla fine vincono sempre, piuttosto che sulle modalità d’espressione di questi ultimi. L’evento è prodotto dal CUDARI (Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca e Innovazione) nella persona della Professoressa Fiorenza Taricone che, insieme all’autore, sarà presente il giorno dello spettacolo. Uno spettacolo molto divertente capace di affrontare con grande ironia un tema sociale molto sentito e controverso. Un progetto che ha ricevuto il patrocinio dell’Arcigay e che sicuramente domani appassionerà quanti andranno a vedere lo spettacolo domani sera a cui sarà presente anche il presidente del circolo di cultura omosessuale Mario Mieli di Roma, organizzatore ufficiale del Gay Pride romano e del noto party Mucca Assassina.” Questa sera inoltre andrà in scena lo spettacolo “Bubbà o’ Re’ “, una rivisitazione in chiave moderna dell’opera di Alfred Jarry, scritto da Giorgio Mennoia e Antonio Lauritano è portato in scena sempre dagli allievi della Scuola di Attori del C.U.T.

15 luglio 2014 0

Lago di Bracciano, presentati i risultati del monitoraggio della Goletta dei Laghi

Di admin

Due punti entro i limiti di legge, tre punti fortemente inquinati, uno inquinato. E’ questo l’esito del monitoraggio scientifico sul lago di Bracciano di Goletta dei Laghi, la campagna di Legambiente per la salvaguardia dei bacini lacustri italiani, realizzata con il contributo del COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e Novamont. I risultati delle analisi sono stati presentati stamattina da Giorgio Zampetti, responsabile scientifico nazionale di Legambiente, e Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio, in un incontro pubblico nel quale, insieme ai comuni di Bracciano, Anguillara, Trevignano e Manziana, alla regione, al parco e alle associazioni locali, si è dato l’avvio di un percorso collegiale per affrontare le problematicità che emergono intorno alle foci dei fossi che scaricano nel lago. “L’’obiettivo del nostro campionamento è di individuare le problematiche specifiche di un territorio, e la conferma anche quest’anno dell’inquinamento di alcuni punti evidenzia un problema su scarichi non depurati su cui è assolutamente necessario intervenire, in modo da valorizzare al meglio gli studi sull’intero ecosistema che ne dimostrano comunque un buono stato ambientale – commenta Giorgio Zampetti, responsabile scientifico nazionale di Legambiente – Abbiamo analizzato il carico batterico derivante da scarichi non depurati che minacciano la qualità delle acque alle foci di fossi e torrenti, punti individuati negli anni grazie al lavoro dei circoli della nostra associazione e alle segnalazioni dei cittadini. I rilievi del laboratorio mobile di Legambiente non si sostituiscono a quelli degli enti istituzionalmente competenti ma vogliono integrarli con una fotografia puntuale, anche perchè è chiaro che rimane al centro delle problematiche il nodo della depurazione.” L’associazione propone ai Comuni, al Parco, all’Università, alla Regione e ai cittadini di lavorare insieme sulla base di 5 punti: controllare e monitorare i fossi per eliminare scarichi abusivi e non che confluiscono e per una riqualificazione generale dei piccoli corsi d’acqua; operare sulla vecchia condotta del Cobis, che in caso di forti piogge porta tutto nel lago, per risolvere le perdite e rendere più efficace la raccolta dei reflui anche con la separazione delle reti fognarie, la realizzazione di vasche di raccolta degli scarichi dei troppo pieni e la fitodepurazione; attivare un continuo confronto tra le diverse conoscenze e monitoraggi del lago per far emergere criticità e misure di intervento; avviare un percorso di partecipazione che metta al centro cittadini, associazioni, operatori turistici, amministrazioni, enti per risolvere le attuando una politica di sistema e integrata del lago e del territorio circostante; promuovere campagne di informazione sul lago, le sue eccellenze e le sue critictà. “Abbiamo voluto presentare insieme agli amministratori locali, al parco e alla Regione, i risultati del monitoraggio di Goletta dei Laghi, perchè in questo modo si apra una collaborazione tra i soggetti coinvolti che porti alla risoluzione delle problematiche senza più avvitarsi in sterili polemiche – spiega Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio -. Le analisi confermano le criticità relative alla depurazione già rilevate nel 2013 e le cause sono da individuare negli apporti inquinanti di scarichi non depurati, su cui è necessario un controllo approfondito da parte degli enti competenti e la messa in campo di interventi per la risoluzione del problema. È ottima la notizia arrivata dal Parco secondo la quale saranno attivati immediatamente i Guardiaparco nel monitoraggio dei fossi: sono queste le azioni da cominciare a mettere in campo e come Legambiente siamo disponibili fin da ora a collaborare con le amministrazioni comunali e gli altri soggetti per dare il nostro contributo”. I prelievi e le analisi sono stati eseguiti dai tecnici del laboratorio mobile di Goletta dei laghi il 7 luglio. I parametri indagati sono microbiologici (Enterococchi intestinali, Escherichia coli) e vengono considerati come “inquinati” i risultati che superano i valori limite previsti dalla normativa sulle acque di balneazione vigente in Italia e “fortemente inquinati” quelli che superano di più del doppio tali valori. Fortemente inquinati a Bracciano, la foce del fosso della Lobbra e la foce del fosso Grotta Renara, in località Rio delle Mole, Inquinata a Trevignano la foce del canale in corrispondenza dell’incrocio tra via della Rena e via San Pietro. Fuori dai limiti anche i campioni prelevati ad Anguillara Sabazia, presso l’emissario Arrone; in questo punto in particolare è stato effettuato infatti un doppio campionamento: uno nel lago a monte della chiusa, risultato fortemente inquinato, l’altro nell’Arrone, dunque a valle della chiusa, risultato inquinato. Entro i limiti di legge, invece, ad Anguillara Sabazia, il prelievo effettuato nel lago in corrispondenza del civico 42 di via Belloni e a Roma la foce del fosso Polline. Rispetto alle analisi dell’anno scorso si confermano fortemente inquinati i due punti di Bracciano e inquinato quello di Trevignano. Ad Anguillara Sabazia, se il prelievo a lago è anche quest’anno entro i limiti di legge, rimangono però i problemi per l’emissario Arrone. Con la conferenza stampa finale prevista per domani mattina a Roma si avvia alla conclusione la tappa laziale della Goletta dei Laghi, sostenuta dalla Provincia di Roma, che in questi giorni non solo ha analizzato la qualità delle acque e denunciato le situazione critiche ma ha anche valorizzato buone pratiche diffuse sul territorio e promosso iniziative di volontariato ambientale. Come è accaduto ieri sul lago di Martignano, quando i volontari di Legambiente insieme ai diversi cittadini, hanno dato anche vita ad una pulizia straordinaria delle sponde del bacino, raccogliendo diversi sacchi di spazzatura abbandonata in un angolo di straordinaria naturalità.

All’incontro hanno erano presenti tra gli altri: Cristiana Avenali, consigliera regionale, componente della commissione ambiente della Regione Lazio; Paola Lucci, assessore all’ambiente del Comune di Bracciano; Maria Rosaria Botti, assessore del Comune di Anguillara Sabazia; Eleonora Brini, assessore del Comune di Manziana; Paolo Giuntarelli, direttore del Parco regionale di Bracciano Martignano; Giancarlo Torreggiani, responsabile settore ambiente del Comune di Trevignano Romano; Mattia Azzella, Dipartimento biologia ambientale, Università La sapienza di Roma.

I RISULTATI DEL MONITORAGGIO SCIENTIFICO NEL LAGO DI BRACCIANO

Lago

Pv

Comune

Punto

Giudizio

Goletta dei Laghi

2014

Bracciano

RM

Bracciano, loc. Rio delle Mole

Foce fosso Grotta Renara

Fortemente

inquinato

Bracciano

RM

Bracciano, loc. La Lobbra

Foce fosso della Lobbra

Fortemente Inquinato

Bracciano

RM

Anguillara Sabazia, loc. Pizzo Prato

Lago, presso chiusa dell’emissario Arrone

Fortemente Inquinato

Bracciano

RM

Trevignano

Foce canale in corrispondenza incrocio via della Rena e Via San Pietro

Inquinato

Bracciano

RM

Anguillara Sabazia

Lago, in corrispondenza del civico 42 di Via Belloni

Entro i limiti

di legge

Bracciano

RM

Roma

Foce fosso Polline

Entro i limiti

di legge

Il monitoraggio scientifico I prelievi vengono eseguiti dalla squadra di tecnici che anticipa di qualche giorno l’equipaggio impegnato nella comunicazione. Le analisi chimico-fisiche vengono effettuate direttamente in situ con l’ausilio di strumentazione da campo mentre i campioni per le analisi microbiologiche sono prelevati in barattoli sterili e conservati in frigorifero, fino al momento dell’analisi, che avviene nel laboratorio mobile entro le 24 ore dal prelievo. Come da normativa “il punto di monitoraggio è fissato dove si prevede il maggior afflusso di bagnanti o il rischio più elevato di inquinamento in base al profilo delle acque di balneazione. I parametri presi in considerazione sono gli stessi previsti per i controlli sulla balneazione in base al Decreto Legislativo del 30 maggio 2008 n° 116. Legenda: INQUINATO: Enterococchi Intestinali maggiore di 500 UFC/100ml e/o Escherichia Coli maggiore di 1000 UFC/100ml FORTEMENTE INQUINATO: Enterococchi Intestinali maggiore di 1000 UFC/100ml e/o Escherichia Coli maggiore di 2000 UFC/100ml

Su http://www.legambiente.it/contenuti/articoli/goletta-dei-laghi-2014 sezione Analisi è possibile visualizzare la mappa interattiva del monitoraggio, con i punti di campionamento e i risultati delle analisi.

Le tappe della Goletta dei Laghi:

25 – 28 giugno: lago d’Iseo, Lombardia 28 giugno – 1 luglio: lago di Como, Lombardia 2 – 5 luglio: lago Maggiore, Lombardia, Piemonte 5 – 8 luglio: lago di Garda, Lombardia, Veneto 9 – 10 luglio: lago Trasimeno e lago di Piediluco, Umbria 12 – 16 luglio: laghi Canterno, Albano, Nemi, Martignano e Bracciano, Lazio 17 luglio: lago di Porta, Toscana 18 luglio: Oasi di Polverina, Marche 22 – 24 luglio: laghi della Sicilia 25 – 28 luglio: laghi della Sila, Calabria 30 – 31 luglio: lago Pertusillo, Basilicata

15 luglio 2014 0

Smottamento in viale Roma a Frosinone, ripristinata la viabilità

Di admin

Il Comune di Frosinone e la società Acea Ato5 hanno ripristinato in meno di ventiquattro ore lo smottamento verificatosi nel pomeriggio di ieri, nella zona di viale Roma, dopo che una conduttura era esplosa per la forza dell’acqua caduta in quantità eccezionale sulla città capoluogo. Nelle prime ore del pomeriggio odierno (martedì 15 luglio 2014), infatti, è stato ripristinato anche il manto bituminoso, permettendo al traffico di defluire con regolarità.

“Gli uffici comunali della Protezione Civile – ha commentato il Sindaco Nicola Ottaviani – del settore manutenzioni e del settore idrico hanno dato prova di grande efficienza, rimediando in poche ore all’evento verificatosi nella giornata di ieri, che rischiava di interrompere l’importante struttura di viale Roma. L’approvazione del piano degli investimenti del’assemblea dei sindaci, perfezionatasi sempre nella giornata di ieri, porterà a Frosinone oltre tre milioni di investimenti sulla rete idrica e sull’adduzione fognaria, permettendo l’adeguamento di una rete ormai obsoleta e da circa dodici anni aveva bisogna di nuovi interventi di sistema”.

15 luglio 2014 0

Camera di commercio, chiesto il trasferimento della sede di Cassino presso il comune

Di admin

“In un’ottica di collaborazione tra Enti sarebbe auspicabile il trasferimento dell’ufficio distaccato di Cassino della Camera di Commercio presso il Municipio in modo che le imprese possano compiere più agevolmente in un unico luogo gran parte degli adempimenti amministrativi.” A dichiararlo il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che questa mattina ha avanzato ufficialmente la richiesta presso la Camera di Commercio di Frosinone. “Il Comune di Cassino – ha sottolineato il sindaco – ha tra le proprie priorità, riguardo la semplificazione dell’attività amministrativa per le attività economiche, quella di voler potenziare lo Sportello Unico per le Attività Produttive, possibilmente aderendo alla piattaforma del sistema camerale, già oggi in gran parte utilizzata sul territorio della provincia. In virtù di ciò questa mattina abbiamo formalizzato alla Camera di Commercio di Frosinone la richiesta per il trasferimento, presso il palazzo comunale, dell’ufficio distaccato di Cassino. Un modo per snellire l’iter burocratico, concentrando i servizi relativi alle attività economiche in un unico luogo centrale di Cassino (il Comune appunto) e venendo incontro alle esigenze di tante imprese del territorio che avrebbero la possibilità di espletare gli adempimenti amministrativi senza dover fare la spola tra gli uffici dislocati in punti diversi della città. Sono certo che la Camera di Commercio accoglierà questa istanza di cui ovviamente discuteremo nel prossimo futuro anche per definire tutte le condizioni, compreso l’aspetto economico, attraverso apposita convenzione. Detto questo da parte nostra il locale è stato già individuato ed il nuovo ufficio sarà dotato di linea telefonica e rete Adsl.”

15 luglio 2014 0

Attivato dai vigili del fuoco il presidio di salvamento acquatico tra Latina e Sabaudia

Di admin

Anche per l’estate 2014 il Comandante dei Vigili del Fuoco ha proposto, su indicazione di SE il Prefetto Dott. Antonio D’Acunto, al Presidente della Provincia oltre che al Sindaco di Latina e al Sindaco di Sabaudia, di trovarsi ancora insieme per ratificare un dispositivo d’intervento da attivare a mare con l’obiettivo di aumentare, durante il periodo estivo, il livello di sicurezza dei bagnanti nelle spiagge dei comuni di Latina e Sabaudia. Il 26 giugno è stata siglata la convenzione per l’attivazione del servizio presso il presidio acquatico stagionale dei vigili del fuoco del Comando Provinciale di Latina presso il porto canale di Rio Martino (Latina). In analogia allo scorso anno nei fine settimana e nei giorni di maggior presenza di persone già a partire dal 5 luglio e fino al 7 settembre (complessivamente 26 giorni dalle ore 9.00 alle 18.00), costantemente coordinati dalla locale Capitaneria di Porto, sarà operativa una postazione formata da specialisti dei vigili del fuoco e dotata di imbarcazione e moto d’acqua con più soccorritori acquatici. Le unità saranno in continuo pattugliamento e quindi già in acqua in caso d’emergenza. L’intesa è stata firmata dal Prefetto Dott. Antonio D’Acunto, dal Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Latina, Ing. Cristina D’Angelo, dal Presidente della Provincia di Latina, Dott. Salvatore De Monaco, dal Sindaco, On. Avv. Giovanni Di Giorgi, per il Comune di Latina e dal Sindaco Dott. Maurizo Lucci per il Comune di Sabaudia. Disponibile e pronto all’uso anche un DAE (defibrillatore semiautomatico) affidato ai vigili del fuoco qualche anno fa proprio dalla Provincia di Latina. L’attività di soccorso potrà essere richiesta ai consueti numeri d’emergenza o, in particolare, al 1530 (Capitanerie di Porto) o al 115 (Vigili del Fuoco).

15 luglio 2014 0

Domani a Frosinone protesta contro i tagli alla Sanità, le prescrizioni della Questura

Di admin

Una grande manifestazione è stata organizzata per la giornata di domani per sostenere il diritto alla salute e contestare i tagli alla sanità.

Centinaia di persone scenderanno in campo per opporsi alla chiusura o ridimensionamento di diversi presidi ospedalieri esistenti in provincia.

Un lungo ed articolato corteo avrebbe dovuto percorrere le principali arterie viarie che dai comuni di Sora, Alatri, Fumone, Vico nel Lazio, Veroli, Ferentino, Guarcino e Collepardo, Fiuggi, Acuto, Trevi nel Lazio, Filettino, Trivigliano e Torre Cajetani, avrebbe dovuto raggiungere la città di Frosinone per proseguire poi lungo la via Monti Lepini e raggiungere per il sit-in la sede A.S.L..

Un percorso pericoloso quello prescelto dagli organizzatori ai quali sono state notificate dalla Questura scrupolose prescrizioni disposte per garantire l’incolumità fisica sia dei partecipanti che dagli automobilisti in transito.

Una valutazione quella della Questura maturata dalla necessità di contemperare i diversi interessi, da un lato quello a manifestare, dall’atro quello a libera circolazione.

Con queste misure sono state create le attuali condizioni affinché la manifestazione possa svolgersi in un contesto di massima sicurezza.

15 luglio 2014 0

Controlli in mare e a terra sulla costa pontina della Guardia Costiera di Gaeta

Di admin

L’attività, che interessa i litorali di Gaeta, Fondi, Sperlonga, Itri, Formia e Minturno, iniziata con l’operazione “Mare Sicuro” sin dai primi giorni del mese di luglio, ha come obiettivo garantire condizioni di sicurezza a quanti, diportisti, bagnanti, subacquei e sportivi, in questo periodo si concentrano lungo il litorale.

Sono stati rilasciati i primi bollini blu ( n° 28 ) che, allo scopo di evitare duplicazioni nei controlli, attestano l’avvenuto controllo delle dotazioni di sicurezza e della relativa documentazione delle unità da diporto.

Non sono mancate le violazioni accertate dalle unità navali della Guardia Costiera in materia di sicurezza della navigazione, in particolare per navigazione sotto costa, in area riservate alla balneazione, e per mancanza di documentazione di bordo.

Al riguardo, sono stati elevati 5 verbali amministrativi, per un totale di Euro 7.000.

I controlli hanno interessato anche le strutture balneari per la verifica delle previste postazioni di salvataggio e, più in generale, per le prescrizioni di sicurezza previste dalla vigente Ordinanza di sicurezza Balneare n. 29/2014 della Capitaneria di Porto di Gaeta. Nel corso di tali verifiche sono stati elevati 7 verbali amministrativi, per un totale di Euro 21.000, per la mancanza delle boe di segnalazione delle acque “sicure” e per l’assenza delle previste dotazioni di sicurezza.

Monitorati i litorali per il regolare utilizzo del pubblico demanio marittimo: 5 le notizie di reato per occupazione abusiva di spiaggia libera, con attrezzature balneari che ne sottraevano la libera fruibilità, trasformandoli di fatto, in stabilimenti balneari abusivi, ed 1 per innovazione non autorizzata all’interno di uno stabilimento balneare.

Resta alta l’attenzione in materia di salvaguardia della vita umana. Nella notte di sabato, la M/V SAR 857 della Guardia Costiera di

Ponza, è intervenuta per trasportare un uomo di circa 60 anni in condizioni sanitarie gravi, dall’isola di Ventotene sino al porto di Formia, successivamente affidato alle cure del personale sanitario del locale ospedale.

Anche sul fronte dell’attività amministrativa i servizi della Capitaneria di Porto di Gaeta sono stati potenziati: fino al 24 agosto, infatti, presso la sede centrale sita in Gaeta medievale, è stato istituito un ulteriore servizio di assistenza ed informazione agli utenti del mare, dal lunedì al venerdì sino alle 20:00, mentre durante festivi e prefestivi dalle 09:00 alle 18:00. Tale progetto permetterà alla Capitaneria di Porto di Gaeta di essere ancora più vicina ai tanti fruitori del mare, le cui richieste si intensificano nella stagione estiva.

Ogni situazione di emergenza in mare potrà essere segnalata alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Gaeta, tramite numero telefonico, gratuito, di emergenza in mare 1530, attivo 24 ore su 24. ”