Giorno: 31 luglio 2014

31 luglio 2014 0

Leo Messi a San Felice Circeo con yacht da 60 metri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Con uno yacht da 60 metri, Leo Messi, il fuoriclasse del Barcellona e stella della nazionale di Calcio argentina è arrivato nella tarda mattinata di oggi a San Felice Circeo. Il calciatore in vacanza a Ponza, oggi pomeriggio ha toccato terra ancorando la sua lussuosa imbarcazione a poche centinaia di metri dalla costa per concedersi in tutta segretezza una passeggiata sul litorale pontino.

er amedei

31 luglio 2014 0

Calci e pugni alla sorella per estorcerle i soldi della droga, 26enne in manette ad Aquino

Di admin

La sorella si rifiuta di dargli i soldi per comprare la droga e lui la pesta. Protagonista della vicenda è un 26enne di Aquino, P.V. ben noto alle forze dell’ordine che, per “convincere” la sorella 30enne, sua convivente, ad elargire soldi per la dose, non ha esitato a picchiarla con calci e pugni. Urla e grida di dolore che hanno spinto i vicini di casa a chiamare i carabinieri e all’arrivo dei militari il pestaggio er ancora in corso. La vittima è stata quindi trasportata in ospedale a Cassino dove è stata medicata e giudicata guaribile in 10 giorni, il fratello, invece, è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

31 luglio 2014 0

Morti alla Kyklos di Aprilia, il legale della Mira: “Vittime uccise da esalazioni acido solfidrico”

Di admin

Fabio Lisei e Roberto Papini di 44 e 42 anni, i due operai morti lunedì scorso all’interno dello stabilimento Kyklos di Aprilia sarebbero stati uccisi da esalazioni di Acido solfidrico. A sostenerlo è l’avvocato Angelo Di Silvio, legale della Mira, l’azienda di Orvieto per la quale le due vittime lavoravano e che in subappalto, effettuava il trasporto del percolato dallo stabilimento di compostaggio pontino alla discarica. Di Silvio cita i risultati dei prelievi esaminati dall’Arpa Lazio che, consegnati ieri in procura a Latina, hanno fatto scattare il sequestro cautelare dello stabilimento e l’iscrizione nel registro degli indagati quattro persone: il rappresentante legale e il responsabile della sicurezza della Kyklos, il rappresentante legale della Eco 2000, azienda appaltatrice, e il responsabile legale della Mira, azienda subappaltatrice. “All’interno del sito di discarica, secondo i dati dell’Arpa, – dichiara Di Silvio – vi è una altissima concentrazioni di acido solfidrico. Ieri ho presentato istanza di sequestro dello stabilimento che in poche ore è stato eseguito per evitare ulteriore pericolo a danno dell’ambientale e della salute pubblica. Al momento si stanno eseguendo autopsie su corpi dei due lavoratori all’interno della camera mortuaria di Latina, e successivamente si effettueranno analisi tossicologiche su tessuti dei vestiti e sugli organi delle vittime per valutare la tossicità della sostanza che hanno respirato causandone la morte. Avevano in dotazione ciò che serviva loro per trattare materiale non pericoloso come il percolato. Le indagini dovranno far luce sul perché si sono ritrovati a contatto con acido solfidrico in una concentrazione tale da uccidere solo al primo respiro. Infatti, secondo la ricostruzione, uno degli operai è morto direttamente sulla cisterna, il secondo, invece, accortosi del malore avuto dal collega è stato ucciso dalle esalazioni mentre saliva sulla scaletta per raggiungerlo, stramazzando al suolo. Pochi dubbi – continua l’avvocato della Mira, la ditta tra l’altro proprietaria del mezzo – su cosa essa possa aver trasportato nei giorni precedenti. L’azienda ha tracce satellitari che dimostrano che il mezzo è stato impiegato il venerdì precedente per fare lo stesso lavoro, il fermo di sabato e domenica per essere poi reimpiegata il lunedì della tragedia”.

31 luglio 2014 0

Autostrada bloccata ad Orte dai lavoratori delle acciaierie di Terni contro i tagli di 550 posti

Di admin

Autostrada bloccata per circa un’ora e mezza, questa mattina ad Orte dagli operai della Ast (acciaierie speciali Terni) di Terni. Il blocco è scattato alle 11.30 circa quando circa oltre un migliaio di persone giunte in pullman da Terni si sono riversate sulle corsie dell’autostrada bloccando il traffico. La polizia stradale ho obbligato gli automobilisti diretti a nord ad uscire a Magliano Sabina, mentre quelli diretti a Sud all’uscita Attigliano. Decine i chilometri di coda sonol stati gli effetti della manifestazione di protesta dei lavoratori delle acciaierie Ast di Terni che hanno manifestato contro il piano di tagli della proprietaria dello stabilimento, la ThyssenKrupp. “Sono tre anni che triboliamo in questa vicenda – dichiara Riccardo Marcelli segretario Fim Cisl Umbria – da quando dopo serie di accorpamenti l’antitrast ha bloccato la nostra vendita rimettendoci sul mercato. I potenziali acquirenti volevano acquistare a prezzi stracciati e per questo siamo stati riacquisiti dalla Thyssen Krupp con l’intenzione, però di vendere al meglio lo stabilimento ma anche annunciando un piano di tagli per circa 550 unità lavorative su un totale di 2800. Significa il 20%”. Er. Amedei

31 luglio 2014 0

Da Latina a Broccostella per rubare le offerte in chiesa, 31enne in manette

Di admin

Ha il soggiorno obbligato a Latina ma viene sorpreso a rubare le offerte nella chiesa di Santa Maria della Stella a Broccostella. C.G. 31enne di Latina, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso dai fedeli della chiesa mentre forzava la cassetta delle offerte e fuggiva con il suo contenuto. Notato da un carabiniere fuori servizio, è stato seguito fino a quando non sono arrivati i rinforzi e, quindi è scattato il fermo. Indosso gli è stato trovato il “bottino” di 15 euro e ai militari ha fornito false dichiarazioni di identità sperando che il controllo non venisse approfondito. Ha invece rimediato l’arresto per violazione obblighi della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo soggiorno nel comune di Latina, furto aggravato e false dichiarazioni sulla identità a P.U.

31 luglio 2014 0

Trovato con 13 piante di marijuana in casa a Paliano, 48enne arrestato due volte in 24 ore

Di admin

Nel tardo pomeriggio di ieri a Paliano i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato G.R., 48enne domiciliato a Serrone. I carabinieri a seguito di perquisizione presso il domicilio dell’uomo rinvenivano una coltivazione di nr. 13 piante di “marjuana” dal peso complessivo di grammi 400, ulteriori grammi 154 della stessa sostanza, grammi 0,5 di “hashish”, nonché materiali per il confezionamento, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva tradotto presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari.

Alle ore 01,30 circa odierne gli stessi militari, traevano nuovamente in arresto l’uomo per il reato di “evasione”, poiché nel corso di un normale servizio di controllo del territorio, veniva intercettato alla guida di un’autovettura nei pressi del centro di Serrone. L’arrestato pertanto veniva tradotto presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Anagni in attesa di rito direttissimo.

31 luglio 2014 0

Periferie invase da spazzatura, neppure il parcheggio del cimitero viene risparmiato

Di redazionecassino1

Che la città non brilli in termini di pulizia nonostante l’avvio del sistema di raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema ‘porta a porta’. Non è difficile, girando per le vie del centro e della periferia, trovare contenitori carrellati stracolmi di rifiuti anche quando non è giornata di raccolta. Molti degli esercizi commerciali continuano a lasciare i contenitori carrellati in bella vista su marciapiedi, molto spesso in centro città, senza che si adottino i provvedimenti necessari per evitare questo sconcio. Ma non basta, perché i veri problemi sono le strade della periferie dove i sacchetti di spazzatura, molto spesso manifestazione di inciviltà dei cittadini, non si contano più. L’indecenza, sotto questo aspetto, non tralascia nessuna parte della città, comprese le zone vicine al cimitero comunale di via S. Bartolomeo ed il relativo piazzale destinato a parcheggio. Rifiuti, sacchetti di spazzatura, residui di potatura di piante, materiale plastico sono lasciati ovunque, su tutta l’area del parcheggio. Se i dati, in termini di recupero dei rifiuti, connessi al sistema di raccolta porta a porta, sono confortanti, bisognerà trovare una soluzione all’inciviltà dei cittadini nell’abbandono dei rifiuti ovunque. Non è solo un problema di civiltà, ma è sicuramente un problema di salute che riguarda tutti i cittadini di Cassino. F. Pensabene Foto: A. Ceccon

31 luglio 2014 0

Omicidio Del Prete a Latina, arrestato anche l’intermediario che trattò con i sicari

Di admin

Cataldo Patruno, detto Blindo, noto pregiudicato 68 anni di Aprilia è stato arrestato dagli uomini della squadra mobile di Latina e da quelli del commissariato di Terracina perché ritenuto essere l’intermediario fra i mandanti e gli esecutori dell’omicidio di Vincenzo Del Prete, avvenuto a Terracina nella serata del 18 novembre 2013. La vittima venne freddata nei pressi della sua abitazione mentre rincasava. I mandanti, Marino Cerasoli e Roberto Bandiziol, attraverso la mediazione di Patruno avevano assoldato i sicari Giampiero Miglietta e Tommy Maida, tutti già assicurati alla giustizia, dapprima per sequestrare il Del Prete, per un compenso di sole 1000 euro, successivamente per ucciderlo, dopo aver pattuito un compenso di circa 20mila euro. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile, diretta dal Vice Questore Aggiunto Dr. Tommaso Niglio, hanno accertato che i vari incontri fra il Patruno e i due mandanti erano avvenuti in più riprese a Borgo Faiti.

31 luglio 2014 0

Sequestrati a Cassino 30 chili di kebab trasportati nel bagagliaio di un’auto

Di admin

Sei fusi di Kebab dal peso complessivo di 30 chili, sono stati trovati dai carabinieri di Cassino nel bagagliaio di una vecchia Mercedes guidata da un cittadino turco partito da Caserta e diretto per le consegne ad alcune attività di Cassino. La carne, ormai scongelata, era trasportata come fossero scarpe, all’intyerno mdel bagagliaio senza alcuna accortezza igienico sanitaria. Gli uomini del tenete Massimo Esposito, quindi, hanno sequestrato i sei kebab destinandoli alla distruzione dopo essere stati analizzati dal personale Asl e hanno sanzionato il turco con una multa di circa mille euro. Non questo il primo caso di sequestro di kebab effettuato dai carabinieri di Cassino. Lo scorso marzo, un altro cittadino straniero venne fermato per controllo scoprendo la carne trasportata in condizioni simili a quelle odierne.

31 luglio 2014 0

Occupano alloggio Ater a Piedimonte San Germano, coniugi denunciati

Di admin

A Piedimonte San Germano i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà per i reati di “concorso in occupazione abusiva di alloggio popolare” due coniugi del luogo già censiti. I predetti in data 9 aprile u.s. occuparono abusivamente un alloggio popolare di proprietà dell’ATER di Frosinone, di nuova realizzazione ed in fase di ultimazione sito in quel centro. Ieri l’A.G. di Cassino, concordando con le risultanze investigative dei militari prontamente intervenuti a seguito dell’occupazione dell’alloggio, emetteva decreto di sequestro preventivo dell’immobile, cui veniva data immediata esecuzione con allontanamento dei prevenuti;