A Castrocielo l’ottavo Festival Internazionale della Chitarra il 7-10-11 Luglio

5 luglio 2014 0 Di admin

Dal 7 al 12 luglio nella splendida cornice offerta dallo storico Monacato di Villa Eucheria torna il Festival Internazionale di Chitarra di Castrocielo, una delle manifestazioni più importanti nel territorio dal punto di vista chitarristico.

Organizzato dalla Pro Loco di Castrocielo con il patrocinio del conservatorio di Frosinone “Licinio Refice”, della Regione Lazio e del Comune di Castrocielo, il Festival giunge alla sua ottava edizione, sulla scia dell’entusiasmo nato dal successo degli scorsi anni, sia in termini di pubblico intervenuto, sia per le importanti presenze artistiche che hanno saputo catalizzare l’interesse degli appassionati ascoltatori, provenienti dalla nostra provincia ma anche da tutto il territorio regionale.

Si inizia lunedì 7 luglio alle 21 con il Concerto con i giovani musicisti: Ensemble di chitarre del Conservatorio L.Refice di Frosinone, dir. Eugenio Becherucci. Il Trio di chitarre Morgera, Meschino, Sorgi. Il trio composto da Maurizio Meschino, Caterina Morgera e Lorenzo Sorgi nasce nel 2014. I tre chitarristi, facenti tutti parte della classe del M. Eugenio Becherucci, iniziano una laboriosa attività di studio collettivo, dalla quale ricevono costanti ed incoraggianti conferme, a livello artistico ed umano, complice anche una sincera e spontanea amicizia. Attività questa che porterà tre caratteri diversi ed ugualmente amanti del suonare insieme a sperimentarsi in ensemble con repertori molto diversi tra loro, dal Barocco al ‘900. A seguire il Duo di chitarre Pasqualucci Fortunato Il duo Salvatore Fortunato & Lorenzo Pasqualucci nasce nel 2012, con il desiderio di creare un repertorio che tenga viva l’attenzione del pubblico in modo da coinvolgerlo ed avvicinarlo sia alla musica sia ai musicisti. Il Duo svolge una attività concertistica molto intensa e viene chiamato come ospite in rassegne internazionali di chitarra e presso associazioni culturali della capitale. Ed infine il Duo Ancia Y Corda (chitarra e fisarmonica) Daniele Ingiosi, fisarmonica Marcello Iannotta, chitarra Dal Barocco a Piazzolla, è un progetto che nasce dalla fusione di due strumenti molto legati alle tradizioni musicali popolari, ma che nei secoli sono stati inseriti a pieno merito anche nel repertorio della musica colta. L’intenzione è quella di presentare un insieme di brani selezionati e trascritti ampliando le partiture originali, e sfruttando le capacità tecniche ed espressive dei due strumenti. Il percorso storico musicologico che viene intrapreso durante l’ascolto segue un ordine cronologico; sembra di assistere ad un ideale viaggio nel tempo dalla musica per danze delle corti dei primi anni del ‘700 fino alla vertigine dei tanghi di Astor Piazzolla del ‘900, come volendo seguire un filo invisibile che lega la materia sonora e musicale delle composizioni.

La seconda serata, giovedì 10 luglio alle 21.30, salirà sul palco Daniel Murray Vasconcellos considerato uno dei chitarristi più talentuosi della sua generazione, egli mantiene una carriera attiva come interprete, arrangiatore e compositore. Suona come solista e in formazioni cameristiche in Brasile e all’estero, con grandi musicisti come Paulo Bellinati, Israel de Almeida, Toninho Carrasqueira, Rogerio Wolf, Heloisa Petri, Andrea Kaiser, Joaquim de Abreu. Dal 2009 suona con il quartetto di chitarre Tau insieme a Breno Chaves, José Henrique de Campos e Fabio Bartoloni, e forma il Saraiva-Murray Duo con il chitarrista e compositore Chico Saraiva, con il quale ha recentemente eseguito concerti in tutta Europa (Parigi, Londra e Portogallo).

A chiudere la sessione di concerti, venerdì 11 luglio alle 21.30, il Trio Itinerario Brasile composto da Gianluca Persichetti (chitarra) Marco Loddo (basso) Stefano Rossini (batteria e percussioni). Un vero viaggio nella musica popolare brasiliana d’autore. Un trio d’eccezione, frutto di una lunga e consolidata collaborazione tra il chitarrista Gianluca Persichetti e il batterista multipercussionista Stefano Rossini, che insieme al bassista Marco Loddo, sono riconosciuti tra i maggiori esecutori ed interpreti Italiani di questo genere. Arrangiamenti ispirati e innovativi, sonorità di grande classe ed eleganza per una musica coinvolgente e di altissima qualità. Un trio unico e innovatore nel genere “Brasilian Jazz” Hanno prodotto due CD “Esperanto” (1998) e “Itinerario Brasile” (2005) e hanno ideato e realizzato un seminario di musica brasiliana, con cadenza annuale, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione e con il patrocinio dell’Ambasciata Brasiliana di Roma.

festival-castrocielo

festival-scorsa-edizione

festival-trio-itinerante-brasile