Blitz da panico in centro a Cassino, la Finanza sequestra 120 grammi di coca e smantella una “base” di corrieri

21 luglio 2014 0 Di admin

Avevano creato in un appartamento in pieno centro a Cassino, la base per il traffico di cocaina con cui rifornivano gli spacciatori della bassa provincia di Frosinone. A rifornire quello che sembrava essere un centro di smistamento della cocaina erano corrieri che ingerivano ovuli pini di droga. A porre fine all’attività sono stati ieri, con un rocambolesco blitz, gli uomini della guardia di finanza di Cassino. Il blitz è scattato alle 13 circa nell’appartamento di una ex palazzina popolare in pieno corso della Repubblica, all’incrocio con via Verdi.

L’irruzione in quella casa da parte degli uomini delle fiamme gialle, unitamente a unità cinofile, ha permesso di rinvenire circa 120 grammi di cocaina purissima ancora contenuta in ovuli e arrestare due uomini, un 40enne ed un 48enne, oltre ad una 30enne, tutti di nazionalità domenicana.

Ma non è stato così semplice dato che i colombiani hanno tentato di occultare lo stupefacente reagendo con violenza ai militari. E’ stato lì, evidentemente, che la situazione ha rischiato di sfuggire di mano. Sul posto, infatti, il clamore della reazione dei domenicani, uno dei quali, a sentire i testimoni, sarebbe anche riuscito a fuggire ma venendo fermato ed arrestato poco dopo. Altri testimoni hanno raccontato di un colpo di arma da fuoco esploso. Attimi di panico per chi si è trovato a passare in quel momento assistendo ad un via vai di militari in borghese armati. Sorprende poi la tempestività con cui il fotografo di un giornale locale si sia trovato in “zona” riuscendo a immortalare alcune fasi del blitz. Complimenti a lui, anche se la guardia di Finanza di Cassino, per molto meno, è andata a caccia di talpe in merito a fatti, a nostro avviso, molto meno gravi di quelli che potrebbero ipotizzarsi qualora quel fotografo non si trovasse lì per un semplice intuito professionale.

Ermanno Amedei