Picchia e morde il figlio che non vuole smettere di giocare alla Play Station, arrestato egiziano 65enne

27 luglio 2014 0 Di admin

I Carabinieri della Stazione di Roma Tor bella Monaca hanno arrestato, la scorsa notte, con l’accusa di lesioni personali e maltrattamenti in famiglia, un cittadino egiziano, di 65 anni, nullafacente. Lo straniero a seguito di un litigio con il figlio minorenne, che non voleva smettere di giocare alla play station, lo ha aggredito picchiandolo e poi morso ad un braccio. Le urla provenienti dall’appartamento hanno spinto i vicini a chiamare il pronto intervento 112 dei Carabinieri. I militari sono intervenuti immediatamente presso l’abitazione indicata, situata in via Galopini, dove hanno identificato e poi arrestato il 65enne mentre, il figlio minorenne è stato medicato presso il policlinico di Tor Vergata e dimesso con 10 giorni di prognosi per ecchimosi da percosse, lesioni compatibili con morso al braccio sinistro, contusioni ed ecchimosi al livello del torace e dell’addome.
Dopo l’arresto lo straniero è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.