Presentata, in sala Restagno, “Verdevento”, la kermesse musicale – ecosostenibile

30 luglio 2014 0 Di redazionecassino1

Presentato nel pomeriggio di oggi, nel corso di una conferenza stampa presso la sala Restagno del comune di Cassino, il programma di “Verdevento” che si terrà presso il parco “Baden Powell” di via Verdi dal prossimo 1-9 agosto. Presenti il sindaco Petrarcone, gli assessori Consales, Costa e Grossi oltre a Davide Petrucci responsabile dell’organizzazione. “Partecipare a Verdevento Cassino 2014 significa contribuire allo sviluppo della città. Ogni cittadino, ogni persona che decide di acquistare l’abbonamento interviene a costruire una nuova identità al parco Baden Powell e una rinnovata anima al territorio”. Così Davide Petrucci, guida della Cierreci la società che si è occupata di far diventare il progetto promosso dall’Associazione Verdevento una realtà. E non solo, perché questo è lo spirito che muove anche i collaboratori e i partner Cierreci. Alla conferenza stampa di presentazione di Verdevento mercoledì in sala Restagno al comune di Cassino, l’amministratore della Cierreci Petrucci ha voluto sottolineare che il Festival è animato da un doppio spirito, una doppia anima appunto: “rock” e “green”. Non solo musica perché Verdevento si pone un obiettivo ambizioso: l’ecosostenibilità. “Oltre il 70 % dei rifiuti della manifestazione saranno riciclati, usati come compost per la piantumazione del parco una volta conclusa la kermesse e non solo – sottolinea Petrucci – ogni piantina, ogni filo d’erba, ogni gioco per bimbi che sarà presente nel parco a fine kermesse sarà ad opera della Cierreci che lascerà un segno concreto e fruibile dall’intera comunità”. Presente alla conferenza l’assessore all’ambiente Riccardo Consales che ha posto la sua attenzione sul ciclo virtuoso dei rifiuti che si terrà durante i 9 giorni di Festival e sulla “ Raccolta differenziata che premia. Le bottiglie di plastica raccolte e riconsegnate daranno diritto ad una consumazione.” Questi solo due degli atteggiamenti ‘green’ protagonisti dell’evento che ambisce a dare un nuovo volto, una nuova immagine, “una nuova linfa allo sviluppo urbano della città di Cassino” come ha sottolineato l’assessore al commercio Mario Costa.
“Verdevento dà la possibilità alla città di Cassino di diventare per 10 giorni vetrina nazionale, nonché di contribuire allo sviluppo economico della città che accoglierà giovani e meno giovani provenienti da ogni parte d’Italia” sostiene il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone. “Abbiamo avuto il coraggio di fare le nostre scelte. Le polemiche stanno a zero. Abbiamo sostenuto un evento che nasce sulle linee guida che l’amministrazione condivide da sempre: cultura, economia, sviluppo urbano, ecosostenibilità.” Questo il parere di Danilo Grossi, assessore alla cultura del comune di Cassino intervenuto in conferenza stampa. Tra gli ospiti anche la voce di Verdevento Radio Cassino stereo, partner del festival che dedicherà ampi spazi nella programmazione quotidiana alla kermesse. “Merito a Davide Petrucci, alla Cierreci tutta, per aver messo a disposizione della comunità le proprie capacità per organizzare a Cassino un Festival di altissimo livello”. Così Enzo Pagano, direttore della radio. Massimo sostegno a Verdevento anche dalla Banca Popolare del Cassinate: “la crescita culturale del territorio contribuisce anche a mettere in moto una proficua filiera finanziaria, con ricadute positive in tutti i settori dell’economia” . Parole di sostegno dunque anche da Donato Formisano presidente della Bpc, tra gli sponsor della kermesse. I lavori di sistemazione del parco Baden Powell sono ormai ultimati, così come da programmazione, ci tiene a sottolineare il sindaco. Tutto ormai è pronto per i 9 giorni di Verdevento. Si parte con una giornata gratuita : il 1 agosto di scena “Accordi naturali”, musica, artisti di strada e fantasticherie. Il 2 agosto sale sul palco Bob Sinclair. Il 3 agosto protagonisti i Tiromancino, la band romana capeggiata da Federico Zampaglione. Il 4 agosto la raffinatezza di Fiorella Mannoia, la grande signora della musica d’autore italiana. Il 5 agosto Pino Daniele, l’artista dal sound inconfondibile. Il 6 agosto il rap di Clementino. Il 7 agosto Renzo Arbore e L’Orchestra italiana. La band che ha portato le sonorità partenopee nel mondo. L’8 agosto il graffio di Piero Pelù. Il 9 agosto i Sud Sound System chiuderanno la kermesse con il sound reggae che li ha consacrati al successo da oltre vent’anni.