Una petizione di cittadini fa crescere il “Movimento d’opinione’ in favore di Michele Giordano

26 luglio 2014 0 Di redazionecassino1

Cresce l’interesse dei cittadini di Cassino per intitolare la piazza del restaurato ex campo boario di via Verdi, a Michele Giordano. Ora il Comitato spontaneo, in un comunicato stampa, rivolge all’Amministrazione una petizione per intitolare a Michele Giordano la piazza dell’ex campo boario, attribuendo il giusto riconoscimento ad un concittadino che ha contribuito in modo considerevole al rilancio economico e culturale della Città. Il movimento d’opinione generato dalla proposta di intitolare l’area dell’ex Campo Boario alla memoria di Michele Giordano, scrittore e poliedrico giornalista, scomparso sei anni fa, ha assunto le proporzioni di un’onda inarrestabile, che coinvolge tutte le categorie dei cittadini. Ogni giorno si registrano attestazioni di stima ed adesioni alla proposta arricchite da testimonianze circa il ruolo fondamentale che ebbe Michele Giordano nella rinascita economica e culturale della città di Cassino. Del resto quelle che inizialmente sembravano iniziative estemporanee e riconducibili unicamente al suo estro creativo, con il passare del tempo sono diventate le fonti principali di investimento dei più grandi imprenditori del mondo. Basti pensare alle TV locali, a quelle vie cavo, oltre che all’organizzazione di fiere commerciali in grado di valorizzare prodotti di un territorio, come la prima Fiera Campionaria di Cassino, che fu inaugurata nel lontano 1966 e durò circa venti anni. A portare avanti la necessità di ricordare la figura di Michele Giordano è in questi giorni un agguerrito e nutrito gruppo di suoi ex collaboratori e colleghi di altre radio e Tv locali, che con il passare degli anni hanno più degli altri potuto conoscere le qualità non solo creative di Giordano ma anche e soprattutto le sue qualità umane. Un gruppo di ex collaboratori, composto da circa una settantina di persone, che già nei mesi immediatamente successivi alla sua morte, nel corso di un incontro conviviale organizzato per ricordare il loro maestro, sottoscrisse un documento nel quale venne avanzata la proposta di cui si parla in questi giorni di intitolare l’area dell’ex Campo Boario a Michele Giordano. Era il 10 ottobre 2008 ed il documento testualmente così recitava:
“ I sottoscritti firmatari, premesso:
– che nell’area dell’ex Campo Boario, che giace abbandonata da diverso tempo, è prevista una serie di progetti finalizzati al recupero ed alla riqualificazione dell’intero sito;
– che proprio in quell’area il giornalista cassinate, Michele Giordano, promotore di una serie di importanti ed innovative iniziative, fece sorgere la prima fiera Campionaria del Basso Lazio, che contribuì in maniera determinante al rilancio dell’economia di tutto il territorio nei primi anni ’70;
che appare opportuno intitolare quell’area a Michele Giordano, scomparso di recente, non appena verranno attuati tutti gli interventi di valorizzazione del sito.
Tutto ciò premesso i sottoscritti firmatari sollecitano l’amministrazione comunale ad attuare tutte le iniziative di sua competenza al fine di ottemperare alla presente richiesta”. Ora sembra che siano maturi i tempi perché la proposta lanciata sei anni fa possa essere tradotta in pratica se non altro limitatamente alla piazza centrale sita all’interno dell’area, dal momento che l’ex Campo Boario ormai è stato già intitolato a sir Robert Baden Powell. Soprattutto perché all’agguerrito gruppo dei promotori si è aggiunta una moltitudine di persone, in rappresentanza di tutte le categorie produttive ed intellettuali della città, come testimoniano le ormai innumerevoli voci di sostegno lanciate dai social network e questo certamente non può passare inosservato da chi di dovere.